Casa nuova in A4 e dubbi impianto PDC + accumulo - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Casa nuova in A4 e dubbi impianto PDC + accumulo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Casa nuova in A4 e dubbi impianto PDC + accumulo

    Riparto da qui e per evitare confusione apro un thread dedicato.

    Sto per acquistare una villetta a schiera in costruzione classe A4 (NZEB), 130 m2 calpestabili, zona climatica E, gradi giorno 2368, energia termica utile per riscaldamento (non rinnovabile) sotto i 30 kWh/m2 anno. Due piani, entrambi con riscaldamento a pavimento.
    In casa saremo in 2, per il momento.
    Dalla relazione tecnica si legge che il termotecnico ha previsto una PDC da 5,6 kW per riscaldamento e produzione ACS.

    L'idraulico ha quindi previsto una Viessmann 111-S 8 kW con boiler integrato, potenza a suo dire necessaria per produrre ACS velocemente.
    Dopo molto studio in questo forum, ho deciso che la soluzione proposta non mi aggradava e quindi ho chiesto che si prevedesse una Viessmann 200-S più piccola (6 kW), splittata, con accumulo Daikin HybridCube da 500 litri.

    Il capitolato prevede inoltre 3 kW di fotovoltaico e 2 pannelli solari termici, da collegare all'HYC oppure da rimuovere in favore di ampliamento FV.

    Il costruttore è vincolato con Viessmann per cui ho cercato di restare su una macchina di questa marca, ma dalla discussione linkata sta venendo fuori che non sarebbe una gran soluzione comunque, date le scarse capacità di modulazione ai bassi regimi (problema tra l'altro molto più grave sulla 111-S originaria).

    L'alternativa è quella di rinunciare alla fornitura di pdc del costruttore e arrangiarmi. Chiaramente è una situazione possibile ma un po' complicata, per cui in caso dovrei farlo con criterio.

    La 200-S (reversibile) mi è stata quotata attorno ai 4000 euro
    + 2000 di HybridCube + montaggio. Partirei da qui per valutare alternative.

    Secondo voi, quali sono le possibilità?
    Avete parlato molto bene delle Ariston Nimbus, nel mio caso probabilmente andrebbe bene una 50M, ma non ho ancora capito se può fare funzione ACS su accumulo esterno.
    Dai dati tecnici sembra modulare davvero bene e in modo efficac
    e a tutte le temperature.
    Sul sito Ariston poi ho trovato il modello attuale Nimbus Plus M Net, che sembra essere quello più simile alla mia idea.

    Grazie









  • #2
    Zero termo in favore ampliamento FV .
    Rinuncia alla PDC e ti compri una Nimbus 50m e accumulo ( ok quello proposto nel caso) e fai installare secondo indicazioni del forum.
    Sicuro spendi meglio i tuoi soldi e avrai efficienza maggiore.
    Questo quello che farei io se dovessi usare per forza radiante.

    Se fosse casa mia farei scontare pure radiante e metterei tutto ad aria...impianto da valutare in funzione del maggior confort e/o della spesa.
    Dove l'ignoranza urla...l'intelligenza tace...è una questione di stile...
    Fv 3,6kw - 14 pannelli benq + Inverter Abb 3.0 out.

    Commenta


    • #3
      Il radiante è veramente un vincolo, tutta la relazione tecnica, l'efficienza energetica prevista e l'intero progetto lo prevedono e non si può rifare da zero.
      Inoltre la donna l'ha messo come punto fisso per la casa nuova, quindi non si tocca!

      Per la PDC c'è effettivamente il mezzo vincolo con Viessmann ma appunto è mezzo: la casa è mia e spingerò perché sia io a decidere come vengono spesi i miei soldi.


      Per quanto riguarda la Ariston, è effettivamente la Nimbus Plus M Net il modello su cui far riferimento?

      Commenta


      • #4
        Se è veramente A4 la puoi scaldare con qualsiasi sistema, spenderesti poco comunque. Per me è il top in funzione della tua casa come rapporto prezzo/qualità/prestazioni.
        Dove l'ignoranza urla...l'intelligenza tace...è una questione di stile...
        Fv 3,6kw - 14 pannelli benq + Inverter Abb 3.0 out.

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da WatsonDue Visualizza il messaggio
          .........
          La 200-S (reversibile) mi è stata quotata attorno ai 4000 euro + 2000 di HybridCube + montaggio. Partirei da qui per valutare alternative.

          A quella cifra prendi allora una Daikin Altherma 3 Compact da 4 o 6 kW che è una PDC integrata sopra un HybridCube... senza caldaia che non serve a nulla su una A4 ( anzi.. ) e con la possibilità di collegarci i 2 pannelli etrmici di capitolato.
          Io ho quel modello ma da 8 kW e modula al minimo a 310 Watt ( compreso circolatore e centralina di controllo ).. la 4 e la 6 fanno ancora meglio.

          Oltre a questo la Compact è l'unica per ora con gas R32...

          F.
          Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
          Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

          Commenta


          • #6
            Per la 50M dovresti prendere la Nimbus plus 50 S net che è la versione splittata.
            Per l'accumulo se vuoi spendere la metà prendi un cordivari eco combi pdc 1 da 500L (oppure il 3 se vuoi la serpentina per il solare)
            Praticamente con poco più di 4000€ (iva inclusa) prendi la soluzione completa.
            Se metti l'hyc arrivi a 5000€ totali.

            I prezzi che hai indicato sopra sono iva inclusa?
            Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
            Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

            Commenta


            • #7
              secondo me entrambe le soluzioni sono valide. Con Nimbus spendi un po meno.
              [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
                Per la 50M dovresti prendere la Nimbus plus 50 S net che è la versione splittata.
                Per l'accumulo se vuoi spendere la metà prendi un cordivari eco combi pdc 1 da 500L (oppure il 3 se vuoi la serpentina per il solare)
                Praticamente con poco più di 4000€ (iva inclusa) prendi la soluzione completa.
                Se metti l'hyc arrivi a 5000€ totali.

                I prezzi che hai indicato sopra sono iva inclusa?
                Nel preventivo c'è scritto IVA A17. Suppongo si riferisca all'art. 17 e quindi l'IVA dovrebbe essere ancora da aggiungere.
                Però parliamo di casa in costruzione, quindi il cliente dell'idraulico non sono direttamente io ma il costruttore.

                Per quanto riguarda l'Eco Combi, costerà meno ma da quello che ho letto in questa discussione, il paragone con l'HYC è abbastanza imbarazzante.
                ACS: Pipe In Tank VS Scambiatore a piastre

                @fcattaneo
                La Compact fa riscaldamento + ACS + raffrescamento (questo non strettamente necessario)? Il catalogo Daikin non è il massimo della chiarezza su questo punto.. prima dice che ci vuole la "Integrated" ma poi sotto dice che lo fa anche la Compact.


                Poi avevo letto di sbrinamenti della HPSU, e che per farli pesca dall'accumulo. E' così anche sulla nuova?
                Sicuramente una soluzione integrata non sarebbe affatto male.. sia per spazio che per costi.

                Commenta


                • #9
                  Io neanche dirlo, andrei su uno a piastre. Ma anche un buon pit va benissimo.
                  [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da WatsonDue Visualizza il messaggio
                    Nel preventivo c'è scritto IVA A17. Suppongo si riferisca all'art. 17 e quindi l'IVA dovrebbe essere ancora da aggiungere.
                    Dunque la 50M + eco combi pdc ti verrebbe intorno ai 3.200+iva..... la metà

                    Originariamente inviato da WatsonDue Visualizza il messaggio
                    Per quanto riguarda l'Eco Combi, costerà meno ma da quello che ho letto in questa discussione, il paragone con l'HYC è abbastanza imbarazzante.
                    ACS: Pipe In Tank VS Scambiatore a piastre
                    Imbarazzante su cosa? Diciamo che l'unica cosa imbarazzante sono i 2.000€ dell'HYC contro gli 800€ del eco combi pdc (iva esclusa)
                    Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da WatsonDue Visualizza il messaggio
                      ..
                      @fcattaneo
                      La Compact fa riscaldamento + ACS + raffrescamento (questo non strettamente necessario)? Il catalogo Daikin non è il massimo della chiarezza su questo punto.. prima dice che ci vuole la "Integrated" ma poi sotto dice che lo fa anche la Compact.


                      Poi avevo letto di sbrinamenti della HPSU, e che per farli pesca dall'accumulo. E' così anche sulla nuova?
                      Sicuramente una soluzione integrata non sarebbe affatto male.. sia per spazio che per costi.
                      Non sono sicuro che esista la nuova Compact che faccia solo riscaldamento e ACS.. sono invece certo che è disponibile per riscaldamento, ACS e raffrescamento.
                      La logica di sbrinamento della nuova Compact è diversa rispetto alla vecchia.. in particolare il cosiddetto sbrinamento da accumulo è ora escludibile e anzi, è escluso di default.

                      Personalmente credo che l'adozione di una integrata protegga, piu' che dallo spazio e dai costi, dalle possibilità di errori di assemblaggio e illogiche dovute a scarsa competenza che spesso si vedono negli impianti; ( ....... non molto tempo fa è apparsa sul forum una installazione di una Panasonic con un HYC davvero vergognosa...con vasi di epansioni che non servono montate in modo da fare da 'dispersore' termico... questo per fare un esempio di come montare 2 dispositivi potenzialmente ottimi in modo che insieme diventino una ciofeca costosa.. )

                      Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
                      Dunque la 50M + eco combi pdc ti verrebbe intorno ai 3.200+iva..... la metà



                      Imbarazzante su cosa? Diciamo che l'unica cosa imbarazzante sono i 2.000€ dell'HYC contro gli 800€ del eco combi pdc (iva esclusa)
                      HYC si trova su internet a 1350 iva compresa .. non 2000 .

                      F
                      Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                      Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da fcattaneo Visualizza il messaggio
                        HYC si trova su internet a 1350 iva compresa .. non 2000 .
                        F
                        Questo è interessante Fabrizio, credo tu possa mettere il link senza incorrere in sanzioni o no?
                        Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                        Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
                          Dunque la 50M + eco combi pdc ti verrebbe intorno ai 3.200+iva..... la metà
                          Quindi 50M a 2.400?
                          Di listino la Plus S Net 50M sta a 5.448... Dubito di riuscire ad avere il 55% di sconto. Stiamo parlando della stessa macchina?

                          La Altherma 3 Compact da 500L sta (sempre listino) a circa 8500 EUR, la versione Bi-Bloc + HYC 500 a 8378.


                          Qualcosa mi sfugge evidentemente, perché come vi dicevo la Viessmann mi viene proposta a 4000 netti.

                          Commenta


                          • #14
                            Non ho fatto i conti all'euro ma online la trovi a poco più di 3000 euro iva inclusa, quindi diciamo 2500+iva circa
                            Non ti sfugge nulla.... è così... io non pagherei mai quei soldi per la viessmann
                            A te valutare....
                            Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                            Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da WatsonDue Visualizza il messaggio
                              ...
                              La Altherma 3 Compact da 500L sta (sempre listino) a circa 8500 EUR, la versione Bi-Bloc + HYC 500 a 8378.
                              Qua vedo la Compact a 6000 euro Iva inclusa..
                              :
                              DAIKIN KIT COMPACT R32 H/C KW 4,0 IN POMPA DI CALORE ARIA/ACQUA INVERTER PER RISC/RAFF E PRODUZIONE ACS ACCUMULO LT 500 RISCAL A
                              Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                              Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                              Commenta


                              • #16
                                Riutilizzo questa mia vecchia discussione poiché sono in fase di ultimazione degli impianti.. purtroppo molti vincoli si sono rivelati insormontabili, ma vedo comunque il bicchiere mezzo pieno.

                                La situazione ora è questa:
                                - casa molto isolata su 2 livelli con radiante a pavimento, niente testine e temperatura di mandata teorica che dovrebbe essere piuttosto bassa (20-25°C stando a quanto dice l'impresario)
                                - PDC Viessman splittata serie 200 da 6 kW
                                - HybridCube 500 litri tipo 544/32/0-P
                                - 2 pannelli solare termico Viessmann
                                - FV 3 kWp

                                L'idraulico ora vuole mettere un'inerziale di 100-200 litri sul ritorno del riscaldamento, dicendo che l'HYC non ne sarebbe provvisto.
                                Gli ho fatto notare che c'è una serpentina apposita e che in ogni caso mi pare che acqua nel circuito ce ne sarà sempre in abbondanza... e ora attendo risposta.

                                Il mio dubbio ora è un altro, ovvero il fatto di avere collegati solare termico e ritorno del riscaldamento nella parte bassa dell'accumulo.
                                Ora.. Poniamo che ci sia una bella giornata invernale e che quindi il solare termico scaldi la parte bassa dell'accumulo.
                                Riscaldamento in funzione.. e il suo ritorno collegato alla stessa parte bassa dell'accumulo.
                                Considerando le temperature medie di funzionamento del riscaldamento... potrebbe esserci il rischio che il ritorno venga "scaldato" dall'accumulo?

                                Se così fosse, la PDC leggerebbe una temperatura di ritorno più alta del reale. O in alternativa, continuerebbe a girare acqua calda nell'impianto.. in entrambi i casi "sfalsando" la gestione della temperatura della casa.

                                Può davvero essere così o mi sto facendo troppi problemi?
                                Al limite pensavo di far inserire 2 valvole per eventualmente escludere facilmente la serpentina di ritorno riscaldamento sull'HYC...

                                Commenta

                                Attendi un attimo...
                                X