annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

combinazione raffrescamento e ACS con PDC

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • combinazione raffrescamento e ACS con PDC

    Buonasera a tutti,
    complimenti innanzitutto per il forum, veramente un concentrato di competenze unico. Ho spulciato parecchio prima di scrivere, forse il mio dubbio troppo "terraterra" e non son riuscito a dirimerlo leggendo le altre discussioni.
    Vi ringrazio in anticipo per gli eventuali contributi
    In pratica, su casa nuova, dotata di pavimento radiante con pompa di calore, impianto fotovoltaico (piccolo), ventilconvettori canalizzati per il raffrescamento, ho il dubbio su come produrre l'ACS. Il dubbio se installare uno boiler a pompa di calore dedicata (quelle con assorbimento da 5-600w, con accumulo da 300l, di massima sono tutte similari stando alle schede tecniche), o se mettere un bollitore con serpentino maggiorato e farlo riscaldare direttamente dalla stessa PDC che si utilizza per il riscaldamento ed il raffrescamento.
    Il dubbio mi viene pensando alla commutazione tra il raffrescamento e la produzione di ACS...se ci sono i tubi pieni di acqua fredda e c' l'esigenza di ripristinare il boiler dell'ACS, non ci vorr molto tempo (o comunque spreco di energia) per riscaldare la stessa acqua tecnica che stata raffrescata, e riscaldare di conseguenza l'ACS nel bollitore??
    Il termotecnico ha progettato una PDC dedicata all'ACS, io sto valutando se virare su unica PDC per diminuire i tempi di ripristino dell'ACS, dato che le schede tecniche parlano di 6/8 ore per bollitori da 300 litri, immagino che utilizzando la pompa di calore da 9kw ci voglia molto meno tempo
    Grazie a tutti

  • #2
    Se hai vano tecnico la soluzione a PDC dedicata ipotizzabile.
    Nel mio caso installata 4 mesi fa.
    300l Panasonic.
    Pro: con una PDC tirata all'osso per riscaldamento eviti i cicli ACS ad alta energia.
    Deumidifichi la zona limitrofa, nel caso di una taverna ad esempio un plus non indifferente.
    In estate ha prodotto ACS per 5 persone con 20 cent/gg.
    Ora siamo a 40 cent/gg.
    Dopo 3 doccie e un bagno ho sempre avuto ACS ancora disponibile e ben calda.
    F.


    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Fabry7501 Visualizza il messaggio
      Se hai vano tecnico la soluzione a PDC dedicata ipotizzabile.
      Nel mio caso installata 4 mesi fa.
      300l Panasonic.
      Pro: con una PDC tirata all'osso per riscaldamento eviti i cicli ACS ad alta energia.
      Deumidifichi la zona limitrofa, nel caso di una taverna ad esempio un plus non indifferente.
      In estate ha prodotto ACS per 5 persone con 20 cent/gg.
      Ora siamo a 40 cent/gg.
      Dopo 3 doccie e un bagno ho sempre avuto ACS ancora disponibile e ben calda.
      F.


      Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk
      3 docce e una vasca da bagno mi sembrano una buona autonomia, ma i dubbi sul fare raffreddamento e acs con la stessa macchina sono quindi fondati ?!

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da thekaiser Visualizza il messaggio
        ....ma i dubbi sul fare raffreddamento e acs con la stessa macchina sono quindi fondati ?!
        No.....

        Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X