annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Casa Nuova , PDC O misto Pdc -Caldaia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Casa Nuova , PDC O misto Pdc -Caldaia

    Ciao a tutti,
    sto costruendo una singola di circa 160mq su 2 piani oltre al garage.
    La zona e' a Nord Est Fascia climatica E
    Muratura con isolante e tramezza interna.
    Riscaldamento a pavimento e climatizzatore con 3 split, caminetto a legna Stuv in soggiorno.
    Opzione 1: PDC SAMSUNG O BAXI sia per il sanitario che riscaldamento a pavimento con accumulo di 300 litri circa .
    opzione 2 : Caldaia Baxi a metano ( dovrei allacciarmi alla rete metano con ovvi costi ) , PDC solo per acqua sanitaria con accumulo di 300 litri .
    Entrambe le soluzioni con FTV di 4,5kw su tetto discretamente esposto .
    Quale soluzione adottereste ?
    Grazie infinite .
    Fabio

  • #2
    la prima decisamente , magari cambierei produttore / marca, 300 di accumulo potrebbero essere pochi
    io eviterei la seconda soluzione, eviti cosi costi di allaccio metano, manutenzioni e controllo fumi obbligatori , hai/avrai il fotovoltaico, usa quello per produrre e quando non produci (di notte , tempo brutto, in inverno specialmente) i costi sono contenuti, e poi avrai il rimborso del GSE

    ciao
    Casa NO GAS. PDC MITSUBISHI puhz-sw75vha - ACS : 500 l hibridcube hyc 544/32/0 - WMC Ideal Clima - Cucina con Piano Induzione - Classe Energetica A1

    Impianto fotovoltaico da 5,72 kWp - 22 pannelli SolarWorld Sunmodule PLUS SW 260W poly - SMA Sunny Boy 6000 TL-21 - Ovest - connesso dal 07/12/2016

    Commenta


    • #3
      Che pompa di calore consiglieresti ?
      Siamo in 4 in famiglia ( 2 adulti e 2 piccoli ) .
      Grazie

      Commenta


      • #4
        ciao, pompe di calore mitsubishi/daiking/templari (per citare le piu note, qui sul forum molti hanno queste marche , me compreso e mi trovo bene) per l' accumulo se hai spazio un 500 l è meglio di un 300, e costa quasi uguale.
        fatti un giro sul forum e leggi un pò di discussioni , sia per le pompe di calore che per l'accumulo , io sono un novizio, molti le hanno da molti piu anni di me.
        poi per il dimensionamento degli impianti, devi rivolgerti ad un buon termotecnico (consiglio, se l'intenzione è quella della sola pompa di calore per fare tutto, non fermarti al primo termotecnico che trovi, girane alcuni, per trovare quello piu "capace" e che mastica di pompe di calore, non affidarti al solo idraulico/costruttore.

        ciao e buona giornata
        Casa NO GAS. PDC MITSUBISHI puhz-sw75vha - ACS : 500 l hibridcube hyc 544/32/0 - WMC Ideal Clima - Cucina con Piano Induzione - Classe Energetica A1

        Impianto fotovoltaico da 5,72 kWp - 22 pannelli SolarWorld Sunmodule PLUS SW 260W poly - SMA Sunny Boy 6000 TL-21 - Ovest - connesso dal 07/12/2016

        Commenta


        • #5
          Intanto grazie a tutti,
          leggevo in giro che sconsigliano una pompa di calore inverter...
          Io ho adocchiato le vailant , mentre il mio idraulico mi consiglierebbe una samsung ehs!
          Boh , sono convinto per l'impianto solo PDC ma devo decidere quale.

          Originariamente inviato da palbe74 Visualizza il messaggio
          ciao, pompe di calore mitsubishi/daiking/templari (per citare le piu note, qui sul forum molti hanno queste marche , me compreso e mi trovo bene) per l' accumulo se hai spazio un 500 l è meglio di un 300, e costa quasi uguale.
          fatti un giro sul forum e leggi un pò di discussioni , sia per le pompe di calore che per l'accumulo , io sono un novizio, molti le hanno da molti piu anni di me.
          poi per il dimensionamento degli impianti, devi rivolgerti ad un buon termotecnico (consiglio, se l'intenzione è quella della sola pompa di calore per fare tutto, non fermarti al primo termotecnico che trovi, girane alcuni, per trovare quello piu "capace" e che mastica di pompe di calore, non affidarti al solo idraulico/costruttore.

          ciao e buona giornata

          Commenta


          • #6
            Ciao Bassanospeed,

            non ti preoccupare che ora anche chi produceva PDC europee on /off da anni e se ne vantava pure, ora si sono messi a fare anche loro quelle a inverter (chissà come mai hanno cambiato idea ?, e probabilmente i suoi venditori italiani che decantano tanto le on/off, non lo sanno ancora).

            Pompe di calore di cui si parla bene qua sul forum sono le Acquarea della Panasonic, le Ecodan della mitsubishi, ma stanno dando ottimi soddisfazioni in termini di prestazione/prezzo anche le nuove Nimbus dell'ariston

            Commenta


            • #7
              Buongiorno a tutti e complimenti per il forum ricco di informazioni utili ed interessanti.
              Spero possiate rendermi le idee più chiare in merito alla realizzazione di un nuovo impianto in Provincia di Lecce, zona climatica C, nuova costruzione.

              Abitazione composta da:
              Zona giorno (Sup: 75,16 mq - Vt: 292,18 m3 - Pn: 3082,52)
              Zona notte (Sup: 78,18 mq - Vt: 277,71 m3 - Pn: 2678,98)
              Taverna (Sup: 40,35 mq - Vt: 142,49 m3 - Pn: 3446,49)
              Vano Tecnico adibito a lavanderia stireria (Sup: 21,90 mq - Vt: 100,19 m3 - Pn: 1373,25)
              Garage di 47,24 mq che vorrei in ogni caso scaldare e raffrescare all'evenienza

              La mia idea era quella di realizzare un impianto a Pdc e Fancoil completamente canalizzati per Zona Giorno e Notte (mia moglie non vorrebbe vederli a parete almeno in queste zone), e a parete nelle altre parti della casa, per avere un unico impianto che faccia riscaldamento e raffrescamento. Pensavo poi di aggiungere un PIT per accumulo di ACS (ritengo le soluzioni all-in-one con accumuli integrati da 150/200 litri poco adatte per un consumo familiare di 4 persone) e predisporre un FV che in ogni caso non installerei subito visti i costi da sostenere per terminare l'abitazione.
              In pratica una casa no gas.

              Mi sono pertanto rivolto ad un noto professionista della mia zona prospettandogli la mia idea.

              Responso:
              Mi sconsiglia vivamente di utilizzare una Pdc quale generatore di impianto.
              Sostiene che si è trovato in situazioni in cui per un guasto ha dovuto attendere anche un mese per poter intervenire causa difficoltà nel reperire i pezzi di ricambio con clienti rimasti al freddo in pieno inverno. Inoltre ritiene che per una casa tutta elettrica potrebbe non bastare impegnare 6 kw ma dovrei sicuramente optare per 10kw trifase con costi fissi notevoli e consumi elevati.


              Consiglia vivamente l'allaccio alla rete gas, l'utilizzo di una caldaia a condensazione Baltur Mod. Perfecta Plus 25SK, impianto radiante a pavimento nelle zone giorno e notte, Fancoil nella Taverna e nel Vano Tecnico da utilizzare per caldo/freddo e all'occorrenza, e classici split ad espansione diretta per il fresco nelle altre zone.
              Sostiene che l'impianto mi costerebbe meno, avrei un ottimo comfort, consumi ridottissimi vista l'alta efficienza della caldaia, e pochissime spese di gestione.

              Un altra soluzione che mi ha prospettato è caldaia a condensazione per riscaldamento con fancoil, e chiller per il raffrescamento sempre tramite fancoil, ma la ritiene inferiore alla prima.

              Nel frattempo ho anche contattato i CAT di zona Viesmann e Mitsubishi (che sono anche installatori qualificati). Il tecnico Viesmann appoggia la mia idea mostrando qualche dubbio solo sulla canalizzazione dei Fancoil per un discorso di manutenzione ed eventuale riparazione in cartongesso. Il tecnico Mitsubishi farà un sopralluogo in settimana.

              Davvero dovrei abbandonare l'idea di installare una pdc ? Davvero i costi di impianto ed i consumi di una casa tutta elettrica (senza fv) sarebbero maggiori rispetto ad una soluzione gas-caldaia a condensazione ?

              Vi prego chiaritemi le idee, vorrei iniziare quanto prima a realizzare l'impianto.
              Grazie.

              Commenta


              • #8
                Di quello che ti dice il professionista tieni solo il riscaldamento a pavimento al posto dei fancoil per scaldare, per il resto cercane un altro.

                Si usano pdc a LeccO, figuriamoci se non vanno bene a LeccE.
                PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                Commenta


                • #9
                  Grazie Sergio&Teresa per la tua risposta. Apprezzo il tuo apporto.
                  Sostieni quindi che l’impianto ideale nella mia zona sarebbe pavimento radiante + split o radiante + fancoil ? E riguardo l’ACS vado di PIT da 300/500 litri ?
                  6 kw senza fotovoltaico sarebbero sufficienti per avere tutto elettrico ?
                  E che consumi annui dovrei sostenere secondo te ?

                  Commenta


                  • #10
                    Casa Nuova , PDC O misto Pdc -Caldaia

                    I consumi dipendono dall’isolamento, non si può dire così su due righe. Penso che non terrete nemmeno molti mesi il riscaldamento in zona C, quindi nulla di paragonabile a quanto può succedere in zone davvero fredde.

                    Non metterei fancoil, solo radiante oppure radiante + split per l’estate.

                    Se siete in famiglia e non ci sono problemi di spazio per ACS farei PIT da 500.

                    6 kW bastano a me, figuriamoci a te...
                    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                    Commenta


                    • #11
                      I dati del termotecnico li ho inseriti nel primo messaggio. La mia abitazione dovrebbe richiedere secondo i suoi calcoli una potenza termica per il riscaldamento di 11 kw, anche se nel calcolo non è stato considerato il garage di 47 mq che all’occorrenza vorrei riscaldare.
                      Secondo te il raffrescamento radiante non soffrirebbe con le nostre estati torride ? E comunque sarebbero da inserire dei deumidificatori. Giusto ?
                      Mantenendomi su Viesmann o mitsubishi da quanti Kw consiglieresti la pompa di calore ?

                      Commenta


                      • #12
                        Se davvero ti servono 11 kW ci vuole una pdc da 11 kW.... (termici eh)
                        A me sembra strano che una casa a Lecce da 200 mq (+ lavanderia) abbia bisogno di più del doppio di casa mia 1000 km più a nord, però qui mi fermo perché se vuoi avere consigli a questo proposito serve gente più esperta di me e serve che dici come sono fatte pareti, infissi e tetto.

                        Consigli su marche non ne do, ogni scarrafone è bello a mamma sua.
                        PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                        Commenta


                        • #13
                          Nella relazione leggo:

                          518,688 m2 superficie disperdente
                          8485,465 potenza per trasmissione
                          2095,792 potenza per ventilazione
                          10581,257 potenza totale

                          Commenta

                          Attendi un attimo...
                          X
                          TOP100-SOLAR