annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Termostato, perché non trovò quello che cerco?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Termostato, perché non trovò quello che cerco?

    Buongiorno, sono in possesso di una daikin altherma 3 in R32.
    in questi giorni mi sto “divertendo” a cercare di capire se qualche termostato è compatibile con la PDC. Spiegatemi una cosa, io ho una PDC modulante, ha appunto avere un compressore che modula, perché non c’è un termostato che le faccia fare quel lavoro?

  • #2
    Originariamente inviato da andrea8317 Visualizza il messaggio
    Spiegatemi una cosa, io ho una PDC modulante, ha appunto avere un compressore che modula, perché non c’è un termostato che le faccia fare quel lavoro?
    Tutte le inverter modulano. Quindi adattano il lavoro in base a vari parametri, tra cui richiesta abitazione, temperatura esterna e tante altre variabili. Cosa c'entra il termostato? Potresti chiarire il dubbio?
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

    Commenta


    • #3
      Un termostato dovrebbe “comunicare” la temperatura della casa e dire di tenere una determinata temperatura in maniera costante, da quello che vedo la maggior parte dei termostati dice accenditi o spegniti...

      Commenta


      • #4
        Le PDC vengono vendute assieme ad un loro controller che fà anche da termostato ambiente.
        AUTO BANNATO

        Commenta


        • #5
          scusa ma non è una risposta pertinente alla mia domanda, forse mi sono spiegato male...
          Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
          Le PDC vengono vendute assieme ad un loro controller che fà anche da termostato ambiente.

          Commenta


          • #6
            Allora, io termostato dico alla macchiato che ci devono essere 20 gradi, la macchina deve modulare tra tutte le sue varianti per tenere i 20 gradi.
            quello che vedo adesso in giro sono termostati che accendono la macchina, la fanno lavorare fino a 20,5 (per esempio) e poi la spengono fino a quando non scende a 19,5.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da andrea8317 Visualizza il messaggio
              scusa ma non è una risposta pertinente alla mia domanda, forse mi sono spiegato male...
              Un impianto con pdc non dovrebbe neanche avere il termostato, per un controllo piu' accurato della temperatura si puo' installare una sonda temperatura interna. I termostati servono solo negli impianti on-off. In ogni caso, non capisco la questione "termostato modulante". Tu hai un ambiente che vuoi mantenere ad una certa temperatura, il termostato dice alla macchina quando la ha raggiunta. Questa si ferma. A questo servono.
              Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

              Commenta


              • #8
                La risposta era pertinente , la Atherma ha il suo controller che fà modulare la PDC , sicuramente nelle impostazioni potrai scegliere come far lavorare la PDC , normalmente si fà con la T esterna in climatica, altrimenti puoi far intervenire per una % la T ambiente , e cosi via....
                AUTO BANNATO

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da andrea8317 Visualizza il messaggio
                  Allora, io termostato dico alla macchiato che ci devono essere 20 gradi, la macchina deve modulare tra tutte le sue varianti per tenere i 20 gradi.
                  quello che vedo adesso in giro sono termostati che accendono la macchina, la fanno lavorare fino a 20,5 (per esempio) e poi la spengono fino a quando non scende a 19,5.
                  Forse e' meglio che ti leggi i vari topic in merito sul funzionamento di una pdc. Ripetere sempre tutto e' un esercizio inutile.
                  Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                  Commenta


                  • #10
                    Ok, continuerò a studiare...

                    Commenta


                    • #11
                      Ragazzi Andrea sta chiedendo semplicemente il parametro influenza ambiente che nel manuale altherma è chiamato "influsso ambiente"
                      Sulla altherma 3 bisogna prendere il regolatore EHS157034 per poter utilizzare questa funzione.
                      Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                      Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
                        Ragazzi Andrea sta chiedendo semplicemente il parametro influenza ambiente che nel manuale altherma è chiamato "influsso ambiente"
                        Sulla altherma 3 bisogna prendere il regolatore EHS157034 per poter utilizzare questa funzione.
                        Pensa te..io avevo capito parlasse di termostato visto che lo chiama pure cosi. Io invece volevo parlare di informatica, per cui inizierei con la ricetta della "coda alla vaccinara".
                        Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                        Commenta


                        • #13
                          Essendo del settore aggiungerei abbacchio allo scottadito....

                          Comunque a parte gli scherzi non capisco come una pdc come la daikin debba costringere il povero utente ad acquistare ancora pezzi "basilari" dopo tutto quello che ha speso.
                          Probabilmente molti non sanno che la compact NON ha nessun pannello interno di controllo perché è integrato nel cappello dell'accumulo acs.
                          Quindi se l'accumulo è installato nel locale tecnico bisogna andare lì ogni volta per controllare qualsiasi parametro.... Un'assurdità imho
                          Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                          Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                          Commenta


                          • #14
                            Ecco perchè cerca un termostato ambiente , non era previsto di serie , allora la mia risposta al reply #4 non era pertinente , deve prendere giustamente il suo , anche io allora non capisco installatore , perchè non lo abbia previsto in fase di progetto/installazione ?!?!?
                            AUTO BANNATO

                            Commenta


                            • #15
                              Vi chiedo di perdonarmi, sono ignorante e non mi so spiegare a dovere.
                              Quello che volevo dire io ,escludendo il discorso della daikin nel mio caso, è:
                              interno casa, termostato è sonda ambientale;
                              esterno sonda ambientale;
                              locale tecnico, pompa di calore;
                              centralina che elabora i dati ed imposta direttamente la PDC.
                              scusate, ma non siamo tutti tecnici ed intenditori, c’è anche gente con la terza media che certe cose non riesce a comprenderle. E magari vorrebbe una cosa che si imposta in automatico!

                              Commenta


                              • #16
                                Comunque esiste questa discussione attuale Nuova PDC Altherma 3 Compact in R32. direi di leggere se ne è stato parlato o formula la domanda lì .... non sò poi se anche in quella 99 interventi su 100 sono di polemica come succede spesso
                                AUTO BANNATO

                                Commenta


                                • #17
                                  proprio oggi sono andato su un altherma tre per cercare di spostare la curva lasciando la solita pendenza magari impostando manualmente il parametro influenza ambiente dandogli dei parametri fittizzi, non ci volevo credere non me lo ha fatto fare praticamente devi per forza comprarti il loro termostato ambiente, una vergogna un optional che serve per forza altrimenti devi farla lavorare solo come vuole lei con parametri standard che non vanno mai bene.
                                  non ho ancora provato a spostare la climatica cambiando il tipo di isolamento ed è una prova da fare.
                                  FV SSP - PDC Nimbus 70M- volano inerziale 50lt - stufa pellet idro 10kW- solare termico puffer ecombi 2 domus 200lt.
                                  classe climatica D 130mq

                                  Commenta


                                  • #18
                                    adesso dico un'altra baggianata, ma la parola opentherm? dice qualcosa?

                                    Commenta

                                    Attendi un attimo...
                                    X
                                    TOP100-SOLAR