annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

temperatura di mandata risc. pavimento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • temperatura di mandata risc. pavimento

    Salve, mi è appena arrivato il calcolo di un riscaldamento a pavimento fatto da una nota casa produttrice, su indicacazioni del fabbisogno termico indicate dal un termotecnico locale. In tutto 5 pagine + altre e 2 per i disegni. In tutto questo ho capito che il passo è di 150 mm e la temperatura di mandata è 55 °C e di ritorno 39 °C, un fabbisogno termico totale di circa 13500 W, per riscaldare una casa su due piani di 170 mq. Ora, leggendo alcuni post ho notato che spesso si parla di temperatura di mandata su 35-40 °C. Considerando anche che installerò tre pannelli solari della stessa ditta.
    cosa ne pensate???
    grazie
    Ultima modifica di luigipeo; 09-01-2010, 22:55.

  • #2
    dovresti dirci la classe energetica dell'abitazione, la zona climatica. dopocihè sarà più facile rispondere.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

    Commenta


    • #3
      55°? sicuramente sarà la temperatura di progetto alla temperatura esterna minima, spero non sia un impianto a temperatura fissa, ma variabile con centralina climatica, anche perchè con i pannelli solari a quella temperatura non integri pratiicamente nulla.
      Il mio in questi giorni continui di "freddo", attorno allo 0° la mandata è di 31° circa, e i pannelli, quando ovviamente c'è il sole, riescono a sostituire la caldaia per diverse ore senza problemi.. ma da 31° a 55° c'è un mondo di mezzo..
      L'ultima volta che ho visto 55° nell'accumulo dato dai pannelli era il 26 ottobre, fuori c'erano circa 13°, la mandata del pavimento era attorno ai 24°, raggiungi queste temperature nell'accumulo solo se non c'è prelievo massiccio da parte del pavimento.
      Pannelli 56 tubi U-pipe Apertura 8,84 m2 Orient./Inclin.:SUD-SUD/EST /60°
      Caldaia Condensazione 24 kW Termostufa Legna: 13,8 kW (3 kW ambiente 10,8 kW Acqua)
      Puffer 750 L 3 serpentine
      Riscaldamento: pannelli radianti 130 m2 + Scalda-salviette
      Località: Cannobio - Prov. VB - Gradi Giorno 2.583 - Zona Climatica E

      Commenta


      • #4
        Cambia ditta e casa produttrice.
        Subito!
        Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

        Commenta


        • #5
          La zona cliamatica se non sbaglio è la E (Follonica), per quanto riguarda la classe energetica dell'edificio con esattezza non la conosco ma essendo un edificio di due piani di vecchia costruzione sicuramente non è buona. Sto provvedendo alla sostituzione di tutte le finestre e alla coibentazione del solaio. Il progetto prevede un termostato ambientale e non una centralina climaticha (cosa che invece provvederò ad implementare).

          Commenta


          • #6
            Se la nota ditta è la rotex sta sicuramente utilizzando il tubo duo con il sistema umido 70 che aldilà delle considerazioni che si possono fare viaggia su quelle temperature..anzi può errivere senza indugi sui 70° in mandata!!!

            Poi detto così e con le poche info che ci hai dato non possiamo che darti il consiglio di Dotting!!!

            Commenta


            • #7
              ciao luigipeo,
              la centralina climatica modulante è utilissima come pure un termostato ambiente per ogni locale, altrimenti con passo costante a 15 cm. dei tubi radianti, ti ritovi gli ambienti con differenze di temperatura notevole.
              la temperatura di mandata dunque verrà regolata dalla centralina, in base alla curva che tu imposterai, in base alla tua reale necessità di calore.
              io ti consiglio di impostare la caldaia alla potenza minima sufficiente per la tua casa (tipo 12 KW anzichè i soliti 24 KW), per limitare il n. di accensioni/spegnimenti.
              a mio modesto parere in pieno inverno la T di mandata a 30° è bassa, bisogna anche considerare i consumi elettrici per mantenere sempre in funzione caldaia e/o pompa e le maggiori accensioni/spegnimenti.

              Commenta


              • #8
                Beh, intanto grazie a tutti. Sto facendo rifare il progetto utilizzando un tubo "mono". Sicuramente implementerò il sistema con una centralina climatica, come ormai suggerito da più parti. Magari se qualcuno ha un suggerimento disinteressato su un modello mi farebbe piacere un consiglio, così come sull'acquisto di un termocamino. Ne ho visti di vari tipi e marche. Addirittura qualcuno permette una detrazioni fiscali anche del 55%. Manco a dirlo costano anche il doppio di altri.
                Un'altra domanda. Oltre ai 3 panelli solari e al camino ovviamente dovrò mettere un serbatoio di accumulo per l'acqua. Pensate che per un appartamento di 150 mq disposto su 2 piani, un accumulo di 500l possa bastare?
                saluti

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR