PDC da 1 kW x le mezze stagioni - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

PDC da 1 kW x le mezze stagioni

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • PDC da 1 kW x le mezze stagioni

    Buongiorno a tutti . Sono sempre più convinto che almeno nel mio caso un ibrido caldaia/PDC , sarebbe la cosa migliore . adopererei la PDC x le mezze stagioni dove ha una resa migliore e la caldaia x pieno inverno e x ACS . visto che io viaggio ad 1 kW ad inizio stagione o anche meno , alla ricerca di una PDC tipo da 2 kw , ho pensato che forse un boiler ACS in PDC facesse al caso mio . Ariston da 80 litri a 500€ scarsi portato a casa . quindi in inverno farebbe nella mezza stagione riscaldamento , in estate invece , con un bypass lo fare lavorare x ACS e, devierei i flussi aria prendendo e rigettando in cucina/sala , dove lo installerei e mi raffrescherebbe tutta la casa . cosa ne pensate ? Sono un matto ? Grazie . dite la vostra se volete .

  • #2
    Bè si.. se proprio ti manca spazio per un accumulo valuta un ibrido ma facendo lavorare la pdc anche in inverno inoltrato. Non farei un dimensionamento su l'inizo stagione.

    Non è che se la PDC è piccola te la regalano.. anzi.. di solito la differenza fra le prime due-tre taglie non è neanche così importante.. è meno di mille euro che confronto all'installazione che solitamente ha costi simili se non uguali..
    P.s. La più piccola aria-acqua sul mercato è la Panasonic da 3Kw.

    Commenta


    • #3
      Grazie x la tua risposta . Forse mi sono spiegato male . Quel boiler dichiara COP 3 per fare ACS a 55 gradi . io andrei a 30 gradi mandata riscaldamento , quindi immagino che faccia un po meglio , inoltre io lo adopererei sempre sopra i 10 gradi di T aria . e spero faccia COP 4 . Detto ciò i suoi 190 watt dovrebbero moltiplicarsi x 4 o alla peggio x 3,5 , portandomi alla dispersione di casa mia in mezza stagione e farei la patta o un po meglio del metano e faccio ACS col metano . in estate gli faccio fare ACS scollegandolo dal riscaldamento e contemporaneamente raffrescamento . quale pompa di calore è in grado con 500€ di farmi questo servizio ? o forse sbaglio i conti ? Vero è che si parla di 1 kW si e no , ma con 500€ .

      Commenta


      • #4
        Non ho capito cosa vuoi fare.. parli di pdc.. poi di bollitore in pdc..
        Parli della sola ACS ?

        Commenta


        • #5
          Voglio adoperare un boiler in pompa di calore ( quindi venduto x fare ACS ) da 190 watt di assorbimento in 2 modi diversi : in estate x raffrescare in sala/cucina/casa mentre fa ACS , ed in inverno , con un bypass , fargli fare RISCALDAMENTO nella mezza stagione ma deviando assorbimento aria ovviamente con l' esterno .

          Commenta


          • #6
            io penso sia il modo migliore per incasinare un impianto che funziona non ottenendo nulla dei vantaggi di una PDC
            usa il metano pure nelle mezze stagioni e buonanotte, per raffrescarti compra uno split e hai finito
            Monti prenestini (RM) - 1885gg
            LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt (impianto a termosifoni)
            Fotovoltaico 4.76 kWp

            Commenta


            • #7
              Non riesco ancora a capire cosa vuoi fare.
              L'aria in uscita dal bollitore è sempre più fredda perchè lui assorbe calore dall'aria.
              Sse assorbi aria dall'esterno e la butti all'interno, raffreddi l'interno.
              Se assorbi l'aria dall'interno e la butti all'esterno, raffreddi l'interno.
              Se intendi usare l'acqua calda per il riscaldamento, ti giochi il compressore perchè non sono fatti per funzionamento continuo.

              Commenta


              • #8
                Non so se sono fatti x stare accesi di continuo . ma se pensi che impiega 9 ore x fare ACS a 55 gradi non mi pare abbia grossi problemi a stare acceso sempre , ma non sono un tecnico . x aria io prenderei e riimmetterei aria sempre in casa in estate , in inverno farei NORMALE cioè preleva da fuori e butta fuori . il vantaggio esiguo si , lo hai un pochino in riscaldamento se passi COP 3 , sul discorso spesa , sul discorso ambiente devi stare sopra COP 2,4 e ci siamo . cmq poca cosa , ovvio , in estate secondo me è bello perché facendolo passare a fare ACS , lui raffresca casa x così dire a gratis . logico che si parla di cosa ...2000 btu ? poco , ma in continuo , mica tanto poco , poi magari io sbaglio conti ma a logica mi pare buono . grazie .

                Commenta


                • #9
                  Facci sapere quanto dura

                  P.s. Il discoso cop è sempre da vedere.. 3.. 2,4.. non sono fissi.
                  Ultima modifica di nanotek; 21-12-2020, 16:28.

                  Commenta


                  • #10
                    Cop 3 a me risulta un pareggio costo fra metano e corrente elettrica . invece 2,4 cop è il pareggio ecologico vs metano della corrente elettrica nazionale sulle % ecologiche e di spesa lungo il tragitto vs metano .

                    Commenta


                    • #11
                      Qui trovi uno che l'ha realizzato qualche tempo fa
                      Utilizzo "improprio" di uno scaldabagno a pompa di calore
                      PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

                      Commenta


                      • #12
                        C'è una differenza.. Bowen vuole usare un Ariston Lydos.. il tizio del link che hai messo tu, voleva usare un Ariston Nuos Evo che è una macchina split, decisamente diversa e solo su un unico radiatore.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Bowen Visualizza il messaggio
                          Voglio adoperare un boiler in pompa di calore ( quindi venduto x fare ACS ) da 190 watt di assorbimento in 2 modi diversi : in estate x raffrescare in sala/cucina/casa mentre fa ACS , ed in inverno , con un bypass , fargli fare RISCALDAMENTO nella mezza stagione ma deviando assorbimento aria ovviamente con l' esterno .
                          Usare un boiler x ACS per fare riscaldamento è certamente possibile ( con un po di inventiva e fai-da-te ).. tuttavia ci sono delle criticità e dei dubbi nell'operazione cosi come l'hai pensata tu.

                          1- non pouoi usare uno di quei boiler in PDC pensati per l'interno... perché usano un gas che non è adatto ad assorbire calore alle T che si trovano esternamente alla casa.
                          Puoi usare solo macchine in R410 o R32... che dovrebbbero tutte avere l'unita esterna tipo ECH"O di Daikin.

                          2- se ti basta davvero 1 kW di potenza nelle mezze stagioni non ha senso pensare di mettere una ibrida.. perche la potenza termica richiesta dall'abitazione con il feddo non giustifica la complessità dell'impianto.

                          F.
                          Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                          Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                          Commenta


                          • #14
                            l'ariston splittato a r134a andrebbe in realtà benissimo è una soluzione a cui avevo pensato anche io per mandare acqua a buone temperature agli scldasalviette
                            Ci sono poi possibilità se vuoi usarlo anche per acqua sanitaria non puoi farla circolare in caloriferi etc l'acqua sarebbe sporca per cui ti serve uno scambiatore a piastre e lato acqua sanitaria un circolatore per acqua sanitaria

                            se invece lo usi solo per riscaldamento il suo contenuto di acqua farà da puffer di acqua tecnica

                            Commenta


                            • #15
                              Io non capisco il patema degli scaldasalviette.
                              Capisco quando è l'unico sistema di riscaldamento nel bagno ma per il resto... piace così tanto l'asciugamano a 40°C ?
                              Io ho lo scaldasalviette in parallelo al radiante e quindi va alle stesse temperature.. quando mando a 30°C (con miscelatrice) l'asciugamano si asciuga uguale e il metallo lo senti comunque tiepidino.. Quello che conta per me è avere i 21-22°C in bagno quando esci dalla doccia e l'asciugamano è a temperatura ambiente perchè è appeso fuori.

                              Commenta


                              • #16
                                Di sicuro è un sistema complicato x avere poco . mi pareva una idea simpatica e furba x evitare un po di metano con un COP decente su riscaldamento ma soprattutto , svuotandolo in estate con un bypass e riempiendolo dopo averlo sciacquato di ACS x avere a gratis un paio di migliaia di btu . è anche un pelo la curiosità di raffrescare ed al tempo stesso di switcharlo in inverno appunto su riscaldamento . effettivamente è poca poca l' energia . non credo arrivi ad 1 kWh . cmq grazie a tutti delle vostre risposte ed impressioni e consigli .

                                Commenta


                                • #17
                                  PDC da 1 kW x le mezze stagioni

                                  Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio
                                  C'è una differenza.. Bowen vuole usare un Ariston Lydos.. il tizio del link che hai messo tu, voleva usare un Ariston Nuos Evo che è una macchina split, decisamente diversa e solo su un unico radiatore.
                                  Secondo me non hai letto tutta la discussione. Che poi sia un Lydos o un Nuos non cambia la sostanza, in quella discussione c’è uno che spiega come ha installato un Nuos (o in generale un boiler pdc) sul riscaldamento (a Bari) con relative prestazioni.

                                  Bisogna avere la pazienza di leggere tutto.
                                  PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Una volta avevo una app della dunf... Con le pressioni e le temperature di tutti i gas refrigeranti . e x assurdo si potrebbe fare ipoteticamente una PDC tutta spostata x il caldo ed una tutta spostata x il freddo , quindi dedicate . solamente che sono gas altamente infiammabili . e quindi non si fa . Ma sul discorso della durata del sistema che non regge un uso continuo il boiler in PDC io non sono convintissimo , perché se tu puoi e puoi tenerlo SOLO SU pompa di calore escludendo resistenze , visto che impiega 9 ore abbondanti a reintegrare tutta l' energia dei suoi 80 litri , mi chiedo davvero in un uso normale di 2,3 persone , come faccia . mi alzo la mattina e mi lavo , qualche piatto da lavare , le mani , la doccia io , la doccia mio figlio , capisco non ci possa essere una PUNTA troppo elevata causa soli 80 litri , ma secondo me non sta mai spento o quasi . non so ed da verificare . qualcuno che abbia un boiler in PDC ?

                                    Commenta

                                    Attendi un attimo...
                                    X