annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Rich info PDC VMC

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Rich info PDC VMC

    Buongiorno a tutti ho appena acquistato un terreno edificabile per costruire una singola di circa 130mq in zona climatica E (minime di -8 per al massimo 5-6gg all'anno). Prima di iniziare il progetto insieme al geometra abbiamo posto come primo paletto un ottimo isolamento (A4) termico abbinato a un sistema di ricambio tipo VMC. Il desiderato è utilizzare solo la corrente elettrica sia da rete che da fotovoltaico per riscaldare e raffrescare oltre che per produrre ACS. Chiedo a voi indicativamente di quali moduli dovrebbe essere composto il sistema di riscaldamento / raffrescamento sia in termini di produzione che di diffusione del calore. Quali sono i criteri con i quali effettuare la valutazione? L'argomento mi affascina,non ho le competenze ma ho voglia di imparare, ci sono delle guide in grado di guidare e/o rendere più consapevoli nella scelta dell'impianto?

  • #2
    se hai carta bianca e devi ancora iniziare, ti conviene costruire almeno NZEB (obbligatorio dal 2021) e fare riscaldamento/raffreddamento con un impianto a tutt'aria, evitando così impianto a pavimento, split e deumidificatori

    Commenta


    • #3
      Ti ringrazio ma come si potrebbe fare la valutazione se un solo riscaldamento ad aria è efficace?

      Commenta


      • #4
        Il geometra se ha già definito stratigrafie (tipo di isolamento etc etc) di muri e solai ti può iniziare a fare il calcolo delle dispersioni.
        Da lì possiamo iniziare a ragionare
        Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
        Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Ivano83 Visualizza il messaggio
          Ti ringrazio ma come si potrebbe fare la valutazione se un solo riscaldamento ad aria è efficace?
          near zero energy building (nzeb) lo dice la frase stessa. Per essere NZEB gli isolamenti sono davvero importanti, per cui, gli impianti saranno davvero minimali, dovendo fornire un apporto minimo.
          Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

          Commenta


          • #6
            Vi ringrazio per le risposte, giusto ieri ho avuto testimonianza di un signore in zona climatica E che utilizza VMC + PDC per riscaldamento e ACS.
            Proverò a parlarne nuovamente con il geometra anche se mi sembrerebbe più orientato al tradizionale riscaldamento a pavimento con PDC
            Intanto grazie
            Ivano

            Commenta


            • #7
              Le testimonianze ben vengano ma lasciano il tempo che trovano.
              La valutazione va fatta sulla tua casa con i tuoi dati
              Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
              Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

              Commenta

              Attendi un attimo...
              X
              TOP100-SOLAR