annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

PDC 220 o 380?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • PDC 220 o 380?

    Ciao a tutti sono in fase di ristrutturazione di in abitazione su 3 piani dal totale di circa 400mq in zona E.
    parlando con il termotecnico all’inizia si era pensato di installare un sistema ibrido. Ma poi leggendo e informandoci sui consumi e quant’altro abbiamo optato a essere liberi dal metano e di installare una PDC per il riscaldamento e raffrescamento a pavimento e un boiler a PDC per l’ ACS.
    L’idea era anche di mettere un FV che mi aiutasse.
    L’unico dubbio che mi rimane in base hai costi e consumi è di installare una PDC da 220V o una da 380V.. Qualcuno di voi ha già esperienza in questo campo? Se mettessi la 380 andrei a pagare un fisso? Costerebbe di più la corrente? Grazie

  • #2
    Mi sto documentando anche io sul mondo delle pdc.
    Dipende dall'assorbimento della pdc e quindi dalla taglia che ti serve.
    In italia, monofase, puoi avere massimo un contatore da 6Kw. Oltre è solo trifase 380V.
    Fai i conti di assorbimento casa + assorbimento pdc e vedi se ci stai.
    La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

    Commenta


    • #3
      @Nanotek:

      Hai scritto una imprecisione. Da dove deduci che in Italia puoi avere max 6 Kw in monofase??? Io ad esempio dopo il montaggio di una Altherma da 14 Kw termici ho richiesto e ottenuto l'aumento di potenza a 7 Kw (disponibili 7,7 Kw) e non mi hanno fatto nessun problema. Anzi... ti dirò di più, in fase di sopralluogo da parte del distributore, i tecnici mi dissero che si poteva richiedere l'aumento di potenza fino a 10 Kw in monofase.
      Concludendo....se non hai particolari esigenze, della 380 in ambito domestico, penso se ne possa fare benissimo a meno.
      Poiché la luce è più veloce del suono,ecco spiegato il motivo perché alcune persone brillano finché non aprono bocca.

      Commenta


      • #4
        Anche io sapevo che oltre sei bisogna andare in trifase....
        Ma quindi devono fare un sopralluogo per approvare aumento o e solo per cambiare il contatore?

        Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da camarillobrillo Visualizza il messaggio
          dopo il montaggio di una Altherma da 14 Kw
          Fantastico, sei il primo che la nomina qui sul forum avendola installata.
          R32 giusto? Come lavora a mandate sui 50° / 55°?

          Scusate l'OT
          Monti prenestini (RM) - 1885gg
          LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt (impianto a termosifoni)
          Fotovoltaico 4.76 kWp

          Commenta


          • #6
            Dato che sei in ristrutturazione e probabilmente anche della parte elettrica potresti portare tutto in trifase.
            Non hai detto che pdc metterai ma io per la potenza che immagino avrà andrei di trifase.
            Oltre 6kw non è scontato che lo diano in mono ci sono delle condizioni tecniche da rispettare.
            Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
            Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da camarillobrillo Visualizza il messaggio
              @Nanotek:

              Hai scritto una imprecisione. Da dove deduci che in Italia puoi avere max 6 Kw in monofase??? Io ad esempio dopo il montaggio di una Altherma da 14 Kw termici ho richiesto e ottenuto l'aumento di potenza a 7 Kw (disponibili 7,7 Kw) e non mi hanno fatto nessun problema. Anzi... ti dirò di più, in fase di sopralluogo da parte del distributore, i tecnici mi dissero che si poteva richiedere l'aumento di potenza fino a 10 Kw in monofase.
              Concludendo....se non hai particolari esigenze, della 380 in ambito domestico, penso se ne possa fare benissimo a meno.
              Hai ragione, quello che ho scritto non è sempre vero. Purtroppo la rete di distribuzione nazionale non è unica ed è diversa da zona a zona.
              Per esempio, so che ci sono, delle spcificità nella zona di roma dove la rete di distribuzione è realizzata/gestita da ACEA. Ci saranno sicuramente altre specificità in altre zone.
              La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

              Commenta


              • #8
                Oltre i 6kw,come già detto non è scontato la diano. La regola è che fino a sei (a meno di condizioni limite della rete) ci sono costretti, oltre è una concessione del gestore, concessione che viene applicata, appunto in base alle condizioni della rete alla quale sei allacciato. Ma non sono obbligati a farlo. Nella mia zona lo fanno regolarmente. Ma ormai la rete è tutta rinnovata, fino a due anni fa te lo scordavi proprio.
                Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                Commenta


                • #9
                  @ America:

                  Io avevo fornitura con potenza 4,5 Kw (5 Kw disponibili) con servizio elettrico nazionale. Quando ho fatto richiesta di aumento potenza a 7 Kw (a marzo 2017)è venuto il distributore (Enel distribuzione) a fare il sopralluogo per verificare la fattibilità. In base al sopralluogo mi è stato riferito che il mio punto di prelievo rispettava tutti i parametri tecnici e pertanto potevo fare richiesta fino a 10 Kw in monofase. Ergo oggi la mia fornitura è di 7 Kw in monofase. Mi è stato anche sostituito il contattore, ma solo perché hanno approffitato dell'occasione per installare quello nuovo (che stanno sostituendo in tutta Italia). Poi dai vostri interventi mi rendo conto che evidentemente la situazione non è omogenea nel territorio nazionale.
                  Poiché la luce è più veloce del suono,ecco spiegato il motivo perché alcune persone brillano finché non aprono bocca.

                  Commenta


                  • #10
                    Si certo, è così. Se possono erogarlo lo fanno. Ma non è la regola. Man mano cambierà, chiaro.
                    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                    Commenta

                    Attendi un attimo...
                    X
                    TOP100-SOLAR