annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dubbi riscaldamento acs lavanderia selfservice

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Dubbi riscaldamento acs lavanderia selfservice

    Salve a tutti,
    devo aprire una lavanderia self service e mi sto informando sulle varie possibilità per riscaldare l'acqua che va alle lavatrici.

    Fra queste due ipotesi quale consigliereste come miglior funzionamento e soprattutto minor consumo? L'acqua deve essere a 65°

    - accumulo in pompa di calore 250 litri a 50° + boiler elettrico 250 litri da portare da 50° a 65°
    - caldaia a condensazione 32kw + puffer 300 litri...tutto questo in un unico circuito assieme a due fancoil (per riscaldare un locale da 100mq a 19°). Riesce una caldaia di quella potenza a fare tutto questo lavoro?

    Che soluzione consigliereste? Altre idee o suggerimenti?
    Grazie

  • #2
    tecnicamente tutta la vita la seconda soluzione.
    ma nel primo caso come viene riscaldato il locale?
    quante lavatrici sono?

    Commenta


    • #3
      Nel primo caso il locale viene riscaldato con quella caldaia e i due fancoil. Il dubbio è se regge a fare tutto il circuito anche col puffer.

      Adesso le lavatrici sono 3, ma in futuro c'è la predisposizione per 7. Chiedono circa 30-40 litri di acqua calda a ciclo (circa 50 minuti).

      Mi hanno detto anche dello scaldacqua istantaneo a gas 28 litri/minuto, ma alcuni lo sconsigliano perchè dicono non riesca a starci dietro.

      Commenta


      • #4
        hai già caldaia e puffer?
        la caldaia con puffer ben dimensionato non ha alcun problema a starci dietro. 300lt però sono pochi per 7, ok per 3.

        Commenta


        • #5
          Ho solo la caldaia

          Commenta


          • #6
            allora magari prendi un puffer un po' più grande così hai maggiori garanzie di disponibilità di acqua. 500lt?

            Commenta

            Sto operando...
            X
            TOP100-SOLAR