annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Riscaldamento a pavimento,: iniziamo dal pavimento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Riscaldamento a pavimento,: iniziamo dal pavimento

    Buongiorno, mi scuso se la presente discussione fosse giā stata trattata, ma io non ho trovato nel forum interventi simili.
    Ringrazio quanti con la loro esperienza vorranno contribuire.
    Costruzione bifamiliare in orizzontale, decisioni da prendere in relazione al futuro impianto di riscaldamento. Zona climatica E
    Abitazione abitata saltuariamente. Si pensava per questo di non progettare un riscaldamento a Pavimento, per i lunghi tempi di inerzia e sfasamento del sistema. Forse i moderni impianti non risentono di questi tempi di inerzia?
    Poi, mi sono accorto che, oggi vengono proposti anche impianti a secco, o spessore ridotto, con alta inerzia termica, assimilabile sulla carta ai classici radiatori, con il vantaggio della bassa temperatura ma con la libertā dell'arredamento, avendo pareti libere, e magari si potrebbe utilizzarli anche per il raffrescamento estivo.
    Vale la pena in una nuova costruzione un riscaldamento a secco? Ci sono elementi a favore o contro? Fareste comunque un impianto a pavimento classico con massetto superiore con tali premesse? Che tecnologie e supporti consigliereste? Vedo prezzi in rete relativi ai pannelli porta impianti da 10 euro a 40 euro, sono giustificate tali differenze?
    Il progetto iniziale prima dei dubbi, prevedeva sopra il solaio, massetto alleggerito da 10cm, inglobante le tubazioni varie, isolante Stiferite GTE da 10 cm, massetto superiore per la posa della finitura di 5 cm. La spesa preventivata oltre al massetto alleggerito iniziale, sarebbe stata di circa 30 euro al mq.+ iva in opera
Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR