ènostra cerca impianti rinnovabili - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ènostra cerca impianti rinnovabili

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ènostra cerca impianti rinnovabili

    è nostra non possiede impianti di produzione di elettricità: acquista per i propri soci solo ed esclusivamente energia rinnovabile prodotta in impianti selezionati, in maniera trasparente, attraverso una matrice per la valutazione di sostenibilità, che misura la compatibilità ambientale degli impianti e la responsabilità sociale dell’impresa proprietaria.
    Se sei
    titolare di un impianto di produzione di energia rinnovabile di potenza superiore a 10 kW che cede energia alla rete (no scambio sul posto, no tariffa onnicomprensiva e no 5° conto energia) e vuoi vendere la tua energia a è nostra, Candida il tuo impianto.

    L'acquisto dell'energia avverrà al Prezzo Zonale Orario, come previsto ad oggi dal GSE nel contratto di Ritiro Dedicato.

    Sara Capuzzo

    E: sara.capuzzo@enostra.it
    M: +39 328 9577599
    Essere realisti e fare l'impossibile

  • #2
    E il guadagno rispetto al RID dove sarebbe ?
    GSE da 3,9cent pagati ogni mese , e conguaglio quest'anno per 5,5cent cioe' al PZM rilevato ......
    AUTO BANNATO

    Commenta


    • #3
      Ciao Spider,
      premesso che ti risponderanno direttamente da ènostra, non credo che il fine ultimo sia guadagnarci... sicuramente neppure perderci, ma partecipare a un circolo virtuoso che aiuterà un po tutti a poter abbandonare il petrolio.

      Comunque lascio a ènostra la parola.
      Ciao
      Roy
      Essere realisti e fare l'impossibile

      Commenta


      • #4
        Ciao Spider
        l'acquisto dell'energia sarà al PZO, senza sovrapprezzi.
        Ciò vuol dire che gli oneri di sbilanciamento che con il GSE sono a carico del Produttore sono qui in capo a ènostra (o meglio ancora in capo al grossista partner di ènostra visto che la Cooperativa ancora non è abilitata come Utente del Dispacciamento in prelievo).
        Quindi c'è una convenienza economica, seppure minima.
        Tieni conto che nel mercato attuale il prezzo dei contratti è PZO se non addirittura PZO - x.

        Come scriveva Roy, lo scopo di ènostra è quello di proporsi per l'acquisto di energia ad un prezzo di mercato (vedi sopra), ma soprattutto ritirare energia da impianti a fonti rinnovabili che siano anche "virtuosi": per esempio ènostra non acquisterà energia da impianti fotovoltaici a terra su terreni agricoli.
        Stiamo lavorando affinché ai consumatori di energia possa essere inoltre fornito in bolletta un kWh "trasparente", con l'identificazione dell'impianto da cui l'energia che consuma lui proviene (ovviamente è impossibile avere l'energia da un impianto specifico, ma vogliamo comunque tracciare la filiera produzione - consumo e condividerla con il cliente).

        Grazie, ciao
        Marco per ènostra
        FV: 3,00 kWp - 12 pannelli Schuco + inverter Power One Aurora - totalmente integrato - azimut: 20°Ovest, tilt: 30° // Riscaldamento: caldaia a condensazione Viessmann Vitodens 200-W da 24,7 kW // ACS: 2 pannelli solari Viessmann Vitosol + bollitore Vitocell 100 da 300 litri // VMC: Zehnder ComfoAir 550 ERV con scambiatore entalpico

        Commenta


        • #5
          Interessante la cosa. Però... Anche io mi chiedo quale sia il guadagno nel vendere a voi piuttosto che al gse. Il solo risparmio sullo sbilanciamento (che non so perché non pago) appunto è minimo e vendere a enostra o al gse è la stessa cosa, è sempre energia verde, quale sarebbe il circolo virtuoso? Solo carta che fa vedere da dove arriva l'energia (che poi non arriva veramente da li) per poter vendere il kWh a maggior prezzo? No grazie. Preferisco rimanere così come sono e vendere i miei 54.000 kWh annui al gse che almeno sono sicuro che paga.
          Se invece mi dite ti paghiamo il kWh al PZO + X allora possiamo iniziare a pensarci
          49,68 kWp CT 216 Trinasolar tsm-pc05 / Solarmax 50TS / 80° est-nord-est 12° inclinazione
          50,6 kWp SSP 220 Trinasolar tsm-pc05 / Solarmax 50TS / 260° ovest-sud-ovest 12° inclinazione

          Commenta


          • #6
            Buongiorno Schillo,
            il tema del prezzo è sicuramente importante, ma nell'ampiezza del progetto di ènostra assume un importanza relativa, proprio per i margini molto risicati che il Produttore ha a disposizione. Non lo dico io, ma il mercato....sinceramente non ho sentito operatori pagare PZO+X (e se anche fosse, X sarebbe forse dell'ordine di grandezza di 1-2 Euro/MWh, che vuol dire 50-100 Euro annui per l'impianto che citi).

            ènostra parte dal presupposto di non agire sulla leva del prezzo di acquisto per i Produttori (proprio per i pochi margini di manovra dati dai prezzi di mercato) quanto agire sul modello di impresa stessa, ovvero una cooperativa.
            Questo vuol dire partecipare alla gestione dell'impresa da parte dei soci, anche i Soci Produttori, nonchè beneficiare di eventuali ristorni in caso di utili a fine anno (e che quindi puoi considerare assimilabili a quell' X di cui parlavamo). Inoltre vuol dire consolidare un'impresa di vendita di energia assolutamente nuova nel mercato italiano, ovvero la fornitura di energia rinnovabile, certificata, cooperativa e trasparente.

            Certamente alla fine ognuno di noi sceglie se aderire sulla base dei propri valori e delle proprie considerazioni, di prezzo o no: in ogni caso ti invito a valutare la proposta nel suo complesso e non limitarsi a vedere uno "zero virgola" sul prezzo di acquisto.
            Marco
            FV: 3,00 kWp - 12 pannelli Schuco + inverter Power One Aurora - totalmente integrato - azimut: 20°Ovest, tilt: 30° // Riscaldamento: caldaia a condensazione Viessmann Vitodens 200-W da 24,7 kW // ACS: 2 pannelli solari Viessmann Vitosol + bollitore Vitocell 100 da 300 litri // VMC: Zehnder ComfoAir 550 ERV con scambiatore entalpico

            Commenta


            • #7
              Ciao,
              si, condivido quanto detto da panamericana. Il punto centrale qui non sono quei pochi (perchè molti non lo possono essere per come è strutturato oggi il mercato elettrico) soldi che uno può cercare di guadagnare in più, ma la metodologia, l'innovativa modalità di essere sul mercato. Non più solo passivi consumatori di energia fornita (o comunque gestita) da mostri mutinazionali ma attori in qualche modo diretti che possono avere un reale riferimento sul mercato e che possono avere un influenza (ora piccolissima è vero, ma sicuramente in crescita) sul futuro dell'energia in Italia.

              E' questo il punto a mio parere di svolta e che mi ha convinto a entrare e sostenere questa avventura.
              Chi può condividere questa visione è benvenuto e più saremo più otteremo veramente qualcosa.

              Buona continuazione.
              Roy
              Essere realisti e fare l'impossibile

              Commenta


              • #8
                Complimenti per la vostra iniziativa;

                Se uno non "capisce" il perche dovrebbe vendere ad un circuito del genere, forse non è uno candidabile...
                Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                Commenta


                • #9
                  Condivido con Schillo il n. dei Kwatt annui e le sue perplessità. Per adesso (anche se l'idea progettuale è degna di nota) attenderò ulteriori sviluppi della vicenda.
                  Ultima modifica di eroyka; 11-02-2016, 10:52. Motivo: moderazione

                  Commenta


                  • #10
                    Quindi bisogna anche aderire alla cooperativa? Con che costi e rischi? In che termini viene pagata l'energia e con che garanzie? Non ci sono costi amministrativi...che invece esige il GSE (il vantaggio deriva solo da questo, se esiste). Mi pare di capire che energia venga ceduta dal produttore ad un grossista, quindi le domande di cui sopra sono piuttosto rivolte al grossista...non è che alla fine fa sempre parte di un grosso gruppo? Il grossista poi non può che vendere in borsa o a un Venditore di energia (dettagliante) e sarà lui a dover certificare il mix produttivo, in base alle proprie fonti....chi sarà dunque il venditore dell'energia raccolta?
                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                    Commenta


                    • #11
                      A me potrebbe interessare solo sapendo a quanto verrà rivenduta la corrente elettrica.
                      Cioè anche se me la pagate uguale al gse, ma poi me la rivendete a meno di enel allora ci penso seriamente.
                      49,68 kWp CT 216 Trinasolar tsm-pc05 / Solarmax 50TS / 80° est-nord-est 12° inclinazione
                      50,6 kWp SSP 220 Trinasolar tsm-pc05 / Solarmax 50TS / 260° ovest-sud-ovest 12° inclinazione

                      Commenta


                      • #12
                        Schillo... il prezzo di acquisto segue quello del mercato. Lo sconto che chiedi tu lo puoi ottenere con eventuali ristorni in caso di utili a fine anno. Quindi li per li paghi come dovuto, poi se la coop funziona bene, i clienti crescono, gli utili sono risuddivisi fra i soci e così ottieni il tuo sconto.

                        Soddisfatto?

                        Ma ribadisco, pur se fosse a parità il discorso di base non sono i pochi euro in più o in meno alla fine dell'anno ma il progetto che stai sostenendo. Se ci credi, ovviamente.
                        Ciao.
                        Roy
                        Essere realisti e fare l'impossibile

                        Commenta


                        • #13
                          Se vogliono , invece della EE gli vendo l'impianto
                          AUTO BANNATO

                          Commenta

                          Attendi un attimo...
                          X