Come utilizzare la pdc aria + caldaia + fv - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Come utilizzare la pdc aria + caldaia + fv

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Come utilizzare la pdc aria + caldaia + fv

    Un saluto a tutti gli utenti del forum
    Apro questa discussione per chiedere alcune indicazioni ai più esperti su come utilizzare al meglio gli impianti della mia abitazione.

    Possiedo una villetta a schiera su 2 piani (50+50 mq) in prov. Cremona (piena Pianura Padana) con queste caratteristiche :
    Muri con cappotto in polistirolo da 12 cm
    Tetto con lana di vetro da 24 cm
    Serramenti non molto performanti in legno con vetrocamera con aria
    Carico termico da L10 appena fatta da termotecnico Qp = 4,7 kW

    Impianti della casa :
    Caldaia tradizionale Ariston MicroGenus Plus 24MFFI da 24 kW con produzione acs istantanea e riscaldamento a radiatori in alluminio. (Pot.riscaldamento min 9,99 – ma 24,6 kW)
    Pompa di calore ad aria dual con unità esterna Daikin mod. 2MXS40G abbinata a due unità interne da 3,5 kW mod. FTXG35JV1BS
    Impianto fotovoltaico da 2,88 kWp con 5°Conto Energia 1°sem : Produzione media annua 3450 kWh – Autoconsumo medio 31%

    La casa viene utilizzata solo la sera fino a mattina (di giorno non c’è nessuno)

    Detto questo, il mio obiettivo, è quello di ottimizzare il più possibile i consumi del riscaldamento con le risorse disponibili.
    Mi è stato suggerito di utilizzare la PDC nelle mezze stagioni fino a quando il COP rimane sopra 2,5 .
    Mi sono procurato le schede tecniche che vi allego Ho notato che la PDC ha assorbimenti inferiori con l’utilizzo delle 2 unità interne contemporaneamente. A voi può sembrare una cosa possibile?

    Ora i miei dubbi sono :
    1) Secondo Voi è corretto quanto mi hanno suggerito?
    2) E’ più conveniente far funzionare la PDC per qualche ora di pomeriggio a 24° o tutta la giornata a 21°
    3) Quando le temperature esterne non lo consentiranno, come utilizzo la caldaia : accensione nel tardo pomeriggio fino a mattina o tutto il giorno a temperatura costante?
    4) Quando la ciofecca della caldaia mi abbandonerà, rimango sempre su una caldaia a condensazione mi consigliate di orientarmi su altri sistemi (solo PDC – sistemi ibridi tipo Rotex etc)
    5) Non ho ancora affrontato il problema della ACS che vorrei ottimizzare quando la caldaia “muore”. Cosa mi consigliate?

    Spero di non aver fatto troppe domande, ringrazio anticipatamente chi mi darà una mano ad avere le idee un po’ più chiare
    Saluti
    File allegati
    Ultima modifica di gastaldi.marco; 24-10-2015, 07:44.
    FV 2,88 kWp Tilt 17° Azimut 3° - 12 Solon 240w - Aurora PowerOne 3.0 http://gastamarco76.ddns.net/index_mono.php
    Abitazione dalla F alla A1 con Fai da te https://www.energeticambiente.it/iso...il-fai-te.html

  • #2
    In riferimento ai consumi maggiori con il funzionamento della PDC con un solo split interno, mi ha risposto il centro di assistenza Daikin :"Per quanto riguarda l'assorbimento con uno o due split in funzione: la differenza di assorbimento dipende dal gas refrigerante; nel momento in cui è in funzione un solo split è richiesta una maggiore potenza del compressore per la maggiore pressione necessaria per il gas concentrato in una sola interna. "
    Ultima modifica di gastaldi.marco; 23-10-2015, 23:33.
    FV 2,88 kWp Tilt 17° Azimut 3° - 12 Solon 240w - Aurora PowerOne 3.0 http://gastamarco76.ddns.net/index_mono.php
    Abitazione dalla F alla A1 con Fai da te https://www.energeticambiente.it/iso...il-fai-te.html

    Commenta


    • #3
      Mi hai lo scambio sul,posto? Con le,PDC che hai scaldi bene tutta la casa o se schianta caldaia devi mettere altri split?
      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

      Commenta


      • #4
        Ringrazio per la risposta,
        ma per un buon risparmio è meglio fare lavorare la pompa di calore alla temperatura più bassa 20-21°C per un tempo prolungato?
        (sempre stando con COP maggiori a 2,5)
        FV 2,88 kWp Tilt 17° Azimut 3° - 12 Solon 240w - Aurora PowerOne 3.0 http://gastamarco76.ddns.net/index_mono.php
        Abitazione dalla F alla A1 con Fai da te https://www.energeticambiente.it/iso...il-fai-te.html

        Commenta


        • #5
          quello che imposti (20-21...24) non è la T di mandata a cui poi la pdc comprime il gas..da cui deriva il cop.
          E' solo la T del TERMOSTATO che fara prima rallentare e poi spegnere la pdc.

          E' un po come un termostato abbinato ad una caldaia che la farà spegnere se la T interna supera la T impostata...tuttavia la caldaia lavorerà ad un regime che dipende dalla sua impostazione (ad esempio dalla curva climatica impostata o dalla T impostata) e da quanto i terminali scambiano (cioè andrà piu forte se il titorno è piu freddo, segno che la casa assorbe molta energia..ma man mano che il ritorno di scalda, lei rallenta)

          Allo stesso modo tu imposti una T..ma la tua pdc deciderà lei la T di compressione del gas..in base alla T interna, in base alla t di ritorno del gas, etc...

          E' probabile che man mano che sente la t interna approssimarsi alla T impostata sul termostato, essa rallenti in potenza..ma non è detto che cali anche in T di mandata.

          Diverso quello che puoi fare su una pdc ad acqua, dove se vuoi imposti tu la T di funzionamento della macchina...e asci che la sola potenza vari in base all'assorbimento che i terminali scambiano a quella determinata T di mandata...

          sappi poi che il cop è migliore non propri la minimo, ma ad una potenza fra minimo e nominale..

          Morale..è impossibile in una pdc cercare di aumentare o "pilotare" il cop..prendi quel che danno i base alla t esterna..penso che la t di mandata gassia abbatanza "costante"
          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X