annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

consiglio impianto Termocamino + Pompa di calore

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • consiglio impianto Termocamino + Pompa di calore

    Buongiorno a tutti,
    non sono un termotecnico e per questo vorrei un consiglio da parte vostra sull'impianto da realizzare per una villetta unifamiliare su due livelli complessivamente di 260 mq circa.
    Possiedo già un termocamino da 30Kw a vaso aperto, che vorrei utilizzare solo nelle giornate più fredde o giusto per atmosfera...
    Come fonte primaria per Acs e riscaldamento vorrei usare una Pompa di calore.

    Dispongo di un locale tecnico, l'unico problema è che essendo un sottotetto, l'altezza utile nel punto più alto è di circa 1,75 .... per questo avevo pensavo a 2 puffer uno per il Riscaldamento ( che con un opportuna miscelatrice servirà il riscaldamento radiante ) ed un altro per l'Acs con serpentina per produzione istantanea.

    Avevo pensato di collegare il termocamino sulle serpentine in serie ai due puffer, e la pompa di calore con una valvola a tre vie, che a TC spento, in base alla richiesta di ACS o riscaldamento vada a riscaldare direttamente l'acqua tecnica del relativo puffer.

    In allegato trovate una bozza dello schema impianto.

    Secondo voi potrebbe funzionare?

    vi ringrazio
    File allegati

  • #2
    Originariamente inviato da fuxas Visualizza il messaggio


    Avevo pensato di collegare il termocamino sulle serpentine in serie ai due puffer
    attenzione,
    avendo un tc di parecchi kW devi assicurarti che le serpentine del puffer scarichino tutta la potenza (dipende dal delta termico e da quanti mt2 sono)
    difficilmente riescono, quindi il tc si dovrebbe sempre collegare con piastra di scambio su puffer normale (senza serpentine)

    inoltre, perchè complicare così l'impianto ? se il problema è l'altezza, il/i puffer (che vanno dimensionati) si montano in serie, e l'acs producila con piastra istantanea esterna (avrai molte più prestazioni e molti problemi in meno con la PDC, se vuoi scaricarla in puffer)

    Commenta


    • #3
      Grazie Giuseppe per le preziose indicazioni...

      che piastre di scambio o kit già preassemblati (marca/modello) mi consigli?
      In caso di utilizzo di piastre di scambio, devono essere previsti dei defangatori o ci sono anche altri accorgimenti da tenere?

      vedendo i prezzi dei puffer in rete, con quello che si risparmia nel prenderlo senza serpentine ci compro i kit a piastre...dico giusto?

      Ipotizzando che dopo 5/10 anni mi si rompi una serpentina del puffer, cambiare o riparare il puffer credo che risulti più complicato e costoso che sostituire le piastre...

      Ci sono altri pro o contro da considerare nell'usare scambiatori a piastre esterni rispetto alle serpentine?

      Commenta


      • #4
        che piastre di scambio o kit già preassemblati (marca/modello) mi consigli?
        deve essere dimensionata in base alla ptenza ceduta all'acqua dal tc, per sicurezza aumentata almeno del 30%

        In caso di utilizzo di piastre di scambio, devono essere previsti dei defangatori o ci sono anche altri accorgimenti da tenere?
        un defangatore è sempre consigliato, in qualsiasi impianto

        vedendo i prezzi dei puffer in rete, con quello che si risparmia nel prenderlo senza serpentine ci compro i kit a piastre...dico giusto?
        per qualla lato tc, +/- si
        per qualla acs, dipende se vuoi prodotti prestanti o prodotti di fascia e prezzo bassi

        Ipotizzando che dopo 5/10 anni mi si rompi una serpentina del puffer, cambiare o riparare il puffer credo che risulti più complicato e costoso che sostituire le piastre...
        se sono serpentine fisse, non si riparano
        se sono serpentine estraibili, si cambiano

        Ci sono altri pro o contro da considerare nell'usare scambiatori a piastre esterni rispetto alle serpentine?
        i pro ci sono tutti
        i contro, se vuoi prodotti prestanti, sono il costo

        Commenta


        • #5
          Ciao.
          Sto fantasticando su un intervento migliorativo a casa. E' una costruzione isolata, con mura perimetrali in tufo da 50 cm. Le dimensioni sono notevoli, circa 280mq il piano terra e altri 120 mq il piano rialzato, relizzato da un sottotetto e quindi con la falda che scotta in estate e gela in inverno. Anche le cubature giocano contro: circa 100 mq di salone al piano terra arrivano fino al solaio (colmo delle falde 5,30 circa).
          Con una prima ristrutturazione ho realizzato uno sdoppiamnto dell'impianto di riscaldamento: una caldaia serve il salone e altra stanza di rappresentanza con termosifoni e 2 termoconvettori. Un'altra caldaia (camera stagna) la zona notte e servizi, l'area vissuta, insomma.
          Ho poi 300L ACS solare termico e da 2 anni anche un FV come vedete in firma.
          La cucina è 35 mq e circa 140 mq, c'è un bel camino ma poco funzionale. Pensavo a un inserto ma leggendovi potrei valutare un TC in supporto ad un'eventuale PdC.
          Sotto la costruzione c'è un locale interrato della stessa superfice. Mi chiedevo anche se si possa utilizzare il termocamino per la sola cucina: 2 termosifoni o forse è una boiata, impianto troppo complicato a fronte di risparmi minimi. Zona climatica C 1.355 GG
          Impianto FV 6Kwp LG 335 W N1C-A5 inverter Symo 6.0-3-M; ACS 300L 2 pannelli da 1 mq: zona climatica C; 1.355 gradi giorno

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X
          TOP100-SOLAR