annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Rich info PDC VMC

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Rich info PDC VMC

    Buongiorno a tutti ho appena acquistato un terreno edificabile per costruire una singola di circa 130mq in zona climatica E (minime di -8 per al massimo 5-6gg all'anno). Prima di iniziare il progetto insieme al geometra abbiamo posto come primo paletto un ottimo isolamento (A4) termico abbinato a un sistema di ricambio tipo VMC. Il desiderato è utilizzare solo la corrente elettrica sia da rete che da fotovoltaico per riscaldare e raffrescare oltre che per produrre ACS. Chiedo a voi indicativamente di quali moduli dovrebbe essere composto il sistema di riscaldamento / raffrescamento sia in termini di produzione che di diffusione del calore. Quali sono i criteri con i quali effettuare la valutazione? L'argomento mi affascina,non ho le competenze ma ho voglia di imparare, ci sono delle guide in grado di guidare e/o rendere più consapevoli nella scelta dell'impianto?

  • #2
    se hai carta bianca e devi ancora iniziare, ti conviene costruire almeno NZEB (obbligatorio dal 2021) e fare riscaldamento/raffreddamento con un impianto a tutt'aria, evitando così impianto a pavimento, split e deumidificatori

    Commenta


    • #3
      Ti ringrazio ma come si potrebbe fare la valutazione se un solo riscaldamento ad aria è efficace?

      Commenta


      • #4
        Il geometra se ha già definito stratigrafie (tipo di isolamento etc etc) di muri e solai ti può iniziare a fare il calcolo delle dispersioni.
        Da lì possiamo iniziare a ragionare
        Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
        Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Ivano83 Visualizza il messaggio
          Ti ringrazio ma come si potrebbe fare la valutazione se un solo riscaldamento ad aria è efficace?
          near zero energy building (nzeb) lo dice la frase stessa. Per essere NZEB gli isolamenti sono davvero importanti, per cui, gli impianti saranno davvero minimali, dovendo fornire un apporto minimo.
          [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

          Commenta


          • #6
            Vi ringrazio per le risposte, giusto ieri ho avuto testimonianza di un signore in zona climatica E che utilizza VMC + PDC per riscaldamento e ACS.
            Proverò a parlarne nuovamente con il geometra anche se mi sembrerebbe più orientato al tradizionale riscaldamento a pavimento con PDC
            Intanto grazie
            Ivano

            Commenta


            • #7
              Le testimonianze ben vengano ma lasciano il tempo che trovano.
              La valutazione va fatta sulla tua casa con i tuoi dati
              Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
              Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

              Commenta

              Attendi un attimo...
              X
              TOP100-SOLAR