cousumi reali ed ottimizazione - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

cousumi reali ed ottimizazione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • cousumi reali ed ottimizazione

    Ciao a tutti vivo in zona climatica E gradi giorno 2272, ho una casa unifamiliare di 160 mq con pavimento radiante. Caldaia vitodens 242f 19 kw tarata per non superare la sua potenza minima 4,5kw.
    Dopo diversi inverni posso concludere che ho un rapporto accensioni/ ore funzionamento di 0.34, quindi la caldaia scalda per circa 20 minuti alla potenza minima di 4,5kw portando l'acqua a 34-35° poi rimane spenta per 40 minuti e si riaccende quando l'acqua arriva a 24° circa.
    Confort in casa eccellente, ma si può avere di più?
    L'impianto funziona 24/24h senza testine termostatiche, tutto aperto.
    Facendo due conti 4.5kw/h termici per 0.35rapporto accensioni/ore equivalgono a circa 1.6kw termici 24/24h.
    Ma se potessi far funzionare l'impianto senza che la caldaia si spegnesse mai ad una temperatura più bassa risparmierei?
    Secondo me si.
    Ora non trovo nessun sistema di riscaldamento che possa modulare così in basso, soprattutto cercando fra le pdc, mentre qualcosina si trova per le caldaie a condensazione.
    Secondo voi esperti, come posso ottimizzare il mio impianto? Ho la sensazione che la casa abbia un potenziale inespresso in termini di risparmio energetico.

  • #2
    Originariamente inviato da gianni245 Visualizza il messaggio
    Ho la sensazione che la casa abbia un potenziale inespresso in termini di risparmio energetico.
    tu dici?

    non sarei sicuro.

    I conti però sarebbe megli farli col contatore del gas e non con la potenza caldaia al minimo moltiplicato per la % di accesnione..
    Leggi i mc giorno e moltiplicali per 9,5..cosi hai kwh/giorno..poi fratto 24 hai quelli /ora.

    Qualche PDC penso che arrivi anche sotto 1,6..la piccola della panasonic è 3 di nominale, penso scenda a 1 di minimo...
    Ma aldila di quello, se consumi cosi poco, la casa disperde poco, e con una pdc non è detto che poi non convenga fermarsi qualche ora di notte, specie se hai FV.. e comunque dare qualche kwh in eccesso al massetto di giorno con T esterne elevate e cop piu alto..e fermarsi nelle 6 ore piu fredde della notte/prima mattina..magari conviene pure.

    Comuqnue se oggi mandi fra 34 e 24, in media mandi a 29...significa che avrai ritorno in media a 25-26...se anche trovi una caldaia pu piccola, comuqnue taresti mandando piu o meno a quella T, e avresti riotrno simile, quindi uguale condensazione.secondo me il risaprmio non sarebbe nemeno misurabile.

    Piuttosto nel 2018 con le nuove tariffe elettriche convine piu EE che metano..ma coi tuoi consumi non so se risaprmio ripaga una pdc...da vedere
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da gianni245 Visualizza il messaggio
      Dopo diversi inverni posso concludere che ho un rapporto accensioni/ ore funzionamento di 0.34, quindi la caldaia scalda per circa 20 minuti alla potenza minima di 4,5kw portando l'acqua a 34-35° poi rimane spenta per 40 minuti e si riaccende quando l'acqua arriva a 24° circa.
      Sicuro di aver escluso le accensioni per acs?

      Ma poi non sono dati che variano con la T esterna? Possibile che non ti servano mai 4.5 kW, nemmeno quando fuori fa freddissimo? Se è così hai una caldaia fortemente sovradimensionata, e passare a una qualunque pdc ti permette di avere una regolazione migliore. Certamente il costo non si ripagherebbe... ci sarebbe solo il gusto di avere la casa scaldata con soli 3-500 W di corrente...

      In alternativa potresti mettere un accumulo da scaldare con la caldaia a 4.5 kW per il tempo necessario a raggiungere un setup che vuoi (ad esempio 35°) da cui spillare il giusto apporto energetico mediante un gruppo miscelatore con sonda climatica. Però perdi in efficienza energetica (due circolatori al posto di uno) e spendi comunque una bella cifra.
      PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

      Commenta


      • #4
        Partiamo dal contatore gas: in media 1100mc considerando tutto, fornelli, caldaia

        per sergio&teresa:
        Nel conteggio sono incluse le poche accensioni per l'acs, visto che comunque ho tubi hcmv solare termico ed ho impostato un valore basso anche come potenza massima per la produzione di acs, quindi ogni accensione per acs si avvicina ai tempi di accensione che citavo prima per il riscaldamento.
        Ho anche 2 kw di fotovoltaico.
        Mi servono sempre 4.5kw visto che non riesco ad scendere oltre, il conteggio di 1,6kw era una media calcolata, in base ai dati che ho registrato.
        Secondo me l'ideale sarebbe avere un rapporto ore funzionamento/accensione altissimo, quindi con una caldaia che, in base al fabbisogno della casa, producesse ciò che serve senza mai lasciare raffreddare l'acqua.
        Come per l'automobile a parità di percorso, è più risparmioso andare a velocità costante piuttosto di fermarsi e ripartire più volte.
        La mia curiosità, era cercare di capire, a livello di impianto ideale, dove si potesse arrivare a livello di risparmio energetico.
        Dai dati che ho ricavato in media sto mandando acqua a meno di 29° con potenza focolare di 1.6kw, ripeto valori medi.
        Nella realtà la caldaia sta più spenta che accesa(rapporto 0.34)...e se potessi scendere ad 1kw termico in funzione 24/24h???








        Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
        Sicuro di aver escluso le accensioni per acs?

        Ma poi non sono dati che variano con la T esterna? Possibile che non ti servano mai 4.5 kW, nemmeno quando fuori fa freddissimo? Se è così hai una caldaia fortemente sovradimensionata, e passare a una qualunque pdc ti permette di avere una regolazione migliore. Certamente il costo non si ripagherebbe... ci sarebbe solo il gusto di avere la casa scaldata con soli 3-500 W di corrente...

        In alternativa potresti mettere un accumulo da scaldare con la caldaia a 4.5 kW per il tempo necessario a raggiungere un setup che vuoi (ad esempio 35°) da cui spillare il giusto apporto energetico mediante un gruppo miscelatore con sonda climatica. Però perdi in efficienza energetica (due circolatori al posto di uno) e spendi comunque una bella cifra.

        Commenta


        • #5
          Non hai capito... Non è vero che "ti servono sempre 4.5 kW" per scaldare la casa, è che sotto 4.5 kW non puoi andare, ma in realtà se quanto scrivi è corretto te ne servono SEMPRE (anche quando fuori va sotto zero.... sei proprio sicuro?) meno della metà.

          Le due soluzioni che ti ho suggerito (pdc oppure accumulo inerziale con gruppo miscelatore a regolazione climatica) vanno proprio nella direzione che indichi.

          Io però prima di fare passaggi del genere verificherei bene cosa succede quando fa MOLTO freddo, non ragionare sulla media delle accensioni (e in particolare delle accensioni di una caldaia istantanea acs) perchè rischi di pigliare delle cantonate.
          PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da gianni245 Visualizza il messaggio
            Partiamo dal contatore gas: in media 1100mc considerando tutto, fornelli, caldaia
            Pensavo meno..

            non penso che avere una caldaia che modula sino a 1 kw ti cambierebbe molto i consumi..secondo me di pochissimo.
            Invece potresti cambiare il costo dell'energia con una pdc.

            1100 mc di gas ti costeranno circa 900 euro+100 euro di controllo caldaia=1000 euro

            Se pasassi a pdc + induzione per cuciare speneresti circa 500 euro (calcolando la tarifa in vigore dal 2018 e senza conteggiare i benefici di un maggio autocosnumo che potresti avere dal tuo impianto fv).
            Con la detrazione 65% dovresti rinetrare in un tempo ragionevole del costo di una pdc...che poi certamente potrebe mosulare sino a 1-1,5 kw w quindi darti il radinate acceso H24

            Però non cercherei analogo risultato con una caldaia piu piccola o un accumulo
            Ultima modifica di marcober; 13-12-2015, 19:00.
            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

            Commenta


            • #7
              Per Sergio&Teresa, si è vero ciò che dici seguirò i tuoi consigli,intendevo comunque che 4.5kw sono sufficienti anche nei momenti freddi.

              Per Marcober, si la mia casa non consumo poco, sono soddisfatto dell'isolamento anche se qualcosa si può migliorare.
              Pensando al futuro, ed alle prossime tariffe in vigore, mi piacerebbe installare una piccola pdc aria/acqua prima della caldaia, ma i cop che hanno quando modulano molto, si abbassano parecchio. La mia zona poi (provincia di Ferrara) è molto umida ed ho paura che la pdc vada spesso in defrost. Nel 2018 la mia caldaia avrà 8 anni, potrei tenerla per l'acs visto che ha il suo accumulo collegato al solare termico, mentre per il riscaldamento usare la pdc.

              Commenta


              • #8
                ma si..è una soluzione.
                Certo che una detrazine 65% sulle pdc, quando ci saranno anche le tariffe nuove, penso la leveranno ..e la porteranno al 50 o al 36..altrimenti è pure troppo incentivata...per cui ora sembra essere "il momento".
                Per quanto rigurda il cop annuale , io abito nella umida landa pavese 8fra il Po e le risaie per capirci) come umidita siamo pari, ma Ferrara è meno fredda..ovvio sbrina, ma il costo energetico degli sbrinamenti è trascurabile sul bilanco annuale...non spostano nulla.

                Anche fare acs con pdc con la nuova tariffa costa meno..fai conto che sino a cop 2 conviene usare la pdc..e cop 2 lo fai sempre, anche quando fai acs in inverno, sbrinamento compreso.
                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                Commenta


                • #9
                  Farai fatica a migliorare la tua situazione, imho. Mi sembra tu abbia raggiunto già un ottimo compromesso di funzionamento della caldaia.
                  Con la pdc migliorerai di sicuro ma bisogna vedere i tempi di rientro che con le cifre in gioco mi sembrano piuttosto lunghi. ( il risparmio di Marcober mi sembra esageratamente ottimista, ovvero - 50 %, mah).
                  Puoi migliorare, piuttosto, la coibentazione che credo sia il miglior investimento.
                  ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Lucas2 Visualizza il messaggio
                    Puoi migliorare, piuttosto, la coibentazione che credo sia il miglior investimento.
                    Dipende..in case disastrose dov'è un intervento facile ed economico porta grandi benefici..se ne può parlare...lui non mi pare in queste condizioni....per cui bisognerebbe capire che tipo di intervento consigli e quanto costa....perché se serv e fare un cappotto da 39 mila euro per risparmiare il 40% di 1100 euro di cui magari 300 sono di sanitaria...non mi pare una buona idea, che dici?

                    Al contrario se lun kWh termico a gas costa 8 cts è un kWh elettrico costa 16 e ne fa tre, allora il kWh termico costa 5...se poi hai già un po di fv e migliori autoconsumo solo grazie al acs fata a PDC di giorno, vai a 4...non è forse 4 la metà di 8?
                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                      Dipende..in case disastrose dov'è un intervento facile ed economico porta grandi benefici..se ne può parlare...lui non mi pare in queste condizioni....per cui bisognerebbe capire che tipo di intervento consigli e quanto costa....perché se serv e fare un cappotto da 39 mila euro per risparmiare il 40% di 1100 euro di cui magari 300 sono di sanitaria...non mi pare una buona idea, che dici?

                      Al contrario se lun kWh termico a gas costa 8 cts è un kWh elettrico costa 16 e ne fa tre, allora il kWh termico costa 5...se poi hai già un po di fv e migliori autoconsumo solo grazie al acs fata a PDC di giorno, vai a 4...non è forse 4 la metà di 8?
                      Dico che come al solito sei troppo ottimista.
                      Un kw elettrico non mi pare costi 0.16 ed il cop 3 è ottimista. Al di là di questo non sappiamo lo stato delle coibentazioni, degli infissi, e neanche la T tenuta in casa. Tanti si lamentano ma poi magari hanno 22° in casa ( non dico sia questo il caso).
                      migliorare gli isolamenti non è impossibile. Poi anche la pdc è una buona idea ma su rese e costi realistici.
                      ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Lucas2 Visualizza il messaggio
                        Dico che come al solito sei troppo ottimista.
                        Un kw elettrico non mi pare costi 0.16 .
                        fra 14 giorni va in vigore una riforma tarifaria che in 2 step di 12 mesi porterà la tariffa a 0,16 ivato e accisato.

                        cop 3 è ottimista
                        leggi discussioni di Jekerm che monitora in veneto al sua pdc (3,5)..vai su portalsole e parla con Fcattaneo che ne ha messa una e sta misurando ora 4...io faccio 3,2 circa.

                        Questi sono conti realistici..se ne hai altri, sia su tariffa (da gennaio in pi, il passato è passato) che su COP (veri su radiante e inverter...no su ghis e on off di 10 anni fa)..parliamone.

                        Su isolamento..come detto..serve fare conti..ma un solaio lo isoli con 2000 euro e risparmi magari 15%..un cappotto magari porta un 40% ma costa magari 40 mila euro..ovvio che è sempre possibile, ma conviene?
                        Si se lo fai quando fai COMUQNUE ristrutturazone..ma se lo devi fare apposta, secondo me no.
                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                        Commenta


                        • #13
                          Eccomi qui!La casa è stata fatta nel 2009. Muro 20 porothon isolante 10 polistirene estruso e pietra avista 12 esterna.Vespaio aerato tetto con isotec 10 cm. Vetri doppi con argon.Come dicevo sono contento dell isolamento non voglio fare altro. Se proprio potrei fare una termografia e sistemare i punti critici.L idea della pdc è data dal fatto che la mia caldaia è troppo grossa e non modula abbastanza in basso. 4.5kw.Le carrier con 2000 euro le porti a casa vanno in diretta sul radiante e con il 65% diventano intetessanti.Interessanti dico io....proprio per questo chiedo al forum se qualcuno ha esperienza diretta in merito.A Ferrara zona climatica E funzionerebbe bene? E rispetto alla mia caldaia a condensazione viessman?

                          Commenta


                          • #14
                            Gianni..che ti convenga usare una pdc con le nuove tariffe è assodato, e ti conviene sempre, anche con fuori -7, perche fa pari col metano con cop 2 e anche una ciofeca di pdc te lo da.
                            Poi, la domanda secondo me è...visto che esiste detrazione 65%..visto che installazione è una quota parte importante del costo e non cambia in base al modello ...visto che comunque fare cop 3,5 è meglio che fare cop 2,8 e questo risparmio alla lunga paga un certo delta costo...visto che se conviene empre, la userai anche cn fuori -5..mi chiedo..val la pena di risaprmiare comprando un condizinatore che puo fare ancche caldo..o conviene puntare su una macchina studiata per fare caldo, con prestazioni elevate anche a basse T, sia di cop che di potenza massima?
                            Agiungere 200 eruo al budget significa spendere 700 euroin piu, che rientrano magari in enrgia risaprmiata in 5 anni...e prendo il top che mi offre il mercato e non la low cost..io la vedo così.
                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                            Commenta


                            • #15
                              Carrier ha la versione da 4kwCome top di gamma a cosa ti riferisci?Se penso giusto non credo abbia un modello così piccolo

                              Commenta


                              • #16
                                Panasonic Mitshubishi daikin templari e molte altre
                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                                  fra 14 giorni va in vigore una riforma tarifaria che in 2 step di 12 mesi porterà la tariffa a 0,16 ivato e accisato.


                                  leggi discussioni di Jekerm che monitora in veneto al sua pdc (3,5)..vai su portalsole e parla con Fcattaneo che ne ha messa una e sta misurando ora 4...io faccio 3,2 circa.

                                  Questi sono conti realistici..se ne hai altri, sia su tariffa (da gennaio in pi, il passato è passato) che su COP (veri su radiante e inverter...no su ghis e on off di 10 anni fa)..parliamone.

                                  Su isolamento..come detto..serve fare conti..ma un solaio lo isoli con 2000 euro e risparmi magari 15%..un cappotto magari porta un 40% ma costa magari 40 mila euro..ovvio che è sempre possibile, ma conviene?
                                  Si se lo fai quando fai COMUQNUE ristrutturazone..ma se lo devi fare apposta, secondo me no.
                                  Beh così ( non sapevo di questa variazione di prezzo, hai un link da postare per favore ? ) le cose cambiano.
                                  Ma è il principio sbagliato. L'elettricità può tornare a costare 20/25 cents magari fra due anni ( è un'ipotesi ;-) )

                                  Non mi quadra cmq una cosa, ovvero i consumi di questo utente. Stante il tipo di isolamento che ha scritto di avere, consuma cmq troppo. Bisognerebbe sapere le ripartizioni tra gas cucina, ACS e riscaldamento. Non vorrei che le prestazioni energetiche non siano fedeli al certificato.
                                  ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico - Elettricità: per 30 milioni di clienti al via dal 2016 la riforma delle tariffe di rete in bolletta

                                    v
                                    ero che tutto puo cambiare..ma se faccio cappotto che costa 40 mila e rientra in 30 anni significa che prima di 30 anni NON risaprmio NULLA
                                    Se invece con una pdc investo 8 mila e rientra in 6 anni, ho speranze di toccare qualche cosa anche io e non solo mio figlio.
                                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da Lucas2 Visualizza il messaggio
                                      Beh così ( non sapevo di questa variazione di prezzo, hai un link da postare per favore ? ) le cose cambiano.Ma è il principio sbagliato. L'elettricità può tornare a costare 20/25 cents magari fra due anni ( è un'ipotesi ;-) )Non mi quadra cmq una cosa, ovvero i consumi di questo utente. Stante il tipo di isolamento che ha scritto di avere, consuma cmq troppo. Bisognerebbe sapere le ripartizioni tra gas cucina, ACS e riscaldamento. Non vorrei che le prestazioni energetiche non siano fedeli al certificato.
                                      Come posso aiutarti? I consumi che ho postato comprendono tutto non saprei come dividere quelli da cucina e acs.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        per dividere acs e cucina devi fare una media del consumo che hai , in metri cubi, fra maggio e settembre. attento ad usare i mcubi reali e non stime di fatturazione.
                                        Quel consumo medio mensile lo puoi poi moltiplicare per 12 e grossomodo sai cosa spendi per acs e cucina..il resto del conusmo annuale è da attribuire al riscaldamento.
                                        Tuttavia ti dico gia che la cucina ha dei consumi trascurabili..per cui è tutto acs e riscaldamento..e quindi sono tutti mcubi di gas che saranno sostituiti, con risparmio, da una pdc.
                                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Consumo reale dal 6 aprile al 1 ottobre 76mc. Secondo me una stima annuale potrebbe essere attorno ai 200-250mc perchè nel periodo indicato si mangia freddo e si produce molto col solare termico.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            In effetti 900 mcubi per una casa ben isolata non grandissima e in zona non freddissima, sono leggermente eccessivi...io ne consumano 2000-2200 per 250 in zona più fredda e senza alcun isolamento....forse hai poca efficienza..magari nelle mezze stagioni...non saprei..di certo se passi a PDC avresti un deciso risparmio economico, che ripagherebbe investimento in un numero di anni non eccessivo, dandoti poi altrettanti anni di buon risparmio sul metano...specie se hai o metterai del fv.
                                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Sto valutando la pdc proprio x questo.Mi piacerebbe avere un riscontro diretto di qualcuno che ne ha una in provincia di ferrara e come si trova con i defrost.Tieni presente che se in tutta Italia l'inverno è inesistente qua è piú rigido degli anni scorsi. Temperature costanti tra i 2 ed i 5 gradi 95-100 % di umidità ed il sole non si vede da 2 mesi. Produzione fotovoltaico quasi 0 solare termico quasi 0.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                GG Ferrara 2326..GG Voghera 2685
                                                UR...pensi che Ferrara sia meglio delle risaie Lomelline e dele cave allagate dell'Oltrepo?
                                                Il clima di Ferrara è decisamente piu caldo della media della Pinura Padana..anche perche avete una "bolla geotermica" sotto i piedi di notevole entita e bassa quota. Se non erro un intro quartiere di Ferrara è scaldato con acqua del sottosuolo, che viene estratta a 35-40 gradi e avviata tal quale al teleriscaldamento a basa T...
                                                Secondo me tutto il clima della zona ne risente in modo benefico..e la relativa vicinanza al mare fa il resto, d'altra parte avete i GG di Venezia.

                                                Le pdc sotto 2-3 gradi ghiaccia e sbrina...fa parte del giochino..ma questo è gia preso in considerazione nel conteggio del cop secondo UNI 14xxx..cioè il conteggio già tiene conto dell'energia persa nello sbrinamento.
                                                L'energia persa a brinare è favvero poca..si tratta di alcuni minuti (2-3) ogni 60-90 minuti..e fatta a potenza ridotta (minimo) che equivale a circa 1/3 della potenza massima..quindi incide circa 1,5% sulla resa e sul cop...e solo per le ore in cui lo deve fare...mettiamo 700 ore anno..sono 700 sbrinamenti.

                                                l'Utente Jekterm di Padova li ha contati in un anno ..e li ha anche valorizzati i termini energetici..se gli chiedi i dati te li pubblica...ma ricordo che erano ridicoli.

                                                Vero che in inverno fai poco FV..ma non zero..e poi acs la fai tutto l'anno..morale, io consumo 22% di fv su base annua su fv connesso alla pdc...al resto pensa la SSP, che ti trasla il 65% del valore ella produzione estiva di FV all'inverno...
                                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Abito in provincia di Ferrara gradi giorno 2272. Il problema è la nebbia!!! Sto dicendo che l'umidità relativa è sicuramente più alta che in altre parti della pianura padana. Anche qua attorno ci sono diverse risaie, inoltre siamo vicino alle valli di Comacchio. Quest'anno poi non si vede il sole da 2 mesi produzione fotovoltaico quasi 0. Se hai possibilità di vedere lo storico meteo puoi notare come siamo spesso al 100% di umidità. In questa condizione lo scambio termico della pdc non è paragonabile a situazioni con umidità più bassa.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Gianni..ti ripeto...il clima di Ferarra , pur umido, è decisamente meglio di zone ben piu fredde di ferarra e altrettanto umide.
                                                    Non che il tuo clma sia il peggiore d'Italia..perchè nn è cosi.
                                                    Lo storico meteo in termini di T è espresso dai GG e questo è li a dire che a Ferrara fa piu caldo che in tantissime zone d'Italia.
                                                    L'UR della Pianura Padana, quando la T è compresa fra 0 e 5 gradi, è grossomodo la stessa...la nebbia la trovi da Alessandria a venezia, e oltre 100% non puoi andare..e s einvece di 100% hai 95 o 90, cambia poco.
                                                    Però se non sei cnvinto..se pensi che a PAdova o a Pavia splenda sempre il sole...non cambiare, sia mai che poi t penti e mi porti in tribunale

                                                    Il mio Fv a Dicembre produce 300 kwh..cioè nulla..ma io scaldo una casa grande e non isolata e faccio acs con 500 euro..tu ne spendi 1000 e la casa è grossa la meta e ben isolata..non pensi che io sia piu efficiente nonostante nebbia e freddo?
                                                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Hai ragione...fa comunque rabbia sapere che in tutta Italia sono al caldo e al sole e qua 2 gradi in mezzo alla nebbia.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        eh ..pure qui...ovvio..se non avessimo la nebbia avremmo T diurne piu alte, meno necessita di scaldare e cop migliore..ma che ci vuoi fare..o ti trasferisci...o te ne gai una ragione.
                                                        Tuttavia con una traiffa elettrica di 0,16..che sarà quella in vigore fra 12 mesi ...se fai COP2 fai pari col metano...e per fare cop2 devi spingere a 50 gradi quando fuori hai -7....quindi col radinate MAI.
                                                        Per una manciata di ore/anno starai a -5 e dovrai fare 35-38..cosa che significa fare 2,5 di cop ..e quinid alla peggio fai meglio del metano sempre..ma in media anno il cop sarà fra 3,2 e 3,5...e su questo si fanno i conti,
                                                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                        Commenta

                                                        Attendi un attimo...
                                                        X