annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

che tipo di impianto di riscaldamento adottare?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • che tipo di impianto di riscaldamento adottare?

    Salve a tutti.
    Sicuramente esiste già una discussione aperta sull'argomento ma, a quanto ho letto in rete, ogni "caso" è a sè stante.
    Ho acquistato una casa indipendente di 190 mq su tre piani (tavernetta compresa), in Piemonte (Val di Susa...dove fa freddo per 9 mesi l'anno!!) che ha già un impianto a gas metano.
    Essendo naturalista e forte sostenitrice degli impianti eco-compatibili, vorrei ristrutturare quello già esistente con uno che mi permetta sia di risparmiare economicamente, sia a livello di produzione di gas e sostanze inquinanti. Io vorrei un impianto che alimenti riscaldamento e acqua, ma quale scegliere?
    Quanto costano, in media, gli impianti?
    Io sono predisposta anche a mettere un impianto fotovoltaico, ma è vantaggioso a livello economico e di risparmio energetico?
    Pensavo di lasciare la caldaia a gas metano per l'acqua e mettere, nei due piani (zona notte con due camere e zona giorno) due stufe a pellet...
    Qualcuno che vive in Piemonte, o dove la situazione climatica è la medesima, e che ha già un impianto eco-compatibile può darmi una mano?
    So che chiedo l'impossibile (impianto che non mi sveni e ridotte emissioni di sostanze nocive) ma mi sono rivolta agli utenti e non alle aziende produttrici proprio perchè vorrei un aiuto e non pubblicità!
    Grazie mille per l'aiuto

  • #2
    che tipo di impianto di riscaldamento adottare?

    Ciao a tutti. Ho bisogno di un consiglio perchè devo decidere quale tipo di impianto di riscaldamento adottare x la casa in costruzione. Al momento si tratta di un immobile allo stato rustico composto da un piano terra di 154mq e una mansarda si 40mq. Per le pareti sono stati utilizzati i mattoni Poroton da 35cm, considerando che mi trovo nella provincia di Taranto e che qui il clima è praticamente sempre molto umido (sono pochi i giorni all'anno in cui la temperatura scende sotto i 2-3 gradi) sono davvero indeciso se adottare l'impianto di riscaldamento a pavimento, se l'impianto tradizionale con i termosifoni oppure quello con le pompe di calore.
    tutti i tecnici che ho contattato mi danno pareri discordanti, naturalmente mi consigliano quello che più conviene a loro, e io non so assolutamente cosa mi conviene fare. vorrei trovare una soluzione ideale che concilia i consumi con il rispetto dell'ambiente e il confort, ma non ho le idee chiare.
    qualcuno mi può aiutare?

    Commenta


    • #3
      Ciao,
      se provi a fare una ricerca con google troverai che l'impianto che più si avvicina alla curva ideale del comfort è quello a pannelli radianti a pavimento; poi è tra quelli che, abbinato ad una caldaia a condensazione, consuma meno .... io sono della prov. di ba e ho una casa di 90 mq circa e lo scorso inverno ho consumato una media di 3,2 mc al giorno, mantenendo 20-21° in tutta la casa!
      Unico neo costicchia un bel pò .... se non ricordo male sui 40 - 60 € / mq;
      le pompe di calore consumano corrente e da quest'anno più consumi più paghi, anche se hai il fv!
      A te la scelta, ciao
      dibilino.
      Impianto 24 tubi heat-pipe CN 200 LT orient. SUD / 58°
      Caldaia Junkers ZWB 24 KW + riscald. pannelli rad. Rehau
      Serbatoio recupero H2O piovana 5000 lt + Lavastov. e Lavatrice collegate ad ACS
      Gradi Giorno 1.648 -Zona Climatica D - 220 mslm

      Commenta


      • #4
        grazie dibilino x il consiglio.
        In effetti quella dell'impianto a pavimento è stata x me fin dall'inizio (fino a quando i tecnici poi non mi hanno confuso le idee) l'opzione più gradita. So che i costi sono inizialmente piuttosto elevati, ma quello che mi interessa di più sono la efficacia e i consumi.
        mi rincuora sapere che siamo corregionali, perchè uno degli aspetti negativi dell'impianto a pavimento che mi è stato sempre prospettato è, citando testuali parole: "al sud non conviene perchè non fa poi così tanto freddo e un impianto del genere è più funzionale nei paesi del nord con freddi intensi"...
        ??

        Commenta


        • #5
          Inesperta!!Quale miglior sistema di riscaldamento

          Ciao Euri, avevo lo stesso tuo dilemma.Ho acquistato una termostufa a pellets da 23 kw, l'ho collegata all'impianto esistente, e parzializzata dalla caldaia a gas.Adesso ho due impianti che possono funzionare in modo indipendente, o contemporaneamente.Per l'acqua sanitaria ho installato un boiler a gas.Risparmio parecchio sul costo del riscaldamento e non inquino.
          Per il riscaldamento utilizzo esclusivamente la termostufa.
          Costo della termostufa euro 3.300.
          Costo collegamento impianti euro 1.500
          Il boiler a gas lo trovi ovunque.
          Ciao e occhio ai furbi.

          Commenta


          • #6
            [QUOTE=Euridice;119015286]

            Prima di tutto, che infissi hai ? Come è coibentata la casa? come è esposta? Magari prima di utilizzare una fonte di calore meno costosa vale la pena di lasciarne scappare il meno possibile fuori dalla casa......

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Mancio80 Visualizza il messaggio
              perchè uno degli aspetti negativi dell'impianto a pavimento che mi è stato sempre prospettato è, citando testuali parole: "al sud non conviene perchè non fa poi così tanto freddo e un impianto del genere è più funzionale nei paesi del nord con freddi intensi"...
              ??
              mi sembra che la T interna ad una casa sia correlata prima alla coibentazione della stessa e POI alla T esterna. Quindi , anche in risposta al tuo problema dovresti prima darci altri dati, tipo certificato energetico o consumo energetico della casa, ed in base a quello si possono fare altre valutazioni.
              Per esempio, magari ti costerebbe di meno isolare ulteriormente e mettere i termosifoni con caldaietta....

              ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

              Commenta


              • #8
                ...so che a voi potrebbe suonare come una parolaccia, ma come faccio a calcolare il consumo energetico della casa?
                questi sono argomenti nuovi per me, qualunque consiglio è ben accetto!!

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Mancio80 Visualizza il messaggio
                  ...so che a voi potrebbe suonare come una parolaccia, ma come faccio a calcolare il consumo energetico della casa?
                  Si chiama termotecnico, grazie a lui puoi isolare tutto come si deve e capire quanto serve per riscaldare casa, isolando puoi trai benefici anche d'estate.
                  Riassunto: termotecnico, isolare come si deve, scegliere il tipo di riscaldamento.
                  A pavimento con centralina climatica regola la temperatura di mandata in base alla T esterna, quindi mantiene una temperatura perfetta in casa consumando pochissimo (ma deve sempre girare).

                  Valutare sempre costi e benefici, volendo si può anche integrare con pannelli solari e ridurre ancora di più il consumo di gas.
                  Pannelli 56 tubi U-pipe Apertura 8,84 m2 Orient./Inclin.:SUD-SUD/EST /60°
                  Caldaia Condensazione 24 kW Termostufa Legna: 13,8 kW (3 kW ambiente 10,8 kW Acqua)
                  Puffer 750 L 3 serpentine
                  Riscaldamento: pannelli radianti 130 m2 + Scalda-salviette
                  Località: Cannobio - Prov. VB - Gradi Giorno 2.583 - Zona Climatica E

                  Commenta


                  • #10
                    Gli infissi sono con il doppio vetro; la casa è stata visitata anche dal mio geometra di fiducia che mi ha detto che la casa è sana e, pur essendo della fine degli anni 70, non ha nè muffe nè umidità...

                    Commenta


                    • #11
                      Scusate non ho risposto alle altre due domande. La casa è esposta al sole tutto il giorno (essendo in una valle a V è sul lato sempre in esposizion)

                      Commenta


                      • #12
                        cosa ne pensate del poroton da 35cm?

                        ...ho un'altra domanda, per le mura di tamponamento sono stati utilizzati i mattoni "POROTON da 35 cm".
                        il costruttore e il mio direttore dei lavori dicono che sono sufficienti per isolare bene la casa, ma io vorrei sapere se conviene prendere qualche altro provvedimento tipo intercapedine con fibra di vetro o non so cos'altro.
                        voi sicuramente saprete darmi qualche consiglio più attendibile.

                        Commenta


                        • #13
                          NBo, assolutamente no! Il poroton necessita di materiale aggiuntivo per isolare e/o fosse , per via della zona climatica, sufficiente per rientrare nei parametri di legge, rimane il problema dei ponti termici che nel poroton sono presenti come minimo nel solaio e nelle fondamenta!
                          Poi per quanto riguarda i minimi di legge consentiti in fatto di isolamento, costruire oggi con quei limiti significa stare almeno 10 anni dietro. Quindi a mio avviso va isolato con cappotto per avere temperature miti in estate ed inverno. Calcola che una casa come la tua considerando la zona può avere un consumo anno oltre i 100Kw a mq mentre una casa ben isolata può arrivare a sotto i 40Kw a mq!

                          Commenta


                          • #14
                            [QUOTE=omaccio;119017377]

                            grazie omaccio x il consiglio. e non ti nascondo che a questo punto sono molto preoccupato, perchè qualcuno (x esempio colui che ho pagato per progettarmi la casa o anche il costruttore) avrebbe dovuto informarmi su queste cose.
                            adesso però viene il bello, perchè su due ditte che ho contattato per fare l'intonaco esterno nessuna mi ha parlato della possibilità di fare il "cappotto", ciò significa che: o non sanno di cosa si tratti o loro non reputano questo argomento meritevole di approfondimenti, dimenticando che dovrei essere io, o l'utente di turno, a decidere la soluzione ideale per la mia casa!!

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da lino49 Visualizza il messaggio
                              Ho acquistato una termostufa a pellets da 23 kw, l'ho collegata all'impianto esistente, e parzializzata dalla caldaia a gas.
                              Adesso ho due impianti che possono funzionare in modo indipendente, o contemporaneamente.
                              23 kW + caldaia a gas minimo da 24 kW.
                              Naturalmente hai fatto la pratica ISPESL, l'adeguamento dell'"impianto termico" a "Centrale termica" e il collaudo dei VV.FF.
                              Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                              Commenta


                              • #16
                                Abbinamento impianti.

                                23 kW + caldaia a gas minimo da 24 kW.
                                Naturalmente hai fatto la pratica ISPESL, l'adeguamento dell'"impianto termico" a "Centrale termica" e il collaudo dei VV.FF.

                                L'abbinamento e' stato fatto con il "fai da te", quindi nessuna pratica ISPESL ecc.
                                Non sapevo nemmeno di doverlo fare, esiste una legge regionale in tal senso?
                                Ti ricordo che i due sistemi non funzionano mai contemporaneamente.Grazie per le informazioni che vorrai darmi. Lino.

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da lino49 Visualizza il messaggio
                                  Adesso ho due impianti che possono funzionare in modo indipendente, o contemporaneamente.
                                  Contemporaneamente a casa mia significa con..tempo...raneamente.
                                  Somma potenza caldaie - Stufe, camini e caldaie

                                  "fai da te" quindi senza Dichiarazione di conformità, con il fuoco non si scherza!
                                  Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente scritto da lino49
                                    Ho acquistato una termostufa a pellets da 23 kw, l'ho collegata all'impianto esistente, e parzializzata dalla caldaia a gas.
                                    Adesso ho due impianti che possono funzionare in modo indipendente, o contemporaneamente


                                    Ti ringrazio per la risposta,ma nel mio primo post ,avevo chiaramente detto che i due sistemi sono parzializzati e solo rimuovendo tale parzializzazione"possono funzionare contemporaneamente", cosa che di regola non avviene.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da lino49 Visualizza il messaggio
                                      L'abbinamento e' stato fatto con il "fai da te", quindi nessuna pratica ISPESL ecc.
                                      Non sapevo nemmeno di doverlo fare, esiste una legge regionale in tal senso?
                                      Non vedo indicata la tua regione, comunque la normativa è nazionale....la vedrei dura spiegare il "fai da te" se regionalmente ti capitasse qualche controllo "a campione" come già succede da ottobre scorso qui in Piemonte...
                                      Ultima modifica di gymania; 05-01-2010, 16:32. Motivo: eliminato OT
                                      OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Abbinamento impianti.

                                        Ripeto, le caldaie sono totalmente isolate da saracinesche, e' impossibile quindi combinarle se queste non vengono volontariamente aperte.Verifichero' comunque se fare le pratiche in questione.
                                        Ultima modifica di gymania; 05-01-2010, 16:33. Motivo: eliminato OT

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Salve ragazzi,sono nuovo del forum e vorrei avere qualche consiglio sul tipo di riscaldamento per la mia casa.se ne sentono di tutti i colori!!! AIUTATEMI!!!

                                          Intanto vi descrivo le caratteristiche della struttura.(scusate se mi dilungo)

                                          L'abitazione è ubicata in prov. di Lecce, in campagna dunque isolata da tutti i lati e attualmente allo stato rustico,misura all'incirca 170mq è realizzata con doppi conci di tufo dallo spessore di circa 25cm cad.

                                          Tra un concio e l'altro c'è una distanza ci circa 5 cm al cui interno ho inserito dei pannelli per la coibentazione da 3cm.Per quanto riguarda la coibentazione del tetto ci sono sempre i pannelli da 3 cm più 11 cm di un materiale di cui non ricordo bene il nome fatto da piccole pagliuzze mischiate al cemento e sopra quest'ultimo il pavimento solare in pietra leccese chiamate "chianche"

                                          Vorrei da voi un consiglio sul tipo di riscaldamento per la mia abitazione,premetto che ho deciso di eliminare la tipologia a pavimento per il semplice fatto che avrei dei problemi con l'altezza delle porte.

                                          Quale altre tipologie ci sono?tra l'impianto con caloriferi in alluminio e quelli ghisa quali sono da preferire?Pregi e difetti?

                                          Scusate se mi sono dilungato troppo ma ho le idee assolutamente confuse e dato il costo che comporta realizzare un impianto ho proprio un disperato bisogno di chiarezza.

                                          Grazie anticipatamente a chi vorrà aiutarmi

                                          Commenta


                                          • #22
                                            buon giorno mi sono imbattuto in questo forum, in quanto vorrei dei consigli sul tipo di impianto termico che dovrei installare nella mia abitazione di nuova costruzione, di 130 mq circa su due livelli..
                                            premetto che e' una villetta in campagna coibentata con intonaco esterno di 4/5 cm e che mi trovo nella zona di Roma.
                                            istallero' pannello solare termico e un termocamico oltre ad una caldaia alimentata a gas da bombolone.
                                            ho sentito il parere di due idraulici, uno mi dice di mettere in serie le varie fonti di calore per produrre acqua sanitaria e riscaldamento, tramite termoaccumulatore; l'altro idraulico, mi consiglia di produrre l'acqua sanitaria con pannello solare ed integrare eventualmente con caldaia, mentre il termocamino utilizzarlo soltanto per il riscaldamento.
                                            premetto di aver escluso l'idea impianto di riscaldamento a pavimento.
                                            potete suggerirmi qual'e' secondo voi la migliore soluzione' qualita'/prezzo??
                                            Grazie anticipatamente a chi vorra' darmi un'idea

                                            Commenta

                                            Attendi un attimo...
                                            X
                                            TOP100-SOLAR