annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consiglio impianto termico pdc

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Peppe_
    ha risposto
    Originariamente inviato da Giamby84 Visualizza il messaggio
    Se non hai già concluso l'acquisto, mi permetto di consigliare anche la VMC della Vortice.
    Certo ogni suggerimento è ben accetto se si hanno motivazioni tecniche o positive personali esperienze d'uso con i prodotti.

    Lascia un commento:


  • Giamby84
    ha risposto
    Se non hai già concluso l'acquisto, mi permetto di consigliare anche la VMC della Vortice.

    Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    Non è questa la tabella di calcolo da guardare, dovresti avere un calcolo di dispersione delle stanze e poi totale in base alla stratigrafia di muri soffitti e pavimento

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    ho fatto un copia incolla dalla tabella presente sulla legge 10.
    Anche a me qualcosa non torna e non sono un esperto...
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   fabbisogno_riscaldamento.PNG 
Visite: 1 
Dimensione: 163.0 KB 
ID: 1970747
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   fabbisogno_raffrescamento.PNG 
Visite: 1 
Dimensione: 138.0 KB 
ID: 1970748

    Servono altre info?

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    C'è qualcosa che non torna...
    35kWh/mq non può essere o ci manca /anno oppure non capisco

    Ma riesci a mettere una foto senza dati sensibili?

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
    Dovresti cercare il parametro di massima dispersione a T di progetto.
    Dimentica i 25mq aggiuntivi che potresti climatizzare a parte. Io penserei a vmc che fa tutto...
    RISCALDAMENTO Totale Unità
    Dispersione per trasmissione 35.9 kWh/m²
    Dispersione per ventilazione 10.6 kWh/m²
    Apporti serra --- kWh/m²
    Costante di tempo 43.2 h
    Apporti interni 16.0 kWh/m²
    Apporti solari 18.7 kWh/m²
    Fabbisogno netto 16.9 kWh/m²
    Superficie netta 95.8 m

    RAFFRESCAMENTO Totale Unità
    Dispersione per trasmissione 22.7 kWh/m²
    Dispersione per ventilazione 6.9 kWh/m²
    Costante di tempo 43.2 h
    Apporti interni 19.8 kWh/m²
    Apporti solari 44.3 kWh/m²
    Apporti solari opaco 3.1 kWh/m²
    Fabbisogno netto 36.0 kWh/m²
    Superficie netta 95.8 m²

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    Originariamente inviato da Peppe_ Visualizza il messaggio
    Idee? suggerimenti?
    Mi sta sorgendo il dubbio che non sia scontato che la pdc aria/acqua sia l'unica soluzione...
    Si in realtà ti basterebbero il bue e l'asinello in inverno
    Dovresti cercare il parametro di massima dispersione a T di progetto.
    Dimentica i 25mq aggiuntivi che potresti climatizzare a parte. Io penserei a vmc che fa tutto...

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    Idee? suggerimenti?
    Mi sta sorgendo il dubbio che non sia scontato che la pdc aria/acqua sia l'unica soluzione...
    Come faccio dalla legge 10 ad ottenere la potenza di picco/nominale richiesta alla centrale termica?

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
    Valore EPh ed EPc e mq della casa?
    EPh = 16.92 KWh/m2 anno
    EPC = 37.38 KWh/m2 anno
    superficie utile climatizzata = 95.76 m2

    Nota. I dati si riferiscono alla sola abitazione. Successivamente andrò a realizzare una struttura di 25 m2 con altezza 2,70 m anch'essa da climatizzare, quindi va preso del margine per la struttura aggiuntiva.

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    Valore EPh ed EPc e mq della casa?

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    Arrivata legge 10!
    allora:
    • gradi giorno 1715
    • zona climatica D
    • temperatura minima di progetto -0.1°C
    • Temperatura massima estiva di progetto 31.4°C
    • Temperatura interna invernale 20°C - umidità 50%
    • Temperatura interna estiva 26°C - umidità 60%


    Quali dati devo inviare per iniziare a fare un ragionamento sensato?

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    Originariamente inviato da Peppe_ Visualizza il messaggio
    L'affermazione che sento più spesso dai venditori è che il pavimento radiante per raffrescare non funziona....
    Carina questa me la segno...

    Comunque se la dispersione a T di progetto fosse davvero 3,2kW beh io andrei su VMC ad espansione diretta come integrazione (CALDO/FREDDO) e deumidifica che potrebbe essere molto utile nelle mezze stagioni

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
    Forse 22kWh
    Si sicuramente avrà sbagliato a dirmi il valore. Aspetto che arrivi la carta stampata

    Cmq settimana prossima devo decidere quale impianto acquistare e nel frattempo ho collezionato ulteriori preventivi per confondermi ancora di più le idee.
    Giusto per fare due nomi, al momento ho proposte da:
    • Clivet
    • RDZ
    • Elco
    • Sabiana
    • Templari
    • GSI


    Se sul riscaldamento mi propongono tutti più o meno la stessa soluzione, le differenze sono sul raffrescamento dove ognuno dice la sua:
    • pavimento radiante + VMC ad espansione diretta ad integrazione e deumidifica
    • pavimento radiante + VMC con recupero e deumidifica
    • split idronici + VMC con recupero


    L'affermazione che sento più spesso dai venditori è che il pavimento radiante per raffrescare non funziona....

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    Originariamente inviato da Peppe_ Visualizza il messaggio
    Da quanto sono riuscito a spiare sembra che alla temperatura di progetto serva una centrale da 3,2 KW termici
    praticamente ti mando il bue e l'asinello e sei a posto

    Originariamente inviato da Peppe_ Visualizza il messaggio
    e che avrò bisogno di circa 2,2 KWh/mq anno.
    Forse 22kWh

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    Questa sera o al più lunedì sarà completata la legge 10.
    Da quanto sono riuscito a spiare sembra che alla temperatura di progetto serva una centrale da 3,2 KW termici e che avrò bisogno di circa 2,2 KWh/mq anno.
    Mi sembrano valori troppo bassi....

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    Aspettiamo la legge 10 perchè ho il dubbio che su 120mq in zona D ben coibentata potrebbero esserci varie soluzione.

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
    La legge 10 è arrivata?
    Che potenza ha la pdc ipotizzata?
    Quanti litri per il puffer PIT per acs da collegare alla pdc aria/acqua?
    La vmc ipotizza (con integrazione ad espansione diretta) che modello è?
    La legge 10 dovrebbe essere pronta a giorni.
    La pdc ipotizzata al momento è tra 7 e 9 KW, da confermare appena pronta la legge 10.
    PIT da 500L
    VMC: GSI ariedo, Clivet elfofresh2, RDZ

    Lascia un commento:


  • fcattaneo
    ha risposto
    Originariamente inviato da Peppe_ Visualizza il messaggio
    ........

    Puffer acs istantanea:
    • Non ci sono problemi di legionella, ne di possibile contaminazione dovuta alle pareti metalliche, in quanto l'acqua del puffer è separata.
    • Ho una sola pdc.


    consigli? idee a riguardo?
    Ci sono PDC x sola ACS che utilizzano un bollitore PIT ( ved Daikin ech2o ) pertanto il vantaggio di non avere problemi di legionella e/o necessita di sanificazione è possibile anche utilizzando 2 PDC ( una x riscaldamento/raffrescamento e una per produzione ACS )

    La soluzione di avere una PDC x acs separata secondo il mio parere è migliore quando non si conosce la qualità e l'esperienza del proprio installatore... infatti è molto più semplice e quindi auspicabile, realizzare un impianto nel quale la ACS viene preparata separatamente da una PDC.

    F.

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    La legge 10 è arrivata?
    Che potenza ha la pdc ipotizzata?
    Quanti litri per il puffer PIT per acs da collegare alla pdc aria/acqua?
    La vmc ipotizza (con integrazione ad espansione diretta) che modello è?

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    Aggiornamento...
    Parlando con dei tecnici specializzati in soluzioni a pompa di calore, mi è stato assicurato che il problema che mi ponevo della condensa sul pavimento nella zona finestrata, con frequenti aperture e chiusure, sia semplicemente superabile e che si possa tranquillamente sfruttare il pavimento radiante anche per il raffrescamento.
    Al momento le proposte che tecnicamente mi sembrano più valide sono tutte basate su pdc per riscaldamento e raffrescamento + vmc ad espansione diretta e penso che andrò proprio in questa direzione rimuovendo l'idea degli split a gas.
    Dove invece ho ricevuto proposte discordi è sulla generazione di acs.
    C'è chi mi consiglia di usare un bollitore indipendente con la sua pompa di calore ed eventualmente una resistenza per sfruttare la sovrapproduzione dell'impianto fotovoltaico e chi invece mi consiglia di utilizzare un puffer di grandi dimensioni, collegato alla pdc dell'impianto radiante da utilizzare per la produzione di acs istantanea.

    Da quanto ho capito i pro delle due possibili soluzioni sono:
    Bollitore indipendente:
    • Quando in estate la pdc produce acqua di mandata fresca, non deve interrompere il ciclo per produrre acs.
    • In inverno la pdc lavora sempre a basse temperature con migliori COP non dovendo portare l'acqua in alta temperatura per produzione acs.


    Puffer acs istantanea:
    • Non ci sono più i limiti della dimensione del bollitore (o cmq la quantità di acqua che si può produrre è molto elevata).
    • Non ci sono problemi di legionella, ne di possibile contaminazione dovuta alle pareti metalliche, in quanto l'acqua del puffer è separata.
    • Ho una sola pdc.


    consigli? idee a riguardo?

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    quel tipo di split idronici per raffrescamento non sono malvagi.
    Il benessere purtroppo è soggettivo, d'inverno se spegni gli split ma la casa è stata riscaldata h24 per diversi giorni non credo che tu percepisca subito il freddo, d'estate secondo me gli split a bassa potenza sono ottimi.
    Ma ognuno sceglie diversamente e quello che va bene per me probabilmente per altri è poco confortevole.

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    Si per la soluzione 2 ho fatto un po di confusione... l'impianto che mi hanno proposto ha uso di fan coil di questo tipo: FWT-CT | Daikin con il circuito alimentato dalla pdc in raffescamento.
    L'impianto dei suoceri è sicuramente diverso, in quanto centralizzato, ma assumevo che il risultato come percezione di benessere sia lo stesso visto che il principio di base è lo stesso.

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    Io posso solo dirti che senza legge 10 questi valutazioni puntuali è difficile farle.....
    Ti dico solo per la soluzione 2 che non capisco bene.... parli di fancoil idronici a parete e poi di canalizzato.... sono 2 cose diverse.
    In tutti i casi queste tipologie di impianto seguono la logica del riscaldamenti/raffrescamento a pavimento, devono rimanere accese h24 al minimo.
    Che non avrai bisogno di raffrescamento è diffcile dirlo, che potresti sfruttare una vmc con deumidifica è una cosa invece fattibile secondo me

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha risposto
    Cerco di mettere qualche punto fermo in modo da ridurre il campo delle possibilità.
    Di sicuro dovrò installare una VMC in quanto la casa è realizzata in prefabbricato di cemento armato e quindi avrà una traspirabilità molto bassa.

    A quanto ho capito le possibili soluzioni sarebbero:
    1. pdc per riscaldamento e acs + split per raffrescamento + VMC scambiatore statico
    2. pdc per riscaldamento/raffrescamento e acs + fancoil idronici a parete per raffrescare + VMC scambiatore statico
    3. pdc per riscaldamento e acs + VMC con unità ad espansione diretta per ricambio aria e raffrescamento

    La soluzione 3 è quella che mi piacerebbe di più, ma i vari tecnici contattati si sono mostrati scettici per tale soluzione e l'unico preventivo indicativo ricevuto per una VMC in grado anche di raffrescare è notevolmente più elevato (x3) di una VMC a recupero.

    La soluzione 2 non mi piace particolarmente, nella casa di famiglia di mia moglie hanno un impianto di riscaldamento e raffrescamento con fancoil canalizzati che 1. fa un rumore pazzesco, 2. come spegni l'impianto in pochi minuti torna nuovamente troppo caldo o troppo freddo in base alla stagione.

    La soluzione 1 mi sembra più pratica. Diversi tecnici mi hanno detto che probabilmente non avrò bisogno di raffrescare la casa in estate, visto che è ben isolata e che la VMC programmata opportunamente per scambiare aria nei momenti più freschi dovrebbe rendere gradevole la temperatura. Quindi l'idea sarebbe di far predisporre gli allacci per i condizionatori in tutti gli ambienti e avendone già 2 acquistati l'anno scorso, in uso nella casa dove sono adesso, far installare solo questi e integrare altre macchine successivamente solo se fosse necessario. (ovvio che riusare i condizionatori già disponibili non è un must, posso sembre sbarazzarmene per una soluzione più efficacie...)

    Lascia un commento:


  • max.c
    ha risposto
    Con 120mq in classe A diciamo che di base puoi fare quello che vuoi....
    Essendo in zona D sicuramente un riscaldamento a pavimento potrebbe essere confortevole.
    Per l'estate io preferisco gli split ma molti si trovano bene con l'accoppiata split in deumidifica e raffrescamento a pavimento.... Qui dipende da te....
    Inoltre se metti la vmc che ti consiglio potresti deumidificare sempre con quella.
    Insomma le soluzioni sono tante dovresti prima dire cosa preferisci .

    Lascia un commento:


  • Peppe_
    ha iniziato la discussione Consiglio impianto termico pdc

    Consiglio impianto termico pdc

    Ciao,
    Sono in procinto di realizzare una nuova abitazione di circa 120mq su due livelli tramite demolizione e ricostruzione di preesistente fabbricato in zona climatica D.
    La casa verrà dotata di impianto FV da 6KWp e vorrei scollegarmi completamente dalla rete gas metano.
    Al momento sono ancora in attesa di ricevere la relazione tecnica (legge 10) per valutare i consumi stimati, ad ogni modo la casa prevede cappotto termico e tetto ventilato, con obiettivo di classificazione energetica A.
    Vorrei evitare il raffrescamento a pavimento poiché ho un'ampia porzione della zona giorno che prosegue con un terrazzamento sul giardino e quindi in estate sarà frequentemente aperta non permettendo la corretta deumidificazione degli ambienti, ma in ogni caso prevedo di installare una VMC canalizzata per il ricambio dell'aria durante tutto l'anno e di predisporre in ogni ambiente gli allacci per eventuali split a parete.

    Ho iniziato a fare qualche preventivo e ovviamente ogni venditore ha la sua soluzione che è la migliore in assoluto...
    Vorrei quindi chiedere qui sul forum, a chi per esperienza pregressa o per passione, possa consigliarmi la tipologia di impianto termico migliore per il tipo di installazione ed eventualmente indicarmi su quali prodotti e marchi orientarmi per prezzo/prestazione.
    Poiché l'intervento risulta di ristrutturazione edilizia potrei anche avvalermi del conto termico.
    Grazie a tutti
Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR