annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Mitsubishi Hydrobox o Hydrotank

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mitsubishi Hydrobox o Hydrotank

    Buonasera a tutti,

    sono nuovo del forum e avrei bisogno di un consiglio.
    Per una nuova abitazione monofamigliare mi è stata consigliata l'installazione di una pdc Mitsubisci ecodan multi. Il termotecnico che ci ha seguiti per la redazione della legge 10 ci consiglia l'utilizzo del modulo Hydrotank con 200l di ACS; l'idraulico al quale mi sono rivolto consiglia invece Hydrobox + bollitore ACS da 350l.

    Cosa ne pensate? Qualcuno ha esperienza con uno o l'altro modello?

    Grazie mille

  • #2
    Mitsubishi ecodan -hydrobox o hydrotank

    Originariamente inviato da Andrea_r Visualizza il messaggio
    Buonasera a tutti,

    sono nuovo del forum e avrei bisogno di un consiglio.
    Per una nuova abitazione monofamigliare mi è stata consigliata l'installazione di una pdc Mitsubisci ecodan multi. Il termotecnico che ci ha seguiti per la redazione della legge 10 ci consiglia l'utilizzo del modulo Hydrotank con 200l di ACS; l'idraulico al quale mi sono rivolto consiglia invece Hydrobox + bollitore ACS da 350l.

    Cosa ne pensate? Qualcuno ha esperienza con uno o l'altro modello?

    Grazie mille
    Scusate, uppo questo msg, perchè mi trovo nella stessa condizione.
    Zona climatica E, ben isolata, 140 mq calpestabili classe A, piano unico. Mi consigliano Mitsubishi ecodan, con hydrobox da 8kw con bollitore separato da 270 lt in pompa di calore, ma avere 2 pompe non so se sia giusto.
    Oppure ecodan con hydrotank, da 200 oppure 300 litri, questa mi piacerebbe perchè è una sola unità interna, e mi sembra piu' facile.
    Qualcuno ha esperienze dirette e magari si è pentito dell'una o dell'altra scelta?
    Poi, ho visto che stessa taglia ci sono prezzi diversi, a seconda dell'unità esterna sia Ecodan o Zubadan, ma non ho capito le differenze.
    Come taglia, sarà corretta?
    Grazie a chi risponderà

    Commenta


    • #3
      Nessuno ha esperienza di questo tipo di pdc?

      Commenta


      • #4
        è tutto abbastanza semplice la hidrobox non ha accumulo integrato per cui se devi fare acqua calda sanitaria serve una soluzione di terze parti
        la hidrotank ha l'accumulo sanitario e l'acqua calda è scaldata con un sistema molto rapido ed efficace ossia uno scambiatore a piastre

        c'è poi anche l'inwall che è una centrale termca completa pure di un piccolo puffer in serie parallelo con bypass

        montare un altra pompa di calore solo per acs è una altra scelt ancora tipicamente è più lenta a riscaldarsi perchè di solito queste pompe di calore hanno compressori molto più piccoli di una che fa anche riscaldamento

        unità esterne la zubadan è per climi molto rigidi avendo l'iniezione di vapore ma la differenza in pratica c'è con temperature molto rigide..l'iniezione si può attivare a -2 o a meno 7

        sono comunque in arrivo una nuova sfornata di unità esterne di mitsubishi fra cui le nuove a iniezione divapore e compressore scroll a r32 e ce n'è anche una piccoletta come potenza nominale

        Commenta


        • #5
          Grazie, il mio dubbio ora è tra ecobox+bollitore separato (da decidere quale) che mi occuperà piu' spazio, oppure hydrotank con unità interna da 300 litri. Possiamo dire che le 2 scelte si equivalgono, in merito all'efficienza termica ed acs?
          Riporto alcuni commenti trovati in altra discussione sulla scelta tra accumulo integrato e bollitore separato, in definitiva:
          Integrato o bollitore separato?
          uno è :
          "E' molto semplice: un bollitore da 200 litri non ha nessun vantaggio rispetto ad un hybridcube da 300. Avresti meno acqua calda disponibile, maggiori dispersioni, peggior rendimento della pdc, maggiori costi di gestione (oltre al ciclo antilegionella, il costo dell'anodo). Non c'e' proprio confronto."
          l'altro:
          "
          Perché preferire un accumulo grande di tipo pit (daikin) piuttosto che un piccolo accumulo a t più alta da miscelare (mitsubishi). Per la legionella? Mi sembra poco probabile e comunque eliminabile facendo appunto ciclo anti legionella quando serve.
          È vero che nel tank da 200lt della mitsu la t è più alta, ma si scalda meno acqua e si ottiene più acs miscelata (quanta? C’è modo di saperlo), in più lo scambio termico è diretto e immediato (no serpentina immersa).
          altro:
          Non e sbagliato il discorso che fai ,diciamo che un 200 litri ,lo puoi portare anche a 50 gradi ,la sola cosa che cambia è che devi fare un paio di ricariche(dipende dalle esigenze) .
          Bene o male un 500 litri da 40 gradi a 50 ci mette un'ora con 5kw di potenza.
          Un 200 litri 25 minuti (circa)
          E per la legionella non mi farei tanti pensieri,con un bollitore da 200 litri lo svuoti conpletamente quasi tutti i giorni,al massimo un ciclo ogni tanto e obbligatorio quando torni dalle ferie.
          Per contro devi pensare che con un 200 litri scaldi acqua che viene dall'esterno ,esempio ,bollitore da 200 litri a 50 gradi, quanta acqua spilli prima che arrivi a 40 gradi?
          Con il rotex e indicato,non so con gli altri bollitori.
          Con rotex devi scaldare acqua a 40 lo porti a 50 gradi e hai dai 400 ai 500l .
          Se pensi di portarlo a 60 gradi il bollitore da 200l non vai piu a cop2.3 ma vai a cop 1
          Ultima modifica di LINTEO; 15-12-2020, 11:55.

          Commenta


          • #6
            si leggono tante cose non necessariamente è tutto corretto ognuno di noi da consigli in assoluta buona fede e per come vede lui le cose

            Il pit e la sua variante molto particolare dell' hydrocube accumulano acqua tecnica o comunque acqua di riempimento come l'hydrocube e poi c'è un serpentino immerso li dentro o attorno etc in cui passa l'acqua sanitaria che andrai ad usare e si scalda
            Per banali qeustioni di fisica se vuoi acqua sanitaria a 40 gradi l'accumulo di acqua tecnica deve essere a temperatura superiore se fosse a 40 la'cqua tecnica non esce acqua sanitaria a 40
            in un accumulo di acqua sanitaria puoi accumulare direttamente l'acqua sanitaria alla temperatura che desideri..potresti avere necessità di scaldarla oltre e poi miscelare se ti serve più acqua calda
            Per cui devi valutare tu quanta acqua sanitaria ti serve lo spazio che hai a disposizione la contemporaneità di consumo insomma ci sono varie soluzioni

            Il sistema di mitsubishi ma anche di altri prevede di scalare l'acqua sanitaria non con serpentini vari ma con uno scambiatore a piastre che ha solitamente buone caratteristiche di scambioè un sistema efficiente

            Commenta


            • #7
              Grazie. Da quello che leggo, un bollitore a serpentino di 500 litri, corrisponde ad un 250 circa di un bollitore come quello di Ecodan, a piastre. Inoltre in questo il tempo di reintegro della temperatura è piu' veloce. Quindi non capisco perchè molti istallano un hydrobox, con bollitore separato, e non un hydrotank con bollitore a piastre.

              Commenta


              • #8
                se vuoi più di 300 litri di acqua calda sanitaria già accumulata ecco che devi montare un bollitore oppure poptreti avere la necessità di mettere il bollitore da una parte e l'unità interna della pompa di calore da un altra

                i casi sono tanti e così i modi di ragionare e così le esigenze
                altra cosa dei bollitori mitsubishi è che sono inox

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR