PDC Panasonic Aquarea - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

PDC Panasonic Aquarea

Comprimi
Questa una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da hydeh24 Visualizza il messaggio
    mattia69 Per la scheda aggiuntiva non metterci tanta speranza. A quanto ne so io non risolve il tuo problema. Se ne parlato mesi fa su questa discussione. L'input 1-10V ti permette solo di specificare un settaggio all'interno del range di modulazione della macchina. Se il minimo 800W (19hz) non puoi farla modulare pi in basso anche settando "1V". Almeno,questo quello che mi aveva detto il tecnico Panasonic (non il cat) quando era uscito per un problema alla mia macchina. In pratica questo input ti serve se vuoi costruirti un controllo esterno con una programmazione che esula dagli algoritmi della macchina. Ma i limiti del compressore non cambiano.

    Per il puffer aggiuntivo, puoi farti fare un preventivo. non credo che acquisto/installazione costino meno di 2000€ (ma forse di pi). Se come dice Sergio, possibile trovare la quadra, quanto risparmi? mettiamo 1000KWh/anno (valore a caso). ti servono almeno 7 anni per rientrare della spesa. Ma ti puoi fare tu i tuoi conti.

    Non so che sensazione strana hai con impianto spento. Io non sono schizzinoso e parzializzo quanto basta. Il radiante a pavimento bello per quello, ha inerzia. se la tua casa bella isolata, probabilmente ti basta scaldarlo 3 ore al mattino e 3 la sera. questa l'unica soluzione a basso costo che mi sento di consigliarti (a meno di non trovare una qualche canna nell'impianto, ma ormai l'avete stra-analizzato).
    Anzitutto ti ringrazio per l'interessamento, sei stato molto chiaro.

    Per la scheda aggiuntiva anche per me non risolvo, ma risentir il mio termotecnico visto che me l'ha consigliata lui e mi far spiegare cosa intende.

    Per il puffer dovrei eventualmente fare un preventivo, contando che la PDC mi possa durare almeno 10/15 anni potrei anche investire qualcosa se il problema poi si risolve. Ci penser

    Per la parzializzazione nemmeno io lo sono, il problema mia moglie.

    Ieri ho fatto una prova tenendo acceso l'impianto praticamente tutto il giorno.

    Ebbene in 24 ore ha fatto 87 on off ( e una decina di kW consumati).

    Commenta


    • Casa mia, che non isolata bene, perde 1 grado in 12 ore. Nelle giornate pi fredde, 1.5 gradi. Se la tua isolata bene, molto meno. Fino a 1 grado di pendolamenti, difficile accorgersene. Se riesci a capire come reagisce la tua casa puoi giocare con la parzializzazione. Se vuoi andare per questa strada ma non ti va di programmare le ore di funzionamento, puoi provare a usare il comando remoto piazzato in soggiorno che attiva la caldaia alla T target in automatico. Magari metti 22 con isteresi 1 grado (se non ricordo male lo puoi settare nel controllo differenziale). Ovviamente un setup che fa storcere il naso a molti, ma in fin dei conti potrebbe essere un compromesso per te. Ti evita che la pompa si attivi quando gi caldo... se la casa non perde calore, sta spenta.
      Panasonic Aquarea 12KW + FV Panasonic 6KW + Pavimento radiante 240m2

      Commenta


      • ma a voi in riscaldamento a regime, quindi con il compressore a 19 Hz che COP state avendo? io ho una 9 Kw e a 400 Watt mi fa COP 6 con 4-5 gradi esterni, non poco?

        Commenta


        • Poco o tanto, sono valori assoluti da prendere con le pinze. Sono indicativi e li puoi confrontare solo con dati omogenei della stessa macchina e stesso impianto. Quella misurazione imprecisa e non confrontabile tra impianti. I veri conti li potresti fare con contatori esterni (e avresti valori pi bassi). Comunque se non sbaglio, da scheda tecnica il COP anche pi basso, :-)

          Tra l'altro, Panasonic tra le poche a fornire questo dato da display. Credo che le altre macchine lo abbiano nascosto proprio per evitare queste discussioni...
          Panasonic Aquarea 12KW + FV Panasonic 6KW + Pavimento radiante 240m2

          Commenta


          • Originariamente inviato da gotheric Visualizza il messaggio

            Io ad esempio non uso nessuno dei 2: mi sono fatto una integrazione ad-hoc via mqtt.
            Mi pare ci sia anche chi usa l'integrazione modbus di panasonic (o qualcosa del genere, non ho approfondito la cosa).
            Ciao, si io ho usato per circa 1 anno heishamon, e home assistant (che ora ho abbandonato), direi che sono perfetti e molti utili. Red node mi sembra di ricordare che serve come db e programma gestire i grafici.
            Da un anno ho installato il modulo Panasonic (sintesis) per integrare la pdc (serie H) sulla mia domotica , sono rimasto un po deluso, perch non c' un vero controllo totale come decantato da panasonic (non posso forzare ACS, non posso vedere le frequenza del compressore, non vedo i contatori, etc). Con quello che costa il modulo e per cosa prometteva pana, mi aspettavo di poter veder e controllare tutto.
            Se hai bisogno chiedi.
            Ciao
            Enrico
            Casa indipendente - Taverna 150mq, p. terra 130mq. Zona climatica: D, GG 1861, T progetto 0, EPH,nd 26,06
            PDC Aquarea 12kW gen H + Cordivari 300 litri
            Riscaldamento a pavimentoSolare termico 2 pannelli
            VMC Zehnder Q350 - Domotica

            Commenta


            • Originariamente inviato da mettia69 Visualizza il messaggio

              "cos facendo tramite un segnale elettrico 0-10 Volt che si deve far portare da un elettricista, si pu far modulare la potenza fino al 10% della potenza massima espressa quindi circa 1,2 kW"
              Scusate se mi intrometto, ma non che la frase sopra si intenda il "10% della potenza massima" quindi appunto 1,2kw della potenza massima, ma a te serva una modulazione del minimo (farebbe comodo anche a me :-( ) , no mi sembra il tuo caso. Se fosse come intende il termotecnico non esisterebbero tutte quelle taglia di macchine, no?
              Enrico
              Casa indipendente - Taverna 150mq, p. terra 130mq. Zona climatica: D, GG 1861, T progetto 0, EPH,nd 26,06
              PDC Aquarea 12kW gen H + Cordivari 300 litri
              Riscaldamento a pavimentoSolare termico 2 pannelli
              VMC Zehnder Q350 - Domotica

              Commenta


              • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio

                19/20 HZ e' al minimo, a memoria quella macchina a quella frequenza (dipende poi da temperatura esterna) non scende sotto 800 wh di assorbimento. Con un cop 4 sono piu' di 3 Kwh erogati (tutto ovviamente a spanne e molto approssimato), chiaro che va in off. Se tu abitassi a Tarvisio la cosa sarebbe diversa, non risolutiva, ma meno drammatica.
                Io ho un 12kW serie H doppia ventola confermo quanto scritto da Fedonis, 19Hz e 800w .
                Enrico
                Casa indipendente - Taverna 150mq, p. terra 130mq. Zona climatica: D, GG 1861, T progetto 0, EPH,nd 26,06
                PDC Aquarea 12kW gen H + Cordivari 300 litri
                Riscaldamento a pavimentoSolare termico 2 pannelli
                VMC Zehnder Q350 - Domotica

                Commenta


                • Originariamente inviato da mettia69 Visualizza il messaggio

                  guarda io sono molto arrabbiato: ho una casa mega coibentata e mi ha messo una 12 kw.
                  Scusa, ho cercato info ma non ho trovato niente in proposito, dove abiti (zona cliamatica) e grandezza della casa?
                  giusto per fare un paragone come la mia.
                  Enrico
                  Casa indipendente - Taverna 150mq, p. terra 130mq. Zona climatica: D, GG 1861, T progetto 0, EPH,nd 26,06
                  PDC Aquarea 12kW gen H + Cordivari 300 litri
                  Riscaldamento a pavimentoSolare termico 2 pannelli
                  VMC Zehnder Q350 - Domotica

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da krio Visualizza il messaggio
                    ma a voi in riscaldamento a regime, quindi con il compressore a 19 Hz che COP state avendo? io ho una 9 Kw e a 400 Watt mi fa COP 6 con 4-5 gradi esterni, non poco?
                    Poco? La mia 12 kW fa Cop di 3

                    Commenta


                    • Ragazzi, qualche info se magari sapete:
                      Devo mettere il modulo di rete CZ-TAV1B. Dato che la pdc si trova a circa 18 metri dal router, sapete se il cavo che collega la il la pdc al modulo va bene cos lungo? Perch piuttosto uso il cavo di rete e piazzo il modulo dentro la ps stessa
                      Per quanto riguarda il sensore ambiente, ho visto che da specifiche un nt6k523. Ora, o spendo 40 euro e compro il suo originale, oppure trovo il termistore... He per non ho ancora trovato.
                      In fine, per la produzione di ACS, possibile comandarla tramite contatto pulito?

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da zorro73 Visualizza il messaggio

                        Scusa, ho cercato info ma non ho trovato niente in proposito, dove abiti (zona cliamatica) e grandezza della casa?
                        giusto per fare un paragone come la mia.
                        Enrico
                        Provincia di Cremona (zona E) e abito in una villa classe A3 appena ristrutturata con di tutto e di pi. Mega isolata.

                        140 mq di radiante a pavimento

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da zorro73 Visualizza il messaggio
                          Scusate se mi intrometto, ma non che la frase sopra si intenda il "10% della potenza massima" quindi appunto 1,2kw della potenza massima, ma a te serva una modulazione del minimo (farebbe comodo anche a me :-( ) , no mi sembra il tuo caso. Se fosse come intende il termotecnico non esisterebbero tutte quelle taglia di macchine, no?
                          Enrico
                          Hai ragione.

                          O forse intende che cos facendo non potrebbe pi "andare al massimo" e quindi sarebbe costretta ad andare per pi tempo?

                          Mah

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da mettia69 Visualizza il messaggio

                            Provincia di Cremona (zona E) e abito in una villa classe A3 appena ristrutturata con di tutto e di pi. Mega isolata.

                            140 mq di radiante a pavimento
                            Ciao Mettia,
                            giusto per un confronto, io provincia di Pisa, (zona D) villa classe A4 (da APE) Isolamento buono ma senza cappotto con tutto e di pi, circa 280mq di radiante ed sovradimensionata, se ricordo bene per la L10 serviva una 10kw.
                            Enrico
                            Casa indipendente - Taverna 150mq, p. terra 130mq. Zona climatica: D, GG 1861, T progetto 0, EPH,nd 26,06
                            PDC Aquarea 12kW gen H + Cordivari 300 litri
                            Riscaldamento a pavimentoSolare termico 2 pannelli
                            VMC Zehnder Q350 - Domotica

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da zorro73 Visualizza il messaggio

                              Ciao Mettia,
                              giusto per un confronto, io provincia di Pisa, (zona D) villa classe A4 (da APE) Isolamento buono ma senza cappotto con tutto e di pi, circa 280mq di radiante ed sovradimensionata, se ricordo bene per la L10 serviva una 10kw.
                              Enrico
                              Quantomeno tu hai il doppio di radiante rispetto a me
                              ​​
                              non ricordo dove si trova il valore nella legge 10, ma se non sbaglio nella mia il fabbisogno era di 7 kw

                              Commenta


                              • Il problema per aggiungere un puffer (a mio parere) e' che dovresti stravolgere la macchina. Quel modello nasce tutto incluso. Questo non vuole dire che non si possano fare modifiche, ma non so quanto siano possibile con il beneplacito della casa. E' un po' come stravolgere una Altherma 3 che nasce tutto incluso, non e' una split dove hai ampie possibilita' di maneggiamento. Dovresti eliminare il pufferino da 30 litri, fare uscire i tubi e andare nel puffer e poi rientrare in macchina. Se ci devi prevedere anche il preriscaldo acs come suggerito da Sergio, devi coinvolgere anche l'accumulo acs. Tutto e' fattibile, ci mancherebbe, ma mi sembra un po' macchino con quel modello. Tuttavia chiaro, se si vuole fare chi schiaffi un pufferone e almeno una pezza la hai.
                                [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                Commenta


                                • Originariamente inviato da mettia69 Visualizza il messaggio

                                  Poco? La mia 12 kW fa Cop di 3
                                  Per forza povera, va a singhiozzo....Anzi che ci riesce a darti un cop 3.
                                  [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                  Commenta


                                  • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio

                                    Per forza povera, va a singhiozzo....Anzi che ci riesce a darti un cop 3.
                                    Ahim cos. Domani provo a chiamare il cat

                                    Commenta


                                    • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                      Il problema per aggiungere un puffer (a mio parere) e' che dovresti stravolgere la macchina. Quel modello nasce tutto incluso. Questo non vuole dire che non si possano fare modifiche, ma non so quanto siano possibile con il beneplacito della casa. E' un po' come stravolgere una Altherma 3 che nasce tutto incluso, non e' una split dove hai ampie possibilita' di maneggiamento. Dovresti eliminare il pufferino da 30 litri, fare uscire i tubi e andare nel puffer e poi rientrare in macchina. Se ci devi prevedere anche il preriscaldo acs come suggerito da Sergio, devi coinvolgere anche l'accumulo acs. Tutto e' fattibile, ci mancherebbe, ma mi sembra un po' macchino con quel modello. Tuttavia chiaro, se si vuole fare chi schiaffi un pufferone e almeno una pezza la hai.
                                      Tutto ovviamente dipende dall' eventuale costo.

                                      Anche se sarebbe giusto che io non tirassi fuori un centesimo di pi per riparare il danno di qualcun'altro.


                                      Gi ho avuto per mesi il problema del gas mancante..

                                      Commenta


                                      • Originariamente inviato da hydeh24 Visualizza il messaggio
                                        Casa mia, che non isolata bene, perde 1 grado in 12 ore. Nelle giornate pi fredde, 1.5 gradi. Se la tua isolata bene, molto meno. Fino a 1 grado di pendolamenti, difficile accorgersene. Se riesci a capire come reagisce la tua casa puoi giocare con la parzializzazione. Se vuoi andare per questa strada ma non ti va di programmare le ore di funzionamento, puoi provare a usare il comando remoto piazzato in soggiorno che attiva la caldaia alla T target in automatico. Magari metti 22 con isteresi 1 grado (se non ricordo male lo puoi settare nel controllo differenziale). Ovviamente un setup che fa storcere il naso a molti, ma in fin dei conti potrebbe essere un compromesso per te. Ti evita che la pompa si attivi quando gi caldo... se la casa non perde calore, sta spenta.
                                        La mia ne ha dispersi 5 in 20h xD Alle 13:15 di ieri avevo l'HYC a 51. Pompa spenta e riaccesa stamattina era a 46 ed subito partita per il reintegro. (Immagino per il delta di 5 che ha impostato l'installatore).
                                        Confermo la discussione di qualche capitolo fa: la Panasonic porta il sanitario 1 in su rispetto al valore target (impostato a 50 al momento sulla mia si fermata a 51).

                                        Ieri prima accensione. Il cat non ha trovato difetti. La macchina si accende. Gi una cosa xD Prime sensazioni positive, l'HYC da 500L passato da 20 a 50 gradi in meno di un'ora senza neanche troppo sforzo (t-cap 9KW). La cosa che mi ha impressionato di pi che con l'HYC sotto i 40 gradi usciva gi acqua abbastanza calda.. forse non per farsi na doccia ma comunque mi sembrano giustificate le tanto decantate doti del cube di Daikin sull'efficienza dello scambio termico. Quasi mi sembrato ci abbia messo meno tempo ad uscire l'acqua calda rispetto a quando uso la mia vecchia caldaia.

                                        Tornando in topic..

                                        Al momento ce l'ho impostata senza climatica.. il CAT diceva che avendo l'inerziale e visto che la PDC non gestisce il circolatore del secondario non ne valeva la pena.. Far prove pi in l pure perch al momento sono limitato dalla tre vie e dal radiante che non funzionano ancora. (Fortunatamente l'installatore si accorto che la valvola ruotava a 180 e il servomotore a 90).. ah proposito.. ma uguale avere una valvola a 3 vie che ruoti a 90 piuttosto che 180? L'installatore dice che cambia l'apertura ma vanno bene entrambe.

                                        Una domanda stupida.. c' modo di tenere la PDC accesa (in corrente praticamente) cos da smanettare con le impostazioni ma evitando che faccia reintegro di ACS ecc? (O l'unico modo impostare un valore target di temperatura molto molto basso di ACS? Ma nn che poi raffredda il serbatoio? )

                                        Mi devono ancora sistemare l'addolcitore e fin tanto che non mettono quello voglio evitare di spillare dal serbatoio dell'acs.. quindi neanche riscaldarlo giusto per xD

                                        Commenta


                                        • Se hai un serbatoio e un rilancio hai un disgiuntore non inerziale (giusto per chiarezza non per altro). In pratica da quel che ho capito, la tua macchina lavora su un accumulo e da quell'accumulo c'e un circolatore secondario che fa circolare acqua. Se cosi', hai un disgiuntore. Inerziale e' quando e' installato sul ritorno della macchina al solo fine di aumentare la capacita in litri del circuito, ma ovviamente non ha alcun circolatore secondario, fa tutto quello della macchina. La macchina gestisce i circolatori esterni, probabilmente hanno collegato diversamente il circolatore. Non puoi smanettare con macchina accesa ed evitare di farle accettare i comandi da smanettamento. Non ha una modalita' demo.
                                          [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                          Commenta


                                          • fedonis perdonami stavo ancora riflettendo su quella scheda opzionale e quanto descritto dal termotecnico. Se permette di modulare il suo massimo potenziale non potrebbe quindi essere utile?

                                            Mi spiego con un esempio(sempre se ho capito correttamente): se una macchina invece di andare al massimo a 180km/h limito a velocit a 100, questa impiegher mediamente pi tempo ad arrivare a destinazione, giusto?

                                            Se quella scheda permette di fare una cosa simile con la PDC magari il termotecnico pensava che cos magari lavora di pi e per pi tempo? Invece di dare subito una botta di vita e poi spegnersi poco dopo?

                                            Spero di aver reso l'idea, e soprattutto di non aver detto una minchiata colossale

                                            Commenta


                                            • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                              Se hai un serbatoio e un rilancio hai un disgiuntore non inerziale (giusto per chiarezza non per altro). In pratica da quel che ho capito, la tua macchina lavora su un accumulo e da quell'accumulo c'e un circolatore secondario che fa circolare acqua. Se cosi', hai un disgiuntore. Inerziale e' quando e' installato sul ritorno della macchina al solo fine di aumentare la capacita in litri del circuito, ma ovviamente non ha alcun circolatore secondario.. [....]
                                              Tecnicamente non cos netta la differenza.
                                              I disgiuntori (puri) sono quelli fatti cos di fabbrica... piccoli serbatoi lunghi e stretti e con un volume di liquido (e inerzia termica)trascurabile.. pochi litri (3-5-10lt per quelli grandi).
                                              I serbatoi aggiungono inerzia. Il punto di vista, forse, che dimensione hanno.
                                              Un disgiuntore da 25lt su un circuito da 100 ? Inerzia quasi trascurabile..
                                              Un disgiuntore da 100lt su un circuito da 250lt ? Aggiunger anche inerzia...
                                              Un disgiuntore da 100lt su 1000lt di impianto... inizia a essere trascurabile lato impianto, ma a seconda di come gestito pu non esserlo lato PDC. (es. se la PDC si trova a fare sbrinamenti con l'impianto fermo).

                                              Commenta


                                              • mattia69 La macchina gi rallenta al suo minimo in automatico. E' vero che hai una ferrari in una pista da gocart, ma la il firmware della macchina gi programmato per ridurre la potenza al minimo quando rileva non sia necessaria. il tuo problema che il ciclo di accensione porta il compressore a hz alti indipendentemente dalla necessit per poi attenuarsi depo qualche minuto alla frequenza necessaria/impostata. Spinge cos un po' perch l'acqua dell'impianto si raffreddata (durante off) e un po' perch scritto nel suo firmware. E questo in linea di massima il problema di efficienza degli on off. Ad ogni ripartenza la macchina spinge pi della necessit termica della casa (e consuma di pi).
                                                Quindi, dubito che sia una soluzione al tuo problema. Ma sarei contento se venissi smentito.

                                                Comunque, ricorda che oltre alla scheda devi ipotizzare un sistema per fornire input 1-10V con qualche logica di comando. Insomma devi farti installare qualche aggeggio smart per controllare input 1-10V. Di solito devi chiamare elettricista, il quale ti propone un altro modulo di comunicazione (200€) e se poi lo vuoi interfacciare con la tua domotica, altri 100€. A questo aggiungi la manodopera. Ovviamente esiste la strada fai da te: heishamon+convertitore+HA... ma ti imbarchi in un bel viaggio da smanettone! :-)

                                                Panasonic Aquarea 12KW + FV Panasonic 6KW + Pavimento radiante 240m2

                                                Commenta


                                                • Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio

                                                  Tecnicamente non è così netta la differenza.
                                                  I disgiuntori (puri) sono quelli fatti così di fabbrica... piccoli serbatoi lunghi e stretti e con un volume di liquido (e inerzia termica)trascurabile.. pochi litri (3-5-10lt per quelli grandi).
                                                  I serbatoi aggiungono inerzia. Il punto di vista, forse, è che dimensione hanno.
                                                  Un disgiuntore da 25lt su un circuito da 100 ? Inerzia quasi trascurabile..
                                                  Un disgiuntore da 100lt su un circuito da 250lt ? Aggiungerà anche inerzia...
                                                  Un disgiuntore da 100lt su 1000lt di impianto... inizia a essere trascurabile lato impianto, ma a seconda di come è gestito può non esserlo lato PDC. (es. se la PDC si trova a fare sbrinamenti con l'impianto fermo).
                                                  Certamente, ma rende la differenza. Un inerziale non ha mai il rilancio. Se ha il rilancio non e' inerziale, perche appunto non e' "inerte". Da qui il nome. Poi si puo' allargare il discorso , ma se e' inerziale e' inerte ed e' sul ritorno. Il nome non deriva da inerzia, ma da inerte, ovvero mero contenitore di acqua. Questo me lo ha spiegato il Termotecnico a suo tempoovvero a inizio 2015, quando ha progettato il mio impianto ed ero curioso di capire e chiedevo. Tendo a credergli.
                                                  Ultima modifica di fedonis; 14-11-2023, 17:15.
                                                  [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                  Commenta


                                                  • Originariamente inviato da mettia69 Visualizza il messaggio
                                                    fedonis perdonami stavo ancora riflettendo su quella scheda opzionale e quanto descritto dal termotecnico. Se permette di modulare il suo massimo potenziale non potrebbe quindi essere utile?

                                                    Mi spiego con un esempio(sempre se ho capito correttamente): se una macchina invece di andare al massimo a 180km/h limito a velocità a 100, questa impiegherà mediamente più tempo ad arrivare a destinazione, giusto?

                                                    Se quella scheda permette di fare una cosa simile con la PDC magari il termotecnico pensava che così magari lavora di più e per più tempo? Invece di dare subito una botta di vita e poi spegnersi poco dopo?

                                                    Spero di aver reso l'idea, e soprattutto di non aver detto una minchiata colossale
                                                    Si, l'idea la hai resa, ma io non credo che una scheda riesca a "depotenziare" una macchina. Io non l'ho mai sentita questa cosa e tendo ad essere scettico(togliamo il tendo). Prova a mandare mail ad Antonello chiedendo lumi. Lui ne installa di continuo di Panasonic, di sicuro ha avuto a che fare con la schede e le sue applicazioni oltre ovviamente le info tramite i corsi che fanno a Milano. Secondo me ti dira' che non puo' servire allo scopo, ma approfondire non e' mai sbagliato.
                                                    [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                    Commenta


                                                    • Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                                                      Ragazzi, qualche info se magari sapete:
                                                      Devo mettere il modulo di rete CZ-TAV1B. Dato che la pdc si trova a circa 18 metri dal router, sapete se il cavo che collega la il la pdc al modulo va bene cos lungo? Perch piuttosto uso il cavo di rete e piazzo il modulo dentro la ps stessa
                                                      Per quanto riguarda il sensore ambiente, ho visto che da specifiche un nt6k523. Ora, o spendo 40 euro e compro il suo originale, oppure trovo il termistore... He per non ho ancora trovato.
                                                      In fine, per la produzione di ACS, possibile comandarla tramite contatto pulito?
                                                      mi autoquoto in quanto ho trovato alcune risposte:

                                                      ho comprato il modulo di rete cz-taw1. pensavo di usare il cavo lan, ma poi mi troverei il modulo dentro la pdc. non penso dia problemi ma in caso di modifiche dovrei andare fisicamente la, che ovviamente fuori casa...quindi piano B. nel modulo compreso un cavo da due metri che semplicemente diventer i 18 metri che mi servono ed il modulo lo piazzo nel locale tecnico di rete.
                                                      per il sensore ambiente amen, non lo user.

                                                      mi rimane solo il dubbio acs...voi come la gestite ?

                                                      Commenta


                                                      • io la lascio libera di fare come e quando serve, non mi sono mai posto il problema.
                                                        [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                        Commenta


                                                        • nel caso allora compro il sensore per puffer di terze parti e provo a trovare l' altezza giusta a cui metterlo.

                                                          dovr anche vedere la logica di lavoro del contatto bivalente in quanto per ora anche la caldaia a biomazza lavorer ancora.

                                                          per finire vedr se il caso di prendere anche la scheda di espansione per sfruttare lo 0-10 V e farla sovra-lavorare se ho molto sole.

                                                          Commenta


                                                          • Ciao fedonis . Banalmente pensavo che inerziale derivasse da inerzia termica e non da inerte. Il mio serbatoio un disgiuntore ma svolge anche una funzione inerziale per sopperire un po' agli on/off della PDC che sovradimensionata, un po' per aiutarmi a non accusare per nulla il cambio di regime in estate quando si mette a fare acs e ho i fancoil a palla. Il terminale di impianto in riscaldamento un radiante con 70lt di acqua pi o meno.. forse qualcosa in pi considerando che le tubature dal serbatoio al collettore del radiante saranno intorno ai 10m. Il serbatoio molto generoso..di 200lt.. quindi immagino faccia ambo le cose (disgiuntore+inerziale).

                                                            Per smanettare intendevo giocare col monocomando per trovare quantomeno dove si trovano i comandi o con l'app. Da spenta non riesco a farlo. Mi avevano assicurato che dall'app riuscissi a fare tutto quello che fa il comando della PDC ma sto cercando da stamattina e anzitutto non riesco a trovare dove impostare il delta T dell'acs che volevo abbassare per evitare inutili on/off su un serbatoio che non uso (sia dal comando fisico che dall'app), e poi mi sono accorto che non riesco a trovare tutte le statistiche sullo storico del compressore sugli on/off, gli hz, il cop ecc dall'app.. mi esce solo il grafico dei consumi.

                                                            Come faccio a impostare la climatica o banalmente anche solo a cambiare il delta T della PDC? C' una modalit installazione sul comando fisico ma quando ci clicco sopra mi dice che non si pu utilizzare perch la PDC in uso..anche se non parte.

                                                            Sulla valvola a 3 vie mi sapete dire se cambia la sua funzione o efficacia se apre a 180 o 90?

                                                            Commenta


                                                            • Ieri ho fatto una prima prova di accensione del riscaldamento, giusto per capire se la PDC riesce a modulare senza problemi. Per adesso ho impostato una climatica con 30 di mandata a 15 esterni, e 40 a 0 esterni. Ho acceso dalle 15 fino alle 22, orario in cui ho impostato da programmazione lo spegnimento della PDC.
                                                              Ieri pomeriggio avevo 23-24 gradi in casa (dipendeva dalla stanza), fuori c'erano 18 per cui da climatica la PDC ha mandato sempre a 30, come modulazione si messa a 16hz, ogni tanto anche a 15:

                                                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Screenshot 2023-11-14 154949.png 
Visite: 555 
Dimensione: 93.8 KB 
ID: 2257399

                                                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Senza titolo.png 
Visite: 510 
Dimensione: 110.9 KB 
ID: 2257400

                                                              Avendo riscaldamento a radiatori dovr sicuramente cambiare la climatica, non riuscir a scaldarli se non magari quando fuori freddo (intorno allo zero, ma dalle mie parti ci si arriva raramente, poi magari questo inverno sar parecchio rigido, vedremo); e infatti i termosifoni erano sempre freddi, anche se dai sensori di temperatura che ho in casa sembrava che di qualche decimo di grado riuscisse ad aumentare, anche quello della PDC (ho remotato il pannello in casa) salito da 24 a 25. Ma non era tanto questa la prova che volevo fare, quanto verificare che la PDC riuscisse a modulare e monitorarne il consumo, che stato intorno alle 260-270 w (ho la modalit silenziosa 3 attiva, comunque pare riesca lo stesso a modulare bene, magari togliendola come verificato da kkkamakkk potrebbe assorbire ancora meno):

                                                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Senza titolo 2.png 
Visite: 488 
Dimensione: 38.3 KB 
ID: 2257401

                                                              Dopo un'oretta la PDC andata in OFF avendo il ritorno raggiunto la mandata (immagino), lasciando acceso solo il circolatore per 30-40 minuti, per poi ripartire allo stesso modo (sia di hz che di w), spegnersi dopo un'oretta, e cos via fino alle 22:

                                                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Screenshot 2023-11-15 084945.png 
Visite: 490 
Dimensione: 46.1 KB 
ID: 2257402

                                                              In sintesi 4 ON-OFF in circa 7 ore, pu starci in questo periodo? Quando alzer la mandata immagino che diminuiranno, spero non aumentino troppo i consumi. Quello che vorrei ottenere sarebbe avere 22-23 gradi in casa, lasciando la PDC sempre accesa dalle 6 alle 22. Poi se dovr parzializzare vedremo. Ogni consiglio ben accetto, nel frattempo non posso che ringraziarvi per tutte le info e le dritte che sto raccogliendo in questo forum.

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X