PDC Panasonic Aquarea - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

PDC Panasonic Aquarea

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Aggiornamento sulla mia PDC rumorosa.

    Dopo un anno esatto dalla prima accensione è uscito cat con installatore allelujia.

    Ha svuotato circuito gas e ha sparato proiettili alca per pulire il circuito. Poi hanno rimisurato linea gas e hanno constatato che il gas era poco. Nell'installazione non era stato aggiunto gas perché ritenevano che la linea fosse da 11 metri mentre in realtà (CVD) erano 15.

    Morale, hanno ricaricato con quantitativo di gas corretto che male non fa, anzi...

    Rumoristà uguale a prima. CAT ha detto che Panasonic gli ha detto che è normale, gli ho fatto vedere video di Fedonis che gentilmente mi ha inviato che non fa il minimo rumore ma ha cominciato a blablare che probabilmente vi erano dei tubi schiacciati nel massetto (e allora come sono passati i proiettili alca con facilità e senza sporcarsi?) e che morale era così e basta. Anche volendo le sue cause non sono contestabili, dovrei demolire il massetto per fargli vedere che ha torto e anche così non basterebbe. Non ha ipotizzato neanche per striscio che potesse essere un problema alla PDC.

    Come ciliegina sulla torta giusto per capire il livello il CAT ha detto: "ma io la pdc non l'ho impostata così."

    Lui l'aveva impostata con mandata fissa a 35/40 gradi e termostati. Come una stufa a pellet insomma. Io l'ho impostata in climatica pura a 23/27 e bypassando termostati.

    Mi ha detto che così la pompa consuma di più, che circolatore era sempre acceso, che lui ha impostato 300 pdc così e che vanno benissimo ecc...

    Inoltre gli ho dovuto spiegare 3 volte come funzionasse la climatica pura, non riusciva a capire come potesse esserci regolazione corretta della Ti interna senza termostati. Continuava a dire: "ma se i termostati non chiuduno le testine la casa continua a scaldarsi e la pdc consuma di più". E, "non ho mai visto nessuna PDC impostata in questo modo".

    Niente, alla fine è andato via guardandomi come un idiota che smanettava su cose che non conosceva neanche.

    Questo il livello. La PDC me la terrò così sperando che sia solo un problema di rumorosità. AMEN.
    Ultima modifica di sand1975; 19-09-2023, 11:13.

    Commenta


    • Stamattina il tipo del ftv DOVREBBE aver sistemato (facciamo gli scongiuri):

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   WhatsApp Image 2023-09-19 at 13.51.06.jpeg 
Visite: 391 
Dimensione: 296.8 KB 
ID: 2250964

      Poteva metterci un tappo... va beh sistemerò. Adesso pare che non ci siano problemi, ho provato sia la pdc sia altri carichi (lavastoviglie, climatizzatore ecc), sembra tutto OK, speriamo bene.
      fedonis ok immaginavo fosse il funzionamento del forza ACS, proverò a rifarlo per vedere se mi da ancora F12 attivazione pressostato, a te lo ha mai dato? Da cosa può dipendere? Il cat mi ha detto che non gli è mai capitato finora...
      Mi fa un po' strano il discorso di mettersi a fare acs in caso di ripristino della corrente nonostante non sia sotto il delta T, ma se è così amen. Ho notato che stanotte l'ha fatto di nuovo, da 45 ha riportato a 47, e ci aveva provato anche stamattina dopo che l'elettricista ha riattivato la corrente, dal tastierino ho visto che era partito per fare acs ma poi non l'ha fatto, essendo la T già a 47.
      Adesso devo provare il discorso smart grid e soprattutto cercare di integrare tutti i sensori in HA, finora me ne fa vedere solo alcuni, i principali, mentre ad es. le info installatore (velocità compressore, portata acqua ecc...) no.
      File allegati

      Commenta


      • Non ho mai avuto alcun errore a parte quello random del tastierino non collegato. Ma e' normale, il mio non e' collegato. Per essere sicuro che tutto sia in ordine, prima finisci di collegare tutto e portare a termine il lavoro, poi man mano che fara' il "rodaggio", vedrai che si sistemera' tutto. Cosi e' difficile mettere tutto in bolla.
        [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

        Commenta


        • Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
          Stamattina il tipo del ftv DOVREBBE aver sistemato (facciamo gli scongiuri):

          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   WhatsApp Image 2023-09-19 at 13.51.06.jpeg 
Visite: 391 
Dimensione: 296.8 KB 
ID: 2250964

          Poteva metterci un tappo... va beh sistemerò. Adesso pare che non ci siano problemi, ho provato sia la pdc sia altri carichi (lavastoviglie, climatizzatore ecc), sembra tutto OK, speriamo bene.
          Bene dai, ti ha pure messo un tipo A, sarebbe stato meglio un tipo F (che costa pure meno), ma non ci lamentiamo dai

          Unico problema è che ora il tuo impianto non ha un DG, basterebbe un MT o sezionatore qualsiasi.

          I tappi apposta li vendono anche nei brico anche se hanno solitamente quelli brutti grigi, che stonano, ma sono un po’ troppo perfezionista forse ahah

          Fatti rilasciare DICO a fine dei lavori!!

          Commenta


          • Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
            Alla quarta volta il display mostra errore f12 (attivazione pressostato)
            è consistente con la definizione di soglia dell'errore (viene considerato vero allarme solo se si ripete 4 volte in una finestra temporale di 20 minuti). Se capita occasionalmente non ne vieni neanche a conoscenza. Le cause possono essere numerose, in linea generale capita quando la macchina genera energia che non può essere scaricata a valle. Nello specifico credo che tu stesso l'abbia provocato insistendo sulla ripartenza ACS. Quando capita non si può più usare la PDC se non lo si resetta (il che implica reinizializzazione...)
            ...

            Commenta


            • Comunque una cosa proprio non riesco a capire: mi sembra che in caso di programmazione settimanale impostata si metta a fare ACS nell'orario indicato, e non appena la T accumulo scende anche solo di un grado mentre si è ancora nella fascia oraria di ON ACS, la pdc reintegra la T nel bollitore, senza considerare il delta impostato nei parametri. Probabilmente è per questo motivo che mi partiva il reintegro sempre, anche di notte. Non sapendo bene il funzionamento (per la verità nel manuale utente non è che ci sia scritto chissà quanto in dettaglio la logica di funzionamento), poichè vorrei sfruttare il ftv per far fare ACS, avevo creato una programmazione settimanale impostando per tutti i giorni solo una riga, con ON ACS alle 11, immaginando che significasse "OK alle 11 forza un reintegro ACS poi però basta, nel resto del giorno fallo non appena scende di un delta T impostato", -8° nel mio caso. Ma in quel modo la pdc di fatto teneva attiva la modalità ACS per tutto il giorno, ripristinando sempre la T bollitore non appena scendeva di un grado sotto il setpoint. Come controprova infatti ho disattivato la programmazione settimanale e a quel punto il reintegro ACS parte solo a 37° (ho delta T -8).
              A questo punto ieri sera ho aggiunto un OFF alle 12, ma così facendo immagino che la pdc non reintegrerà più nel resto della giornata, neanche quando la T scenderà a 37°. Devo per forza aggiungere un'altra fascia oraria di ON ACS, ad esempio prima di sera, per evitare di trovarmi poi la sera senza acqua calda? Non credo che la pdc si accenda da sola per fare ACS se si scende del delta T impostato, probabilmente non sarebbe neanche corretto...
              Vi torna come comportamento? In alternativa, non so se si può fare, dovrei programmare un forza ACS tutte le mattine alle 11, ma non credo sia possibile, giusto?

              Commenta


              • Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
                Comunque una cosa proprio non riesco a capire: mi sembra che in caso di programmazione settimanale impostata si metta a fare ACS nell'orario indicato, e non appena la T accumulo scende anche solo di un grado mentre si è ancora nella fascia oraria di ON ACS, la pdc reintegra la T nel bollitore, senza considerare il delta impostato nei parametri. [...]
                Sembra simile al problema che in diversi hanno con la serie J: in alcune condizioni (macchina che riparte, programmazione ...) la macchina ignora le impostazioni di reintegro ACS e fa partire il reintegro quando pare a lei.
                Ne parlo qui:
                https://www.energeticambiente.it/forum/sezione-ecologia-e-ambiente/impianti-di-riscaldamento-e-raffrescamento/pompe-di-calore-e-condizionatori/pompe-di-calore-aerotermiche/51963-pdc-panasonic-aquarea?p=2180299#post2180299
                E se ne parla anche qui:
                https://www.energeticambiente.it/for...18#post2221718
                (E anche su alcune discussioni su facebook).

                Ammesso che il problema sia lo stesso, allora non sembra ci sia soluzione.

                Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
                In alternativa, non so se si può fare, dovrei programmare un forza ACS tutte le mattine alle 11, ma non credo sia possibile, giusto?
                Non ti seguo, non è esattamente quello che hai descritto all'inizio del tuo post? Puoi forzare ACS tutte le mattine alle 11 (nel senso che la attivi a quell'ora, e se la temperatura è più bassa lui reintegra).
                Eventualmente puoi giocartela con temperature diverse di setpoint. All'ora che vuoi integrare (perchè sai di avere generamente fotovoltaico) attivi ACS a una temperatura un po' più alta, e magari la imposti più bassa nel restante della giornata (in modo che se proprio va molto giu per un uso diverso dal solito dell'acqua calda, non rimani con l'acqua fredda ma lui comunque te la riporta a temperature accettabili).
                Casa con cappotto in stiferite, PDC Panasonic Aquarea 9kW monoblocco su radiatori in alluminio, FV 6kW + batteria 10kWh. I consumi del primo anno di utilizzo.

                Commenta


                • Originariamente inviato da gotheric Visualizza il messaggio

                  Non ti seguo, non è esattamente quello che hai descritto all'inizio del tuo post? Puoi forzare ACS tutte le mattine alle 11 (nel senso che la attivi a quell'ora, e se la temperatura è più bassa lui reintegra).
                  Eventualmente puoi giocartela con temperature diverse di setpoint. All'ora che vuoi integrare (perchè sai di avere generamente fotovoltaico) attivi ACS a una temperatura un po' più alta, e magari la imposti più bassa nel restante della giornata (in modo che se proprio va molto giu per un uso diverso dal solito dell'acqua calda, non rimani con l'acqua fredda ma lui comunque te la riporta a temperature accettabili).
                  Il problema è che nel momento che attivo la programmazione settimanale avrò poi sempre quel comportamento, cioè che riparte a fare ACS appena scende di un grado sotto il setpoint, anche in eventuali altre fasce di ON ACS che imposto, ad es. prima di sera per evitare di non avere acqua calda. Potrebbe essere inefficiente soprattutto di inverno quando farò fare anche riscaldamento, se ogni tot poi si deve fermare per fare ACS, per poi tornare a riscaldare.

                  Se come sembra si tratta di un comportamento strano riscontrato anche da altri, mi sa che un modo intelligente potrebbe essere come hai suggerito, anche soltanto con un setpoint più basso nel pomeriggio senza impostare un setpoint più alto di giorno, visto che non è garantito che durante il giorno il ftv stia producendo (infatti adesso piove ). Altrimenti potrei provare a vedere se riesco a fare qualcosa con HA, togliendo la programmazione settimanale dalla pdc e forzando ACS di mattina, magari a una T più alta se c'è energia disponibile. Ho già integrato la pdc avendo il modulo cloud ma vedo che non ho molti sensori/dati a disposizione (e non mi va di spendere per heishamon), però magari qualche servizio esposto c'è già, ci giocherò un po'.

                  Nel frattempo alle 11 la pdc è partita a fare ACS, partendo da 38° del bollitore alle 12 è ancora a 45, avevo impostato una finestra di ACS di un'ora, mi sa che devo farla almeno fine alle 13... la T di mandata partiva da 26°, sto notando che sale gradualmente sin dall'inizio a frequenza compressore bassa, mi sarei aspettato che almeno all'inizio spingesse un po' di più, almeno fino ad arrivare alla stessa T di partenza del bollitore, per poi aumentare gradualmente la mandata fino a raggiungere il setpoint. Proverò a mettere la modalità di reintegro standard in modo da farglielo fare il più velocemente possibile, soprattutto d'inverno, tanto non credo che a conti fatti possa consumare molto di più rispetto alla modalità variabile.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
                    Il problema è che nel momento che attivo la programmazione settimanale avrò poi sempre quel comportamento, cioè che riparte a fare ACS appena scende di un grado sotto il setpoint, anche in eventuali altre fasce di ON ACS che imposto, ad es. prima di sera per evitare di non avere acqua calda. Potrebbe essere inefficiente soprattutto di inverno quando farò fare anche riscaldamento, se ogni tot poi si deve fermare per fare ACS, per poi tornare a riscaldare.

                    Se come sembra si tratta di un comportamento strano riscontrato anche da altri, mi sa che un modo intelligente potrebbe essere come hai suggerito, anche soltanto con un setpoint più basso nel pomeriggio senza impostare un setpoint più alto di giorno, visto che non è garantito che durante il giorno il ftv stia producendo (infatti adesso piove ). Altrimenti potrei provare a vedere se riesco a fare qualcosa con HA, togliendo la programmazione settimanale dalla pdc e forzando ACS di mattina, magari a una T più alta se c'è energia disponibile. Ho già integrato la pdc avendo il modulo cloud ma vedo che non ho molti sensori/dati a disposizione (e non mi va di spendere per heishamon), però magari qualche servizio esposto c'è già, ci giocherò un po'.
                    Ottimizzare l'uso del ftv solo usando la programmazione ovviamente ha molti limiti e non sarà mai ottimale (perchè non può sapere se fuori piove), ma può essere un buon compromesso per quanto riguarda la semplicità di gestione.
                    Se riesci tramite HA è sicuramente molto meglio, sempre se hai a disposizione la produzione del FTV.

                    In alternativa puoi usare gli ingressi SmartGrid (Se hai il PCB opzionale e l'inverter del ftv ti mette a disposizione le uscite relative, o le simuli con altri apparecchi).

                    Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
                    Nel frattempo alle 11 la pdc è partita a fare ACS, partendo da 38° del bollitore alle 12 è ancora a 45, avevo impostato una finestra di ACS di un'ora, mi sa che devo farla almeno fine alle 13... la T di mandata partiva da 26°, sto notando che sale gradualmente sin dall'inizio a frequenza compressore bassa, mi sarei aspettato che almeno all'inizio spingesse un po' di più, almeno fino ad arrivare alla stessa T di partenza del bollitore, per poi aumentare gradualmente la mandata fino a raggiungere il setpoint. Proverò a mettere la modalità di reintegro standard in modo da farglielo fare il più velocemente possibile, soprattutto d'inverno, tanto non credo che a conti fatti possa consumare molto di più rispetto alla modalità variabile.
                    Dipende da come hai impostato la voce "Capacità DHW": se è in modalità "Variabile" (mi pare sia il default) allora lei impiegherà più tempo a ripristinare la temperatura cercando di ottimizzare i consumi (tiene il compressore al minimo che serve per far alzare la temperatura, aumentandolo piano piano). Se invece sei in modalità "Standard" la PDC tira su il compressore subito per fare prima.
                    Casa con cappotto in stiferite, PDC Panasonic Aquarea 9kW monoblocco su radiatori in alluminio, FV 6kW + batteria 10kWh. I consumi del primo anno di utilizzo.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
                      per la verità nel manuale utente non è che ci sia scritto chissà quanto in dettaglio la logica di funzionamento?
                      pur non citando l'interazione con la programmazione settimanale, la logica di funzionamento ACS è descritta in modo dettagliato nel manuale di servizio (capitolo "Operation and Control"). Però secondo me è descritta davvero male... Avessero utilizzato un diagramma di flusso sarebbe stato molto più chiaro.
                      ...

                      Commenta


                      • faccio seguito al post del 16 Settembre poiché ho capito cosa causava il malfunzionamento della valvola a tre vie. Banalmente avevo lasciato aperte entrambe le valvole a sfera collocate prima e dopo il gruppo di caricamento. E' ben vero che mantiene la pressione al valore impostato sul pressostato, ma con i transienti di pressione dovuti al circolatore interno (e credo anche con le variazioni di temperatura) a volte si sentiva in dovere di intervenire con sprazzi di ricarica. Ne risulta una piccola differenza di pressione fra il circuito ACS e il resto, che si manifesta occasionalmente al momento della ripartenza e che basta per pregiudicare il funzionamento della valvola motorizzata.
                        ...

                        Commenta


                        • l'altro problema che avevo riscontrato (e che sovrapponendosi a quanto sopra rendeva difficile venirne a capo) era legato al pozzetto che accoglie il termistore sul serbatoio. Io avevo acquistato il kit CZ-TK1 che Panasonic vende "per serbatoi esterni". In realtà è adatto solo per i serbatoi con punti di inserimento laterale della sonda. Con HybridCube serve un pozzetto di 50cm da inserire sul lato superiore. Me ne sono procurato uno cinese in acciaio, con filettatura da 1/2" che non si adatta al 1/2" di Daikin... e oggi lo ho installato. Aspetto un po' di sole per ricaricare l'accumulo, abbastanza confidente che tutto funzionerà....
                          ...

                          Commenta


                          • Buongiorno.

                            (toccando ferro): qualcuno sa quanto sia il costo per l'eventuale sostituzione della scheda o danni simili provocati da guasto elettrico (fulmine, tensione sballata, black out) ecc?

                            Perchè sto valutando diversi preventivi per la polizza casa e ad esempio quella che mi interessa prevede un massimale di 1500 euro/anno e mi chiedevo se tale cifra potesse bastare o devo optare per copertura maggiore.

                            Grazie.

                            PS: Se serve saperlo ho una aquarea J 7kw splittata.

                            Commenta


                            • Io ho cambiato la scheda su una macchina Etherea (aria aria) per via di un fulmine caduto accanto a casa. Il costo della sola scheda e' stato di 782 euro. Immagino che quella di Aquarea costi un po di piu', ma non credo vada oltre il migliaio di euro. Tuttavia non ho riscontri di schede sostiuite, neanche per quel motivo (ne abbiamo parlato a suo tempo con mio amico del CAT che e' interenuto sullo split). Hanno valide protezioni. In ogni caso andrei su massimale superiore, perche' non avrai solo la pdc che potrebbe dare qualche problema. Io personalmente ho 20.000 euro per quel problema (casa tutta elettrica).
                              [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                Io ho cambiato la scheda su una macchina Etherea (aria aria) per via di un fulmine caduto accanto a casa. Il costo della sola scheda e' stato di 782 euro. Immagino che quella di Aquarea costi un po di piu', ma non credo vada oltre il migliaio di euro. Tuttavia non ho riscontri di schede sostiuite, neanche per quel motivo (ne abbiamo parlato a suo tempo con mio amico del CAT che e' interenuto sullo split). Hanno valide protezioni. In ogni caso andrei su massimale superiore, perche' non avrai solo la pdc che potrebbe dare qualche problema. Io personalmente ho 20.000 euro per quel problema (casa tutta elettrica).
                                Io ho resuscitato la scheda dell'unità esterna del Daikin 2009 sulla quale ci si erano suicidate varie decine di formiche, un geco tra fase e terra, e un altro geco ormai mummificato da chissà quanti anni su un'altra parte della scheda.... E' ripartita come un treno!
                                FV1: 7,38kW (18 x Q.Cell 410w) - SudOvest -- FV2: 3,28kW (8 x Q.Cell 410w) - NordEst -- Inverter Solardedge SE6000HD 6kW -- Accumulo 2x LG ResuPrime 9,6kW
                                PDC Panasonic 9kW + Cappotto termico + coibentazione tetto + radiante fresato

                                Commenta


                                • Originariamente inviato da fpk Visualizza il messaggio

                                  Io ho resuscitato la scheda dell'unità esterna del Daikin 2009 sulla quale ci si erano suicidate varie decine di formiche, un geco tra fase e terra, e un altro geco ormai mummificato da chissà quanti anni su un'altra parte della scheda.... E' ripartita come un treno!
                                  Ah immagino, una cosa del genere era capitata con il cancello elettrico, dove avevano fatto il nido una miriade di insetti mandando in corto il tutto. Anche li' tutto ripulito e sistemato. Quella del clima invece, (purtroppo), aveva proprio varicomponenti sfiammati e puzzava di bruciato. Ma abito in campagna, il fulmine e' caduto proprio nelle vicinanze della casa. Anzi andata pure bene..
                                  [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                  Commenta


                                  • Salve, ho una split serie J 9 kw e noto che quando parte il ciclo antilegionella, impostato a 65°C, la PDC si stacca a 53°C di ACS e poi passa a resistenza interna è normale? Invece in modalità ACS con setpoint a 47°, modalità variabile, alle volte parte a 58 Hz, a volte rimane costante a 35 Hz. in un caso produce con un delta di 2-3°C da ingresso uscita, nell'altro 5-6°C. Ma la cosa che mi fa strano è che l'unità esterna quando deve spingere sembra che voglia aumentare i giri ventola/compressore, e poi riduce velocità come se, paragonando ad un auto "cambiasse marcia", quindi c'è pallonamento su e giù con la frequenza che sale e scende di 2-3 Hz, che poi si abbassa piano piano. altra cosa la temperatura di scarico arriva fino a 104°C allego sreenshot del portale service panasonic. Mi sapete dire se è normale?

                                    Commenta


                                    • Originariamente inviato da kaladiluna Visualizza il messaggio
                                      l'altro problema che avevo riscontrato (e che sovrapponendosi a quanto sopra rendeva difficile venirne a capo) era legato al pozzetto che accoglie il termistore sul serbatoio. Io avevo acquistato il kit CZ-TK1 che Panasonic vende "per serbatoi esterni". In realtà è adatto solo per i serbatoi con punti di inserimento laterale della sonda. Con HybridCube serve un pozzetto di 50cm da inserire sul lato superiore. Me ne sono procurato uno cinese in acciaio, con filettatura da 1/2" che non si adatta al 1/2" di Daikin... e oggi lo ho installato. Aspetto un po' di sole per ricaricare l'accumulo, abbastanza confidente che tutto funzionerà....
                                      Devi inserire direttamente il termistore nel foro predisposto sul serbatoio e fermare il filo quando hai raggiunto l'altezza desiderata. Non sul foro centrale li deve essere avvitato un eventuale riscaldatore.Guarda il manuale, è indicato il foro giusto, e un pozzetto a tutta altezza.

                                      Commenta


                                      • si, basterebbe calarlo e legarlo: solo non mi piaceva l'idea di questo cilindretto da 8mm a penzoloni in aria dentro un tubo da 21mm. Poi ho anche letto di un caso in cui, non so come, il tubo si era forato e riempito d'acqua...Oggi, finalmente senza problemi ho scaldato 500 litri a 41°C con COP 8. Mi resta solo questo errore balordo, H67 senza neanche avere la scheda opzionale. Accedendo via rete vedrei un log più completo? Da display vedo solo pochi eventi senza neanche le marche temporali...
                                        ...

                                        Commenta


                                        • Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
                                          Se come sembra si tratta di un comportamento strano riscontrato anche da altri, mi sa che un modo intelligente potrebbe essere come hai suggerito, anche soltanto con un setpoint più basso nel pomeriggio senza impostare un setpoint più alto di giorno, visto che non è garantito che durante il giorno il ftv stia producendo (infatti adesso piove ). Altrimenti potrei provare a vedere se riesco a fare qualcosa con HA, togliendo la programmazione settimanale dalla pdc e forzando ACS di mattina, magari a una T più alta se c'è energia disponibile. Ho già integrato la pdc avendo il modulo cloud ma vedo che non ho molti sensori/dati a disposizione (e non mi va di spendere per heishamon), però magari qualche servizio esposto c'è già, ci giocherò un po'.
                                          Io con FTV e SSP la imposto a 51° alle 8.30 e poi a scendere fino a 44° in tarda serata. In inverno cambio gli orari ma il principio resta lo stesso. Certo dipende anche dalle abitudini della famiglia, io mi ci trovo bene. Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Immagine 2023-09-23 185841.jpg 
Visite: 336 
Dimensione: 44.4 KB 
ID: 2251525 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Immagine 2023-09-23 185554.jpg 
Visite: 316 
Dimensione: 32.6 KB 
ID: 2251526
                                          PT 90 mq No Gas
                                          Zona E-T di Prog.-5 EPH,tot 30,256
                                          Aquarea Split 5 Kw J

                                          Commenta


                                          • Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2da35cfa-6c7f-42d4-9c73-32f948d70e85.jpeg 
Visite: 298 
Dimensione: 122.8 KB 
ID: 2251607 Ieri ho provato a fare acs usando la modalità standard, per vedere quanto finisce prima e se consuma di più rispetto alla variabile. Ho notato che ha impiegato un’ora e qualcosa soprattutto perché tre volte si è spenta. Si tratta di off “fisiologici”? O non è normale che durante acs li faccia?
                                            Allego uno screen delle varie misure durante acs, che ne pensate? Ripeto che ho una 5kw split j con accumulo di 160 L in armadio esterno.

                                            ps: sono tornato poi in variabile e stamattina ci ha messo circa un paio d’ore, anche in questo caso fermandosi alcune volte…
                                            File allegati

                                            Commenta


                                            • Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
                                              Ciao a tutti, ieri finalmente era giunto il momento dell'attivazione della mia 5KW serie J split (dopo che il CAT era già passato una volta, salvo verificare che mancavano ancora delle cose idrauliche da montare, ma lasciamo perdere...). Terminati i collegamenti ed accesa la macchina, dopo pochi minuti dall'accensione mi è scattato il generale di casa non quello in appartamento, ma quello presente nel locale contatori, dove arrivano le linee di casa e del fotovoltaico, appena prima del contatore dell'enel.
                                              Il CAT ha provato diverse cose (ricontrollati i collegamenti, provato a collegare "al volo" ad un'altra presa di corrente, ecc...) ma nulla, dopo pochi minuti scatta il salvavita generale sotto al locale contatori, appena prima di quello dell'ENEL. Insisto su questa cosa perchè la ditta che mi sta facendo i lavori dice che secondo loro devo aumentare la potenza del contatore di casa a 6KW (io ho ancora il classico 3 che in ogni caso prevedo di aumentare, ma a 4,5 non a 6), ma sinceramente a me sta cosa mi sembra troppo strana... gli ho anche spiegato che (correggetemi se sbaglio) quando sono state fatte le prove il FTV produceva 2KW, che aggiunte ai 4 dalla rete (3 + la tolleranza del 30% per 3h consecutive) fa proprio i fantomatici 6KW che l'impresa richiederebbe. Ma in ogni caso, anche fosse, non sarebbe dovuto scattare il contatore dell'ENEL e non quello generale vicino?
                                              Io penso che sia più un problema di tensioni piuttosto che di potenza assorbita, però non mi spiego come mai non mi scatta il salvavita dell'appartamento della linea dove c'è la PDC! Allego una foto:

                                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   salvavita appartamento.jpeg 
Visite: 609 
Dimensione: 367.0 KB 
ID: 2250002

                                              La PDC è sotto la linea C20, perchè non scatta quella???

                                              Questo invece il quadro dove è collegata la PDC assieme a un climatizzatore, probabilmente non scatta direttamente questo perchè è solo un semplice sezionatore:

                                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   quadro PDC.jpeg 
Visite: 570 
Dimensione: 330.7 KB 
ID: 2250003

                                              Probabilmente va messo un differenziale al posto del primo sezionatore per far sì che scatti solo quello anzichè il generale di casa, giusto? Ma c'è forse un tipo/classe particolare che dovrei montare? Mandatemi un link o una foto se potete, grazie!

                                              Invece per quanto riguarda il problema, per il quale il CAT dovrebbe farmi sapere quando tornare assieme ad una sua conoscenza di Panasonic, a qualcuno di voi per caso è già capitato? Se sì, nel vostro caso di cosa si trattava? Così da fare qualche controllo nella speranza che possa essere lo stesso problema.

                                              Grazie
                                              Ci ho sbattuto il viso per 1 anno con questo problema e qualcuno ti ha già spiegato benissimo qual è il problema più probabile:

                                              Somma di dispersioni che fanno percepire al differenziale come la presenza di un guasto che in realta non c è.

                                              Da quello che descrivi hai una situazione simile alla mia: un paio di climatizzatori poi pdc poi avrai lavatrice e asciugatrice e poi hai il ftv.
                                              siamo già a 6 macchine con inverter su un impianto elettrico "raffazzonato abborracciato" insomma ampliato un po alla volta al meglio possibile.

                                              Mi saltava il differenziale generale come a te e a volte dovevo tirar giu il magnetotermico della linea 16A a volte quello dei clima e via evia.

                                              Dopo aver provato di tutto, ho momentaneamente risolto montando come differenziale generale un modello ad alta immunità o superimmunizzato, lo fanno tutti i produttori ma non tutti lo chiamano cosi.

                                              In ogni caso non è la soluzione definitiva e ho in progetto di rifare quadro elettrico e correggere alcuni difetti che portano a questo caos ma almeno ora il differenziale generale salta 1-2 volte l anno e non 1-2 vokte l ora.

                                              Commenta


                                              • Ciao Kkkamakkk, sí poi rimuovendo il salvavita generale (in qualche post precedente avevo messo foto del salvavita che scattava) ho risolto, quantomeno adesso non scatta più. Sarà capitato una volta, mi pare ieri mattina, uno di quelli in appartamento, ma è anche vero che ultimamente ci sono diversi cali di tensione, ogni tanto parte un allarme intorno casa, e diversi vicini lamentano questo problema (scatta il salvavita in casa anche non avendo impianti o macchine particolari)

                                                Commenta


                                                • Qualche anima pia che riesce ad aiutarmi per esporre su HA i dati presenti in aquarea service (il sito installatori per intenderci)? Ho visto che c'è una integrazione aquarea2mqtt che legge da lì ed espone tutti i sensori tramite MQTT, ma non mi funziona forse sto sbagliando ad installarla, in effetti non la vedo nell'elenco delle componenti e non me la fa nemmeno aggiungere manualmente. L'unico modo che ho trovato è da SSH con una GIT, mi ha copiato i files su HA ma non riesco a capire se me la sta eseguendo o meno. Mi pare che qualcuno lo abbia già fatto in passato, funziona ancora?

                                                  Commenta


                                                  • Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
                                                    Qualche anima pia che riesce ad aiutarmi per esporre su HA i dati presenti in aquarea service (il sito installatori per intenderci)? Ho visto che c'è una integrazione aquarea2mqtt che legge da lì ed espone tutti i sensori tramite MQTT, ma non mi funziona forse sto sbagliando ad installarla, in effetti non la vedo nell'elenco delle componenti e non me la fa nemmeno aggiungere manualmente. L'unico modo che ho trovato è da SSH con una GIT, mi ha copiato i files su HA ma non riesco a capire se me la sta eseguendo o meno. Mi pare che qualcuno lo abbia già fatto in passato, funziona ancora?
                                                    Io ho usato aquarea2mqtt in passato (ma non la uso più da parecchio), ma non la usavo per HA. Mi serviva solo il suo uso base, ovvero mettere a disposizione alcuni dati del service cloud su mqtt. Tra l'altro era una soluzione interessante ma non particolarmente stabile (ogni tanto smetteva di funzionare, e in un paio di occasioni mi hanno bloccato l'account service cloud - ho ipotizzato perchè avessero notato un uso "non consono" anche se era solo un'ipotesi). A mio avviso non è soluzione adatta sul lungo termine, e per altro non mi pare molto aggiornata (lo sviluppatore non la tocca da 3 anni).
                                                    In ogni caso se proprio la vuoi usare, io farei le cose per gradi: PRIMA falla funzionare per quello che è concepita (ovvero pubblicare i dati su MQTT, senza HA). Poi, una volta che l'integrazione MQTT funziona, puoi provare a esportare i dati su HA basandosi sull'esempio presente su github. Ma se non riesci a farla andare su MQTT, inutile perdere tempo su HA (ovviamente non potrebbe funzionare).
                                                    Casa con cappotto in stiferite, PDC Panasonic Aquarea 9kW monoblocco su radiatori in alluminio, FV 6kW + batteria 10kWh. I consumi del primo anno di utilizzo.

                                                    Commenta


                                                    • Appena finito il carico ACS odierno, tornando alla modalità variabile, complice una bella giornata di sole ha reintegrato da 36 gradi fino a 46 (fermandosi quindi arrivata a 47 gradi) in un'ora e mezza:

                                                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   grafico.jpg 
Visite: 344 
Dimensione: 92.0 KB 
ID: 2251863

                                                      Che sia troppo o il "giusto" non lo so, monitorandola sembra essere andata liscia salendo di T pian piano, tenendo un delta di più o meno 3 gradi. Nella giornata di ieri mi PARE che un OFF lo avesse fatto, anche se dai grafici non risultava, boh... era una giornata più fredda, immagino influenzi almeno il consumo. Oggi è stata in media su 1KW di assorbimento.
                                                      Quello che forse potrebbe falsare è il sensore di T esterna, non tanto sul reintegro ACS quanto in previsione di riscaldamento, visto che vorrei utilizzare la climatica:

                                                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   temp.jpg 
Visite: 312 
Dimensione: 21.3 KB 
ID: 2251864

                                                      A falsare non è tanto l'esposizione (dovrebbe essere al sole per un minimo periodo di tempo, all'alba) quanto il momento in cui è in funzione, passa dai 25 gradi della T esterna "reale" ai 21-22 gradi. Ci può stare o è segno di qualcosa da sistemare? Non so, troppo vicina alla parete? Lo fa anche a voi?

                                                      Commenta


                                                      • Originariamente inviato da alexpe Visualizza il messaggio
                                                        Appena finito il carico ACS odierno, tornando alla modalità variabile, complice una bella giornata di sole ha reintegrato da 36 gradi fino a 46 (fermandosi quindi arrivata a 47 gradi) in un'ora e mezza:

                                                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   grafico.jpg 
Visite: 344 
Dimensione: 92.0 KB 
ID: 2251863

                                                        Che sia troppo o il "giusto" non lo so, monitorandola sembra essere andata liscia salendo di T pian piano, tenendo un delta di più o meno 3 gradi. Nella giornata di ieri mi PARE che un OFF lo avesse fatto, anche se dai grafici non risultava, boh... era una giornata più fredda, immagino influenzi almeno il consumo. Oggi è stata in media su 1KW di assorbimento.
                                                        Quello che forse potrebbe falsare è il sensore di T esterna, non tanto sul reintegro ACS quanto in previsione di riscaldamento, visto che vorrei utilizzare la climatica:

                                                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   temp.jpg 
Visite: 312 
Dimensione: 21.3 KB 
ID: 2251864

                                                        A falsare non è tanto l'esposizione (dovrebbe essere al sole per un minimo periodo di tempo, all'alba) quanto il momento in cui è in funzione, passa dai 25 gradi della T esterna "reale" ai 21-22 gradi. Ci può stare o è segno di qualcosa da sistemare? Non so, troppo vicina alla parete? Lo fa anche a voi?
                                                        vedo che la tua temperatura di scarico massima è intorno ai 60°C, a me ho visto che arriva anche a 104°C, è normale? se no, come mai?

                                                        Commenta


                                                        • riuscite a darmi indicazioni sulla temperatura di scarico massima che può raggiungere la macchina?

                                                          Commenta


                                                          • Io sinceramente non so neanche cosa sia la t di scarico non so quale sia il valore “corretto”

                                                            Commenta


                                                            • "temperatura scarico [°C]" è uno dei parametri inclusi nel grafico sopra riportato. Dati i valori superiori a tutti gli altri potrebbe forse essere la temperatura in uscita dal compressore...
                                                              ...

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X