annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Condizionatore con PDC Triplo Split

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Condizionatore con PDC Triplo Split

    Ciao Ragazzi,

    Possiedo uan casa bifamigliare di circa 100mq tutta su un piano degli anni 70 che ho completamente ristrutturato un anno fa (sostituendo tutti i tubi del gas nuovi e stessa cosa per l'impianto elettrico completamente rifatto), non avevo cambiato la caldaia tradizionale e il climatizzatore mono-split perchè non avevo il budget.

    Dovrei isolare il sottotetto con la cellulosa a fiocchi nel prossimo mese così da diminuire i consumi del gas (1600mq x anno) e rendere la casa più confortevole (maggior caldo d'inverno e maggior fresco d'estate), per completare il cerchio vorrei montare un triplo split (2 nelle camere da letto e 1 nell'area open space cucina-sala).

    Essendo della provincia di Reggio Emilia riuscirei ad eliminare in buona parte l'utilizzo della caldaia per il riscaldamento con la pompa di calore del triplo split?? Dalle caratteristiche tecniche sembra che reggano bene anche a zero gradi esterni o anche appena sotto zero... E' vero?? Qualcuno ha esperienze reali?? E' vero che si risparmia un po rispetto al gas con la PDC?
    Le finestre sono buone doppio vetro e ben isolate, i muri sono di 30cm come da costruzioni del periodo anni 70.

    Ovviamente il clima triplo split mi serve anche per l'estivo ma quello non è un problema perchè funziona sicuramente e ha consumi molto bassi.

    Per adesso sarei orientato su queste marche:

    - LG serie Libero Plus
    - Mitsubishi serie AP

    Come caratteristiche siamo li, Mitsubishi ha la A++ nel riscaldamento mentre LG è solo A+, però la differenza di prezzo è abbastanza netta e per ora sono più propenso ad LG.
    Stavo valutando queste due marche perchè con l'offerta che ha attualmente Enelx riuscire ad avere uno sconto immediato sul prezzo del 65% (cessione del credito)

    Fatemi sapere
    Grazie

  • #2
    Per me vai a occhi chiusi entrambi lavorano senza problemi sotto zero.
    Certo con le mitsu hai qualcosa in più a livello di potenza e anche di cop....
    Magari riesci a non usare proprio il gas...
    Vedi tu
    Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
      Per me vai a occhi chiusi entrambi lavorano senza problemi sotto zero.
      Certo con le mitsu hai qualcosa in più a livello di potenza e anche di cop....
      Magari riesci a non usare proprio il gas...
      Vedi tu
      Quindi dal punto di vista di funzionalità posso star tranquillo
      Dal punto di vista dei consumi sopratutto per il riscaldamento rispetto al gas è più economica la PDC?
      Probabilmente la percezione di caldo sarà migliore perchè il caldo con lo split si distribuisce di più rispetto ai termo in ghisa che sono localizzati immagino.... O sbaglio qualcosa?

      Commenta


      • #4
        Purtroppo molti ancora pensano che le pdc di oggi non possano lavorare sotto zero...
        Ovviamente consumano meno del metano.
        Per il discorso distribuzione del calore e split essendo posizionato in alto non è il massimo ma il trucco sia per non far brinare l'unità esterna che per rendere il calore uniforme è lasciarle accese H24. inoltre l'accensione h24 permette di avere il miglior rendimento e il minor consumo.
        Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
        Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

        Commenta


        • #5
          Io e la mia compagna usciamo al mattino alle 7.30 e torniamo a casa verso le 18.00, quindi se dovessi programmare gli split con pompa di calore dovrei attuare una programmazzione dalle 17 fino alle 23 e al mattino da 6 circa fino alle 8, tenerli accesi h24 non essendo in casa non avrebbe senso nel mio caso...
          C'è di bello che i nuovi multi split ti permettono dall'app di vedere i consumi giornalieri del macchinario così hai l'idea precisa di quello che consumi.... e questo non è poco...
          Programmazzione simile a quello che ho attualmenteal gas con caldaia, ovviamente ancora non ho acceso perchè per ora non serve...

          Dimenticavo hanno senso le cappottine di copertura per il motore nel periodo invernale così che senta un po meno il freddo??
          Io il motore lo metterei appeso sul balcone e sarebbe completamente coperto dalle intemperie (pioggia o neve).

          Commenta


          • #6
            Il concetto di tenere accesi h24 sfugge molte volte ai più.
            Ovviamente dipende anche dalla dispersione della casa, ma fondamentalmente non esiste differenza tra tenere acceso h24 e accendere per 6/8 ore al giorno, perché nelle 24 ore la pdc lavora per mantenere la temperatura impostata, quindi per la maggioranza assoluta della giornata (se non tutta) lavorerá al minimo.
            Viceversa per lavorare poche ore e recuperare i gradi persi dalla casa dovrá trottare a tutto vapore per la maggior parte del tempo, annullando di fatto il risparmio che si pensa di conseguire facendola lavorare meno tempo

            Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
            Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

            Commenta


            • #7
              Assolutamente vero quello che scrive bravo ed in più aggiungo che con riscaldamento h24 si avrà una sensazione di maggior comfort poichè tutta la casa, dalle mura agli oggetti come mobili o altro avranno una temperatura più alta (vicina a quella ambiente) rispetto al riscaldamento di poche ore dove gli oggetti e le mura non si riescono a riscaldare
              Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
              Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

              Commenta


              • #8
                Su questo argomento del tenere acceso H24 non ho ancora idee chiare, mettiamo che io in casa voglia 20,5° imposto tutti i tre split a questa temperatura senza considerare gli orari?? Anche se non sono in casa per la maggior parte del giorno....
                Sicuramente avrò una casa più confortevole dal punto di vista del calore perchè sarà continuo ed omogeneo, ma a livello di consumi spenderei un botto secondo me ..sopratutto nella stagione invenrnale intensa (Dicembre - Gennaio).....
                Come funziona la pompa di calore?? Una volta che la casa raggionge la temperatura richiesta si spegne o comunque immagino vada in risparmio energetico.... Il sensore per determinare la temperatura dell'ambiente è in alto nello split o dove??
                Magari sono banalità ma è qiusto chiederle...

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da matte82 Visualizza il messaggio
                  ma a livello di consumi spenderei un botto secondo me
                  Purtroppo il popolo Italiano viene da 2 guerre mondiali dove la corrente è stato l'incubo di ognuno dei nostri avi e ancora oggi di alcuni "genitori"....
                  Per fortuna non è più così.
                  Esempio pratico di casa mia con pdc accesa h24 consumo MENO del pellet acceso 12 ore al giorno

                  Il discorso temperatura da impostare metterai quella che più gradisci se mettendo 21 sentirai freddo dopo una giornata la alzi a 22 fin quando non trovi quella corretta, semplicemente qualche giorno di test e poi ti passi tutto l'inverno in pieno comfort
                  La bolletta ringrazierà stai tranquillo e sfido io ad arrivare al prezzo di 1600mc di gas
                  Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                  Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                  Commenta


                  • #10
                    Con la coimbentazione del sottotetto (cellulosa a fiocchi) come primo step dovrei migliorare l'isolamento della casa e di conseguenza fare in modo che d'inverno ci sia un po più caldo recuperando almeno 1 grado o 2 (attualmente senza accendere di notte in casa arrivo a 17° purtroppo), poi proverei come dici tu a usare la pompa di calore per scaldare in modo omogeneo.
                    Attualmente consumo circa 3300kwh, la pompa di calore quanto inciderà circa?? 2000kwh in piu' ci può stare o è poco o tanto?

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da matte82 Visualizza il messaggio
                      Attualmente consumo circa 3300kwh, la pompa di calore quanto inciderà circa?? 2000kwh in piu' ci può stare o è poco o tanto?
                      e se ne consumassi 4000kwh senza MAI accendere il gas? Cosa ne dici?
                      E' solo per farti capire che non ha senso pensare ai consumi, la pdc consuma tanto quanto LA CASA RICHIEDE...... e il costo è INFERIORE al metano
                      Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                      Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                      Commenta


                      • #12
                        Azzerare il gas è impossibile perchè lo uso per cucinare (non ho intenzione di mettere induzione per ora) e acqua sanitaria, non so quanto incidano in media sul totale del gas consumato in un anno.....

                        Sinceramente sarei già contento se passassi dai 1600mc attuali a circa 600-700mc Bilanciando bene il calo con la maggior spesa per l'energia elettrica....

                        Considerate che il mio consumo di gas per ogni mese nell'ultimo anno è stato il seguente:

                        Ottobre 2018 36
                        Novembre 2018 179
                        Dicembre 2018 328
                        Gennaio 2019 410
                        Febbraio 2019 250
                        Marzo 2019 160
                        Aprile 2019 96
                        Maggio 2019 70
                        Giugno 2019 36
                        Luglio 2019 34
                        Agosto 2019 39
                        Settembre 2019 68

                        Commenta


                        • #13
                          I consumi sono più o meno come i miei fino all'anno scorso...forse io qualcosa in più, fino a 1800 in alcuni anni
                          da questa primavero ho in casa alcuni split che, dopo avereli usati ques'estate per il fresco, ora sto usando per riscaldare quel poco che serve.
                          Per adesso i climatizzatori sono a consumo zero usandoli solo di giorno quando c'è produzione dal fotovoltaico.
                          Quando ci inoltreremo nell'inverno potrò valutare meglio quanto potranno contribuire al totale del riscaldamento
                          Winter is coming
                          https://monitoringpublic.solaredge.c...006#/dashboard

                          Commenta


                          • #14
                            Matte con quei consumi potresti arrivare ad accendere la caldaia solo poche ore nel mese di gennaio se metti uno dei 2 trial di cui hai parlato e lo lasci acceso h24.
                            negli altri mesi sei coperto totalmente dagli split
                            Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                            Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
                              Matte con quei consumi potresti arrivare ad accendere la caldaia solo poche ore nel mese di gennaio se metti uno dei 2 trial di cui hai parlato e lo lasci acceso h24.
                              negli altri mesi sei coperto totalmente dagli split
                              Se fosse così sarebbe un sogno
                              Io metterò un solo motore trial con 3 split collegati non due due trial split.....o forse non ho capito quello che volevi dire....
                              Forse intendevi di tenere accesso H24 solo lo split nell'area open space?? e gli altri due a fascie orarie??

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio
                                I consumi sono più o meno come i miei fino all'anno scorso...forse io qualcosa in più, fino a 1800 in alcuni anni
                                da questa primavero ho in casa alcuni split che, dopo avereli usati ques'estate per il fresco, ora sto usando per riscaldare quel poco che serve.
                                Per adesso i climatizzatori sono a consumo zero usandoli solo di giorno quando c'è produzione dal fotovoltaico.
                                Quando ci inoltreremo nell'inverno potrò valutare meglio quanto potranno contribuire al totale del riscaldamento
                                Ok grazie per aver segnalato la tua esperienza nel mese di novembre quando ci sarà più freddo e il fotovoltaico rende meno facci sapere il consumo della PDC

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da matte82 Visualizza il messaggio
                                  Se fosse così sarebbe un sogno
                                  I consumi questo dicono.... poi vedremo...

                                  Originariamente inviato da matte82 Visualizza il messaggio
                                  Io metterò un solo motore trial con 3 split collegati non due due trial split.....o forse non ho capito quello che volevi dire....
                                  Forse intendevi di tenere accesso H24 solo lo split nell'area open space?? e gli altri due a fascie orarie??
                                  Intendevo se prendi 1 tra i 2 trial split di cui hai parlato che hanno circa 5kw di potenza totale di unità esterna
                                  Ovviamente lasci accessi tutti e 3 gli split h24 per distribuire meglio il calore
                                  Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                                  Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                                  Commenta


                                  • #18
                                    ok chiaro ora il tuo messaggio e la tua logica H24 tutti e tre, resa omogenea del calore e meno sofferenza del motore per raggiungere la temperatura che voglio

                                    Commenta


                                    • #19
                                      ragazzi, alla fine ho optato per un dual split LG serie Libero Plus 12.000 + 9.000, me li montano tra circa 30 giorni.

                                      Ho approfittato della cessione del credito del 65% (EnelX) visto che la mia casa è degli anni 70, compreso di installazzione sono riuscito a pagarli poco meno di 1.000 Euro

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Io sta logica del 24h però faccio fatica a digerirla anzi per me è infondata almeno sulle pdc.

                                        Io penso che si possa tranquillamente ciclare gli apporti di calore tanto più con gli split che comunque di notte per quanto silenziosi un qualche fastidio lo possono dare. Le pompe di calore cambiano notevolmente l'efficenza in base alla temperatura esterna e soprattutto nella mezza stagione o comunque nelle soleggiate giornate invernali far funzionare a pieno carico la pdc nei momenti di massima temperatura esterna è più efficente che diluire il consumo anche nelle fredde nottate. La pdc trasferisce energia termica che c'è all'esterno all'interno dell'abitazione e bisogna catturare la stessa nel momento migliore. Poi se si ha il fotovoltaico il discorso è ancora più evidente per il discorso di massimizzare l'autoconsumo.

                                        Faccio un esempio se uso 10 kwh di energia elettrica nelle 8 h più calde della giornata ed avrò con cop medio 5 ovvero 50 kwh di energia termica da immettere in casa per avere gli stessi 50 kwh termici quanta energia elettrica dovrò usare nelle 24h ponendo che il mio cop medio si riduca a 4 dovrò usarne 12,5 kwh. Io poi ritengo che un pò di abbasamento di temperatura nelle camere da letto non faccia poi così male non vedo tutta questa esigenza di avere temperature fisse.
                                        150 mq un solo piano anno 2006 no classe, tetto con 10 cm di PU ISOTEC. pareti con cappotto in intercapedine da 7 cm, finestre PVC con doppi vetri. Zona climatica E 2694 gg. Risc. termosifoni in acciaio, caldaia metano no condensa da 28 kw, stufa a pellet 11 kw, pdc Daikin FTXM25, Panasonic VZ9 Heatcharge. Proox: FV 6KW Peimar MC inverter Fronius, Boiler pdc Ariston Nuos 110 lt, Daikin Ururu Sarara 9000 btu.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Infatti non ti è chiaro cosa significa riscaldamento h24 e relativo comfort...
                                          Nelle camere se voglio 19° perché mai dovrei portarle a temperatura più alta?
                                          Nella zona giorno magari con casa poco isolata dovrò avere 23 o 24 di giorno per avere 20 o 19 la notte se tengo spento.
                                          Il cop 5 di cui parli se di giorno vado a manetta me lo sogno... Sarà 3 o 4 al massimo...
                                          E allora?
                                          Tantovale il riscaldamento h24 stessi consumi e comfort eccellente...
                                          Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                                          Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Gli split di notte potrebbero risultare fastidiosi preferisco tenerli spenti.
                                            Panasonic VZ9 a +7° il COP è di 5,6 a pieno regime (normativa EN14511) il cop a -7 è di 2,06, intorno ai 0° con umidità il rendimento secondo me non è molto alto se secco potrebbe essere intorno ai 4 fai un pò tu che differenza di rendimento ci può essere tra giorno e notte in pianura padana.
                                            Le macchine inverter comunque tendono a fornire rendimenti ottimali in tutte le condizioni e ritengo che la componente radiante di scambiatore sia ottimizzata per funzionare a pieno regime,ci saranno poche differenze tra rendimento a pieno regime e modalità economy in quanto l'elettronica adatterà i giri del compressore alle capacità estrattive della pdc. Lo SCOP (clima intermedio)della VZ 9 è 6,2 che probabilmente essendo un dato rilevato stagionalmente farà lavorare la macchina anche in regimi bassi e non è tanto lontano da quello nominale.
                                            150 mq un solo piano anno 2006 no classe, tetto con 10 cm di PU ISOTEC. pareti con cappotto in intercapedine da 7 cm, finestre PVC con doppi vetri. Zona climatica E 2694 gg. Risc. termosifoni in acciaio, caldaia metano no condensa da 28 kw, stufa a pellet 11 kw, pdc Daikin FTXM25, Panasonic VZ9 Heatcharge. Proox: FV 6KW Peimar MC inverter Fronius, Boiler pdc Ariston Nuos 110 lt, Daikin Ururu Sarara 9000 btu.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da Vercingeto-rex Visualizza il messaggio
                                              intorno ai 0° con umidità il rendimento secondo me non è molto alto se secco potrebbe essere intorno ai 4 fai un pò tu che differenza di rendimento ci può essere tra giorno e notte in pianura padana.
                                              L'umidità favorisce la disponibilità di energia latente, dunque più vantaggiosa.
                                              Il problema è che devo saperla sfruttare e se avrò la pdc "a cannone" tenderà a brinare e questo riduce il cop.
                                              Se invece la pdc sta modulando adeguatamente e avrò T evaporatore non troppo sotto il dew point allora sfrutto l'energia latente a vantaggio del cop.
                                              Questo il motivo per cui una pdc DEVE rimanere accesa H24.
                                              Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                                              Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio
                                                I consumi sono più o meno come i miei fino all'anno scorso...forse io qualcosa in più, fino a 1800 in alcuni anni
                                                da questa primavero ho in casa alcuni split che, dopo avereli usati ques'estate per il fresco, ora sto usando per riscaldare quel poco che serve.
                                                Per adesso i climatizzatori sono a consumo zero usandoli solo di giorno quando c'è produzione dal fotovoltaico.
                                                Quando ci inoltreremo nell'inverno potrò valutare meglio quanto potranno contribuire al totale del riscaldamento
                                                Com'è andato l'inverno da Dicembre a Febbraio??

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
                                                  Questo il motivo per cui una pdc DEVE rimanere accesa H24.
                                                  Non sono del tutto convinto...
                                                  Un conto è dire che rimanendo sempre accesa sfrutto al massimo la pompa in quanto tale, un altro che convenga sempre.

                                                  Se per esempio per scaldare casa mi bastano 12h di ON, vero che in quelle 12 ore devo avere mandata un po' più alta, ma saranno di giorno, con pdc esposta al sole (come nel mio ipotetico caso) e con T esterna media più alta anche di parecchi gradi.

                                                  Inoltre...su consumi molto bassi, cioè non in pieno inverno, ci sono i consumi elettrici "di fondo" della pdc (ventole, ev. pompe, schede ecc) che potrebbero incidere in maniera non trascurabile
                                                  Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                                                  I miei articoli qui:
                                                  https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    @richiurciè vero solo fino ad un certo punto quello che dici,
                                                    - fare andare la macchina h12 significa comprarla di potenza doppia rispetto al necessario, che può essere accettabile se la taglia calcolata con funzionamento h24 è di 3-4kw, non di certo se è di 7-8kw.
                                                    - 12h di off portano un abbassamento notevole della temperatura in casa e un notevole "scaricamento" del calore dalle masse presenti, con perdita di confort a causa dei muri freddi alla fine dell'off.
                                                    - se le 12h di on iniziano la mattina presto per avere un po' di confort al risveglio, quelle sono le ore in assoluto più fredde della giornata, senza sole e con la pdc che deve lavorare a regime molto sostenuto per scaldare l'acqua (e eventuale massa di termosifoni/massetto) e fornire calore anche all'aria, con elevato rischio di defrost ravvicinati.
                                                    - il sole non ha un grande contributo diretto, anche perchè la pdc andrebbe rivolta con la batteria verso il sole (quindi contraria rispetto a quanto si vede a volte in giro, con il sole che batte sulla lamiera bianca e sulla ventola che funziona in espulsione), nel tuo caso avresti la ventola che spara aria verso l'interno della terrazza, non una bella cosa. ah, va remotata la sonda esterna se la pdc è al sole.
                                                    - ho qualche dubbio sul funzionamento ottimale di una climatica che si basa sulle sole 12h (in giorno soleggiati con forte escursione termica la pdc andrebbe molto piano non sapendo che magati di notte si va sotto 0°C.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Francy ha già detto tutto.
                                                      Riccardo fidati.... per te è ancora troppo presto per pensare a ciò che è giusto o sbagliato su una pdc ovviamente ottimo da parte tua provare a ragionare.
                                                      Per il resto fidati di chi ne sa qualcosa di più
                                                      Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                                                      Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                                                      Commenta

                                                      Attendi un attimo...
                                                      X
                                                      TOP100-SOLAR