annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Sfruttare FV al max con PdC

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sfruttare FV al max con PdC

    Ciao a tutti,
    se tutto va bene avrò un impianto da circa 12kWp il prossimo inverno.

    Poiché questa estate vorrei installare anche una PdC, vorrei capire come fare per sfruttarla al massimo durante le ore di sole.

    Ipotizzando nelle giornate di sole di arrivare fino a 3/4kW di potenza disponibile in autoconsumo mi piacerebbe convertirle la tutta la produzione in energia da utilizzarsi la sera quando torniamo a casa.

    Avevo pensato a una PdC tipo la Compact della Daikin, ma da quello che ho capito l'accumulo di acqua tecnica serve solo per scaldare ACS.

    Cosa mi serve allora un puffer esterno?

    Grazie a tutti
    Casa all-electric trifase - FV 12kW LG Neon R - PdC Therma V 16kW- VW ID.3

  • #2
    Se hai impianto radiante a pavimento, puoi sfruttare il massetto con la sua inerzia per accumulare calore durante le ore di produzione del FTV.
    Alla sera quando torni se casa ha una coibentazione decente ti trovi una temperatura confortevole che viene mantenuta dal pavimento senza che la PDC debba ripartire.
    La durata di questa situazione dipende da quanta energia hai immagazzinato nel massetto e da quanto disperde l' involucro.

    In questo modo eviti un accumulo esterno in tampone alla PDC che di solito ti porta ad una perdita di efficienza dell' intero impianto.
    Alcune PDC oltre alla funzione di surplus FTV per riscaldamento, hanno anche la possibilità di alzare il setpoint dell' ACS su surplus produzione FTV.
    Casa gas-free provincia di Pavia 180 m2 involucro classe B (vicino alla C) - Impianto FTV 5,39 kwp - PDC Aquarea 7 kw serie F alta connettività con modulo HPM- Piano cottura ad induzione Ikea
    EV - ZOE 41 kwh - Rasaerba e Tagliabordi a batteria litio 40 V Greenworks

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da fabioe Visualizza il messaggio
      Se hai impianto radiante a pavimento, puoi sfruttare il massetto con la sua inerzia per accumulare calore durante le ore di produzione del FTV.
      Alla sera quando torni se casa ha una coibentazione decente ti trovi una temperatura confortevole che viene mantenuta dal pavimento senza che la PDC debba ripartire.
      La durata di questa situazione dipende da quanta energia hai immagazzinato nel massetto e da quanto disperde l' involucro.

      In questo modo eviti un accumulo esterno in tampone alla PDC che di solito ti porta ad una perdita di efficienza dell' intero impianto.
      Alcune PDC oltre alla funzione di surplus FTV per riscaldamento, hanno anche la possibilità di alzare il setpoint dell' ACS su surplus produzione FTV.
      Ciao,
      avrò solo radiatori e casa poco coibentata. Per questo pensavo ad accumulo di acqua tecnica di giorno.
      Casa all-electric trifase - FV 12kW LG Neon R - PdC Therma V 16kW- VW ID.3

      Commenta


      • #4
        In questo caso accumulo è necessario, ma è molto importante anche come viene fatto impianto ...
        A mio modesto parere, una soluzione efficiente è prevedere che accumulo intervenga solo se ha immagazzinato energia.
        In caso contrario dovrebbe essere bypassato
        Casa gas-free provincia di Pavia 180 m2 involucro classe B (vicino alla C) - Impianto FTV 5,39 kwp - PDC Aquarea 7 kw serie F alta connettività con modulo HPM- Piano cottura ad induzione Ikea
        EV - ZOE 41 kwh - Rasaerba e Tagliabordi a batteria litio 40 V Greenworks

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da kathy Visualizza il messaggio
          .......
          ..........Avevo pensato a una PdC tipo la Compact della Daikin, ma da quello che ho capito l'accumulo di acqua tecnica serve solo per scaldare ACS.
          Non proprio.. La Compact dispone di funzioni di sostegno al riscaldamento che permettono di utilizzare il calore dell'accumulo per alimentare anche il riscaldamento, a patto che questo si trovi ad una temperatura oltre il set di ACS di un certo numero di gradi settabile.

          Se si combina questa funzione con l'ingresso Smart Grid, si ottiene di stoccare energia nella ACS durante la sovraproduzione di fotovoltaico e si puo combinare anche un aumento della T di mandata di un certo numero di gradi sempre durante la produzione di FV.

          F.
          Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
          Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da fcattaneo Visualizza il messaggio
            Non proprio.. La Compact dispone di funzioni di sostegno al riscaldamento che permettono di utilizzare il calore dell'accumulo per alimentare anche il riscaldamento, a patto che questo si trovi ad una temperatura oltre il set di ACS di un certo numero di gradi settabile.

            Se si combina questa funzione con l'ingresso Smart Grid, si ottiene di stoccare energia nella ACS durante la sovraproduzione di fotovoltaico e si puo combinare anche un aumento della T di mandata di un certo numero di gradi sempre durante la produzione di FV.

            F.
            intendi dire che se si supera un certo delta T (impostabile) fra la temperatura dell'accumulo e la temperatura della mandata del riscaldamento allora la mandata viene deviata da una valvola e si fa "un giro" nella serpentina all'interno dell'accumulo per guadagnare calore?

            Grazie
            Casa all-electric trifase - FV 12kW LG Neon R - PdC Therma V 16kW- VW ID.3

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X
            TOP100-SOLAR