annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

invertire detentore e termostatica ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • invertire detentore e termostatica ?

    Buonasera,
    oggi ho riacceso la caldaia per riscaldare il bagno e la lavanderia .... Avevo 13 C nel locale lavanderia. Ora con mandata a 40/45 C la T del locale 16 C.

    Mi sono accorto per che forse....la mandata del termoarredo di quella stanza pi fredda del ritorno !

    Forse stata un'impressione....ma toccando la valvola (non termostatica) e poi toccando il detentore.... mi sembrato che quest'ultimo fosse pi caldo della mandata !?

    Nell'ipotesi che l'idraulico abbia invertito i due tubi (Andata/ritorno) ma limitatamente a quel singolo termosifone...... cosa succede ?

    E' una cosa che va riparata oppure fa niente ?

    Grazie !!

    Nel frattempo cerco le foto di quandogli impianti erano a vista
    Ultima modifica di VecchioGhisa; 13-10-2016, 03:48.
    Appartamentino: 70 mq in stabile anni '40, mattoni pieni, Zona clim. E. Esposizione Nord-Sud. Riscaldamento: Caldaia a cond. Ferroli BlueHelix Tech 25C con radiatori in ghisa, alluminio e termoarredi. Serramenti: Nord: Internorm KF310 Vetro triplo 48mm. Sud : legno taglio freddo vetri 4-9-4 Low E. PDC: Panasonic Pe9rke A+/A, De25tke A+/A+. Pavimento freddo, tappeti (polvere ed acari) ovunque.



  • #2
    Originariamente inviato da VecchioGhisa Visualizza il messaggio
    Nell'ipotesi che l'idraulico abbia invertito i due tubi (Andata/ritorno) ma limitatamente a quel singolo termoarredo (IRSAP).....
    da quello che ho capito empiricamente ci sono due ipotesi :

    ipotesi 1 : tubi andata e ritorno posizionati invertiti rispetto al classico andata destra-ritorno sinistra, cos che la valvola e il detentore montati alla maniera classica andata destra-ritorno sinistra....lavorano male. Possibile soluzione invertendo posizione tra valvola e detentore.

    ipotesi 2 : tubi andata e ritorno posizionati correttamente :andata destra-ritorno sinistra, valvola e detentore corretti....ma tubi collegati invertiti sui collettori che poi portano in caldaia. Possibile sluzione ? Smurare tutto ?

    Nella ipotesi 1 credo che invertendo il detentore al posto della valvola forse si risolve.

    Nella ipotesi 2 che faccio ?


    Un errore del genere porta la caldaia a frequenti spegnimenti perch legge una T di ritorno pi alta ?
    Ultima modifica di VecchioGhisa; 13-10-2016, 13:48.
    Appartamentino: 70 mq in stabile anni '40, mattoni pieni, Zona clim. E. Esposizione Nord-Sud. Riscaldamento: Caldaia a cond. Ferroli BlueHelix Tech 25C con radiatori in ghisa, alluminio e termoarredi. Serramenti: Nord: Internorm KF310 Vetro triplo 48mm. Sud : legno taglio freddo vetri 4-9-4 Low E. PDC: Panasonic Pe9rke A+/A, De25tke A+/A+. Pavimento freddo, tappeti (polvere ed acari) ovunque.


    Commenta


    • #3
      Ciao,
      se sul termoarredo non vedi indicato il senso di flusso da apposite frecce (come invece trovi spesso sulle valvole) allora pu essere alimentato indifferentemente da destra o da sinistra.
      Il fatto che trovi pi caldo il detentore della valvola significa che il fluido entra nel termoarredo attraverso il detentore ed esce dalla valvola. Diciamo che a rigore potrebbero variare le perdite di carico del circuito in quanto il fluido percorre i dispositivi in senso opposto a quello corretto, quindi la portata al radiatore potrebbe essere diversa da quella di progetto. Il problema del rispetto del senso di flusso corretto si pone maggiormente se usi il comando termostatico: alcune marche di valvole hanno il senso di flusso obbligato, se non viene rispettato potresti sentire rumore tipo martellio.
      Ma la mia domanda anche unaltra: se il termoarredo nuovo, cio lhai messo recentemente al posto di un precedente radiatore, dovrebbe essere dimensionato in modo opportuno per apportare al locale gli stessi kW del precedente radiatore. Se lhai cambiato e ti trovi il locale pi freddo potrebbe essere sottodimensionato. Oppure potresti avere dello sporco che ti ottura un po il passaggio di acqua.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
        .....Il problema del rispetto del senso di flusso corretto si pone maggiormente se usi il comando termostatico: alcune marche di valvole hanno il senso di flusso obbligato, se non viene rispettato potresti sentire rumore tipo martellio.....
        Ma la mia domanda anche unaltra: se il termoarredo nuovo, cio lhai messo recentemente al posto di un precedente radiatore, dovrebbe essere dimensionato in modo opportuno per apportare al locale gli stessi kW del precedente radiatore. Se lhai cambiato e ti trovi il locale pi freddo potrebbe essere sottodimensionato. Oppure potresti avere dello sporco che ti ottura un po il passaggio di acqua.
        Ciao. La casa stata ristrutturata (in economia) nel 2014. Siamo venti ad abitare qui a gennaio 2016. L'impianto acqua e termico sono nuovi (ho smantellato il vecchio massetto) e l'idraulico ha posato i tubi nuovi acqua in polipropilene, invece dal collettore dei termosifoni ai radiatori ha usato multistrato coibentato.
        Il termoarredo IRSAP (modello base quello bianco economico) alto 180 cm x 45 di interasse e riscalda una lavaderia di 310 cm x 160 di larghezza. Altezza soffitto 315 cm.

        In effetti col detentore tutto aperto....se avvito per chiudere la valvola Caleffi (termostatizzabile) ... giunto quasi a fine corsa, avverto una specie di colpo metallico !

        Io mi auguro che invertendo valvola e detentore possa risolvere il problema.
        Appartamentino: 70 mq in stabile anni '40, mattoni pieni, Zona clim. E. Esposizione Nord-Sud. Riscaldamento: Caldaia a cond. Ferroli BlueHelix Tech 25C con radiatori in ghisa, alluminio e termoarredi. Serramenti: Nord: Internorm KF310 Vetro triplo 48mm. Sud : legno taglio freddo vetri 4-9-4 Low E. PDC: Panasonic Pe9rke A+/A, De25tke A+/A+. Pavimento freddo, tappeti (polvere ed acari) ovunque.


        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da VecchioGhisa Visualizza il messaggio
          Il termoarredo IRSAP (modello base quello bianco economico) alto 180 cm x 45 di interasse e riscalda una lavaderia di 310 cm x 160 di larghezza. Altezza soffitto 315 cm. In effetti col detentore tutto aperto....se avvito per chiudere la valvola Caleffi (termostatizzabile) ... giunto quasi a fine corsa, avverto una specie di colpo metallico !
          Se nella lavanderia fa freddo e nelle altre stanze la temperatura ottimale, probabilmente il termoarredo sottodimensionato, cio la potenza emessa non sufficiente (devi avere questi dati forniti da un termotecnico o quanto meno farti aiutare da un idraulico capace di fare dimensionamento), oppure circola poca acqua, per esempio a causa di otturazioni delle valvole.
          Il martellio di cui parlo io non quello che senti tu avvitando manualmente il detentore, tu infatti non hai il comando termostatico montato sulla valvola. Quello che descrivo io avviene solo con comando termostatico montato, durante il funzionamento dell'impianto e con flusso invertito della portata. Potresti averlo se tu montassi il comando termostatico al posto della manopola manuale lasciando il senso di flusso invariato, cio con l'acqua che entra dal detentore ed esce dalla valvola.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
            Se nella lavanderia fa freddo e nelle altre stanze la temperatura ottimale, probabilmente il termoarredo sottodimensionato...
            Il termoarredo generosamente dimensionato. Il problema che questo locale esposto su due lati nord ed est. I muri non sono spessi perch un locale di servizio aggiunto al palazzo negli anni '70. La grande finestra (90 x 150) in alluminio a taglio freddo con doppio vetro ma degli anni '80/90. Al piano di sotto non abita nessuno ed il proprietario lascia le finestre aperte con le imposte/tapparelle chiuse.

            Semmai mi sono accorto che quando l'acqua circola.... se avvito o svito il detentore per regolare il flusso in entrata sento un sibilo provenire dalla vite a brugola ( che impropriamente funziona da valvola mandata.)

            E' come se ad un certo punto aspirasse aria. Poi proseguendo ad avvitare o svitare....questo rumore termina.
            Appartamentino: 70 mq in stabile anni '40, mattoni pieni, Zona clim. E. Esposizione Nord-Sud. Riscaldamento: Caldaia a cond. Ferroli BlueHelix Tech 25C con radiatori in ghisa, alluminio e termoarredi. Serramenti: Nord: Internorm KF310 Vetro triplo 48mm. Sud : legno taglio freddo vetri 4-9-4 Low E. PDC: Panasonic Pe9rke A+/A, De25tke A+/A+. Pavimento freddo, tappeti (polvere ed acari) ovunque.


            Commenta

            Attendi un attimo...
            X
            TOP100-SOLAR