annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pompe di calore: libretti e registri delle apparecchiature

Comprimi
Questa una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da renatomeloni Visualizza il messaggio
    Ora, mi pare ovvio che in qualunque macchina a ciclo frigorifero il gas da qualche parte deve essere immesso,
    Se guardi bene un frigo domestico, ma anche macchine industriali, vedi dei terminali schiacciati e sadati, da li che viene inserito il gas, e poi in quel modo SIGILLATO = SALDATO
    Il solo modo per dire SIGILLATO avere un contenitore dove non possibile inserire o togliere il contenuto,
    Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
    Utente EA dal 2009

    Commenta


    • #17
      Per chiarezza ancora le valvole protette sono saldate in fabbrica al circuito gas e dunque garantiscono la tenuta richiesta dalla normativa
      Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0, Tilt 14 e 11 ad Az 90, Tilt 24) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
      Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

      Commenta


      • #18
        Si ma qui si parla di "macchine" splittate, ossia con tubazioni in rame non saldato e raccordato con raccordi a pressione o similare. e chi garantisce che sia SIGILLATO ????
        Non un discorso di sola valvola di carico.......................e i collegamenti con unita remota?? il gas deve uscire dal compressore o no???, e allora come fai a dire "compressore ermetico" se ci sono tubazioni esterne con gas dentro
        Andrebbe saldato tutto.......................allora forse...............
        Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
        Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
        Utente EA dal 2009

        Commenta


        • #19
          Signori, non difficile, italiano. Sigillato vuole dire sigillato. Non il caso delle split. Se poi ognuno interpreta come gli pare, ci sta, ma la sua interpretazione, ovviamente non fa la normativa. solo una sua interpretazione. Di questa cosa me ne parlarono, sia installatore sia termotecnico. Ma visto il quantitativo di gas contenuto nel circuito (non sigillato in quanto split), il registro fgas non era necessario. Resta il fatto che la normativa quella, che non mi cambia nulla lo facciate o meno, che sapete voi cosa avete installato, che conoscete voi il quantitativo di gas che installato, fate come credete.
          Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

          Commenta


          • #20
            Dovresti saldare le connessioni ai tubi in rame lato compressore e lato split.....................forse cosi si puo definire sistema sigillato
            Un pianeta migliore un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
            Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
            Utente EA dal 2009

            Commenta


            • #21
              Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
              ... apparecchiature in cui tutte le parti contenenti gas fluorurati a effetto serra sono solidamente fissate mediante saldatura, brasatura o altra connessione permanente analoga, che pu comprendere valvole sigillate o punti di accesso sigillati per garantire una riparazione o uno smaltimento adeguati, e che abbiano un comprovato tasso di perdita inferiore a tre grammi annui sotto una pressione di almeno un quarto della pressione massima consentita;

              ....
              Per me:

              1- per logica le saldature sono ok (credo serva un materiale di saldatura certificato per le pressioni di esercizio, castolin con certe caratteristiche o specifiche tecniche precise, messo in opera da persona qualificata e immagino possa certificare il lavoro)

              2- i due attacchi obbligatori per il manutentore (come fa a verificare se c' pressione, la alta e la bassa, etc) devono avere appunto delle valvoline e relative guarnizioni specifiche per il gas usato, ovvero in caso di retrofit i manutentori devono sostituirle!) sono necessari ed indispensabili.

              In certe apparecchiature come i frigoriferi casalinghi la frusta viene saldata direttamente su uno spezzone di tubo, e finite le operazioni il manutentore schiaccia il tubo e lo taglia, per poi sigillarlo con il castolin..... credo non esitano neppure piu' manutentori per i piccoli frigoriferi, se non quelli dei banchi frigo dei bar / ristoranti etc.

              Le norme poi devono tener conto anche delle macchine industriali (immaginate cosa c' dietro un banco frigo di supermercato, magari con impianto a trigenerazione!!) ed per questo che sembrano inutili e complicate, ma sono necessarie.

              Per le pdc ad uso casalingo monoblocco, comunque sembra tutto molto semplificato! tanto da rendere questa tecnologia concorrente spietata delle piccole caldaie a biomassa e a metano!

              Commenta


              • #22
                Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
                Ragazzi nessuno che ha una splittata con almeno 2,4kg di R410?
                Avete registro?
                E chi lo deve fare il registro? Neanche sanno montare un impianto, vuoi che capiscano debbano fare un registro? Eddai...tanto sempre il proprietario ne risponde.
                Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                Commenta


                • #23
                  Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                  Neanche sanno montare un impianto, vuoi che capiscano debbano fare un registro? Eddai...tanto sempre il proprietario ne risponde.
                  E su questo come darti torto.

                  Per voi continuate a parlare del termine sigillate... Che a me come a tutti chiarissimo. Pensate davvero che non sappia cosa significa?
                  Il problema sull'interpretazione di queste valvole sigillate che garantiscono lo smaltimento ma non insisto magari sbaglio.

                  In tutti i casi io lo dico da una vita di mettere una monoblocco e via!
                  Anche in zona F!
                  Ma alcuni dicono che sia come un gatto in autostrada....
                  Io dico che la soluzione migliore basta isolarlo correttamente..
                  Ovviamente con R32 cade ogni discorso.
                  Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0, Tilt 14 e 11 ad Az 90, Tilt 24) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                  Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                  Commenta


                  • #24
                    Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio

                    Per voi continuate a parlare del termine sigillate... Che a me come a tutti chiarissimo.
                    .
                    A tutti chi?...
                    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                    Commenta


                    • #25
                      Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                      A tutti chi?...
                      Sei uno spasso fedonis
                      Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0, Tilt 14 e 11 ad Az 90, Tilt 24) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                      Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                      Commenta


                      • #26
                        Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
                        Sei uno spasso fedonis
                        mi fa piacere vedere che ormai capisci al volo quando scherzo.
                        Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                        Commenta


                        • #27
                          Regione Umbria: parlato ora con il personale dello Sportello Energia, che mi ha confermato quanto detto dal tecnico del CAT (centro assistenza territoriale Mitsubishi di Perugia) l'altro giorno: sotto i 12kW per le pompe di calore non necessario il bollino CURIT. (Riferimento D.P.R. 16 APRILE 2013 n.74)

                          Altra cosa ovviamente il Registro delle apparecchiature, questione che devo ancora approfondire.
                          Casa singola monopiano interamente elettrica in pannelli sandwich in CA con coibentazione interna + cappotto esterno - mq netti 155 - zona climatica E 2211 gradi giorno - Riscaldamento con pannelli radianti a pavimento - MITSUBISHI Ecodan PUHZ SW75 - Hydrobox HERSD VM2C - Pannello solare SONNENKRAFT SK500

                          Commenta


                          • #28
                            La regione Umbria essendo a statuto ordinario, si attiene alla legislazione statale. Infatti il bollino non si fa in aderenza alla legislazione nazionale. Ma non si fa neanche nelle regioni a statuto speciale, perch possono variare solo alcune minime cose. In fvg non lo fai neanche per le oltre 12 kw. Il registro fgas invece, credo dovrai farlo. Ma ancora(secondo me) non sanno cosa fare per fare funzionare la cosa.
                            Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                            Commenta


                            • #29
                              Le Regioni - anche quelle a statuto ordinario - possono promulgare leggi pi restrittive rispetto alla legge nazionale di riferimento. Meglio verificare sempre.
                              Il Registro come ho scritto nel post che d origine alla discussione, lo ho gi fatto e secondo il Centro Assistenza Mitsubishi - nel mio caso - necessario.
                              Questo il discorso che vorrei approfondire con gli uffici regionali competenti.
                              Casa singola monopiano interamente elettrica in pannelli sandwich in CA con coibentazione interna + cappotto esterno - mq netti 155 - zona climatica E 2211 gradi giorno - Riscaldamento con pannelli radianti a pavimento - MITSUBISHI Ecodan PUHZ SW75 - Hydrobox HERSD VM2C - Pannello solare SONNENKRAFT SK500

                              Commenta


                              • #30
                                Originariamente inviato da Giottina Visualizza il messaggio
                                Le Regioni - anche quelle a statuto ordinario - possono promulgare leggi pi restrittive rispetto alla legge nazionale di riferimento. Meglio verificare sempre.
                                Il Registro come ho scritto nel post che d origine alla discussione, lo ho gi fatto e secondo il Centro Assistenza Mitsubishi - nel mio caso - necessario.
                                Questo il discorso che vorrei approfondire con gli uffici regionali competenti.
                                Non in questo caso. Il punto "S" art 117 comma V, indica lo stato come Legislatore esclusivo in tema di tutela dell'ambiente (qui ricadono le indicazioni in merito le politiche energetiche, energie alternative etc etc ), politiche ambientali, ecosistema e beni culturali. Le Regioni devono semplicemente applicare. Solo le regioni a Statuto speciale (per me e' sbagliato), hanno dei margini di manovra, ma sempre riconducibili nel perimetro della legislazione Statale.
                                In ogni caso, il registro Fgas, va fatto per quelle macchine che superino le 5 ton eq. Questo in tutte le regioni, in quanto e' una direttiva centrale in tema di legislazione esclusiva da parte dello Stato.
                                Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X
                                TOP100-SOLAR