Villetta in ristrutturazione - Dubbi da neofita su riscaldamento e raffrescamento - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Villetta in ristrutturazione - Dubbi da neofita su riscaldamento e raffrescamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • muquatina
    ha risposto
    Originariamente inviato da junp Visualizza il messaggio
    l'ideale sarebbe avere riscaldamento radiante a bassa temperatura (pavimento) e raffrescamento convettivo (split o canalizzato), ma visto che dobbiamo contenere i costi allora meglio tutto ad aria...
    le nuove macchine split hanno sensori di presenza e deflettori motorizzati, quindi meglio questi rispetto al canalizzato, e meglio tante macchine separate che una unica + grande, + efficienti e con backup e non costano di +!
    quindi il consiglio è:
    1. isola il tetto, da li disperdi la maggior parte di calore in inverno e ti entra in estate (anche se con FV limiti parecchio il danno)
    2. se puoi fai il cappotto, ma con materiali traspiranti
    3. sistema di climatizzazione multisplit, e non esagerare con le potenze
    4. scaldaacqua pdc da 200lt
    5. tutto alimentato da FTV da 6kWp


    queste sono le spese che si ripagheranno da sole...
    Grazie mille dell'intervento junp.
    Non ti nascondo che l'idea di avere split in casa per raffrescamento e riscaldamento mi spaventa. ho sempre e solo usato sistemi radianti per il riscaldamento nella mia vita e l'idea di passare tutto ad aria un po mi spaventa, per confort e altro.

    Due considerazioni...

    1) Nei lavori di ristrutturazione il tetto lo isolerò. Difficile fare anche il cappotto per una questione di costi e perche la casa, anche ora che è disabitata non mi sembra cosi tanto "fredda"
    2) quando dici sistema di climatizzazione multisplit intendi il sistema di climatizzazione classico???con inverter e tipo dual e trial??io avevo inteso che fosse la pompa di calore ad "alimentare" gli split...ho capito male???
    3) parli di scaldacqua pdc da 200 lt...ma non ho capito...la PDC la metterei solo per l'acs???non si usano i boiler per questa casistica???
    3) Dimensionamento FTV OK, grazie. Tu pensi che un FTV cosi tarato sia sufficiente per coprire tutto il mio fabbisogno???comunque in minima parte bisognerebbe sempre ricorrere al sistema di energia tradizionale ( in che percentuale piu o meno???)

    Grazie mille del supporto!!!

    Lascia un commento:


  • mascolo
    ha risposto
    ironico con junp scusate

    Lascia un commento:


  • bravo666
    ha risposto
    Perché preoccupato? [emoji23]


    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • mascolo
    ha risposto
    Originariamente inviato da junp Visualizza il messaggio
    di dove sei Mascolo?

    Lascia un commento:


  • junp
    ha risposto
    di dove sei Mascolo?

    Lascia un commento:


  • mascolo
    ha risposto
    Originariamente inviato da raffaelem Visualizza il messaggio
    Ci sono pavimenti radianti con cui puoi fare anche raffrescamento (qui sul forum forse trovi qualche riferimento, c'è che dice che l'effetto del raffrescamento da pavimento sia fantastico).

    Tieni presente l'inerzia che con quei pochi gradi giorno molto probabilmente dovrà essere bassa... magari ti ritrovi come in questi giorni che passi dall'inverno alla primavera nell'arco di 12h ed avere un massetto che ancora ti restituisce il calore accumulato potrebbe essere un problema.

    Cerca nella sezione apposita e chiedi in ogni caso (pure chi ti segue dovrebbe dire la sua visto che lo paghi )

    Dimenticavo, se metti fotovoltaico dei pannelli solari puoi farne tranquillamente a meno, farai ACS con la PDC con un COP stratosferico per 10 mesi credo :-)

    ciao sono un felice possessore di pavimento radiante anche per raffrescare,chiedete pure

    Lascia un commento:


  • octopus1
    ha risposto
    Concordo
    Anch'io alla fine ho optato per quello che dice junp
    (anch'io zona climatica C)

    io ho lasciato perdere il riscaldamento a pavimento per questioni di tempistica su riscaldamento o raffrescamento ...sopratutto nella nostra zona che la temperatura cambia da un momento all'altro...sopratutto d'inverno

    Lascia un commento:


  • junp
    ha risposto
    l'ideale sarebbe avere riscaldamento radiante a bassa temperatura (pavimento) e raffrescamento convettivo (split o canalizzato), ma visto che dobbiamo contenere i costi allora meglio tutto ad aria...
    le nuove macchine split hanno sensori di presenza e deflettori motorizzati, quindi meglio questi rispetto al canalizzato, e meglio tante macchine separate che una unica + grande, + efficienti e con backup e non costano di +!
    quindi il consiglio è:
    1. isola il tetto, da li disperdi la maggior parte di calore in inverno e ti entra in estate (anche se con FV limiti parecchio il danno)
    2. se puoi fai il cappotto, ma con materiali traspiranti
    3. sistema di climatizzazione multisplit, e non esagerare con le potenze
    4. scaldaacqua pdc da 200lt
    5. tutto alimentato da FTV da 6kWp


    queste sono le spese che si ripagheranno da sole...

    Lascia un commento:


  • muquatina
    ha risposto
    ma infatti sul fotovoltaico ho pochi dubbi...credo che lo installerò ( non so da quanti KW a dire il vero...aspetto il consulente anche per chiarirmi su questo aspetto).
    è tutto il resto che mi frena...impianto a pavimento e/o canalizzato. A livello di opportunita costi/benefici reali

    Lascia un commento:


  • simonez
    ha risposto
    concordo al 100% con Raffaele....Fv senza pensarci!

    Lascia un commento:


  • raffaelem
    ha risposto
    Chiedi nella sezione, sicuramente troverai qualcuno che scalda e raffresca a pavimento, potessi farlo io ci farei più di un pensierino.

    Sul doppio impianto se raggiungi lo scopo ed è efficiente non è inutile, avrai "solo" speso di più ma sta sempre a te decidere.

    Lascia un commento:


  • muquatina
    ha risposto
    Caspita grazie anche a te per l'intervento raffaelem.

    Mettere il radiante a pavimento che faccia da raffrescamento e riscaldamento un po mi spaventa a dire il vero.
    Il riscaldamento a pavimento l'ho provato, il raffrescamento mai. Ho dubbi sull'effettivo confort.

    Tra solare termico e fotovoltaico hai ragione...meglio il secondo anche se tutto dipenderà dai costi.

    Pensi pure tu che la doppia soluzione, impianto a pavimento e canalizzato sia una spesa inutile vero ??? ( doppio impianto e doppi costi da sostenere...)

    Lascia un commento:


  • raffaelem
    ha risposto
    Ci sono pavimenti radianti con cui puoi fare anche raffrescamento (qui sul forum forse trovi qualche riferimento, c'è che dice che l'effetto del raffrescamento da pavimento sia fantastico).

    Tieni presente l'inerzia che con quei pochi gradi giorno molto probabilmente dovrà essere bassa... magari ti ritrovi come in questi giorni che passi dall'inverno alla primavera nell'arco di 12h ed avere un massetto che ancora ti restituisce il calore accumulato potrebbe essere un problema.

    Cerca nella sezione apposita e chiedi in ogni caso (pure chi ti segue dovrebbe dire la sua visto che lo paghi )

    Dimenticavo, se metti fotovoltaico dei pannelli solari puoi farne tranquillamente a meno, farai ACS con la PDC con un COP stratosferico per 10 mesi credo :-)

    Lascia un commento:


  • muquatina
    ha risposto
    Sto valutando anche l'installazione di pannelli solari. Oggi contatterò un'impresa per richiedere il preventivo.
    Nessun altro che spende una parola per il sottoscritto??? un consiglio, un aiuto, qualcosa insomma....

    Lascia un commento:


  • muquatina
    ha risposto
    Ultima considerazione.
    Come faccio a capire come dimensionare un impianto fotovoltaico utile allo scopo?
    Vanno i bene i dati che ho gia dato su per una stima di massima sui KW occorrenti e dunque sulle specifiche da fornire in sede di prevenivo?

    Lascia un commento:


  • muquatina
    ha risposto
    PErdonami, ma quando parli di split, li vedi comunque collegati a pompa di calore singola giusto???
    Essendo la casa in ristrutturazione, penso che una scelta con canalizzato mi dia possibilità di fare un lavoro "piu pulito", senza gli ingombri degli split in ogni camere da letto per esempio o nel soggiorno e nella cucina...
    Ho letto che molti suggeriscono la soluzione con fancoil ma a noi proprio non piacciono...la soluzione con canalizzato è efficiente e di buona resa come quella che in molti suggerite ( fancoil ) ???
    Grazie mille.

    Lascia un commento:


  • simonez
    ha risposto
    3) Canalizzato a soffitto oppure sistema con soli split
    Tutto il resto come dici...è la soluzione più semplice ed economica.

    in puglia penso che tu abbia piu necessità di raffrescare che riscaldare..fare un radiante per sfruttarlo poco e solo per il riscaldamento mi sembra inutile ed a sto punto meglio investire per isolare con cappotto che spendere per impianti.

    Lascia un commento:


  • muquatina
    ha risposto
    Originariamente inviato da simonez Visualizza il messaggio
    o fai caldo freddo con canalizzato o tutto con impainto a split.
    acs con boiler in pdc
    assolutamente fv. con quello che ti riapsrmi di impainto radiante e tutto ciò che si porta dietro ti ci paghi tutte le macchine.
    quindi se ho capito bene il consiglio è
    1) Installare i pannelli fotovoltaici
    2) Pompa di calore
    3) Canalizzato a soffitto
    Per il riscaldamento dell'acqua sanitaria utilizzare dunque un boiler.
    Senza attacchi al gas.
    Ho capito bene? Dovrei rinunciare dunque al riscaldamento a pavimento, di cui mi piaceva l'idea di confort.

    Lascia un commento:


  • simonez
    ha risposto
    o fai caldo freddo con canalizzato o tutto con impainto a split.
    acs con boiler in pdc
    assolutamente fv. con quello che ti riapsrmi di impainto radiante e tutto ciò che si porta dietro ti ci paghi tutte le macchine.

    Lascia un commento:


  • muquatina
    ha risposto
    nessuno raga???

    Lascia un commento:


  • Villetta in ristrutturazione - Dubbi da neofita su riscaldamento e raffrescamento

    Buongiorno a tutti ragazzi e complimenti per questa splendida community.

    Avrei gentilmente bisogno di alcune delucidazioni da parte Vostra, sono un neofita ma con tanta voglia di imparare e soprattutto propenso a leggere e studiare.

    Ho acquistato a dicembre una villetta , costruita nell'anno '78 e sto in questi giorni concludendo il progetto di ristrutturazione aiutato da architetti. Dopo questa prima fase, inizieremo effettivamente i lavori.

    La villetta acquistata è in Puglia, zona climatica C, gradi giorno 1287. E' una casa confinante su due lati con altre due ville e si articola su tre superfici: piano interrato, piano terra (zona living, cucina, bagno e studiolo/lavanderia) e primo piano ( zona notte con tre camere da letto e due bagni )
    Ogni superficie è di circa 75 mq. Non vi è cappotto esterno e non sono previsti lavori per l'installazione. Di contro i lavori di ristrutturazione dovranno prevedere la coibentazione del lastrico solare.

    La villetta sarà abitata da due persone che lavorano solitamente fino alle 18, con due bimbi sotto i dieci anni. Nella zona living ci sarà il caminetto.
    Passiamo ai miei dubbi.
    Allo stato attuale la villetta è dotata di riscaldamento con caldaia e termosifoni in ghisa, che andranno rimossi. L'impianto di condizionamento, nella sola zona notte, è assicurato da due condizionatori split.

    Inizialmente ero orientato a fare un impianto totalmente elettrico, staccandomi dunque dal gas.
    L'idea era dunque quella di installare un riscaldamento a pavimento con PDC e fare l'impianto di raffrescamento canalizzato pilotato sempre dalla stessa PDC ( possibile vero ??? ). L'acqua calda da quanto ho capito dovrebbe essere garantita da un boiler. Inizialmente non installerei pannelli fotovoltaici ma ne farei predisposizione; l'idea è installarli appena ho un gruzzoletto da parte oppure se dovesse avanzare qualcosa dai lavori di ristrutturazione.
    L'idea di fare riscaldamento e raffrescamento a pavimento mi turba perche poi dovrei installare deumidificatori e dunque eviterei. L'altra possibilità è forse quella di fare canalizzato a soffitto sia per riscaldamento e sia per raffrescamento.

    Non mi piacciono i fancoil in casa dunque eviterei la loro installazione.

    Cosa ne pensate? Avreste qualche altra idea da suggerirmi?

    Grazie veramente a tutti i coloro che mi aiuteranno nella scelta.
Attendi un attimo...
X