annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Sostanze perfluoroalchiliche (PFAS) nell'acqua.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sostanze perfluoroalchiliche (PFAS) nell'acqua.

    Buongiorno,
    con questa discussione vorrei capire se realmente queste sostanze possono essere eliminate dall'acqua di casa con filitri o altre componenti che si possono trovare sul mercato.
    Nalla mia zona, Vicenza, è da poco spuntata questa emergenza dell'acqua pubblica, dove queste sostanze, che dicono essere innoque se in piccole quantita, si trovano nel nostro acquedotto.
    Quindi vorrei chiedervi come devo comportarmi e se possono esserci delle soluzioni "casalinghe" per evitare intossicazioni a lungo termine.

  • #2
    ciao Cigli0 mi sembra che il sindaco di Vicenza sia protetto con filtri a carboni attivi specifici, i PFAS dei vostri acquedotti sono ben oltre il limite di soglia(decine ed in alcuni casi centinaia di volte) già dal 2012-2013(forse prima) , non capisco come mai non mettano depuratori per tutelarvi .

    gli effetti dei PFAS a lungo termine sono ancora in fase di studio ,quindi ci sono vari dibattiti e studi scientifici , il bioaccumulo negli organismi viventi è la caratteristica principale di questi polimeri,il tempo di accumulo varia a seconda del tipo di PFAS(riconosciuta da tutti gli studi fin ad ora eseguiti).

    con il principio di precauzione quindi non li assumerei .( in quanto per ora sono sospetti, e non è un bell'affare )
    curiosità :se anche avessimo acqua perfetta ... alcuni li ingeriamo direttamente dai cibi cucinati nelle padelle antiaderenti al teflon(PTFE il principe dei PFAS ) (quando vengono usate male !!)

    cordialmente

    Francy
    Ultima modifica di innominato; 16-11-2015, 01:26.

    Commenta


    • #3
      Grazie Mille!
      Si so che i PFAS si trovano nell'antiaderente della padella, infatti io solitamente uso padella in alluminio senza antiaderente, e l'acqua dell'acquedotto la uso solo per la doccia.
      Però mi volevo interessare se esistono filtri domestici o cose simili per l'eliminazione di queste particelle.

      Commenta


      • #4
        La letteratura scientifica indica nel carbone attivo un valido aiuto nella rimozione dei Perfluorati. Il problema è però normativo. La Legge Italiana VIETA la commercializzazione di prodotti per il trattamento dell'acqua potabile con rivendicazioni non supportate da analisi e specifiche. Ossia se voglio mettere in commercio un prodotto che rivendichi l'efficacia sui PFAS devo svolgere test di laboratorio specifiche che attestino in quale condizioni può lavorare il filtro, la sua effettiva efficacia e la durata massima.
        Un'articolo sul tema lo si può leggere a questo indirizzo

        Commenta


        • #5
          buon giorno

          ciao Blitzkrieg

          La letteratura scientifica indica nel carbone attivo un valido aiuto nella rimozione dei Perfluorati. Il problema è però normativo. La Legge Italiana VIETA la commercializzazione.....
          il centro veneto servizi ha già provveduto in ottobre 2013 ad installare questi filtri a Agugliaro, Alonte, Asigliano, Campiglia dei Berici, parte di Megliadino San Fidenzio, Montagnana, parte di Orgiano, Pojana Maggiore, Sarego, parte di Urbana.

          Commenta


          • #6
            Se un gestore di acquedotto decide di utilizzare un sistema di filtrazione piuttosto che un altro, lo fa sotto la sua responsabilità garantendo la potabilità e salubrità dell'acqua. DL21/2001 e sucessive modifiche Altra cosa è l'installazione di un sistema domestico di trattamento, DM 25/2012.
            La questione dei perfluorati è nota da alcuni anni e nella fase "calda" le ASL per gestire il problema, visto che gli enti acquedottistici non poteva attrezzarsi a tambur battente, hanno in accordo con la Regione dato indicazione di utilizzare sistemi domestici,in contrasto con la normativa italiana. Puro buon senso di cui in Italia ne abbiamo bisogno

            Commenta


            • #7
              pessime notizie...

              Pfas nell'acqua, per il Veneto e un disastro - Regione - Il Mattino di Padova

              Inquinamento da Pfas in Lombardia: qui siamo all’anno zero
              pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

              Commenta


              • #8
                Ecco.... e poi parliamo di Veneto come regione seria....
                Emergenza Pfas in Veneto, chi inquina non paga - Il Fatto Quotidiano
                pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

                Commenta


                • #9
                  Cosa collega la serietà della regione con la frode di un'azienda?

                  Commenta


                  • #10
                    Ma hai letto l'articolo?
                    Dove dice che regione provincia e comune che si son girati dall'altra parte?

                    Nel determinare questo grave caso di ingiustizia e impunità, gli enti preposti ai controlli (Regione, Provincia e Comune) hanno sì svolto un ruolo chiave, ma in senso negativo. Sin dal 2005 le autorità sapevano dell’esistenza di una barriera idraulica nello stabilimento di Miteni, ovvero di una misura per contenere l’inquinamento e, dal 2013, erano a conoscenza dello sforamento dei valori di numerosi inquinanti, già normati, nelle acque di falda sotto l’azienda.

                    Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
                    pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

                    Commenta


                    • #11
                      Per condannare e far eseguire le bonifiche ci devono essere delle condanne.
                      La situazione attuale (questa è la difesa) è stata creata dalle precedenti "gestioni".
                      Ricordo negli anni 90 quando con la scuola ci portavano a visitare gli impianti della miteni i loro tecnici vantarsi per il rispetto dell'ambiente....

                      Commenta


                      • #12
                        E non esistevano le autorità competenti con la precedente gestione?
                        Io parlo delle responsabilità di chi ci dovrebbe tutelare...
                        pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

                        Commenta


                        • #13
                          Certo che esistevano ma nessuno cercava quelle sostanze e la normativa non le contemplava.
                          La vergogna è che nessuno è ancora andato in galera, anche se è ben poca cosa al confronto del disastro.

                          Commenta


                          • #14
                            Io sono alla ricerca di un rodotto impermeabilizzante e avrei trovato questo .. Prodotti .. ma non sono sicuro che non contenga PFAS,come faccio ad ACCERTARMENE?Voi conoscete qualche prodotto il più possibile naturale che impermeabilizzi tessuti che devono stare sempre al esterno?
                            diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Blitzkrieg Visualizza il messaggio
                              La letteratura scientifica indica nel carbone attivo un valido aiuto nella rimozione dei Perfluorati. Il problema è però normativo. La Legge Italiana VIETA la commercializzazione di prodotti per il trattamento dell'acqua potabile con rivendicazioni non supportate da analisi e specifiche. Ossia se voglio mettere in commercio un prodotto che rivendichi l'efficacia sui PFAS devo svolgere test di laboratorio specifiche che attestino in quale condizioni può lavorare il filtro, la sua effettiva efficacia e la durata massima.
                              Un'articolo sul tema lo si può leggere a questo indirizzo
                              Riguardo quanto da te scritto, credo non valga nel momento in cui io, da privato, voglia tra virgolette "proteggermi", pertanto a quel punto faccio le mie analisi con un filtro quanto piu possibile certificato

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              TOP100-SOLAR