annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Unità esterne multisplit in sottotetto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Unità esterne multisplit in sottotetto?

    Buondì,

    non trovo info in merito: l'unità esterna del split espansione diretta può essere posizionata in un sottotetto? è un luogo abbastanza polveroso, ma molto ampio (10x10 m circa) con colmo a 2,3 metri e poi va a zero su due lati. Non pavimentato con passaggio d'aria garantito dalle fessure tra le tegole.
    Ci sarebbero problematiche particolari?

    Chiedo perchè fuori andrà già l'unità della pdc e vorrei evitare una seconda e terza unità per i 6 split totali che dovrei installare.

  • #2
    tendenzialmente no

    Commenta


    • #3
      non smaltisci il calore

      Commenta


      • #4
        il problema sarebbe il flusso d'aria o la polvere? Nel primo caso si può prevedere un'apertura tra le tegole con relativa canalizzazione (breve, mezzo metro...)?

        Commenta


        • #5
          entrambi sono problemi.
          non sarebbero canalizzabili

          Commenta


          • #6
            l'alternativa è avere tre macchine ingombranti fuori con un importante impatto estetico...generalmente si sceglie questa strada? come fate voi?

            Commenta


            • #7
              non so la dimensione e l'isolamento dell'abitazione, ma la domanda è perchè ti servono 3 macchine? 6 split?

              Commenta


              • #8
                il problema è il flusso dell'aria cioè il calore che anche se le tegole lasciano passare qualcosa in estate già di suo sotto quella struttura ci sarà caldo e il calore che butta fuori il motore alzerà e di troppo la temperatura in soffitta
                anche perchè si parla di un multisplit

                in soffitta si dovrebbe mettere la macchina vicino ad un lucernario separare l'aria di espulsione della macchina indirizzandola verso l'apertura e al contempo deve entrare da alta apertura la stessa quantità di aria
                COnsidera che una macchinadi quel tipo movimenta molta aria ma con una pressione disponibile praticamente nulla
                Sono situazione instalaltive che si possono fare così come le unità nelle vetrine dei negozi ma ci si deve assicurare che il calore possa essere smaltito e i due flussi di aria devono essere separati
                Se lo metti solo davanti a una griglia o apertura gran parte dell'aria espulsa viene riaspirata con effetti nefasti

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da francy.1095 Visualizza il messaggio
                  non so la dimensione e l'isolamento dell'abitazione, ma la domanda è perchè ti servono 3 macchine? 6 split?
                  sono due piani da 80 mq. Nel dettaglio: uno split per ognuna delle camere del piano notte, poi al piano giorno uno in cucina e due in soggiorno (50 mq, pianta ad L). Meno di 6 proprio non riesco, questo è il problema. Al massimo potrei metterne uno in soggiorno, ma sarebbero comunque 5.
                  Mettendo una macchina in corridoio dovrei tenere le porte delle camere aperte ma non penso sia molto efficace come sistema nel senso che avrei freddissimo in corridoio e magari fresco o meno nelle camere...poi se chiudi le porte addio...

                  Per il canalizzato dovrei sfruttare delle griglie mandando nelle camere e aspirando in corridoio, ma non mi convince questa faccenda delle griglie. Se mettessi mandata ed aspirazione in ogni camera mi suonerebbe meglio, ma pare che macchine che fanno questo lavoro sono quelle ad alta prevalenza, ma mi dicono essere molto rumorose.

                  C'è l'opzione split idronici da collegare alla pdc, ma pare che le prestazioni siano inferiori e la deumidificazione inefficace.

                  Come puoi intuire sono un pò in alto mare. Se ci sono suggerimenti diversi ve ne sarei grato

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da triuso Visualizza il messaggio
                    il problema è il flusso dell'aria cioè il calore che anche se le tegole lasciano passare qualcosa in estate già di suo sotto quella struttura ci sarà caldo e il calore che butta fuori il motore alzerà e di troppo la temperatura in soffitta
                    anche perchè si parla di un multisplit

                    in soffitta si dovrebbe mettere la macchina vicino ad un lucernario separare l'aria di espulsione della macchina indirizzandola verso l'apertura e al contempo deve entrare da alta apertura la stessa quantità di aria
                    COnsidera che una macchinadi quel tipo movimenta molta aria ma con una pressione disponibile praticamente nulla
                    Sono situazione instalaltive che si possono fare così come le unità nelle vetrine dei negozi ma ci si deve assicurare che il calore possa essere smaltito e i due flussi di aria devono essere separati
                    Se lo metti solo davanti a una griglia o apertura gran parte dell'aria espulsa viene riaspirata con effetti nefasti
                    Si, in effetti è molto complicato e tecnicamente molto tirata come soluzione...

                    Commenta


                    • #11
                      usa la pompa di calore se ce l'hai e se produce anche acqua fredda..con acqua a 5 o 7 gradi e buoni terminali idronici la resa c'è senza problemi
                      se poi l'aria che esce è un poco meno fredda è solo un bene

                      Commenta


                      • #12
                        Io in una decina d'anni ne avrò montati più di 200 di condizionatori, solo in un caso ne ho messi 2 nel sototetto ma, difronte a delle aperture. e poi erano da 9000 btu. Io sconsiglio se non ci sono aperture di almeno 1/2 mq per ciascuna macchina. Ci si troverebbe d'estate, il sottotetto bollente e d'inverno ghiacciato. Col rischio che vadino in blocco o comunque con resa scarsa.
                        1° FV 6,6 kw/p CE 2010 - 2° FV 3,16 kw/p 2016 - 2 Pannelli solareTermico, accumulo 200 lt. - PDC Carrier aria/h2o da 15 kw- Casa 160 mq CAPPOTTO Termico 10 cm. Prov. VARESE

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da triuso Visualizza il messaggio
                          usa la pompa di calore se ce l'hai e se produce anche acqua fredda..con acqua a 5 o 7 gradi e buoni terminali idronici la resa c'è senza problemi
                          se poi l'aria che esce è un poco meno fredda è solo un bene
                          Il freddo non mi preoccupa, bensì la deumidificazione. Vorrei l'effetto massimo possibile e mi pare di aver capito che l'espansione diretta è superiori in termini di deu. In che rapporto tra i due non saprei. C'è modo di sapere quanto si riesce a deumidificare con l'uno e quanto con l'altro? nelle schede tecniche non leggo alcun dato riguardo la capacità di deu degli split.

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Zumerle Visualizza il messaggio
                            Io in una decina d'anni ne avrò montati più di 200 di condizionatori, solo in un caso ne ho messi 2 nel sototetto ma, difronte a delle aperture. e poi erano da 9000 btu. Io sconsiglio se non ci sono aperture di almeno 1/2 mq per ciascuna macchina. Ci si troverebbe d'estate, il sottotetto bollente e d'inverno ghiacciato. Col rischio che vadino in blocco o comunque con resa scarsa.
                            Avete confermato le mie perplessità, che pur da neofito, mi sorgevano. A questo punto non mi conviene cercarmi guai sicuri, quindi escludo l'installazione in sottotetto. Non posso che ringraziarvi per la vostra esperienza condivisa qui. Devo soltanto capire se riesco ad utilizzare un penta split, almeno riesco a tener fuori due macchine (pdc + penta split) anzichè 3. Immagino sia un problema di distanza singola/totale degli split dalla macchina esterna. Nelle schede tecniche c'è il dato massimo raccomandato, ma quando leggo ad esempio 20 metri massimo per le linee frigorifere, significa 10 di mandata + 10 di ritorno, oppure 20+20?

                            Commenta


                            • #15
                              visto il costo di installazione di due trial, forse varrebbe la pena fare alcune considerazioni.
                              con è coibentata l'abitazione? mi pare di capire che non ci sia isolamento ne sul tetto ne sul sottotetto.
                              in tal caso potrebbe avere senso posare un buon isolamento sul pavimento del sottotetto, in modo da ridurre il fabbisogno di raffreddare d'estate e scaldare d'inverno.
                              così facendo si potrebbe valutare una pdc meno potente e con unità esterna più piccola (caso ti hanno proposto?) e magari gestire l'intero primo piano con un canalizzato per il raffreddamento.
                              per il piano terra personalmente metterei un solo split da 12000btu per tutto il piano. abito al nord e magari sottovaluto il problema caldo (ma qui di certo il clima non è secco), ma un piano terra difficilmente ha grandi fabbisogni di raffreddamento. l'unica problematica potrebbero essere le grandi vetrate a sud se ne hai. ma in tal caso anche da un punto di vista confort (oltre che consumi e spesa iniziale) ti conviene studiare ll'ombreggiamento con tende da sole.

                              Commenta


                              • #16
                                Ci stavo pensando anch'io.
                                Magari una piccola unità esterna, a servizio di un'unica stanza ben coibentata...

                                Una piccola unità esterna, sovente in modulazione. 3900W di resa max. con una potenza elettrica massima impegnata di 1,3kW. Ventilazione attorno ai 2400 metri cubi / h

                                Un sottotetto di 10 x 10 ed altezza 2,4 m fornisce un volume di 80 metri cubi

                                Come si garantisce che ci sia un ricambio di 30 volumi / ora magari nel caldo estivo, magari senza vento, con calma piatta ?
                                Stando un poco attenti a non esagerare con la richiesta e magari stando attenti agli orari, secomdo me ce la si potrebe fare...

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da francy.1095 Visualizza il messaggio
                                  visto il costo di installazione di due trial, forse varrebbe la pena fare alcune considerazioni.
                                  con è coibentata l'abitazione? mi pare di capire che non ci sia isolamento ne sul tetto ne sul sottotetto.
                                  in tal caso potrebbe avere senso posare un buon isolamento sul pavimento del sottotetto, in modo da ridurre il fabbisogno di raffreddare d'estate e scaldare d'inverno.
                                  così facendo si potrebbe valutare una pdc meno potente e con unità esterna più piccola (caso ti hanno proposto?) e magari gestire l'intero primo piano con un canalizzato per il raffreddamento.
                                  per il piano terra personalmente metterei un solo split da 12000btu per tutto il piano. abito al nord e magari sottovaluto il problema caldo (ma qui di certo il clima non è secco), ma un piano terra difficilmente ha grandi fabbisogni di raffreddamento. l'unica problematica potrebbero essere le grandi vetrate a sud se ne hai. ma in tal caso anche da un punto di vista confort (oltre che consumi e spesa iniziale) ti conviene studiare ll'ombreggiamento con tende da sole.
                                  La casa è in procinto di essere dotata di cappotto che abbassi la trasmittanza a 0,3 W/mq/k o meno. Le dispersioni totali le calcolerà il termotecnico, ma secondo i miei calcoli dovrei essere 5,3 kw. Dunque prevedo pdc da 8 kw.
                                  Penso sia una buona idea il canalizzato al piano notte e due (non uno) split al primo piano. Così avrei all'esterno una macchina trial e la macchina pdc. Non mi viene in mente nulla di meglio, almeno due macchine esterne le devo tollerare...

                                  Commenta


                                  • #18
                                    anche ifan coil deumidificano basta che abbiano un flusso di acqua corretto come da specifiche cosa non banale perchè ci vuole il giusto circolatore
                                    i fan coil hanno perdite di carico elevate e richiedono al contempo un buon flusso di acqua non sempre queste cose sono assicurate da quì lìidea che deumidifichino poco

                                    in uno split il gas evapora a circa 5 gradi..se in una batteria idronica mandi acqua a 5 gradi sei nelle medesime condizioni

                                    Diciamo che di fan coil fatti bene non ne ho mai visto uno..tipicamente mettono la batteria di traverso verso il flusso di aria..e l'aria attraversa la batteria facendo solo alcuni centimetri di strada..se li facessero con la batteria alta tipo 20 cm e l'aria entra sotto ed esce di sopra attraversando la batteria per 20 cm si avrebbe un effetto deumidificante maggiore e in inverno una aria in uscita più alta

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da Sanjariti Visualizza il messaggio

                                      La casa è in procinto di essere dotata di cappotto che abbassi la trasmittanza a 0,3 W/mq/k o meno. Le dispersioni totali le calcolerà il termotecnico, ma secondo i miei calcoli dovrei essere 5,3 kw. Dunque prevedo pdc da 8 kw.
                                      Penso sia una buona idea il canalizzato al piano notte e due (non uno) split al primo piano. Così avrei all'esterno una macchina trial e la macchina pdc. Non mi viene in mente nulla di meglio, almeno due macchine esterne le devo tollerare...
                                      per me questa è la soluzione tecnicamente migliore/di più facile gestione.
                                      eviterei soluzioni nel sottotetto che porterebbero a rendimenti molto bassi e eventuali blocchi della macchina in caso di situazioni estreme

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Io andrei di idronico... E comunque se non vivi in Egitto tutti quei split non ti servono...
                                        io in 160 mq quando è veramente caldo lascio 2 12.000 in deumidificazione h 24 e ho 24 gradi alprimo piano e 22 al piano terra .

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da iolo79 Visualizza il messaggio
                                          Io andrei di idronico... E comunque se non vivi in Egitto tutti quei split non ti servono...
                                          io in 160 mq quando è veramente caldo lascio 2 12.000 in deumidificazione h 24 e ho 24 gradi alprimo piano e 22 al piano terra .
                                          Ma i due split li gestisci con le porte aperte? li metti in ambienti centrali e con porte aperte ti deumidificano più locali? e di notte quando si tendono a chiudere le porte delle camere come fai?

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Io ho sempre tutto aperto... Zona notte l'ho nel corridoio e se acceso tutto il giorno dormo benissimo anche avendolo a 7 mt da me

                                            Commenta

                                            Sto operando...
                                            X
                                            TOP100-SOLAR