annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

PDC per Riscaldamento e ACS

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • PDC per Riscaldamento e ACS

    Salve,
    nell'acquisto di una casa (vecchia), sto valutando il problema di come riscaldarla, andando a sostituire l'impanto attualmente in essere che è a GPL.

    Ho già chiesto nel thread delle biomasse per valutazione di caldaie a pellet, con un occhio al futuro però volevo anche valutare una soluzione in PDC.

    Emilia Romagna, Zona climatica E, classe della casa "G" (non isolata, infissi vecchi in cui è stata inserita doppia camera a spessore ridicolo).
    Attualmente ci sono 3 caldaie a muro GPL a riscaldamento di 3 zone (2 appartamenti e 1 zona di servizio piccolina).

    Eventualmente si pensava di riunire e fare una zona sola, a seconda degli ingombri delle eventuali caldaie (con il pellet serve per forza un vano tecnico, con PDC?)

    Le metrature sono di 130mq per 2 appartamenti (totali 260mq commerciali - calpestabili siamo sui 110 x 2).

    C'è una soluzione in cui potremmo usare solo PDC che dia un ritorno rispetto al GPL ?

    I costi, con una PDC su casa di questo genere senza isolamento, sono comparabili a un metano?

    A seguire, dopo 5 - 8 anni, verrà fatto anche impianto fotovoltaico (il limite sarà il tetto della casa, ma dovremmo riuscire ad avere anche una 40ina di pannelli, il tetto ha superficie di 330mq), contando anche il garage attaccato.

    Attualmente i radiatori sono in misto alluminio/ghisa, potremmo valutare il cambio in altro tipo di radiatore se necessario.

    Mi dareste una mano a far due conti se potrebbe essere una scelta economicamente vantaggiosa rispetto al biomassa?

    Una domanda da ignorante - tale PDC potrebbe fare anche il raffrescamento? Funzionerebbe uguale, tramite radiatori?

    Grazie

  • #2
    Originariamente inviato da sypher Visualizza il messaggio

    Emilia Romagna, Zona climatica E, classe della casa "G" (non isolata, infissi vecchi in cui è stata inserita doppia camera a spessore ridicolo).
    Attualmente ci sono 3 caldaie a muro GPL a riscaldamento di 3 zone (2 appartamenti e 1 zona di servizio piccolina).

    C'è una soluzione in cui potremmo usare solo PDC che dia un ritorno rispetto al GPL ?

    I costi, con una PDC su casa di questo genere senza isolamento, sono comparabili a un metano?

    Attualmente i radiatori sono in misto alluminio/ghisa, potremmo valutare il cambio in altro tipo di radiatore se necessario.

    Mi dareste una mano a far due conti se potrebbe essere una scelta economicamente vantaggiosa rispetto al biomassa?

    Una domanda da ignorante - tale PDC potrebbe fare anche il raffrescamento? Funzionerebbe uguale, tramite radiatori?
    Una PDC in sostituzione di una caldaia a GPL è come sparare ad una crocerossa... OVVIO che convenga.. anche in caso di impianto fatto e regolato male...

    Io in una situazione simile ( casa 130 mq. classe G in zona E ) ho fatto mettere una PDC splittata da 8 kW in R32... connessa ad una caldaia a pellet pre-esistente che eventualmente integra la PDC in caso di periodi particolarmente rigidi... in questo caso in sostituzione del metano!! ( termosifoni in ghisa )... Da quello che mi dicono non hanno ancora MAI integrato con il pellet.

    Nel tuo caso metterei una macchina simile integrata da una caldaia a GPL esistente che userei SOLO per assicurare il calore in caso di freddo sporadico intensissimo... questa operazione mi permette di non eccedere nel dimensionamento della PDC dato che i costi salgono esponenzialmente ( costi della macchina e di gestione del contatore associato )... inoltre il GPL non avrebbe costi fissi in bolletta e quindi mantenere un generatore di backup di questo tipo non determina maggiori costi di gestione.

    Una PDC potrebbe fare anche freddo... ma non con i termosifoni .. per questo servirebbero dei ventilconvettori pero radianti (che nella generazione del caldo sono molto confortevoli come dei classici termosifoni ).


    F.
    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

    Commenta


    • #3
      Grazie delle info, una domanda; come posso fare a dimensionare la caldaia?
      Che costo hanno confrontate con un impianto a pellet della stessa potenza?

      Commenta

      Attendi un attimo...
      X
      TOP100-SOLAR