Odori - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Odori

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Odori

    Sicuramente non è un argomento di grande interesse, probabilmente a qualcuno farà storcere il naso. Ma attualmente è la problematica ambientale con meno certezze e punti fermi. Il fatto che un odore sia piacevole o molesto è fortemente soggettivo ma alcuni odori sono sicuramente indice di aria malsana e inquinamento ambientale. Ultimamente sono venuto a conoscenza della olfattometria dinamica (dal nome sembra una presa in giro ma leggete questo: http://res.uniud.it/8/art16) e di un progetto per un protocollo per l'analisi dell'aria regolamentato dalla norma uni en iso 13725.
    Un altro link interessante: http://www.comune.ceregnano.ro.it/provinci...ovigo_ODORI.htm
    In sintesi vengono fatti dei campionamenti in aree definite con delle pompe a depressione che racchiudono l'aria in sacchetti per poi essere analizzati con un gas massa.

  • #2
    Qual è il tuo punto di vista in proposito?

    Credo che il problema non sia affatto trascurato, prova ne è che diventa il principale argomento di chi contesta la localizzazione di una discarica nei pressi della propria abitazione (insieme ad altri fattori che non indico qui, perché non in linea con questa discussione).

    Ovvio che a nessuno fa piacere vivere nella puzza, ma, come dici tu, il livello di puzza accettabile ha una sua variabilità soggettiva e una Legge non riuscirà a far stare tutti contenti, ci sarà sempre qualcuno che, qualunque sia il livello definito tollerabile, giudicherà insopportabile anche un odore appena al di sotto di quella soglia.

    Sul GRA di Roma, in prossimità dell'uscita 1 (SS1 Aurelia), anche se non la si vede direttamente, è evidente che nelle vicinanze c'è una discarica, la segnala proprio un inconfondibile olezzo.

    ••••••••••••

    Commenta


    • #3
      Premettendo che stiamo parlando solo di odori e non di emissioni nocive credo che le attività che producono odori sgradevoli sono moltleplici, alcune sono perfettamente naturali (allevamenti di tacchini o di maiali, concimaie) e alcuni soggetti ci vivono a contatto da così tanto tempo da sembrare assuefatti. Purtroppo per quanto si cerchi di avere un comportamento corretto produrre odori è inevitabile e il vento non tira sempre dalla stessa direzione. Se una attività produttiva porta dei benefici al territorio e gli odori non sono nocivi credo che chiunque si lamenti non tenga conto degli aspetti positivi. Io spero che la ricerca scentifica possa satbilire un criterio univoco con i sensori detti "nasi elettronici" e che certi comitati civici usino più la testa che gli interessi personali. Spostare una discarica è di fatto scaricare il problema a qualcun'altro o chiudere un allevamento significa dannegiare dei contadini. Ho sentito al SEP di Padova una ditta che proponeva l'innalzamento del punto di immissione della fonte odorigena in modo tale che le fantomatiche "unità odorimetriche'" venissero diluite prima di essere percepite. Potrebbe essere una soluzione.

      Commenta


      • #4
        da ARPAV - D.A.P. Vicenza
        Il Centro Olfattometrico Regionale, presso il Dipartimento Provinciale A.R.P.A.V. di Vicenza, dedicato alla
        determinazione degli odori, bandisce una selezione per aspiranti esaminatori.
        All’esaminatore giudicato idoneo viene proposto un contratto per il corrente anno che riconosce un
        compenso di € 38 (lordo onnicomprensivo) per ogni sessione di misura cui partecipa.
        L’esaminatore deve avere un’età compresa fra i 20 e i 30 anni e rispondere ai requisiti della Norma
        Tecnica UNI EN 13725:2004.
        L’esaminatore avrà l’obbligo di eseguire la prestazione quando richiesto negli orari, con i tempi, gli
        obblighi, i criteri e le modalità che seguono.
        a) Obbligo di presenza nel laboratorio olfattometrico almeno 15 minuti prima dell’inizio delle misure, per
        consentire l’adattamento delle capacità percettive all’ambiente neutro dello stesso.
        b) Impegno a completare il proprio lavoro coscienziosamente secondo le istruzioni ricevute, partecipando
        di volta in volta alla costituzione di un gruppo di esaminatori.
        c) Disponibilità ad assicurare le proprie prestazioni per la durata di almeno una sessione di misura
        completa, corrispondente ad un tempo massimo di tre ore.
        d) Disponibilità ad un impiego variabile nell’arco della giornata, compreso il mattino, al fine di consentire
        al laboratorio una corretta applicazione della procedura d’analisi prevista.
        e) Rispetto del divieto assoluto di fumare, mangiare, bere (eccetto acqua), o masticare chewing-gum o
        dolciumi nei trenta minuti antecedenti la prova e durante la prova stessa.
        f) Estrema attenzione a non interferire con la percezione olfattiva propria o degli altri membri del
        gruppo a causa di scarsa igiene personale o, al contrario, con l’uso eccessivo di profumi, deodoranti,
        lozioni, cosmetici, ecc.
        g) Impegno all’autoesclusione dalla sessione di misura in caso di raffreddamento o di qualsiasi
        indisposizione che interferisca con le capacità di percezione olfattiva (allergie, sinusiti, ecc.).
        h) Osservanza dell’obbligo di sottoporsi periodicamente alla verifica di conformità dei requisiti, tramite
        prova con alcool butilico, prescritto dalla norma UNI EN 13725:2004, per garantire l’accuratezza e la
        precisione delle risposte.
        i) Impegno ad assicurare la maggior costanza possibile di partecipazione alle misurazioni ed a assicurare
        la partecipazione stessa per periodi di tempo continuativi, della durata di almeno alcuni mesi.
        L’esperienza maturata dal Centro suggerisce di cercare
        gli esaminatori tra studenti universitari.
        Sei interessato?
        Telefona allo 0444 217331 o 0444 217332, dalle ore
        8,00 alle ore 12,00 dal lunedì al venerdì.
        Ti sarà chiesto di lasciare il tuo recapito per poter
        essere contattato.
        La prima selezione utile è prevista per la settimana
        del 18 giugno 2007.
        Vicenza, maggio 2007

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X