Mai usare stufe elettriche per scaldare ambienti. - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Mai usare stufe elettriche per scaldare ambienti.

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mai usare stufe elettriche per scaldare ambienti.

    Mai usare stufe elettriche per scaldare ambienti perché comunque in ogni caso c'è un discorso di entropia secondo la quale l'energia elettrica finisce sempre in calore.

    Faccio degli esempi.
    1. Mediante un distillatore scaldare la casa producendo acqua distillata, e poi potrei vendere l'acqua distillata
    2. Mediante un personal computer scaldare la case facendo elaborazione dati, e poi farsi pagare per il servizio di elaborazione.
    3. Mediante un apparecchio per fare l'elettrolisi, scaldare la casa producendo idrogeno e ossigeno, che poi potrei vendere.
    4. eccetera
    5. eccetera
    6. eccetera


    Qualunque sia il metodo, sempre in calore finisce e NON è che un metodo produce meno calorie di un altro, dal punto di vista energetico l'energia da pagare in bolletta è sempre quella.

    e allora perché scaldare la casa senza produrre niente di speciale ?

    Io penso che sia da stupidi scaldare la casa con stufe elettriche, quando ci sono altri 1000 metodi che oltre a scaldare mi producono qualcos'altro.

    Io penso che chi inventò la stufa elettrica, avrebbe dovuto essere menato; perché ha fatto un grosso danno all'umanità.

    In oltre quell'inventore ha inculcato nel cervello della gente la cultura sbagliata che per scaldare una casa serve una stufa elettrica, quando con la stessa medesima energia posso scaldarla producendo acqua distillata, oppure producendo idrogeno e ossigeno, oppure facendo elaborazione dati, eccetera eccetera.

    Occorre combattere queste mentalità arcaiche; servono giovani che capiscono.
    i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

  • #2
    Ciao Uforobot....

    Concordo con te che scaldarsi con le stufe elettriche è uno spreco inutile ......Però casomai ti fosse sfuggito: sai che hanno inventato le PDC???

    Se devo scaldarmi con EE meglio farlo con le PDC, perché a fronte di 1 kWh/e speso, rende mediamente 5 kWh/t....

    Saluti
    Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

    Commenta


    • #3
      Purtroppo in molte case si usano ancora quelle stufette da 1-2 kW che di solito si tengono in bagno. La realtà che vedo qua da me sono case vecchie , mal ristrutturate o non ristrutturate ... Qua in Friuli si è ristrutturato dopo il terremoto del 76 e a quel tempo si è pensato soprattutto a l antisismicità più che al riscaldamento o al risparmio energetico.... Qua da me le case sono grandi , con muri grossi in pietra , soffitti bassi e molte stanze.. si scaldava solo la cucina con la stufa a legna.. e nelle camere da letto si mettevano sotto il letto le braci calde del fuoco ( in apposito contenitore) , per il bagno si scaldava pian piano l acqua con lo " spolert" la stufa a legna... Per riqualificare queste case dal punto di vista energetico si doveva spendere troppo. La soluzione più semplice e veloce erano/sono le stufette elettriche...
      caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da ivanb Visualizza il messaggio
        Purtroppo in molte case si usano ancora quelle stufette da 1-2 kW che di solito si tengono in bagno.
        I caldobagno usati pochi minuti per innalzare la t del bagno durante la doccia non sono un problema.
        Qua da me le case sono grandi , con muri grossi in pietra , soffitti bassi e molte stanze.. si scaldava solo la cucina con la stufa a legna.. e nelle camere da letto si mettevano sotto il letto le braci calde del fuoco ( in apposito contenitore)
        Era pratica diffusa anche qui da noi e penso un po ovunque nei piccoli paesi rurali!!
        La pratica del braciere (altamente sconsigliabile) è stata ed è causa di decessi da monossido di carbonio, purtroppo è proprio di oggi la notizia di tre morti fulminati a quanto pare proprio da un braciere al centro della stanza.

        Saluti
        Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

        Commenta


        • #5
          Si brutta pratica per fortuna i tempi sono cambiati...

          Per la stufetta in bagno sicuramente non è la causa principale dei consumi , anche se da mia mamma anni fa è stata l'unica fonte di riscaldamento del bagno. Un costo enerme sono gli scaldabagni elettrici per esempio
          caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

          Commenta


          • #6
            il post iniziale di uforobot invece è pura uffa e anche OT… in base ai principi della Fisica è certo che se uso l'elettricità per scaldare lo faccio con efficienza 1, se invece ci produco anche altro avrò scaldato meno….o al limite uguale...

            E non possiamo certo riempirci la casa di PC, che essendo nati per fare altro ormai consumano (e quindi dissipano) pochino...

            Sul riscaldamento con stufe elettriche e/o IR ci sono altri 3d, questo lo chiudo
            I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
            https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X