annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

accensione automatica camino a legna

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • accensione automatica camino a legna

    Ciao a tutti,
    stavo cercando on line un sistema per accendere automaticamente il mio termocamino vulcano. A parte il sistema della palazzetti che è dedicata ai loro camini non ho trovato nulla se non un sistema un po casereccio.... ma industrializzato.
    E' il Vulcanetto della ecofiam. Qualcuno lo ha mai provato? E' di una ditta italiana e l'idea è interessante anche perchè si può programmare l'orario di accensione mettendo semplicemente una diavolina o del liquido infiammabile sul piccolo bracerino. Ma la cosa che non mi garba troppo è dover far passare un filo elettrico dall'apertura del camino....
    Che ne pensate? I fili dicono che sono protetti fino a 1.100 gradi... che ne pensate?
    Vi metto il link al sito del produttore: Termocamini Lugo - Ecofiam

    Nessuno lo ha mai usato?
    Grazie!
    Roy
    Ultima modifica di eroyka; 23-11-2015, 20:51.
    Essere realisti e fare l'impossibile

  • #2
    Ciao a Tutti...

    Ciao Roy...
    Originariamente inviato da eroyka Visualizza il messaggio
    Ma la cosa che non mi garba troppo è dover far passare un filo elettrico dall'apertura del camino....
    Ecco, il punto dolente è proprio quello citato!!!
    Il Vulcano è un TC a vetro chiuso, il che significa che DEVE appunto stare chiuso, cosa non possibile se un filo elettrico (in tensione) passa tra portello e telaio.
    Inoltre ogni volta che lo si predispone occorre prestare MOLTA attenzione alla pulizia da eventuali residui di braci accese nei pressi dell'accenditore, che potrebbero benissimo far accendere la diavolina al suo interno, inficiando cosi la funzionalità cui era preposto accendendo il fuoco in momenti non voluti.
    I tuoi dubbi pertanto sono più che legittimi e condivisibili; anche io non li vedo di buon occhio questo tipo di accenditori, anzi, onestamente mi preoccupano assai...
    Il sistema della Palazzetti non è altro che una versione in piccolo dei sistemi combi legna/pellet (come il mio) con la differenza che qui il pellet viene utilizzato solo per l'accensione e stop. Anche in questo caso occorre prestare attenzione a residui di brace....

    Se avessi lo spazio fianco TC si potrebbe installare un kit pellet/triti vari "da panca" come l'Ecoplus della Sithec o similare. L'installazione prevede la realizzazione di un foro al centro del TC e l'installazione dell'apposito bruciatore in ghisa al quale poi si collega il serbatoio basso da panca con il tubo di adduzione combustibile/aria comburente. Il sistema viene fornito di centralina Tiemme SY250 in grado di gestire tutte le funzionalità del TC : solo legna, solo pellet o combi legna e pellet insieme. Ovviamente la SY250 oltre a controllare tutto l'ambaradan pompe, puffer e sonde varie, consente la gestione accensione/spegnimento tramite crono termostato.
    Questi sistemi insomma ti permettono di utilizzare un TC come una classica caldaia, con tutte le comodità del caso e in tutta sicurezza....

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

    Commenta


    • #3
      Ciao Renato. Ti ringrazio per la risposta. Confermi i miei dubbi. Effettivamente il cavo è collegato a una batteria e non alla linea elettrica e spero ci sia un sistema di sicurezza che stacchi l'alimentazione in caso di necessità. In questi giorni mi informo meglio e vi faccio sapere. Visto il costo comunque contenuto vorrei capire se facendo delle giuste correzioni al camino posso riuscire a cavarci fuori qualcosa di semplice ma sicuro. Roy
      Essere realisti e fare l'impossibile

      Commenta


      • #4
        Ciao Roy....

        Spero di non essere bannato a vita..., ma mi è venuta un'idea in fai da te economica e più sicura (spero)del prodotto sopra linkato:
        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   accenditore-x-tc.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 20.6 KB 
ID: 1953504
        Si tratta di piazzare una pistola termica che tramite una tubazione in acciaio (coibentato) pompa aria a 600°C in un contenitore (sempre in acciaio) posto all'interno del TC, dentro il quale si posiziona una manciata di pellet o altro materiale infiammabile.
        30mm di DN di tubazione dovrebbero essere più che sufficienti a garantire l'accensione del combustibile all'interno del contenitore.
        La tubazione può subire anche diverse curve per agevolare una migliore posizione della pistola qualora ci siano problemi di posizionamento.
        L'accensione avviene tramite un crono termostato che attiva un timer a relè con tempo regolabile (il tempo è modificabile a piacere sostituendo la capacità del condensatore).

        Che ne pensi, orribile come idea??

        Ciao
        Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

        Commenta


        • #5
          Ciao Renato.
          No non è per nulla orribile. Ma ti apporto delle correzioni e un dubbio.

          La correzione è che il foro va fatto per forza nella parte inferiore del camino perchè almeno la vulcano (come nel mio caso) è completamente circondato da acqua quindi l'unica parete libera è quella di sotto. Ma penso che il tuo concetto non cambi di una virgola per questo.

          Il dubbio è il seguente: provando ad accendere la diavolina con aria calda o anche con una resistenza questa NON si accende ma si annerisce, emette fumo ma non fa fiamma. Col pellet non ho fatto prove. Sei sicuro che potrebbe bastare dell'aria calda a farlo accendere? Hai mai fatto prove?

          Dai che brevettiamo un nuovo prodotto!
          Roy
          Essere realisti e fare l'impossibile

          Commenta


          • #6
            Ciao Roy....

            Mannaggia a te Roy non devi chiedere queste cose ad un pazzoide come me....Cosi appena ho letto il tuo messaggio mi sono immolato alla scienza (che tanto non avrei dormito rimuginando sul come fare....)

            Eureka!!!!!! FUNZIONAAAAAAAA

            Prova effettuata con successo utilizzando come combustibile il PKS (che ad accendersi è più ostico del pellet), 3/4 minuti e la fiamma ardeva gioiosa....

            Ho realizzato una gabbietta in rete a maglie fitte in acciaio inox, poi ho realizzato un tubo prolunga (molto raffazzonato che pescava pure aria fredda) in alluminio DN 30mm di circa 50 cm di lunghezza al quale ho adattato la pistola ad aria calda (alla max potenza 2000W con una temperatura di 600°C)

            Ho fatto anche un video molto alla svelta e con poca luce, ma rende bene l'idea.

            To be continued......

            Saluti
            Ultima modifica di renatomeloni; 26-11-2015, 08:27.
            Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

            Commenta


            • #7
              .... we occio che scoppia tutto!

              Scherzo. Ma avete fatto 90, fate 100. Potreste mettere si il fon che soffia aria, regolandola bene con una saracinesca lungo il tratto di tubo aduttore, ed una classica candeletta di accensione utilizzata sulle comuni stufe e caldaie a pallet dentro un tubo posizionato perpendicolarmente al fondo del camino, circondato dall' aria forzata del fon, ma con la punta della cndeletta a diretto contatto o proprio nelle vicinanze del pellet.
              Otterreste:

              1- consumi ridicoli di energia elettrica (non i 1500 watts del fon per 3-4 minuti)
              2- tratto di tubo sottostante il camino freddo, senza necessità di isolanti
              3- accensione veloce, dato che la candeletta raggiunge T molto elevate in poco tempo.

              Il controllo è sempre lo stesso, se proprio volete fare gli sborroni!!!! potreste prevedere anche un controllo di accensione, ovvero una sonda termica (termostato) che controlla la T raggiunta e fa partire un timer che blocca il funzionamento della candeletta prima e del fon subito dopo in caso di accensione del pellet avvenuta.

              ... così, per dire la mia!

              Commenta


              • #8
                Grande Renato!
                Se mi confermi che il pks o il pellet si accendono solo con aria bella calda siamo a cavallo!
                Aspetto il video e vedo se nel fine settimana riesco anche io a fare delle prove.
                Se mi mandi via MP il tuo cell magari ci facciamo anche una chiaccherata!
                Grazie del supporto!!
                Roy
                Essere realisti e fare l'impossibile

                Commenta


                • #9
                  Ciao Roy, confermo confermo, funziona perfettamente.....
                  Il video lo trovi nel mio post precedente. Ho fatto anche una foto al volo al cestello (circa 1 dm3) prima di andare al lavoro, nel quale avevo messo un pugno di PKS:
                  Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   cestello-accenditore.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 76.7 KB 
ID: 1953509
                  Ti mando il mio cel. in PM,
                  Ciao.


                  @Scresan

                  Holà socio....
                  Sai che mentre preparavo l'accrocchio ti ho pensato!!! Hehehehe...

                  Si, anche la soluzione con candeletta + soffiante è valida, però è più ingombrante e difficoltosa da realizzare (ci avevo già pensato....)
                  Inoltre in caso di rottura della candeletta la riparazione è più costosa e difficoltosa. Qui fai un foro da 30 mm sul fondo del TC, piazzi il tubo, colleghi il cestello ad un'estremità di questi, pistola termica dall'altra e hai finito. L'unica cosa che si potrebbe guastare è la pistola termica, ma è un'elemento economico e semplice da sostituire. Poi usandola 2/3 minuti al giorno ti dura una vita.
                  Riguardo i consumi credo che +/- i due sistemi si equivalgono, poi stiamo parlando di una accensione al giorno per pochi minuti, cioè qualche centesimo di € al giorno, bazzecole.
                  Considera poi che il test l'ho fatto all'aperto con un vento molto forte e un'umidità da paura perchè diluviava, elementi che non aiutano di certo l'accensione. Ritengo che nella camera di combustione del TC l'accensione avverrebbe al massimo in 2 minuti e col pellet anche prima.

                  Saluti
                  Ultima modifica di renatomeloni; 26-11-2015, 09:43.
                  Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                  Commenta


                  • #10
                    Grazie mille Renato!

                    Mi sembra proprio una bella soluzione! Niente fili nel camino, un impianto semplicissimo e che richiede solo un piccolo foro.
                    Penso proprio che lo realizzerò e a breve.
                    Se funziona bene come sembra lo ingegnerizziamo!!
                    Ti telefono probabilmente nel pomeriggio!
                    Roy
                    Essere realisti e fare l'impossibile

                    Commenta


                    • #11
                      E' il metodo che usa la EG Pellet per l'accensione, non una candeletta ma un phon industriale.
                      Mi pare che lo stesso metodo lo usi D'Alessandro .

                      MP
                      IMHO ovviamente.

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao a Tutti.....
                        Ciao Roy ecco la variante per il tuo TC e per tutti i TC con caldaia sui tre lati:
                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   accenditore-x-tc-orizzontale.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 19.5 KB 
ID: 1953519
                        Le due curve a 90° raffigurate devono poter ruotare di 360° per consentire qualunque posizionamento del dispositivo (DX, SX, anteriore, posteriore, ecc) e la rotazione (sempre di 360°) di quella all'interno del TC consente la direzionalità della fiamma d'innesco nel punto voluto.
                        Il piccolo serbatoio realizzato con rete inox a maglia fitta va semplicemente poggiato davanti al tubo di adduzione dell'aria calda. Questo consente un'agevole procedura di carico e pulizia.
                        L'accensione del combustibile produrrà una fiamma orizzontale molto potente, fiamma che può, come già detto essere indirizzata verso la base della legna da accendere.

                        Penso che sia una buona e sicura soluzione per automatizzare l'accensione di tutti i classici TC CHIUSI.
                        (NB: da non utilizzare assolutamente su TC aperti)

                        Saluti
                        Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                        Commenta


                        • #13
                          Ciao Roy....

                          Allora, fatto più niente o hai incendiato casa???

                          Non tenerci sulle spine!!!


                          Saluti
                          Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                          Commenta


                          • #14
                            wuau che bella idea!! é da tanto che mi sto scervellando su come accendere automaticamente il mio Montegrappa quadra plus! bella idea! tra l'altro ho notato che sul mio nel lato basso sx ha gia un foro ma da 2 cm di diametro voi avete calcolato 3cm di foro per qualche motivo particolare o per comoditá? io che ho un tc a legna ed uso i tronchetti di faggio ( dei mega pellet x intenderci) penso di utilizzare quelli per l'accensione

                            Commenta


                            • #15
                              Ciao Davidevm...

                              voi avete calcolato 3cm di foro per qualche motivo particolare o per comoditá?
                              I 3 cm sono gli stessi che ha solitamente l'ugello in acciaio della pistola ad aria. Mantenere lo stesso diametro è importante per evitare il surriscaldamento della pistola (dato dal restringimento del tubo), inoltre cosi eviti di accelerare troppo il flusso d'aria che potrebbe far volare il combustibile dal braciere.

                              Occhio che l'idea è coperta da brevetto Energeticambiente eh!!! Scherzo ovviamente!!!!


                              Saluti
                              Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                              Commenta


                              • #16
                                a ok allora dovrò allargarlo, ma voi sotto non avete il cestello x la cenere? dove metterete la gabbietta con il pellet x l'accensione? perchè sopra al bracere è di intralcio invece sotto la griglia nel cestello x la cenere ogni volta bisogna alzare le griglie x inserire il pellet x accensione! caspita bel dilemma

                                Commenta


                                • #17
                                  risolto ragazzi io penso che anziché fare un cestello farò una gabbietta a bussolotto di 3cm di diametro che si avvita al tubo dell'aria calda inserisco il pellet x accensione avvito e via in questo modo le dimensioni ridotte mi permettono di mettere tutto vicino al fermalegna in modo che sia facile da caricare e non sia di intralcio x la rimozione del cestello cenere tra l'altro le dimensioni ridotte permettono di tenere compatto il pellet in questo modo si accende prima e se ne usa di meno, evitando gli sprechi
                                  File allegati

                                  Commenta


                                  • #18
                                    All'interno della camera di combustione puoi metterlo dove vuoi, il cestello porta pellet va semplicemente piazzato davanti al tubo dell'aria calda, badando di orientare il tubo/cestello verso la legna da ardere.
                                    Se si opterà di fare uscire il tubo da sotto (come da 2° disegno) è importante mettere una curva a 90°, questo eviterà che delle braci e/o ceneri penetrino all'interno del tubo causando diversi problemi, non ultimo il rischio incendio delle plastiche della pistola....

                                    Saluti
                                    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                                    Commenta


                                    • #19
                                      si si orizzontale , magari x sicurezza mettere una griglietta x evitare che entri qualcosa

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Ciao Renato e tutti!
                                        Si ho fatto la prova (all'esterno del termocamino per ora) e Funziona!!!! Il pellet si accende dopo un paio di minuti abbondanti ma meno di 3.
                                        Quindi cosa fattibilissima!
                                        Ora devo solo convincere la mia dolce metà che fare un piccolo foro nel termocamino non inficia il funzionamento... mi ha detto che sono folle... ma in effetti questo lo doveva sapere da un po!!

                                        Vi aggiorno quando riuscirò a realizzarlo sul camino.

                                        P.s. per davidevm: il termocamino vulcano non ha il cassetto per la cenere quindi sotto non ha alcun problema alla realizzazione del foro. Bisogna solo adeguare anche i mattoni di fondo.
                                        Essere realisti e fare l'impossibile

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da eroyka Visualizza il messaggio
                                          Si ho fatto la prova (all'esterno del termocamino per ora) e Funziona!!!! Il pellet si accende dopo un paio di minuti abbondanti ma meno di 3. Quindi cosa fattibilissima!
                                          Non avevo dubbi......

                                          ... mi ha detto che sono folle... ma in effetti questo lo doveva sapere da un po!!
                                          Hahahaha!!! Pensa che la mia dolce metà ancora non sa cosa combinavo in piena notte (erano circa le 23.00) fuori all'aperto, mentre diluviava e Attila dava il peggio di se. Lo sa solo mia figlia, che due giorni dopo il "fattaccio" e vedendo il cestello abbrustolito col marchingegno annesso, mi chiese che roba fosse, dopo la mia risposta mi ha dato del folle....
                                          E meno male che non mi ha visto nessuno durante le operazioni da fuochista, altrimenti il centro d'igiene mentale non me lo scampavo mica, eh!!!

                                          Saluti
                                          Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Ciao Roy...

                                            Viste le rimostranze della consorte ti propongo una variante senza buchi nel TC!!!!
                                            Premetto che il lavoro prevede un po di manualità e/o l'intervento di un fabbro.

                                            Il tubo di adduzione dell'aria calda si può realizzare con uno scatolato rettangolare in ferro da 40 X 10 mm . Lo si posiziona tra la serranda scorrevole (il portello) e la base della camera di combustione. Per quanto riguarda la parte che resta all'interno del TC non ci sono problemi (vale quanto già scritto sopra), mentre per la parte che riguarda la pistola ad aria calda, occorrerà intanto coibentare la parte esterna (per evitare ustioni), poi realizzare un raccordo circolare 30mm <-> rettangolare 40 X 10mm, questo affinché si possa alloggiare correttamente l'ugello della pistola e raccordarlo allo scatolato rettangolare. Occorre anche realizzare un supporto idoneo che, poggiando sul pavimento, tenga ben ferma la pistola in posizione.
                                            Con questa soluzione ci sono due fattori che non mi piacciono tanto: 1° sei costretto a tenere il portello sollevato di 1 cm (è poco ma ci passa comunque dell'aria); 2° la pistola è davanti al TC, quindi a vista, e questo oltre al problema estetico, potrebbe creare problemi e/o pericoli di vario genere: qualcuno potrebbe ustionarsi toccandola; se non fermata correttamente potrebbe cadere e/o spostarsi ed essere causa di incendio, 3 ecc...
                                            L'esperimento però potrebbe essere utile per convincere definitamente la dolce consorte diffidente, cosi magari ti autorizza a fare il buchino nel fondo del TC, che per me resta la soluzione migliore e più sicura.

                                            Saluti
                                            Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Ciao Renato,
                                              si, ho capitpo la tua idea ma la cosa che non va bene è lasciare aperto il portello. In un centimetro passa tantissima aria!
                                              Si potrebbe prevedere un "tappo" rettangolare che blocchi l'accesso dell'aria per tutta la larghezza del portello con il foro per l'aria calda centrale... però in questo modo il portello resterebbe comunque chiuso male e ho la sensazione che dal lato superiore, specialmente nei primi minuti di accensione ove si forma parecchio fumo, ne possa uscire abbastanza da dare fastidio in casa.

                                              No, direi che la soluzione ottimale è quella studiata sino ad ora con buco annesso... comunque ci penso un po su... e magari una prova con portello leggermente aperto e relativo tappo posso provare a farla.
                                              Ci aggiorniamo!
                                              Roy
                                              Essere realisti e fare l'impossibile

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Ciao Roy....

                                                L'inverno ormai è alle porte....ci sono news sula modifica??

                                                Saluti
                                                Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                                                Commenta

                                                Attendi un attimo...
                                                X
                                                TOP100-SOLAR