annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consiglio Dimensionamento PDC

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consiglio Dimensionamento PDC

    Buongiorno come da titolo vorrei dei chiarimenti circa il dimensionamento della pompa di calore che andrò ad installare nella mia casa che sarà costruita in Zona climatica E Gradi giorno 2897 Altitudine 1049 m slmì.
    La costruzione in questione sarà di 100 mq e verrà realizzata con struttura in legno ( a telaio ), le caratteristiche saranno:

    trasmittanza involucro:
    • U pareti (W/m2K) 0.14,
    • U coperture (W/m2K) 0.12,


    trasmittanza degli infissi
    • Uf : 1,0 W/m2 K.


    I vari tecnici mi hanno consigliato PDC di oltre 10kw termici, a me sembrano un po troppi, voi che ne dite?

  • #2
    I valori sono molto buoni ma non bastano per attagliare una macchina. La L10, che presumo tu ancora non abbia, is the way.
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
      I valori sono molto buoni ma non bastano per attagliare una macchina. La L10, che presumo tu ancora non abbia, is the way.
      Grazie per la risposta, ma quali dati servirebbero per avere una stima più precisa?

      Commenta


      • #4
        quelli riportati sulla L10. Ovvero, il sunto dei dati (compreso quelli che hai postato) e che portera' ad un valore di richiesta energia alla temperatura di progetto.
        Andrebbe bene anche un attestato di prestazione energetica, ma se deci ancora costruire, non credo ci sia. Una volta fatta la L10, allora ci saranno le basi per ragionarci su. Considerata la zona climatica comunque, fatti i salvi i buoni valori che hai postato, non credo ci si discostera' molto dalla macchina che ti han proposto. Potra essere sufficente una 7/8 kw, ma non credere di arrivare a 3 kw.
        Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
          quelli riportati sulla L10. Ovvero, il sunto dei dati (compreso quelli che hai postato) e che portera' ad un valore di richiesta energia alla temperatura di progetto.
          Andrebbe bene anche un attestato di prestazione energetica, ma se deci ancora costruire, non credo ci sia. Una volta fatta la L10, allora ci saranno le basi per ragionarci su. Considerata la zona climatica comunque, fatti i salvi i buoni valori che hai postato, non credo ci si discostera' molto dalla macchina che ti han proposto. Potra essere sufficente una 7/8 kw, ma non credere di arrivare a 3 kw.
          Si lo so che 3kw sono pochissimi ma 14/15 kW come mi sono stati proposti sono un po troppo secondo me, o sbaglio?

          Commenta


          • #6
            Devi considerare che avevi parlato di dieci o più o meno. Anche la tua zona climatica con quasi 3000gg è da tenere ben presente. Ma l'edificio che stai costruendo è molto performante. Secondo me una 7/9 kw sarà più che sufficiente. Ma non ci si può sbilanciare senza dati. 14 kw lo escludo con i dati che hai postato. Mica è il Colosseo.
            Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
              Devi considerare che avevi parlato di dieci o più o meno. Anche la tua zona climatica con quasi 3000gg è da tenere ben presente. Ma l'edificio che stai costruendo è molto performante. Secondo me una 7/9 kw sarà più che sufficiente. Ma non ci si può sbilanciare senza dati. 14 kw lo escludo con i dati che hai postato. Mica è il Colosseo.
              Grazie per i chiarimenti è stato davvero molto gentile, se non sono troppo di disturbo potrei chiedere se lei ha qualche pdc che mi potrebbe consigliare con un buon rapporto qualità prezzo?

              Commenta


              • #8
                Io sono in zona E ed ho una Panasonic alta connettivita'. Esiste, sempre di Panasonic anche la versione Tcap che mantiene la potenza erogata fino a -20.(potrebbe essere una soluzione anche se qui qualcuno ha una pdc come la mia in zona E con 3000 e rotti gradi giorno)
                Poi c'e' Mitsubishi con le sue Ecodan che possiamo paragonarle alla mia, ma produce anche la Zubadan che al pari di Tcap mantiene potenza costante.
                Poi c'e' Daikin :una Daikin la ha montata un mio caro amico a San Leonardo in Passiria e si trova molto bene.
                Infine parlano bene nel forum delle Nimbus di Ariston che monta compressori Panasonic(forse anche inverter ma non le conosco molto) C'e' chi la usa anche in zone fredde e ne parlano bene.Fuori mazzo abbiamo la Kita di Templari, prodotta nel padovano. Gran bella macchina, seppure piu' costosa delle giap, monta compressori Mitsubishi.
                Oltre queste, ci sono le europee, sempre inverter, Nibe, Elco, Idm etc etc. Io propendo per le giapponesi che a mio parere offrono forse il migliore rapporto qualita prezzo.
                Ovviamente piu' casa e' isolata e piu una pdc lavora tranquilla, qualsiasi pdc sia.
                Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                  Io sono in zona E ed ho una Panasonic alta connettivita'. Esiste, sempre di Panasonic anche la versione Tcap che mantiene la potenza erogata fino a -20.(potrebbe essere una soluzione anche se qui qualcuno ha una pdc come la mia in zona E con 3000 e rotti gradi giorno)
                  Poi c'e' Mitsubishi con le sue Ecodan che possiamo paragonarle alla mia, ma produce anche la Zubadan che al pari di Tcap mantiene potenza costante.
                  Poi c'e' Daikin :una Daikin la ha montata un mio caro amico a San Leonardo in Passiria e si trova molto bene.
                  Infine parlano bene nel forum delle Nimbus di Ariston che monta compressori Panasonic(forse anche inverter ma non le conosco molto) C'e' chi la usa anche in zone fredde e ne parlano bene.Fuori mazzo abbiamo la Kita di Templari, prodotta nel padovano. Gran bella macchina, seppure piu' costosa delle giap, monta compressori Mitsubishi.
                  Oltre queste, ci sono le europee, sempre inverter, Nibe, Elco, Idm etc etc. Io propendo per le giapponesi che a mio parere offrono forse il migliore rapporto qualita prezzo.
                  Ovviamente piu' casa e' isolata e piu una pdc lavora tranquilla, qualsiasi pdc sia.
                  Grazie mille

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X
                  TOP100-SOLAR