Clivet, elfoenergy edge evo e Cloni! - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Clivet, elfoenergy edge evo e Cloni!

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Giù87
    ha risposto
    Fine mese verra il cat ufficiale... proverà a cambiare dei parametri e se non riesce così valuterà se sostituire la pompa perché probabilmente e il pvm che lavora male e manda segnali errati tra lettura flussometro e scheda. Invece per quanto riguarda il funzionamento in generale se ha un impianto vecchio a termosifoni, deve valutare insieme al suo termotecnico se montare la pdc con ulteriore pompa di rilancio e volano termico o mandarla in diretta sull'impianto. Purtroppo su impianti già realizzati si ci deve adattare ma di base se lavora per molte ore una volta che o termosifoni arrivano a temperatura la pdc deve mantenere un regime minimo di funzionamento e va comunque bene . L'importante è non far scendere mai più di 2 gradi la temperatura ambientale desiderata dentro casa anche lavorando a fasce orarie...

    Lascia un commento:


  • tascappane
    ha risposto
    Originariamente inviato da Giù87 Visualizza il messaggio
    Aggiorno...penso fosse il filtro con un po di sporco a mandare in e8. Forse dovrei decidermi di cambiarlo e metterne uno più serio che non si sporca ogni 10gg. Basta un po' di sporco per mandare la pdc in e08...
    Sto valutando anche io la installazione di una pdc Midea, leggo però che è sensibile alla portata.
    Dal collettore 1" o più, partono 10 termosifoni con tubazioni in rame da 10mm, ritenete che possa essere un problema per il flusso della PDC

    Lascia un commento:


  • Felix80
    ha risposto
    No purtroppo nessuna notizia.

    Lascia un commento:


  • by_xfile
    ha risposto
    Buongiorno mi inserisco nella discussione.
    sto facendo dei preventivi per sostituire la mia vecchia caldaia a gas con radiatori per il momento con una PDC.
    Oggi è passato il primo tecnico e mi ha proposto una Civet EDGE F con gas R290 cosa ne pensate qualcuno a notizie

    Lascia un commento:


  • Giù87
    ha risposto
    Anche io ho impianto nuovo fatto con le mie stesse mani... Tutto multistrato e ottone... Mi ritrovo dei filini che credetemi sono davvero irrisori ma ribadisco che essendo la superficie filtrante troppo piccola anche la minima ostruzione interferisce con il funzionamento del flussometro. Ovviamente se mi ricapita tra qualche mese ripulisco il filtro e pace ma alla lunga penso è sempre meglio un serio defangatore magnetico...

    Lascia un commento:


  • Felix80
    ha risposto
    Il mio impianto è nuovo però. Sarà per questo che non mi ha dato problemi.

    Lascia un commento:


  • Giù87
    ha risposto
    Guarda io l'ho montata da 2 mesi...magari qualche altra cosina che si muove dentro l'impianto ci sarà perché aldilà del lavaggio trovo sempre solo sti filini di canapa che secondo me prima o poi finiranno ....

    Lascia un commento:


  • Felix80
    ha risposto
    Io ho sia filtro y che defangatore. É il quarto inverno e non li ho mai puliti, non ho mai avuto problemi di flusso.

    Lascia un commento:


  • Giù87
    ha risposto
    Guarda almeno che loro siano particolari il filtro a y se metti un defangatore a maglia e con magnete si può togliere perché il defangatore è nettamente superiore. Io sono dipendente di un cat Vaillant e a noi ci mandano direttamente il defangatore con la coibentazione invece di quel giocattolo di filtro a y. Guarda non ho fatto foto ma calcola che c'era un filino penso di canapa che per quanto abbia montato in modo pulito i collettori probabilmente un minimo è andato in giro. Considerando che la superficie filtrante attiva di un filtro a y è di 2 cm massimo capisci che diventa davvero riduttivo come filtro. Ho parlato con colleghi che montano unical che è simile alla nostra e con il cat unical e bosh sempre simile alla nostra e mi hanno detto che hanno risolto proprio eliminando filtro a y e montando defangatore. Io non l'ho montato in principio per non caricarmi altri 120€ di spese sull'installazione ma mi sa che se ogni mese devo pulire anche il pelo per e8 faccio la spesa e amen. Anche le nostre vaillant montate con filtro a y ne soffrono e infatti tutte le ultime che abbiamo montato tassativo defangatore.

    Lascia un commento:


  • rrrmori53
    ha risposto
    il filtro a Y non puoi toglierlo, è richiesto dalla garanzia, puoi aggiungere altro filtro e un defangatore va bene
    Pero rimane il fatto che in 2 mesi non dovrebbe dare problemi, evidentemente l'impianto è sporco

    Lascia un commento:


  • Giù87
    ha risposto
    Aggiorno...penso fosse il filtro con un po di sporco a mandare in e8. Forse dovrei decidermi di cambiarlo e metterne uno più serio che non si sporca ogni 10gg. Basta un po' di sporco per mandare la pdc in e08...da poco ho superato i 2 mesi di funzionamento ma in generale credo che un filtro defangatore più capiente aiuterebbe.

    Lascia un commento:


  • rrrmori53
    ha risposto
    Non so.................... forse si comportano tutte cosi...........................
    10>50>100>150>200>250>300>500>700>1000>1100>1300>1 500>1750>2000>2010>2050>2060>
    questa la sequenza della potenza assorbita in avvio dalla Pdc, il tutto in una sequenza di circa 45 minuti, raramente supera a 0 gradi i 2500 W per poi scendere con lo stesso sistema alla modulazione su circa 900/1100 W in base al carico

    Lascia un commento:


  • rrrmori53
    ha risposto
    La mia la mattina del 25 Dicembre non si è avviata per errore E8
    Il Cat contattato al telefono mi ha detto di aspettare il suo intervento per il 27, cosa che ha fatto puntualmente.
    Ha trafficato un po ed è ripartita.............................. con la prossima sostituzione del gruppo circolatore, cosa avvenuta nel girodi una settimana anche se non si era piu fermata
    Nel tuo caso riparte da sola................................ ma evidentemente un qualche problema lo ha, non fare modifiche strane che poi la garanzia la fai con la cara di credito

    Lascia un commento:


  • Giù87
    ha risposto
    Ma secondo voi potrei in qualche modo ingannare il flussostato e aggiungere un semplice sensore a 2 fili per mancanza acqua e collegarlo a una qualche uscita di sicurezza sulla scheda? Così sarei sicuro che se manca l'acqua va in blocco ma magari elimino questo maledetto errore senza compromettere più di tanto la modulazione che cmq la fa sulle sonde di temperatura in linea di massima...

    Lascia un commento:


  • rrrmori53
    ha risposto
    Quel modello è una Midea nuova serie................... ed essendo una 7, che poi diventa anche 5 come dice l'utente sopra ci sta che scende ancora di potenza
    Senza contare che la tecnologia corre in questo settore, come in altri

    Lascia un commento:


  • Felix80
    ha risposto
    Si rrrmori53 ricordavo che la tua scendeva a 700 watt, non sapevo però che la 7 kW poteva modulare fino a 400.

    Giù87 grazie per aver condiviso questa informazione.

    Lascia un commento:


  • rrrmori53
    ha risposto
    Originariamente inviato da Felix80 Visualizza il messaggio
    È la prima volta che sento di consumi così bassi su queste macchine.
    A 700 ci arriva anche la mia da 10 Kw........................ non ci lavora molto perche è troppo poco, mediamente lavora a 5K resi con consumi di980/1040 h 24
    Su radiatori a 41 gradi in climatica, curva 6

    Lascia un commento:


  • Giù87
    ha risposto
    MICMOMHC07 CHILLER MIDEA MONOBLOCCO. Ovviamente il mio lettore sul consumo istantaneo non sarà preciso ma con la pinza amperometrica corrisponde come dati rilevati.

    Lascia un commento:


  • Felix80
    ha risposto
    Ciao Giù87, che modello hai di preciso. È la prima volta che sento di consumi così bassi su queste macchine.

    Per l'errore come hanno già scritto gli altri sembra un difetto che viene risolto in garanzia. Senti il tecnico.

    Lascia un commento:


  • Giù87
    ha risposto
    Da manuale mi dice 40 litri di acqua in tutto l'impianto. Infatti vorrei montare un volano da 25 litri come hanno fatto altri cioè il minimo sindacale anche perché me lo fa in accensione no durante il funzionamento motivo per cui sono quasi sicuro che non dipenda dal volano... Infatti ogni tanto o la trovo in blocco che non è partita o se sono a casa sento proprio i 3 cicalini del e8 e infine e0. Soengo riaccendo e parte perfettamente...

    Lascia un commento:


  • rrrmori53
    ha risposto
    Se non hai accumulo inerziale sicuramente ai poca acqua nell'impianto, il minimo sindacale per una 7 Kw è 50/60 litri, e da come descrivi l'impianto sembra che non ai abbastanza acqua
    Oppure aria all'inferno
    Anche a me ha dato errore E8........................ in 3 giorni sostituito tutto il gruppo circolatore in garanzia, un cablaggio forse difettoso e nel dubbio hanno cambiato tutto il componente

    Lascia un commento:


  • Giù87
    ha risposto
    Salve possiedo una midea e ho letto con piacere le varie discussioni. Anch'io vittima di e8 e0 a caso. Impianto ormai in funzione da quasi 2 mesi per cui filtro controllato più volte ormai pulito e aria spurgata per bene. Ho la sensazione che vada in errore quando la temperatura esterna è superiore ai 10 gradi.
    Aspetto l'assistenza per la prima accensione che ancora non mi ha comunicato una data. Uso la pdc con climatica 8 e potenza ridotta 5 e controllandola con un amperometro digitale wifi vedo che modula tra 400 e 800wh senza particolari problemi su 5 fancoil e 2 termoarredi che in estate userò anche a freddo. Acs non collegata.
    Chiedo al gruppo se davvero vale la pena cambiare qualche impostazione dal menù installatore o mettere la pompa a velocità fissa per il problema e8 giacché modulante secondo me lavora meglio.
    Da dep switch secondo me anche se l'ho comprata come 7kw è impostata secondo manuale a 5kw.
    Inoltre vorrei usare una delle uscite su scheda per comandare i fancoil e farli accendere o spegnere totalmente quando si spegne e accende il compressore tramite un relè comandato dalla scheda. Grazie a chi mi sarà di supporto.

    Lascia un commento:


  • Felix80
    ha risposto
    Ciao TX 16, RX 17. Il resto dovrebbe essere ok tranne A+ con H2 se non ricordo male.

    Lascia un commento:


  • giannibu
    ha risposto
    Originariamente inviato da Felix80 Visualizza il messaggio
    Durante le feste ho avuto modo di smanettare un po' ed ho configurato quasi tutto. Condivido il file con voi, ho scopiazzato un po' da varie fonti ed ho inserito solo quello che ritenevo opportuno per me.

    Per l'attivazione e disattivazione delle funzioni associate ai bitmask non ho usato uno switch perché spegnendolo mi impostava a zero l'intero registro e non il singolo bitmask e questa cosa non va bene. Ho preso spunto da un file di configurazione condiviso su un altro forum per ovviare al problema utilizzando la funzione "select component".

    Per il momento sto usando un esp8266 ma appena mi arrivano passo tutto su esp32 così aggiungo anche la parte relativa agli errori.

    Ciao ragazzi, ciao Felix80 , oggi mi sono arrivati l'esp32 e l'adattatore e vorrei iniziare configurare il tutto. Ho installato su Homeassistant il componente esphome e creato il primo progetto per l'esp32.
    Per la configurazione del file yaml mi sorgono alcuni dubbi. Utilizzando il file yaml che hai allegato, alla fine in questo passaggio quali pin hai definito?

    uart:
    id: mod_bus
    tx_pin: 1
    rx_pin: 3
    baud_rate: 9600
    stop_bits: 1
    parity: NONE

    Alla fine hai sostituito "tx_pin: 1" con "tx_pin: 16" ?
    rx può invece rimanere "rx_pin: 3"

    Per quanto riguarda i collegamenti invece, se ho capito bene, devo:

    A) collegare esp32 ad adattatore
    1. alimentare l'esp32 a 3,3 volt tramite usb
    2. collegare TX dell'esp32 con TX dell'adattatore
    3. collegare RX dell'esp32 con RX dell'adattatore
    4. GND dell'esp32 con GND dell'adattore
    5. 3V3 dell'esp con VCC dell'adattatore
    B) collegare adattatore a pannello di controllo PDC:
    1. collegare la terra dell'adattatore alla terra del pannello di controllo PDC
    2. uscita B- dell'adattatore a H1 del pannello di controllo PDC
    3. uscita A+ dell'adattatore a H1 del pannello di controllo PDC
    Scusate la lungaggine ma è la mia prima volta e ho mille dubbi

    Grazie



    Lascia un commento:


  • rrrmori53
    ha risposto
    Si, tra esp e interfaccia PDC serve il modulo 485

    Lascia un commento:


  • giannibu
    ha risposto
    Originariamente inviato da rrrmori53 Visualizza il messaggio

    No, i livelli logici sono troppo diversi e un esp lavora con 3 V, l'interfaccia Pdc con 5/12 V
    Serve una interfaccia logica da ttl a seriale e poi un adattatore di livello.................. tutto contenuto nell'adattatore in essere
    Grazie rrrmori53 , quindi anche se alimento l'esp32 tramite usb in modo da erogare la tensione corretta, non è possibile effettuare il collegamento diretto tra esp32 e il pannello di controllo della PDC tramite Modbus perché è comunque necessario l'adattatore ttl-rs485?
    Ultima modifica di giannibu; 27-02-2024, 12:23.

    Lascia un commento:


  • rrrmori53
    ha risposto
    Originariamente inviato da giannibu Visualizza il messaggio

    Grazie Felix80, quindi è indispensabile l'adattatore ttl-rs485? Non posso collegare l'esp32 direttamente, senza adattatore, all'interfaccia utente della PDC?
    No, i livelli logici sono troppo diversi e un esp lavora con 3 V, l'interfaccia Pdc con 5/12 V
    Serve una interfaccia logica da ttl a seriale e poi un adattatore di livello.................. tutto contenuto nell'adattatore in essere

    Lascia un commento:


  • giannibu
    ha risposto
    Originariamente inviato da Felix80 Visualizza il messaggio
    Per collegare l'esp al controller bastano due cavi qualsiasi da collegare agli ingressi dell' adattatore ttl-rs485.

    Per essere precisi il collegamento bus richiede un cavetto twistato. Personalmente ho usato il cavetto dell' antifurto e funziona bene ugualmente.
    ​​
    Grazie Felix80, quindi è indispensabile l'adattatore ttl-rs485? Non posso collegare l'esp32 direttamente, senza adattatore, all'interfaccia utente della PDC?

    Lascia un commento:


  • Felix80
    ha risposto
    Per collegare l'esp al controller bastano due cavi qualsiasi da collegare agli ingressi dell' adattatore ttl-rs485.

    Per essere precisi il collegamento bus richiede un cavetto twistato. Personalmente ho usato il cavetto dell' antifurto e funziona bene ugualmente.
    ​​

    Lascia un commento:


  • giannibu
    ha risposto
    Ciao a tutti, ho integrato la PDC con Home Assistant tramite l'integrazione https://github.com/georgezhao2010/midea_ac_lan

    Per ottenere più dati vorrei però cimentarmi ad utilizzare l'integrazione tramite esp32/esphome.
    E' la mia prima volta e pertanto vi chiederei una mano per iniziare:
    Lista della spesa:
    1) pensavo di comprare questo esp32 da amazon: AZDelivery Scheda di Sviluppo ESP32 NodeMCU WiFi CP2102 (https://www.amazon.it/gp/product/B07...RQH87QA3&psc=1)

    2) cavo USB A > USB C per collegare l'esp32 al pc ed effettuare l'installazione
    (https://www.amazon.it/gp/aw/d/B07BNF...=8d4d2124b823f 6729643eafd32a5365b&hsa_cr_id=1353797990002&qid=17 08958632&sr=1-2-e0fa1fdd-d857-4087-adda-5bd576b25987&ref_=sbx_be_s_sparkle_mcd_asin_1_img& pd_rd_w=Dx2Gl&content-id=amzn1.sym.b580b30c-dd62-441e-ab95-5e749dbe7889%3Aamzn1.sym.b580b30c-dd62-441e-ab95-5e749dbe7889&pf_rd_p=b580b30c-dd62-441e-ab95-5e749dbe7889&pf_rd_r=V7AC1R2SWM0AKGFGGD38&pd_rd_wg =ik6XS&pd_rd_r=689d118e-7529-409a-956f-8db23232e12d&th=1)

    Dubbi:
    - quale tipologia di cavetti devo comprare per collegare l'esp32 all'interfaccia utente della PDC?
    - ho letto che Felix ha utilizzato un adattatore ttl-rs485. A cosa serve esattamente ed è necessario per collegare l'esp32?
    - serve altro?

    Lascia un commento:

Attendi un attimo...
X