annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Influenza dell'attività umana sui cambiamenti climatici.

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #91
    Lo scioglimento del permafrost sta liberando metano, il resto non sarebbe un problema. Il metano è forse il peggior gas per l'effetto serra.
    Ariamen
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

    Commenta


    • #92
      In realtà il metano ha il vantaggio che, a differenza della CO2, subisce delle trasformazioni in atmosfera. Quindi anche se potenzialmente più pericoloso come effetto serra alcuni pensano sia alla fine meno dannoso. Climalteranti.it >> Tanto rumore per il metano
      Molto dipende dalla velocità di rilascio del metano. Se è graduale probabilmente non creerà enormi problemi. Se invece avessimo un rilascio catastrofico (ad es. dagli idrati marini, ma l'ipotesi pare remota) allora ci sarebbero conseguenze.
      Il vero fattore da tenere in considerazione resta la CO2.
      “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
      O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

      Commenta


      • #93
        Non ci distraiamo con i non-problemi e continuiamo il diuturno tentativo di avvicinare experimentator alla Fonte dei Dati, impegno forse superiore alle mie forze ma che per caso o per fortuna mi ha portato su 3. The world is warming | Climate science | BIS, dove verso fondopagina si legge che "The rate of the warming observed has varied regionally, highlighting how important it is to avoid making deductions about global climate from what happens in one part of the world (Figure 12)".
        C'è anche qualche frase esplicativa e la relativa figura (qui sotto), dove si indovina anche la Sicilia.
        Nella didascalia fra l'altro si legge "(Source: IPCC AR4)"; il prossimo passo è andare a vedere cosa c'è scritto su IPCC AR4, ma per ora me lo risparmio perché sono abbastanza convinto del riassunto.
        Molti altri belli grafici, e semplici, richiamo l'attenzione su quello di fig. 8, perché riporta i punti di rilevamento in mare, e suggerisco allo studente di approfondire l'argomento "drifting buoys" -boe derivanti- perché ora invece di 1200 sono circa il doppio, e dal tempo dello scritto che riporto hanno fatto grandi progressi; scendono automaticamente fino a duemila metri sotto la superficie del mare, raccolgono un fottìo di dati, e le più moderne hanno anche capacità di spostamento orizzontale.

        Quindi per procedere l'importante è che exp si faccia convinto che è giustificato
        avoid making deductions about global climate from what happens in one part of the world
        (ossia, evitare di trarre deduzioni globali da effetti locali).




        Saluti.

        T
        File allegati

        Commenta


        • #94
          BE,
          sento che inizia a tentennare, facciamogli la manovra a tenaglia, sparagli due righe sull'effetto-serra del metano.
          Sì, dài, CO2equivalente, greenhouse potential, quella roba lì. Mica per me, eh, ché io la so a già a menadito, ma a qualcuno può giungere nuova.

          T

          Commenta


          • #95
            Se poi a qualcuno fosse sorto il dubbio che la ""teoria"" de noartri sul riscaldamento al nord prodotto dalle stufette e dalle "esplosioni" abbia un minimo fondo di verità (difficile, ma non si sa mai) ... basta vedere l'andamento delle anomalie di temperatura su tutta Europa per capire che NON c'è alcuna correlazione fra zone industriali, riscaldamenti di casa, esplosioni o altre facezie:

            Climalteranti.it >> 2017: il riscaldamento prosegue senza sosta

            Alcune immagini sono molto esplicative:


            Qui sopra si vede bene anche la pesante anomalia artica.




            L'anomalia complessiva a livello europeo mostra come zone del tutto prive di industria pesante e riscaldamenti, come il Marocco, abbiano subito una forte anomalia in aumento di temperatura.

            Non tentenna Tordesillas. Sta solo svicolando come suo solito quando si ritrova senza argomenti.
            “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
            O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

            Commenta


            • #96
              Faccio gentilmente osservare a lor signori come la Sicilia si trovi nella zona bianca .

              Come potete vedere le zone equatoriali risentono meno del riscaldamento perché sono già di per se calde .

              Sono le zone al nord ad essere interessate più particolarmente al fenomeno .
              Vi sono zone al sud del globo poi di colore blu e quindi in raffreddamento .

              Per quanto riguarda la SICILIA :
              dichiara Francesco Vincenzi, presidente dell’ Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (Anbi) – così come testimonia l’ attuale crisi idrica, conseguenza delle insufficienti precipitazioni dei mesi scorsi e di un caldo inusuale in un periodo, che non è ancora estivo”.

              Sono totalmente d'accordo , in questo periodo e quindi forse è il caso dare dei contributi agli agricoltori ed ai dipendenti pubblici del sud, causa danni subiti per il caldo provocato all'agricoltura dai paesi del nord che stanno facendo riscaldare il pianeta .


              Previsioni meteo dicono che martedì 23 in Sicilia pioverà forte .

              Un saluto a lor signori .
              Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

              Commenta


              • #97
                Originariamente inviato da Tordesillas Visualizza il messaggio
                Non ci distraiamo con i non-problemi
                In effetti..
                Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                Commenta


                • #98
                  Non solo... se guardi bene, ma bene bene, Catania è un pelo più bianca!
                  Ora i contributi arriveranno, tranquillo... ma solo alle zone “rosse” temo!
                  Ora però mollaci e torna in tema o stavolta cancello davvero.
                  “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                  O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                  Commenta


                  • #99
                    Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                    Non solo... se guardi bene, ma bene bene, Catania è un pelo più bianca!
                    Ora i contributi arriveranno, tranquillo... ma solo alle zone “rosse” temo!
                    Ora però mollaci e torna in tema o stavolta cancello davvero.
                    Sei un catastrofista. Non credo che Catania e provincia saranno interessate al fenomeno...
                    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                    Commenta


                    • Non arriveranno... del resto le zone bianche lo sono proprio perchè mancano le serie storiche, mica perchè non sono interessate. Sai com'è ... uno dice "tanto i dati li raccolgono gli altri", l'altro pensa che invece che lo abbiano fatto. Però pare che non ci saranno sanzioni.
                      Del resto, la situazione come abbiamo detto è nota a tutti (siciliani compresi) meno che a lui:

                      La Sicilia è la regione in cui i dati appaiono più allarmanti, sfiorando il 70% di aree interessate
                      “La desertificazione è una tra le più gravi priorità ambientali che interessano i territori del Mediterraneo. Essa viene definita come il processo che porta ad una riduzione irreversibile della capacità del suolo di produrre risorse e servizi, ovvero di supportare la produzione di biomassa a causa di variazioni climatiche e delle attività antropiche”.
                      Con questi termini la SIAS (Servizio Informativo Agrometeorologico Siciliano) definisce l’urgenza del processo che sta investendo l’Isola. Il suo destino appare davvero spaventoso: basta semplicemente osservare come la desertificazione avanzi a vista d’occhio.

                      Con tanti saluti alla Sicilia verde (dev'essere il giardino che vede dal suo balcone).


                      E poi, BE... E' così completamente impermeabile a qualunque dato rilevato o ragionamento logico che mi stupisco che non abbia pensato che i mutamenti del clima siano i malfunzionamenti del condizionatore.
                      Come vedi, cita un articolo di giugno 2016 lasciando intendere che sia attuale, ed omettendo accuratamente le altre frasi dell'articolo che non gli convengono, come quella appena precedente:
                      "Stando ai dati del Consiglio Nazionale delle Ricerche, la regione a maggior rischio desertificazione è la Sicilia con il 70% del territorio minacciato da insufficienza idrica"

                      Commenta


                      • la desertificazione è tutto sommato il male minore,il problema sono le migrazioni
                        il problema più rilevante,persone che non trovano più il sostentamento sul territorio
                        se si riducono le terre fertili,ci saranno guerre per il controllo di terre e acque potabili

                        Commenta


                        • Pox, desertificazione vuol dire "cambiamento irreversibile", non siccità... C'è la stessa differenza che esiste fra le "previsioni del tempo de noantri" di vincenzo e il riscaldamento globale....

                          Commenta


                          • L'articolo non lo avevo citato io ma BE , non so manco dove si trova , nemmeno li leggo questi catastrofismi , nel giornale basta il titolo ed io cambio pagina .

                            Come ho detto , se enti autorizzati dicono questo, sarebbe il caso che alla Sicilia venissero dati finanziamenti per costruire dighe , laghi, autostrade , ponti ed aiuti alla popolazione .
                            C'era un mio amico che aveva progettato un impianto di desalinizzazione dell'acqua di mare con il FV ,per fare fronte alla emergenza idrica .

                            Visto che questa emergenza ora c'è , forse è il caso che venga finanziata dai parte dei polentoni del nord .
                            Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                            Commenta


                            • Forse invece chiederanno indietro i soldi che han mandato e sono spariti, non credi? E visto che il riscaldamento è GLOBALE, chi dovrebbe dare i finanziamenti a chi? Magari, visto che dici che la Sicilia è immune dal global warming, forse dovreste finanziare le regioni del nord... che come dici tu sono quelle più colpite.

                              Commenta


                              • la desertificazione non credo che sia irreversibile se c'è l'acqua si può
                                coltivare a meno che il terreno non diventi roccia,poi la mia è un opinione
                                ammetto di ignorare,
                                in sicilia il rimboschimento eviterebbe la desertificazione se non ci fossero
                                i piromani che ci lucrano e quindi torniamo da capo,l'avidità umana pensa
                                solo alla propria tasca non al bene comune,ne al domani,quando ho fatto il
                                militare nel 1985,osservavo durante il turno di guardia una montagna
                                spelacchiata,in estate c'era uno ******* che appiccava fuochi qua e là
                                magari lo stesso che si occupava del rimboschimento,soldi in cenere e tanto
                                debito da ripagare

                                Commenta


                                • Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                                  L'articolo non lo avevo citato io ma BE , non so manco dove si trova , nemmeno li leggo questi catastrofismi , nel giornale basta il titolo ed io cambio pagina .

                                  Come ho detto , se enti autorizzati dicono questo, sarebbe il caso che alla Sicilia venissero dati finanziamenti per costruire dighe , laghi, autostrade , ponti ed aiuti alla popolazione .
                                  C'era un mio amico che aveva progettato un impianto di desalinizzazione dell'acqua di mare con il FV ,per fare fronte alla emergenza idrica .

                                  Visto che questa emergenza ora c'è , forse è il caso che venga finanziata dai parte dei polentoni del nord .
                                  Beh, a dire il vero in Sicilia denaro c'e'. Se solo venisse usato bene, tante situazioni, comprese dighe e il necessario per mitigare questi problemi, sarebbe sufficiente.
                                  Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                  Commenta


                                  • L'ho citato sopra che le dighe erano state fatte ed i laghi artificiali pure , ma forse vale la pena leggere meglio .

                                    Il riscaldamento della parte nord dl globo fa più comodo ai paesi del nord , non credi ?
                                    Mi risulta che vi sono trivellazioni ed autorizzazioni del presidente Trump :

                                    Eni, Trump da il via libera alle trivellazioni in Alaska - Repubblica.it

                                    Ripartono le trivelle nell'Artico. All'Eni la prima autorizzazione - Repubblica.it

                                    Più che prendervela con i paesi del sud che vivono di pasta e ceci , perché non ve la prendete con i paesi del nord ?
                                    Mi risulta anche che lo scioglimento dei ghiacciai faccia comodo sia alla Russia, sia alla Norvegia-Svezia-Islanda , sia al Canada che hanno cosi libero per maggior periodo dell'anno il corridoi di navigabilità , senza dover fare con le loro navi un giro enorme e senza utilizzare rompighiaccio .

                                    Prima di dire fesserie assurde che la Sicilia dovrebbe pagare a chi a voi ?
                                    Che siano necessarie poi infrastrutture come ponti ed autostrade è una cosa assodata da tempo e che non si vuole risolvere lasciando sempre il sud come fanalino di coda .
                                    Ma di che cosa state parlando ? Solo a braitare ? Ma per favore !
                                    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                    Commenta


                                    • Originariamente inviato da pox1964 Visualizza il messaggio
                                      la desertificazione non credo che sia irreversibile se c'è l'acqua si può
                                      coltivare a meno che il terreno non diventi roccia,poi la mia è un opinione
                                      ammetto di ignorare
                                      Beh ignori come tutti noi, ma dimostri di avere perfettamente capito cos’e La desertificazione e quanto c’entri con le dighe citate dai comici ageè. Poco.

                                      Ora però abbiamo finalmente scoperto perché i malvagi norvegesi hanno riscaldato l’ambiente con le loro stufette! Per aprire i “corridoi navigabbbili”! Essù! Aprite sta mente!
                                      In effetti è patrimonio comune la nozione che Oslo e Stoccolma prima del provvidenziale GW sopravvivevano al duro inverno artico isolate da chilometri di banchisa solo con generosi ponti aerei! Chi potrebbe negarlo?
                                      Per me sta scherzando e ci prende in giro. Mi resta solo questa esile speranza...
                                      “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                      O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                      Commenta


                                      • Per me invece continua a pensare che il riscaldamento globale non esiste e che la Sicilia sia verde e rigogliosa, ma se arrivano dei soldi altrui è pronto a gridare a gran voce che è diventata un deserto.

                                        Commenta


                                        • Mah... credo che persino expy non sia così ingenuo da sperare davvero che una desertificazione in Sicilia possa trasformarsi in ennesima occasione per mungere la vacca! Credo stia solo provocando come al solito.
                                          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                          O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                          Commenta


                                          • Ovviamente!!

                                            Commenta


                                            • Nella Sicilia ci sono zone aride e zone fertili .
                                              In genere le zone interne sono zone poco servite da corsi di acqua , mentre le zone costiere sono più fertili e piene di verde .
                                              Basta guardare con Google map . la situazione è stata sempre cosi a memoria di uomo .
                                              Che in questo periodo dell'anno ha piovuto poco è anche vero , l'anno scorso ha piovuto in abbondanza . Non credo che il clima cambi repentinamente da un anno all'altro , sono variazioni stagionali . Forse tra dieci anni rideremo di tutto questo e vi sarà un raffreddamento globale .
                                              Gli aiuti alla Sicilia sono necessari non solo per la siccità momentanea , ma per rilanciare l'economia dell'isola , creando infrastrutture e perché no impianti FV , visto che Sicilia gode del sole per molti giorno l'anno .
                                              Rilanciare il turismo , l'agricoltura, l'industria di trasformazione agricola ecc...
                                              Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                              Commenta


                                              • Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                                                Rilanciare il turismo , l'agricoltura, l'industria di trasformazione agricola ecc...
                                                Ma sono mai stati lanciati?
                                                Non e' una provocazione , ci mancherebbe.
                                                Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                                Commenta


                                                • Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                                                  Gli aiuti alla Sicilia sono necessari non solo per la siccità momentanea , ma per rilanciare l'economia dell'isola
                                                  Svicola, svicola... è l’unica cosa che ti resta da tentare!
                                                  Il tuo “”autorevole”” tentativo di proporre qualche panzana apodittica da bar sul clima è miseramente naufragato nel ridicolo delle stufette piemontesi ed ora tenti pateticamente di buttarla in caciara sugli “aiuti” dei polentoni!
                                                  Non ci casca nessuno, expy. Tieniti pure le tue “informazioni” sul meraviglioso clima della zona nord-est del catanese.. non interessano nessuno. Tanto di aiuti, oltre ai soldi gettati in posti e pensioni pubblici inutili distribuite dai poteri corrotti locali, non ne vedrete più! Provate coi mango, crescono bene!

                                                  Ora però basta con queste fesserie da auser. Il titolo è chiaro e non è difficile da dibattere. Cancellerò ogni ulteriore deviazione su argomenti folkloristici o localistici.
                                                  “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                                  O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                                  Commenta


                                                  • Behh ognuno crede quello che vuole , se uno guarda da un aereo vede solo i tetti delle case , ma se ci vivi dentro puoi dire se è bella o arredata o confortevole o se c'è freddo .
                                                    Cosi è per il clima , si parla dell'attività umana sul clima che può essere locale o mondiale .
                                                    Dalla mappa mostrata da voi, eccellenti signori , si notano zone a riscaldamento locale e zone in raffreddamento .
                                                    Lasciamo passare altri 10 anni forse avremmo una marcia indietro del riscaldamento con spostamento delle zone calde e fredde .
                                                    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                                    Commenta


                                                    • Facilissimo, basta ignorare tutti documenti mondiali sul riscaldamento del pianeta e pensare solo al proprio balcone, Molto scientifico. Oppure è la solita storia...

                                                      Commenta


                                                      • Originariamente inviato da livingreen Visualizza il messaggio
                                                        Facilissimo, basta ignorare tutti documenti mondiali sul riscaldamento del pianeta e pensare solo al proprio balcone.
                                                        Le cose vanno esattamente cosi'...niente cose strane o ragioni occulte...
                                                        Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                                        Commenta


                                                        • in tempo di pace prepariamoci alla guerra,tanto la tendenza è questa,trump
                                                          ha messo dei dazi del 30%,sulle importazioni di lavatrici e pannelli fv,il messaggio
                                                          è chiaro,i nostri interessi prima di tutto,in asia lo fanno ma non lo dicono e noi
                                                          staremo a guardare

                                                          Commenta


                                                          • "L’Organizzazione Metereologica Mondiale e le maggiori istituzioni scientifiche hanno confermato che il 2017 è stato il secondo anno più caldo mai registrato (a pari merito con il 2015), e il più caldo senza il fenomeno de El Nino.
                                                            Il 2016 l’anno più caldo (1,2°C sopra I livelli dell’era preindustriale). La temperatura media globale nel 2017 e nel 2015 è stata di 1,1°C sopra i livelli dell’era preindustriale."

                                                            2017, l’anno piu caldo mai registrato senza “El Nino” - La Stampa

                                                            Commenta


                                                            • Però quando sento certe notizie i dubbi mi vengono sempre .
                                                              Com'è una parte si riscalda ed una parte si raffredda ? Mahh .

                                                              Russia: a Mosca 'nevicata del secolo', mobilitato l'esercito - Europa - ANSA.it

                                                              La capitale russa è stata colpita a cavallo del fine settimana dalla tempesta di neve più massiccia "degli ultimi 100 anni". La neve caduta tra sabato e domenica ha paralizzato le strade di Mosca. Una persona è morta e cinque sono rimaste ferite. Unità dell'esercito sono state mobilitate per coadiuvare le operazioni di smaltimento .
                                                              Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                                              Commenta

                                                              Sto operando...
                                                              X
                                                              TOP100-SOLAR