Qual'è il range di utilizzo di potenza ideale per la PDC ? - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Qual'è il range di utilizzo di potenza ideale per la PDC ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • subitomauro
    ha risposto
    Originariamente inviato da Valimicio Visualizza il messaggio
    Non serve sapere anche il consumo nel giorno peggiore?
    i 100 sono circa il massimo diffuso del mese peggiore... se poi un giorno sono 102 o 105 non penso che sposti la questione

    Lascia un commento:


  • sergio&teresa
    ha risposto
    Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio
    forse un pochino di margine mi lascerebbe piu tranquillo, una 6kW che funziona a 5kW gira al 83%
    no.... una 6 kW gira a 35 gradi a 6 kW alla sua potenza nominale, la massima ha ulteriore margine.

    Lascia un commento:


  • Valimicio
    ha risposto
    Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio
    richiesta della casa di 100kWh termici giornalieri (media del mese peggiore)...
    Non serve sapere anche il consumo nel giorno peggiore?

    Lascia un commento:


  • subitomauro
    ha risposto
    forse un pochino di margine mi lascerebbe piu tranquillo, una 6kW che funziona a 5kW gira al 83%
    e
    suppongo le pdc abbiano la possibilità di impostare un tempo minimo di OFF, impostando 30 o 60 min per esempio...

    Lascia un commento:


  • sergio&teresa
    ha risposto
    Direi che con una 6 kW ti passa la paura.

    Lascia un commento:


  • raffaelem
    ha risposto
    Quelli non spaventano neanche me, certo dipenderà da quanto hai intenzione di "abbondare" per lavorare a quel regime del 50-60

    I fratelli Rossato mi pare parlino di 8/9 minuti per tornare a regime dopo un off, se iniziano a essere 10/20 al giorno più gli sbrinamenti per la nebbia padana...
    Vero che hai radiante, molta inerzia e puoi parzializzare volendo.

    Lascia un commento:


  • subitomauro
    ha risposto
    intanto grazie per le risposte
    qualche precisazione

    @dr.Gix
    la situazione è +o- questa: richiesta della casa di 100kWh termici giornalieri (media del mese peggiore) suddivisi in 20 ore = 5kWh termici e con mandate a bassa temperatura, diciamo 35g tanto per restare con un dato presente nelle tabelle delle pdc.

    @Sergio&Teresa
    Radiante passo 15cm ovunque e 10cm nei bagni.

    @Raffaelem
    Non mi spaventano le mezze stagioni e non mi spaventano gli On/Off. Se anche la macchina dovesse farne 4 o 5 al giorno non credo che si romperà per quello...

    Lascia un commento:


  • raffaelem
    ha risposto
    Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio
    ciao a tutti
    Vedendo le tabelle di prestazioni delle pdc ho notato che il massimo cop è raggiunto in un range di potenza che solitamente va dal 40% al 70%, considerando anche che suppongo non convenga far funzionare la pdc costantemente vicino alla massima potenza per i tre mesi invernali (penso che non durerebbe molto cosi e potrebbe essere fastidiosa per il rumore) è ragionevole pensare che la percentuale di utilizzo ideale sia intorno al 50% 60% di quella massima ?
    C'è troppa variabilità nelle condizioni ambientali per centrare qualsiasi range, se punti a quella percentuale dovrai sovradimensionare e non dimenticare/sottovalutare che le mezze stagioni arrivano per tutte le PDC e case... vedi lo scorso inverno che è stato una lunga mezza stagione intervallata da qualche giorno di gelo. Almeno qui da me.

    Lascia un commento:


  • sergio&teresa
    ha risposto
    Qual'è il range di utilizzo di potenza ideale per la PDC ?

    Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio
    ho notato che il massimo cop è raggiunto in un range di potenza che solitamente va dal 40% al 70%, considerando anche che suppongo non convenga far funzionare la pdc costantemente vicino alla massima potenza per i tre mesi invernali....
    A meno di condizioni climatiche estreme si tratta di una situazione molto improbabile, in tre mesi anche d’inverno non fa sempre così freddo da dover mandare la pdc sempre al massimo.

    Secondo me il rischio maggiore è il contrario, e cioè farla viaggiare troppo verso il minimo sovradimensionando la pdc e/o gli elementi radianti, in quest’ultimo caso per mandare “alla T più bassa possibile”: si legge spesso sul forum di costruzione di pavimenti radianti con passo 10 o addirittura 5 in case a basso fabbisogno con questo target, e si tratta di una scelta che poi si ritorce contro chi la fa. Sia in termini costo del radiante installato che di risultato in termini di cop.

    Lascia un commento:


  • Dr.Gix
    ha risposto
    Domanda difficilissima.
    Se ho capito bene stai parlando di pdc inverter. Il cop assoluto dipende fondamentalmente dalla potenza termica necessaria per mantenere il setpoint del delta T tra mandata e ritorno. Quindi la risposta alla tua domanda dipende molto dagli scenari che si possono presentare. Ai due estremi mettiamo la casa in classe a4 co radiante e la casa in classe E con termosifoni. Nel primo caso si raggiungerà facilmente l'equilibrio ed il delta t si ridurrà idealmente anche a 3-4 °C. In questo contesto la pdc andrà al minimo e addirittura si spegnerà di tanto in tanto. Con delta T piccoli si possono avere anche cop enormi persino maggiori di 10 (una pdc da piscina che lavora delta t di 1 grado e Tamb di 28 °C, arriva a cop 15). Sempre in questo scenario una pdc piccola da 6-7KW potrebbe consumare 300W ed avere una resa termica di 2KW.
    Il secondo scenario con i termosifoni si avvicina di più alle tue considerazioni. Con dispersioni inevitabili e delta T elevati, la PDC effettivamente dovrebbe lavorare con una potenza inferiore rispetto alla potenza nominale h24, magari con un cop > 3. Il problema di fondo è che questa potenza è un valore dinamico che dipende in massima parte dalla temperatura esterna e dalle fluttuazioni giornaliere nelle dispersioni.
    Quello che sto cercando di dire è che non esiste un valore ideale perché questo valore cambia sempre nell'arco della giornata.

    Lascia un commento:


  • Qual'è il range di utilizzo di potenza ideale per la PDC ?

    ciao a tutti
    Vedendo le tabelle di prestazioni delle pdc ho notato che il massimo cop è raggiunto in un range di potenza che solitamente va dal 40% al 70%, considerando anche che suppongo non convenga far funzionare la pdc costantemente vicino alla massima potenza per i tre mesi invernali (penso che non durerebbe molto cosi e potrebbe essere fastidiosa per il rumore) è ragionevole pensare che la percentuale di utilizzo ideale sia intorno al 50% 60% di quella massima ?
Attendi un attimo...
X