annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pdc alta temperarura

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pdc alta temperarura

    Salve a tutti sono nuovo del forum quindi chiedo in anticipo scusa per errori e altro...
    Quindi pongo subito una domanda. Abito in valle d'Aosta quindi fredda parecchio per circa 5/6 mesi all'anno. Attualmente uso il gpl per scaldarmi casa di 85 m2
    Volevo passare a fotovoltaico e pdc, ho fatto venire alcuni termotecnici e mi hanno detto che si può fare è che sicuramente andrei a risparmiare.
    Per il fotovoltaico sono riuscito a capirci e ad arrivare a una soluzione, pannelli sunpower inverter ottimizatori solaredge.
    Per la pdc visto il tipo di riscaldamento (50% termosifoni e 50% ) zoccolo radiante mi consigliano termo pompe professionali per alta temperatura. Per le marche un Po di tutte diverse ma alneno due uguali ovvero kronoterm. E i prezzi ovviamente decisamente più alti. Chiedo a voi sono necessarie visto le mie condizioni o ce ne sono anche altre che per me vanno bene? Almeno per scegliere quelle idonee.
    Grazie

  • #2
    ciao, diciamo che termopompa è più accattivante come termine, ai maschietti sa più di ****o e attira di più del misero termine pompa di calore


    A parte le battute idiote, veniamo al serio: quanto gpl consumi in tutta la stagione per scaldare questi "miseri" 85 mq? sai anche per caso quanto ne consumi nel singolo giorno più freddo?
    Ultima modifica di DanySM73; 12-12-2018, 09:01.

    Commenta


    • #3
      Aggiungerei: prova a mettere qui le tue temperature di mandata e ritorno in due o tre momenti del giorno mettendo anche la temperatura esterna. Da domani qui in Piemonte arriva il vero inverno, quindi potrebbe essere il giorno buono per fare la prova anche da voi in Val d'Aosta. Da come l'hai chiamata "termo pompe professionali" ho l'impressione che ti sia rivolto al noto sito dell'insetto o a quello che ti azzera le bollette.
      Originariamente inviato da Daniele vda Visualizza il messaggio
      Per il fotovoltaico sono riuscito a capirci e ad arrivare a una soluzione, pannelli sunpower inverter ottimizatori solaredge
      Non per impicciarmi, ma non hai necessariamente bisogno di SolarEdge e SunPower e potresti risparmiare soldini se metti altro. Se ti interessa metti il tuo preventivo nella discussione "questo preventivo è buono?" così ti possiamo dare più consigli

      Commenta


      • #4
        Per il gpl consumo intorno ai 2200 euro all'anno. Più o meno 60% per risc e 40% per acs.
        Non saranno cifre altissime confrontadomi con altre situazioni però se si potesse risparmiare ancora perché no.
        Lavori strutturali ormai sono arrivato al massimo altri non sono possibili, avevo preso anche in considerazione di cambiare il tipo di riscaldamento e mettere quello ma pavimento senza massetto che è più veloce e occupa meno spazio, ma la cifra si aggira sui 15000 euro e non so se mi cambierebbe in meglio e quanto?
        Di corrente siamo sui 600/700
        Quindi in totale attorno ai 3000 euro tra gpl e corrente.
        A me hanno detto che tra termopompe professionali e pompe di calore la sostanza è nel luogo in cui andranno a esercitare perché se in pianura dove le temperatura sono miti e accettabili qualsiasi pdc svolge più o meno la sua funzione mentre per me che il freddo si fa sentire parecchio ci vogliono queste termompe che garantiscono la resa senza consumi eccessivi

        Commenta


        • #5
          Per farti un'idea dell'insetto lavoratore fatti un giro qua: Villa no gas FV + PDC Kronoterm 13kw
          Per la ditta Green spero che tu non ti riferisca a questa fotovoltaico enelgreen

          Cerco di essere breve per non andare in OT. Hai spazio a sufficienza sul tetto (5mq per kW)? Se la risposta è si puoi evitare SunPower.
          Hai problemi di ombre (piante, case vicine, comignoli) durante la giornata? Se la risposta è no puoi evitare di mettere gli ottimizzatori (e il SolarEdge).
          Evitando i due prodotti puoi fare un impianto da 5kW a 7.500€ e 8500€ da 6kW.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Daniele vda
            Si mi hanno contattato ma dopo il prezzo è quello che mi offriva sono andato a bere una birra quindi neanche presi in considerazione
            Per fortuna hai speso i soldi nel modo corretto! Una bella birra!!!

            Posso chiederti se ti sei dato un budget per questo intervento?
            Ovviamente anche sul fotovoltaico, fai attenzione che se non hai ombre puoi puntare su qualcosa di molto meno costo ed altrettanto valido, personalmente mi trovo benissimo con ABB e QCELL
            Dalle tue parti come sei messo ad umidità?

            La risposta alla tua ultima domanda è in tutti i casi si certo!
            Con i tuoi consumi di GPL comunque non dovresti avere problemi ad utilizzare una pdc inverter di buona fattura.
            Ultima domanda bisognerebbe capire la quantità di elementi (dei termosifoni) che hai in casa tipologia (alluminio, ghisa?) e relativa altezza.
            Inoltre bisognerebbe sapere quanto battiscopa radiante hai e relativi kw sviluppati... hai una scheda tecnica? Marca e tipo?
            Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
            Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

            Commenta


            • #7
              "A me hanno detto che tra termopompe professionali e pompe di calore la sostanza è nel luogo in cui andranno a esercitare perché se in pianura dove le temperatura sono miti e accettabili qualsiasi pdc svolge più o meno la sua funzione mentre per me che il freddo si fa sentire parecchio ci vogliono queste termompe che garantiscono la resa senza consumi eccessivi"

              Oltre a queste "spiegazioni" che non spiegano niente, ti hanno spiegato qual'è la VERA differenza tecnica tra una PdC e una "termopompa" ?

              Come fanno a garantire "la resa senza consumi eccessivi" ?

              Quale sarebbe una "buona resa senza consumi eccessivi" ?

              Per quel poco che ho imparato io finora, i miracoli in termica idraulica non esistono (non so nelle altre discipline).

              Quindi, chiedi chiarimenti su queste due definizioni; dati, numeri, fatti...non chiacchiere.

              Commenta


              • #8
                Panomarix non è enelgreen ma è una ditta piemontese (Pinerolo) se cerchi su YouTube pure loro pubblicano video di fotovoltaici pompe di calore accumuli per fv e altro
                Spero di non essermi sbagliato !
                FV: 4.8kwp 16 PANNELLI SUNERG X-MAX 300w INVERTER ABB UNO-DM-5.0-TL-PLUS dal 18/2/2019 monitoraggio Elios4you Smart Red CAP https://pvoutput.org/list.jsp?userid=73558
                caldaia red compact 24kw puffer solarbayer da 800l ACS con impianto cordivari 2 pannelli 5mq boiler doppia serpentina da 300L Vmc sitali sf150

                Commenta


                • #9
                  Certo che una 13kw x scaldare un appartamento da 85mq........
                  FV: 4.8kwp 16 PANNELLI SUNERG X-MAX 300w INVERTER ABB UNO-DM-5.0-TL-PLUS dal 18/2/2019 monitoraggio Elios4you Smart Red CAP https://pvoutput.org/list.jsp?userid=73558
                  caldaia red compact 24kw puffer solarbayer da 800l ACS con impianto cordivari 2 pannelli 5mq boiler doppia serpentina da 300L Vmc sitali sf150

                  Commenta


                  • #10
                    Si esatto penso che sia la stessa....
                    Ma non ci capisco più niente lo stesso.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Daniele vda
                      Sul tetto un Po di ombre dovuto a camini e abbaini ci sono. Piante o altro no. Quindi diciamo che il fotovoltaico posso risparmiare un 30/40% quindi buono
                      In realtà camini e abbaini se fanno ombra proprio sui pannelli gli ottimizzatori ci vanno, in realtà ci sono soluzioni con ottimizzatori non SolarEdge, però va bene se lo metti. Per quanto riguarda SunPower puoi tranquillamente rinunciare, quindi invece che il 30% potresti avere un 20%, che non è comunque male.
                      Originariamente inviato da Daniele vda
                      pdc sempre della kronoterm 9 kw mentre la formica era 13 kw trifase…
                      La legge 10 ce l'ho perché l'anno scorso ho dovuta farla e sono circa 6 kw di dispersione

                      Occhio che il fabbisogno di 6kW è alla temperatura minima di progetto, che da te potrebbe essere un -20°C. Per una caldaia non fa differenza, mentre per una PDC la potenza nominale (che viene normalmente data a +7°C come riferimento) cala al calare della T esterna. Quindi buono che ti abbiano messo un 9kW (indice di professionalità), mentre 13kW (costringendoti a passare alla trifase!) fa ridere i polli.

                      Sul forum molti utenti hanno: Ariston, LG, Panasonic...

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Daniele vda
                        Solo per curiosità esistono pdc oltre questa marca per le mie esigenze?

                        TUTTE!QUALSIASI!

                        incluse le termopompe, che non esistono, se non nella fantasia di questi tizi, che fanno pippe mentali, anzi, direi pompe mentali ;-)

                        sono tutte pompe di calore, e ne esistono di due tipi: inverter e on/off
                        Quelle inverter nessuno ti impedisce di usarle in modalità on/off, mentre quelle On/off non le puoi usare in modalità inverter, e chi le ha, tende a buttarle per prenderne una inverter. Solo io personalmente ne ho già viste sostituire 4, di gente disperata solo per la botta che dava in avvio la pdc appena partiva.

                        Se poi ci aggiungi che hanno un pezzo in meno (l'inverter), ma te le fanno pagare di più, il gioco è fatto.

                        Hai un consumo di gas bassissimo. La temperatura più bassa che si raggiunge realmente a casa tua in inverno quale è? vai molto sotto il -7?

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Panoramix89 Visualizza il messaggio
                          Occhio che il fabbisogno di 6kW è alla temperatura minima di progetto, che da te potrebbe essere un -20°C.
                          appunto, se è 6kw a -20, figurati quanto sia a temperature "civili" :-)
                          Realmente potrebbe anche bastargli una 4 kw addirittura.
                          Ovviamente 4 kw a quella temperatura minima, che poi potrebbe tradursi a seconda della pdc in una più grossa come nominale.

                          Ma d'altronde ragazzi stiamo parlando di 85 mq, un bilocale. Con le stesse potenze al sud ci scaldi 4 volte tanto.

                          Commenta


                          • #14
                            Temperature esterne diciamo che -7 arriva senza problemi, anche -13 ci arriva, diciamo da novembre fiino a febbraio. A parte quest'autunno che sta facendo decisamente caldo per il periodo. Di giorno anche se fa freddo con il sole arriva anche sui 5 gradi anche qualcosa di più.
                            Quindi sono 4 mesi di freddo, umidità relativamente bassa.

                            Commenta


                            • #15
                              In effetti mi piacerebbe cambiare casa in una più grossa ma venite a vivere in valle d'Aosta e il prezzo delle case sono altissimi causa località turistica....Quindi l'unica soluzione è limitare i danni con quello che ho

                              Commenta


                              • #16
                                Se mettessi i dati della legge 10 sarebbe meglio. Comunque ipotizzando -10 di T di progetto (sforamenti a -13 sono solo saltuari) magari come detto il tuo fabbisogno sarà 5kW. Potresti pensare di prendere una PDC con potenza nominale di 7kW quindi come ad esempio la Ariston 70M.

                                Commenta


                                • #17
                                  se la zona non è troppo umida, ma solo fredda, e riesci a mantenere mandate accettabili (non superi i 55°C), anche una giapponese ad iniezione di gas va bene. macchine senza iniezione sinceramente avrei qualche timore a consigliarle con quelle temperature, senza conoscere bene la casa e le temperature di mandata che usi.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    credo di non averlo mai detto prima, ma vista la situazione, se sono queste le temperature, mi terrei la caldaia e basta.
                                    Se poi la caldaia è vecchia, e pensi di volerla comunque cambiare, allora puoi pensare a una caldaia con l'aiuto della pdc, quindi una ibrida (mi sto mordendo la lingua), ma non intesa come una pdc che si fa aiutare dove non arriva da una caldaia, ma una caldaia che demanda le temperature più miti alla pdc.
                                    Con temperature così, per i cop che avresti, una pdc e basta non mi pare avrebbe tanto senso.
                                    Solo se avesse il radiante avrebbe un senso parlare di risparmio.
                                    Ma se deve mandare 55 gradi con cop 1.5, è un non senso economico fare l'investimento.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Nel 2019 usciranno anche le nuove templari r32....
                                      pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        ma ci saranno macchine piccole? che cop hanno da -7 a scendere?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          È no, ora gli trovate una pdc adatta a lavorare a quelle temperature (che prima o poi avrò lo stesso dilemma)

                                          Dunque dite che qui in valle d'Aosta una pdc su termosifoni sarebbe un po' limite?

                                          Le varie tcap o zubadan non sarebbero indicate?
                                          Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                          Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Comunque dopo aver capito che stiamo parlando di 6kw di potenza massima dobbiamo capire i mezzi che ci sono in casa per fornire questi 6kw....
                                            Riesci a dirci il battiscopa radiante quanti kw sviluppa alle varie temperature? I termosifoni quanti elementi hanno in totale e di quale altezza?
                                            Ad esempio se avesse un buon numero di elementi (60-80) più il radiante a battiscopa da capire quanto sviluppa potrebbe anche pensare di rimanere sotto i 50° di mandata. 6kw non sono impossibili da produrre anche a bassa temperatura.
                                            Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                                            Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                                            Commenta


                                            • #23
                                              ma non è una questione se c'è una pdc che può andare per lui o meno, è se gli conviene o meno.
                                              Se il suo obiettivo è risparmiare, non è detto che lo ottenga.
                                              Se è solo eliminare la caldaia, allora gliene troviamo tante quante ne vuole.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da fnucera Visualizza il messaggio
                                                credo di non averlo mai detto prima, ma vista la situazione, se sono queste le temperature, mi terrei la caldaia e basta.
                                                Fermo restando che personalmente credo che con una PDC in R32 ce la fa benissimo, esistono comunque le PDC a doppio ciclo che fanno acqua a 80 gradi anche con -20 di esterna e che garantiscono la potenza nominale a qualsiasi T esterna ( senza usare resistenze.. )

                                                Io conosco la Altherma HT ma immagino ne esistano altre..

                                                Lui poi sostituirebbe del GPL.. quindi siamo a livelli di costi dove quasi basta il 'COP' di una resistenza per essere competitivi.

                                                Il GPL va sostituito sempre e in ogni caso... in questi casi anche le PDC monoblocco On/Off riuscirebbero a far risparmiare soldi...


                                                F.
                                                Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                                                Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  fermo restando che non centra niente la temperatura dell'acqua, che non è quello il problema, e non ha bisogno di nessuna pdc HT ammesso che gli serva una pdc, non condivido il fatto che il gpl abbia tutta questa differenza con il metano, al punto che una resistenza sia competitiva.

                                                  Se fosse come dici tu, a quel punto gli conviene la stufa elettrica, così spende 100 euro come spesa iniziale e non 10000 come la altherma HT che dici tu, e avoglia ad accendere stufe finchè campa con 10000 euro di risparmio iniziale.

                                                  Lo so che fa assai strano per una volta che sia io a difendere le caldaie rispetto a voi (vi avrete forse infettato qualche brutta malattia???), ma dopo 70 anni che l'italia si riscalda così, non penso che ora siano da buttare in senso assoluto.

                                                  Ripeto: tutto sta se la scelta che sta facendo è dettata solo dal voler risparmiare o da altro. Se il suo obiettivo è solo il risparmio, credo che gli convenga tenersi la caldaia. Se non lo è, può valutare una qualsiasi pdc.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Francesco che ti sei bevuto stanotte?
                                                    Dai smettila su.... gpl contro pellet/metano/pdc sta 4:1 esperienza provata sulla pelle.... 2.000€ GPL e casa fredda 500€ pellet e casa calda :P
                                                    Quindi anche se avesse cop 1 andrebbe comunque pari.... ovviamente non è così e vorrei davvero vederlo su 80mq a mandare a 60°..... Ha 5 termosifoni di 5 elementi ognuno? Non ci credo con quel clima!
                                                    Sulla pdc basta prendere qualcosa di tecnologicamente evoluto e stop, una R32 sicuramente. Vuole spendere poco una bella LG e via che garantisce prestazioni stabili anche sotto zero e spende circa 3.000€ di pdc...
                                                    Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                                                    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio

                                                      Sulla pdc basta prendere qualcosa di tecnologicamente evoluto e stop, una R32 sicuramente. Vuole spendere poco una bella LG
                                                      Una monoblocco in Val D'Aosta è un po come un gatto in tangenziale..

                                                      F.
                                                      Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                                                      Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Una monoblocco in Val D'Aosta è un po come un gatto in tangenziale..
                                                        Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                                        Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          hai ragione... meglio metterci 1.000€ su e prendere la splittata seppur r410, o comunque di splittate a prezzi accessibili e di qualità ce ne sono.
                                                          La mia era una estremizzazione per dire che prendendo i 6kw di fabbisogno a t di progetto (che non sarà di certo 0° gradi) non vedo drammi esistenziali.... poi se i calcoli sono sbagliati è un altro conto...
                                                          Come te quando sento GPL la prima parola è: cambialo subito!

                                                          Altrimenti una bella termopompa professionale e via... scherzo è!!!!!!
                                                          Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                                                          Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da Daniele vda Visualizza il messaggio
                                                            Temperature esterne diciamo che -7 arriva senza problemi, anche -13 ci arriva, diciamo da novembre fiino a febbraio. A parte quest'autunno che sta facendo decisamente caldo per il periodo. Di giorno anche se fa freddo con il sole arriva anche sui 5 gradi anche qualcosa di più.
                                                            Quindi sono 4 mesi di freddo, umidità relativamente bassa.
                                                            Ciao Daniele sono un tecnico specializzato del settore, posso dirti come consiglio di controllare in primis il COP della pompa di calore che stai acquistando.
                                                            Esso varia il suo valore in base alla temperatura esterna, quindi sopratutto nella zona dove abiti tu, dove raggiungi temperatura molto rigide,
                                                            dovrai vedere a quella temperatura esterna-quanti kw termici ti può erogare la pdc.
                                                            La monoblocco on-off ha un COP più alto a basse temperature rispetto alle inverter e anche strutturalmente non hanno paragone.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR