Rendimento PDC - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Rendimento PDC

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Rendimento PDC

    Buongiorno,
    mi presento, sono da poco architetto e sto cercando di rincorrere il treno delle costruzioni a "risparmio energetico"; definizione orrenda ma almenoo dò l'idea.
    Grazie al lavoro che svolgo ho una buona conoscenza dei pacchetti edilizi, murari, infissi ecc, ma sono abbastanza ignorante in campo impiantistico.
    Vengo al dunque:
    in un corso casa clima un relatore ha definito inutile l' utilzzo della pompe aria-aria o acqua-aria da Udine in su, perchè i cicli di defrost annullano i risparmi provenienti dai bassi consumi nei periodi caldi o senza nebbia.
    Vedo pero che molti progettisti le installano, vorrei quindi sapere un vostro parere, convengono rispetto alle c. a condensazione nel Nordest del Friuli?
    Vi ringrazio.

  • #2
    Ovviamente dipende dal grado di coibentazione della casa ma se parliamo di nuove costruzioni ... convengono anche in Austria
    Provincia di Udine a 20 km dal mare zona E 2257 gradi - 160 mq (+ taverna 90 mq) no gas - TCAP 9 kw + Hybridcube 500 - impianto a termosifoni in alluminio - ftv 7,35 kwp + Solaredge SE6000 Wave + Batteria Solaredge 10,4 kw

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da peremme Visualizza il messaggio
      ........
      in un corso casa clima un relatore ha definito inutile l' utilzzo della pompe aria-aria o acqua-aria da Udine in su, perchè i cicli di defrost annullano i risparmi provenienti dai bassi consumi nei periodi caldi o senza nebbia.
      E' probabile dovrebbe cambiare mestiere.

      Le PDC si installano anche perché sono generatori che hanno un range di modulazione più ampio e quindi più adatto alle case moderne con bassi o bassissimi carichi termici, nelle quali una caldaia a condensazione risulterebbe inutilmente potente e poco gestibile.

      Non so se il relatore si riferisca ad una particolare zona ( intesa come area geografica con una condizione molto particolare e circoscritta ) perché le PDC si installano anche in Polonia , Romania e nei paesi Baltici..

      Altra cosa.. ci sono case talmente efficienti da rendere inutile l'adozione di una PDC per il riscaldamento.. nel senso che se l'energia necessaria a scaldare la casa è molto bassa, diventa più vantaggioso traguardare i costi di impianto rispetto a quelli di gestione.. in breve... se ti servono 1000 kWh/anno di energia per riscaldare una casa.. meglio usare una resistenza elettrica che costa 50 euro che una PDC da 5000... ( il vantaggio in manutenzione e risparmio non giustificherebbe la maggior spesa ).

      F.
      Ultima modifica di fcattaneo; 06-02-2020, 06:19.
      Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
      Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

      Commenta


      • #4
        che minchiate...

        da uno del luogo lo scorso anno mi sono sentito dire "Guarda che con i termosifoni la pompa di calore non va bene se non sei almeno in classe A, perché casa non si scalda, l'aria rimane calda fino a 50cm sopra il termosifone poi non vanno più, devono andare almeno a 60/70 gradi, io sono stato a casa clima dove fanno test di questo genere"
        Ultima modifica di raffaelem; 06-02-2020, 07:44.
        Monti prenestini (RM) - 1885gg
        LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt (impianto a termosifoni)
        Fotovoltaico 4.76 kWp

        Commenta


        • #5
          forse bisogna precisare anche che le PdC "convengono" anche in case energivore, se per convenienza si intende il costo di esercizio.

          Solo che in case energivore il costo della PdC e dei caloriferi, che andrebbero sovradimensionati entrambi, renderebbe i tempi di rientro probabilmente troppo lunghi.
          I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
          https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

          Commenta


          • #6
            Và scritta un'altra cosa riguardo ai radiatori/termosifoni, un conto è avere i vecchi termosifoni in ghisa a canne che trasferivano il calore soprattuto per convenzione facendo scorrere aria attraverso le colonne , un conto sono i radiatori tipo alluminio o ghisa che hanno tutta la superficie radiante vs. la stanza , io quando mi avvicino ai miei alluminio sento una bella componente di irraggiamento anche a 30-35° medi che hanno in superficie , a volte anche meno in questi giorni.....

            non sò se c'è una discussione sulla differenza andrebbe aperta......
            AUTO BANNATO

            Commenta


            • #7
              Rispetto alla spesa della PDC + accumulo + installazione direi che quella dell'aumento dei termosifoni (o della sostituizione) è una spesa marginale... a meno di non andare sui termi di arredo che costano un'occhio della testa.

              Non dimentichiamo che un fattore importante è il tipo di combustibile che si ha a disposizione, con il GPL qualsiasi intervento per sostituire il generatore è conveniente e passare alla PDC è da fare ad occhi chiusi. Se poi si stanno facendo lavori importanti di ristrutturazione allora è diverso, pensare all'isolamento è la priorità IHMO.
              Monti prenestini (RM) - 1885gg
              LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt (impianto a termosifoni)
              Fotovoltaico 4.76 kWp

              Commenta

              Attendi un attimo...
              X