Riqualificazione villetta anni 60 - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Riqualificazione villetta anni 60

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Riqualificazione villetta anni 60

    Buongiorno a tutti!
    sono in procinto di acquistare una villetta anni 60 di due piani fuori terra nel comune di Brescia di circa mq 90 a piano; il piano terra è in realtà un rialzato di cm 50 con probabile vespaio in ghiaietto sotto pavimento ed il primo piano è una mansarda con altezza media di circa 2 metri / 2 metri e mezzo non riscaldata (e cosi per il momento rimarrà).
    Il muro perimetrale è presumibilmente in mattoni pieni dello spessore di circa 30 cm.
    L'obiettivo è una riqualificazione che punti su comfort, bassa inerzia dell'impianto di riscaldamento (dato che durante il giorno siamo in ufficio) e consumi contenuti.
    L'idea progettuale su cui ho puntato consiste nell'installazione, nella cantina a piano seminterrato, di una pompa di calore canalizzata per caldo/freddo abbinata ad un accumulo per ACS e fotovoltaico di circa 3/4 kw; il sistema a cui ho pensato prevede invece i pannelli radianti a soffitto della eurotherm accoppiati ad uno strato in lana di vetro di 5 cm in modo tale da ridurre anche l'altezza dei locali da 290 a 275 cm circa (è sufficiente un isolamento di questo tipo tenendo conto che attualmente il sottotetto non è riscaldato?)
    Ovviamente sui muri perimetrali installerò un cappotto, di circa 12 cm, probabilmente in grafite dato il colore chiaro che ho in mente ed i serramenti verranno sostituiti con altri con U di circa 1,1 / 1,2.
    Cosa ne pensate di un intervento simile?
    Consigliate di coibentare anche il pavimento a piano terra? se si, conviene scavare per costruire un vero e proprio iglù o è sufficiente l'applicazione di un isolante direttamente sul pavimento esistente? (non vorrei creare un altro gradino ad entrare....)
    In alternativa, secondo voi, conviene allacciarsi al teleriscaldamento per riscaldamento ed ACS per tenere una pdc solo per il freddo? (magari con semplice installazione all'esterno che è meno costosa)
    Ultime domande: quanto può costare la posa più la fornitura del soffitto radiante? e la pompa di calore con accumulo?
    Grazie a tutti per la pazienza...

  • #2
    Il,teleriscaldamento è morto . Le tariffe sono fatte per dare parità di costo col metano e il risparmio sarebbe nel non dover fare manutenzione e poi sostituzione della caldaia, ma parliamo di 100 euro anno. Invece scaldarsi oggi con PDC costa molto meno del metano, per cui non conviene allacciarsi.Parli di PDC canalizzata e poi di radiante. Di solito per canalizzato si intende canalizzarla aria....
    Ultima modifica di marcober; 18-02-2016, 08:43.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
      Il,teleriscaldamento è morto . Le tariffe sono fatte per dare parità di costo col metano e il,risapr,io,sarebbe nel nin dover fare manutenzione e poi sostituzione della caldaia, ma parliamo di 100 euro anno. Invece scaldarsi oggi con PDC costa molto meno del metano, per cui non conviene allacciarsi.Parli di PDC canalizzata e poi di radiante. Di solito per canalizzato si intende canalizzarla aria....
      Si in realtà intendevo una pdc da interno per il maggiore COP che riesce a fornire (non vorrei però che il rovescio della medaglia possa essere la cantina ancora più fredda d'inverno e calda d'estate oltre alle aperture da prevedere sui muri).
      Per quanto riguarda l'isolamento del terreno che ne pensi? secondo me potrebbe bastare anche il solo isolante con una barriera al vapore..

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da riccardo1986 Visualizza il messaggio
        Si in realtà intendevo una pdc da interno per il maggiore COP che riesce a fornire (non vorrei però che il rovescio della medaglia possa essere la cantina ancora più fredda d'inverno e calda d'estate oltre alle aperture da prevedere sui muri).
        Per quanto riguarda l'isolamento del terreno che ne pensi? secondo me potrebbe bastare anche il solo isolante con una barriera al vapore..
        le pdc "da interno" non esistono.
        Esistono delle (vagate) di pdc MONOBLOCCO che possono essere messe all'interno e su cui poi occorre CANALIZZARE al presa e lo scarico ell'aria..da e verso esterno.
        o come minimo far scaricare all'esterno e far aspirare in una stanza aperta verso esterno..che appunto poi in inverno è gelida..e a quel punto hai solo svantaggi a mettere la pdc direttamente all'esterno.
        Avrai stanza gelida in inverno..insetti...polvere che entra..rumore e vibrazioni in casa.
        la pdc migliore è una pdc splittata..unita esterna con compressore (rumore) fuori..tubi gas che vengono in casa..unita interna che ha solo scambiatore e pompa ricircolo.

        Sotto pavimento è sufficiente una generosa coibentazione...poi barriera totale vapore....poi pannello del radiante (che pure lui è isolante)..poi massetto
        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
          le pdc "da interno" non esistono.
          Esistono delle (vagate) di pdc MONOBLOCCO che possono essere messe all'interno e su cui poi occorre CANALIZZARE al presa e lo scarico ell'aria..da e verso esterno.
          o come minimo far scaricare all'esterno e far aspirare in una stanza aperta verso esterno..che appunto poi in inverno è gelida..e a quel punto hai solo svantaggi a mettere la pdc direttamente all'esterno.
          Avrai stanza gelida in inverno..insetti...polvere che entra..rumore e vibrazioni in casa.
          la pdc migliore è una pdc splittata..unita esterna con compressore (rumore) fuori..tubi gas che vengono in casa..unita interna che ha solo scambiatore e pompa ricircolo.

          Sotto pavimento è sufficiente una generosa coibentazione...poi barriera totale vapore....poi pannello del radiante (che pure lui è isolante)..poi massetto
          Non saprei sul sito della Rossato pubblicizzano questa con ottimi COP edEER
          Pompa di calore con canalizzazione aria

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da riccardo1986 Visualizza il messaggio
            Non saprei sul sito della Rossato pubblicizzano questa con ottimi COP edEER
            Pompa di calore con canalizzazione aria
            Si davvero ottimi....la macchina 12 a 7/35 fa 3,18 di cop..la mia che ha gia 3 anni fa 4,46...le migliori oggi sfiorano 5..quindi direi una hahata di macchina..sia perche è una Rossato, sia perche come ti ho spiegato, se canalizzi hai una perdita di carico...usi piu energia per muovere aria..e la resa cala...

            In piu ti gela la stanza dove la metti perche aspira vagonate di aria gelida dall'esterno..tale freddo si trasmette alla struttura abitativa e ti raffredda la casa..la pdc deve lavorare di piu per compensare.. nel locale avrai polvere e insetti...in casa avrai rumore e vibrazioni...il tutto in cambi di?
            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
              Si davvero ottimi....la macchina 12 a 7/35 fa 3,18 di cop..la mia che ha gia 3 anni fa 4,46...le migliori oggi sfiorano 5..quindi direi una hahata di macchina..sia perche è una Rossato, sia perche come ti ho spiegato, se canalizzi hai una perdita di carico...usi piu energia per muovere aria..e la resa cala...

              In piu ti gela la stanza dove la metti perche aspira vagonate di aria gelida dall'esterno..tale freddo si trasmette alla struttura abitativa e ti raffredda la casa..la pdc deve lavorare di piu per compensare.. nel locale avrai polvere e insetti...in casa avrai rumore e vibrazioni...il tutto in cambi di?
              Capisco...quindi direi di scartare tale ipotesi e piuttosto investire su una buona Pdc classica; hai qualche buon prodotto economico da consigliarmi? penso che a -7 esterna avrò bisogno di circa 3,5 kW più ACS (ipotizzo altri 0,5 kw)

              Commenta


              • #8
                Sono potenze molto basse....vedi là Templari S oppure la Mitshubishi ecodan più piccola.
                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                  Sono potenze molto basse....vedi là Templari S oppure la Mitshubishi ecodan più piccola.
                  Grazie 1000

                  Commenta


                  • #10
                    ultimamente nei progetti prevedo PDC nibe e nilan.. sono davvero buone e il rapporto qualità prezzo è ottimo.
                    per il radiante a soffitto, in base agli ultimi preventivi che mi sono fatto fare, isodomus è un po' più economico, prova ad informarti.

                    Commenta

                    Attendi un attimo...
                    X