Riscaldamento Gas vs PDC, la resa dei conti... - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Riscaldamento Gas vs PDC, la resa dei conti...

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Riscaldamento Gas vs PDC, la resa dei conti...

    Diciamo che l'inverno è finito, così è arrivato il momento della resa dei conti.
    Per l'inverno 2016/2017 ho deciso di mollare il gas e riscaldarmi con le PDC aria/aria.
    Diverse e negative le considerazioni che faccio per questo tipo di riscaldamento... ad iniziare da un malessere costante, pur avendo in casa anche troppi gradi, il freddo alle articolazioni finali ci ha accompagnato per tutto l'inverno, salvo i momenti che per necessità facevo partire il riscaldamento a termosifoni.
    Ho dovuto usare i termo perché spesso le temperature notturne o meglio nebbie e umidità, mettevano in crisi le PDC, sembravano fontanelle che poi ghiacciavano, arrivando alla chiusura dello scarico e qualche volta anche al traboccare fuori dal corpo motore esterno, insomma un casino della miseria.
    Questo mi ha fatto pensare che il riscaldamento a PDC aria/aria sia valido solo come un contributo, per dire le mezze stagioni, intendiamoci due delle tre PDC sono nuove e comunque modelli di punta della Mitsubishi.
    Detto ciò, ora è anche arrivato il momento dei conteggi economici, indi GAS vs PDC.
    Chi vuole cimentarsi ne avrà da godere... posto uno specchietto con i dati dell'inverno 2015/2016 riscaldamento a gas, e l'inverno 2016/2017 riscaldamento a PDC e gas per le giornate più fredde.
    Ovvia anche la differenza delle temperature tra i due inverni, come sarà ovvio che se è aumentato l'autoconsumo, da GSE non mi aspetto molto, comunque senza rompersi la testa, se volete cimentarvi grazie.
    Naturalmente i dati sono arrotondati, al Smc o kWh.

    Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
    Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

  • #2
    Ciao vince1948,

    però dovresti spiegare un pò meglio la tua situazione per meglio capire il tutto: mq scaldati, isolamento, tipo e potenza caldaia a metano come pure tipo di gestione quando andavi a metano, modello delle 3 pdc e posizione, potenza contatore EE per avere un quadro più completo.
    Perchè a parte il malessere riscontrato (che sarebbe da capire il motivo, posizionamento delle pdc o tipo di gestione delle pdc la possibile causa ? ) il risparmio potrebbe essere buono, con i prezzi attuali solo di bollette risparmi teoricamente circa 400 euro, più almeno altri ipotetici 200 euro circa di SSP in più rispetto a prima (non so quanto produci e prelievi in un anno quindi ipotizzo), quindi un totale di circa 600 euro

    Commenta


    • #3
      Lore_, grazie, credo che si possa prendere in considerazione questi sei mesi come conto a sé stante.
      Non ho ritenuto ingolfare il discorso con troppi dati, non era mio intento sapere se ho consumato poco o tanto, ma un paragone tra i due inverni, in fondo la casa è sempre quella, ovviamente ritenendo che la temperatura sia stata la stessa, anche se in effetti quest'ultimo sia stato decisamente più freddo del precedente, altrimenti si complica il tutto.
      Voglio dire che se dal conteggio risulta un certo interesse economico nonostante l'inverno ultimo, più freddo, vuol dire che effettivamente ho risparmiato, e se fosse stato uguale al precedente ancor più.
      La posizione delle PDC Mitsubishi serie FH, è classica, al 1° piano, una in cucina al posto del termosifone 9.000 BTU, una in corridoio 18500 BTU sopra la porta d'entrata che spara vero il corridoio e si dirama nelle camere laterali, una al PT in un ufficio 9.000 BTU, il resto della casa è lavanderia e garage.
      Non mi lamento della temperatura, ma il freddo alle mani e piedi è davvero fastidioso, potevo anche arrivare a 23° ambiente ed avere sempre freddo, ma questo non è riscontrato solo da me, ci sono state delle risposte in forum sui perché al riguardo.
      Anche se la PDC è ben dimensionata, chi entra nella stanza avverte subito un caldo anche eccessivo, ma rimanerci per tante ore, il freddo alle articolazioni è scontato.
      Non so come tu abbia fatto i conti, a me risulta una certa parità.
      Ho fatto il conto della serva, ho preso in considerazione, per ogni inverno, quanto speso di gas e luce, quanto avrei incassato di SSP, e quanto Non avrei incassato di SSP, considerando che ho auto consumato in più e immesso di meno nell'ultimo inverno, più o meno a parità di produzione.
      Se risultasse abbastanza preciso il mio conteggio, di certo tornerei al gas, in forza del disagio citato...
      Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
      Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
      Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
      Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

      Commenta


      • #4
        Ciao vince1948,

        allora il calcolo è fatto considerando solo i consumi del periodo, quindi 1100 mc di metano in meno valgono circa 760 euro in maggior tutela e i kwh in più valgono circa 360 euro oggi sempre in MT, poi quei 2000 kwh scambiati in più potrebbero valere 200/210 euro di SSP al posto di eccedenze che potrebbero essere 70/80 euro al netto delle tasse (anche meno, dipende dal tuo reddito) questo però dipende dalla tua produzione e consumi annuali, se avevi eccedenze o meno.

        Commenta


        • #5
          1100mc di metano come scritto giustamente da Lore valgono 760€
          2000KWh in più consumati sono circa 400€

          quindi il risparmio è sensibile 360€ senza considerare l'SSP da FV perchè non sappiamo quante eccedente tu abbia se scambi questi 2000KWh capisci che il risparmio annuo sale a più di 600€
          e nonostante l'inverno sia stato più freddo del passato

          sul discorso confort è molto soggettivo e dipende da quanti split e dove li hai messi

          generalmente per non avvertire freddo dovresti far lavorare più tempo il climatizzatore ad un livello di ventilazione più basso perchè quando si spegne, perchè raggiunge la temperatura, avverti più freddo ma questo vale anche per i termosifoni

          quindi non mettere ventilazione al massimo, dirigi il flusso verso zone non frequentate e magari inserisci il limitatore di potenza o flusso almeno allunghi la curva di funzionamento
          certo rispetto ai termosifoni è un caldo diverso su questo non ci sono dubbi così come il caldo dei termosifoni è differente rispetto al camino

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
            una in corridoio 18500 BTU sopra la porta d'entrata che spara vero il corridoio e si dirama nelle camere laterali,.
            se il "si dirama" significa che il caldo deve andare da solo dal corridoio verso le stanze..di certo quelle stanze sarano freddine.
            E passare da corridoio dove hai ben 18500 btu alle camere, darà una brutta sensazione.
            Le uniche stanze "riscaldate" come si deve sono probabilmnete cucina e ufficio..in quelle stanze un uso del condizionatore per 16 ore giorno al minimo non dovrebbe comportare disconfort. Un uso di ore piu limitato, se abbinato ad isolamento non eccelso, potrebbe invece rilevarsi poco soddisfacente, caus amuri che irraggiano freddo e aria troppo calda.
            Per uso invernale io consiglio sempre macchine "a pavimento"...un altro mondo...anche in estate..
            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

            Commenta


            • #7
              Grazie "ragazzi", è chiaro che il riscaldamento è quello che è, però questo vale per il gas cosi come per le PDC, indi deve risultare "solo" un mero calcolo.
              Insomma gradirei che prendeste in considerazione solo l'evidenza, cioè quello che ho postato.
              Non è impertinenza, ma che c'azzecca l'eccedenza, cosi come i consigli su come sarebbe meglio fare un riscaldamento eccellente... a ragà scusate è sempre quello che è!
              Come si dovrebbe fare me lo avete già insegnato, ma secondo voi sfascio tutti i pavimenti ecc..?
              Dai ricominciate, spiegatemi perché, secondo voi ho risparmiato, con una esposizione come si fa in matematica, cioè provata.
              Ok torno a rispondere, si le camere sono freddine, ma non ha importanza, il freddo alle estremità al quale facevo riferimento è relativo alle camere dove c'è la PDC, che è poi dove io e mia moglie stiamo tutto il giorno, cucina e ufficio.
              Anzi se devo essere più preciso trovo più efficiente, in termini di riscaldamento, la PDC che ho fatto installare al posto del termo in cucina, questa: MFZ-KJ - A pavimento - Monosplit - Residenziale - Prodotti - Climatizzazione - MITSUBISHI ELECTRIC ITALIAN WEBSITE
              Quell'altra, è in ufficio, questa:MSZ-FH - A parete - Monosplit - Residenziale - Prodotti - Climatizzazione - MITSUBISHI ELECTRIC ITALIAN WEBSITE
              Per chi è interessato allego le eccedenze del mio FV espresso in euro: 2015 44€ 2016 000€, 2017 000 addavenì.
              Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
              Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
              Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
              Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

              Commenta


              • #8
                Se trovi più efficiente quello a pavimento, confermi le mie sensazioni.

                economicamente..hai eliminato 1100 m cubi di gas ...prelevando 2080 kWh da rete..e rinunciando a 300 kWh di scambio.
                ai prezzi di oggi valgono rispettivamente 750 euro... 330 euro...30 euro
                morale, risparmi 400 euro anno.
                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                  Grazie "ragazzi", è chiaro che il riscaldamento è quello che è, però questo vale per il gas cosi come per le PDC, indi deve risultare "solo" un mero calcolo.
                  Insomma gradirei che prendeste in considerazione solo l'evidenza, cioè quello che ho postato.
                  Non è impertinenza, ma che c'azzecca l'eccedenza, cosi come i consigli su come sarebbe meglio fare un riscaldamento eccellente... a ragà scusate è sempre quello che è!
                  Come si dovrebbe fare me lo avete già insegnato, ma secondo voi sfascio tutti i pavimenti ecc..?
                  non devi sfasciare nulla ma anche un climatizzatore aria aria a PDC devi trovare le migliori impostazioni per ottenere il miglior confort
                  nelle stanze non puoi fare miracoli in riscaldamento perchè scaldare in corridoio è un bel problema visto che il caldo sta in alto e quindi si propaga poco attraverso delle porte piccole (per il raffrescamento è leggermente più semplice)

                  anche con i termosifoni prova a far raggiungere la temperatura rapidamente e poi far scattare i termostati e vedrai che anche con quelli avvertirai presto freddo
                  la migliore sensazione di confort l'hai con fonti di calore sempre attive

                  a livello puramente economico il risparmio c'è

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao vince1948,

                    scusa ma il calcolo semplice te lo abbiamo fatto, se vuoi provare anche tu vai sul sito del trovaofferte AEEG e metti i tuoi consumi di luce e metano, prima e dopo e vedi che la differenza vale 400 euro.
                    Poi sicuramente il climatizzatore a pavimento è migliore d'inverno, perchè "pesca" subito l'aria più fredda in basso, certo fatto magari girare per meno ore e più velocemente ti crea delle correnti fredde fastidiose, sopratutto poi in un locale piccolo che potrebbe essere la cucina pescando aria fredda magari anche dalla stanza comunicante

                    Commenta


                    • #11
                      Chiarisco che non ho molti problemi di caldo o freddo nelle camere laterali del corridoio, mi lamento del freddo alle estremità proprio nelle camere dove ci sono i climatizzatori, che sono attivi tutto il giorno e buona parte della notte.
                      Forse si tratterà d'azzeccare, l'impostazione giusta, forse due delle quattro tacche di velocità sono troppe, muovono troppa aria, proverò e riproverò.
                      Riguardo la parte economica, non mi resta che decidere se 400€ valgono tutto quel casino sopportato, che tra l'altro ho scodato di aggiungere che ad un certo punto, credo quando scongelavano, si sentiva un casino incredibile come un vecchio treno a vapore che scarica troppa pressione.
                      Alla luce dai fatti accaduti, forse si può dare credito a questo tecnico, che alla mia domanda riguardo il freddo ha risposto che le PDC aria/aria orientali, non sono nate per il riscaldamento in pratica sono adattate a questo servizio, la sua risposta: https://s8.postimg.org/o49gm9pth/image.jpg
                      Qui si spiega meglio, ok magari sarà anche interessato però... https://www.azzeralebollette.com/i-7...i-svelera-mai/
                      Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                      Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                      Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                      Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                      Commenta


                      • #12
                        i termosifoni posti in un punto della stanza non riescono a scaldare comunque tutti i muri

                        certo se tu avessi casa molto ben isolata i muri e il pavimento starebbero a 5-6°C in più e avresti meno sensazione di freddo
                        in alternativa dovresti avere riscaldamento a pavimento o sulle pareti per sentirti avvolto dal calore

                        certo se poi nei giorni più freddi dell'anno ti fai aiutare dal gas non è un problema enorme ma secondo me nel 90-95% delle giornate una PDC aria aria ti scalda tranquillamente però bisogna lasciarli accesi per molte e molte ore

                        Commenta


                        • #13
                          Ma sai..come faccia un muro a stare a 12-13 gradi stabilmente, come dice quel signore.se io ho T aria stabilmente e uniformemente a 24 gradi... resta un mistero.
                          un muro di PURO forato semipieno da 25 cm..U 0,63..in una stanza 20 gardi (non 23!!) e con 2 gradi esterni (la T media di questo gennaio gelido..quindi la DIURNA era piu alta), porta ad una T superficiale del muro di 15,86°C!!
                          Se la T aria era 23..la T potrebbe essere 2-3 gradi superiore.

                          D'altra parte se fosse a 12-13 gradi..con dentro magari 65% di UR--i muri sarebbero coperti da acqua che scende a rivoli..e muffa ovunque..è cosi?
                          prossimo inverno comprati un termometro IR e quando hai 23 gradi come dici, stabili, dopo 16 ore di mandata costante, prova a misurare la t dei muri... e vedrai che quel che dice quel tipo è terrorismo

                          Il muro, come è isolato?

                          Poi..che mettere un FC per fare caldo in alto porti a stratificare aria fredda in basso e avere aria calda nei polmoni e piedi gelati... è un classico.
                          D'altra parte se fosse intelligente mettere emettitori di energia in alto..i ns nonni avrebbero messo i termi di ghisa sul soffitto...che avrebbero anche ingombrato meno..peccato che la resa faccia schifo..e a poco serve affidarsi al fatto che lo split muove l'aria..perchè essendo aria calda, comunque tenderà a risalire velocemente.

                          Morale..se lasci il fc della cucina acceso h24 in mod che anche di notte la t delle pareti non scenda troppo, il confort dovrebbe essere accettabile..pur mantenendo un certo risparmio sul gaso come oggi.
                          Su quello in ufficio, è più critico...probabilmente basterebbe integrare con un pannello radiante da 100W sotto la scrivania..che irraggia gambe, piedi e pavimento sotto scrivania...la scrivania si scalderebbe man mano e irraggerebbe le mani.
                          Con un consumo basso, ristabiliresti un certo equilibrio fra irraggiamento e convezione.
                          Se hai una termocoperta elettrica...in qualche modo potresti "attacacrla" sotto al scrivania e provare effetto il prossimo inverno
                          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                          Commenta


                          • #14
                            Ciao vince1948,

                            questo signore da bravo venditore tira l'acqua al suo mulino, però non puoi pretendere che quando fa freddo riesci a scaldare casa con gli split se non coprono tutta casa, perchè sentirai sempre l'aria fredda delle zone dove non arriva lo split.

                            Io avevo camino ad aria con le bocchette che arrivavano in tutta casa, fintanto c'erano i bambini piccoli a casa e quindi c'era sempre qualcuno a casa, o mia moglie i primi tempi o mia suocera, partiva alla mattina, e si spegneva la sera, quindi aveva tutto il tempo di scaldare tutto, poi hanno cominciato ad andare all'asilo e poi a scuola, il camino si accendeva dal pomeriggio, e non riusciva a scaldare tutto bene e avevi proprio quella sensazione di piedi freddi, sopra caldo e sotto freddo, la sera ti sedevi poi sul divano e ti sentivi l'aria fredda arrivare dalle camere perchè il camino non era riuscito a scaldare tutto.
                            La stessa cosa capita a te con split, se li fai andare piano devi dargli il tempo di scaldare il tutto, se li fai andare forte, quando magari sei lì, ti scaldano più velocemente ma ti creano correnti d'aria, devi trovare il giusto compromesso, chiaramente tipo in cucina dovresti chiudere anche la porta così il calore non se ne va nella stanza a fianco.

                            Commenta


                            • #15
                              Grazie a tutti per le utili risposte.
                              Comunque continuo a leggere dei riferimenti al freddo, ribadisco che non è cosi, non sentiamo freddo al corpo anzi, il disagio è solo riferito agli arti citati.
                              Riguardo le stanze, la cucina è chiusa, l'ufficio invece no indi un po' di calore se ne va in corridoio adiacente, con costanti 20/22° si sta bene, sempre salvo gli arti famosi.
                              Ok mi avete già spiegato l'ambaradan, forse sto pagando lo scotto della prima volta.
                              Certo il tecnico citato sarà un po' di parte, ma nelle note riferenti al ghiaccio non lo trovo fuori luogo, visto che l'ho provato personalmente.
                              L'idea ultima sarebbe stata quella di dotare, ad esempio la camera da letto, di un suo singolo split, ma alla fin fine lo sgarro è durato una decina di giorni anche alterni, indi attacco la caldaia, che per inciso non mi crea nessun disagio agli arti, pur modulando cioè accende e spegne in base alla temperatura termostato ambiente, cosa che invece trovo con la PDC, perché quando arriva in temperatura impostata questa non si spegne, fa girare l'aria della stanza che porca miseria mi pare che esca più fredda, in pratica a volte la devo spegnare.
                              Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                              Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                              Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                              Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                              Commenta


                              • #16
                                Ciao vince1948,

                                parla però di cose ovvie, che capita anche con le loro e poi mischia cinesi con giapponesi, non proprio la stessa cosa, perchè se mette le pdc cinesate da supermercato insieme alla pdc giapponesi che sono utilizzate in Giappone già prima delle loro, fa solo il suo bravo lavoro di venditore enfatizzando i pregi delle loro e facendo di tutto un fascio delle asiatiche.
                                Marcober in qualche discussione aveva spiegato bene la differenza tra le giapponesi (che si scaldano da anni con pdc avendo nucleare, con il problema dello spazio nelle grandi città) rispetto alle "europee" con "cuore giapponese"

                                Commenta


                                • #17
                                  Ciao vince, io ero nelle stesse tue condizioni; 18000 in corridoio per bagno di fronte, 2 camere laterali e scale.
                                  D'inverno le camere non si scaldano e d'estate non si raffreddano.
                                  Aggiunto un dual per le camere, ed il 18000 puntato diritto nel bagno, accensione h24 a ventola velocità automatica,
                                  23 gradi corridoio, 19-20 camere, 21 cucina e 21-22 sala, nessun problema di freddo agli arti.. ma io ne ho 40 di anni!!
                                  6,54 kwp sunpower e327 - 20 pannelli, azimut 36SW tilt 14, inverter solaredge SE-6000 con scheda wi-fi ed ottimizzatori p600, monitoraggio consumi casa solaredge; 5 Pdc aria-aria Mitsubishi Heavy Industries

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Buona la battuta dei 40 anni, non ho pensato alla cosa più ovvia... l'età, porcaccia la miseria che ciullata la vecchiaia.
                                    stotr10, hai quasi le stesse mie condizioni, anche la mia PDC più grossa punta verso il bagno e di lato subito vicino alla PDC cucina da una parte e sala dall'altra poi due camere da letto mia e ospiti: https://s21.postimg.org/9b9s6nhzr/Primo_piano2.jpg
                                    Ospiti, sala e cucina, rimangono quasi sempre chiuse, d'altronde in casa ormai siamo in due e si vive più che altro al piano terreno in ufficio, finche mia moglie non va in pensione, al primo piano usiamo solo la cucina e camera da letto.
                                    Come ho già scritto anch'io ho pensato ad una PDC dedicata per la camera da letto, cosi potrò lasciare aperto le altre camere, ma prima devo superare il problema già citato, poi non so se mi conviene economicamente, la differenza tra gas e luce, che a me risulta meno di 400€, me la mangerei con questa nuova PDC.
                                    In pratica a parità di denaro ho la possibilità di dire non consumo gas, ma direi che è una soddisfazione che non paga se poi soffrirò sempre del disagio citato e dei guai con il ghiaccio..

                                    Grazie ciao.
                                    Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                                    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                                    Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                                    Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Scusate, forse mi sono perso qualcosa, ma dalla tabella di vince1948 escono altri numeri. Nel suo caso, con quelli che immagino siano i suoi costi specifici, abbiamo:

                                      - 1100 mc gas * 0,68 = -748 E.
                                      + 2080kwh * 0,24 = +499 E.

                                      = -249 E di risparmio

                                      poi volendo si può valutare la variazione sul FV, a spanne 320 kwh autoconsumati in più a cosa equivalgono? 30 Euro?

                                      arriviamo a risparmiare circa 280 Euro
                                      FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da Another Visualizza il messaggio
                                        + 2080kwh * 0,24 = +499 E.
                                        0,24 non è il costo del kwh IN PIU che prelevi avendo gia un contatore in casa...serve costo MARGINALE..che oggi è circa 0,15 - 0,16 euro kwh
                                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Marco non ho capito... se non prelevo e autoconsumo vuol dire che non ho acquistato energia, indi non è una spesa è un risparmio, salvo il fisso, potrei conteggiarlo di più di 0.16 € kWh.
                                          Ok, se poi l'autoconsumo, lo conteggio come lo SSP, a me risulta ancor meno di 249€ ed ho spiegato come ho fatto il conteggio.
                                          Lo rifaccio.
                                          Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                                          Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                                          Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                                          Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Vince, non ti seguo e quindi prova tu a seguire me.

                                            e usi pdc

                                            1) prelevi meno gas, per circa 750 euro
                                            2) ma prelevi piu energia da contatore, circa 2080 kwh, e quindi spendi 330 euro in piu sulla boletta
                                            3) se usavi il gas immettevi piu energia (quella autocosnumata..300 kwh) e GSE erogava circa 30 euro in pu, che oggi non ti da piu.
                                            Ergo +750-330-30=400 di utile

                                            Se decidi di non faro piu..spenderai 750 euro in piu di gas..la bolletta elettrica sra piu leggera e GSE eroghera 30 euro in piu..ma non conviene
                                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Opss, Marco, non ho letto il tuo post, e sia chiaro che se c'è un certo risparmio ben venga.
                                              Ora lo studio, nel contempo posto ugualmente, cosi saprò dove sbaglio.
                                              -------------
                                              Rifatto... torna sempre il discorso già fatto, ne vale la pena per cosi pochi euro?
                                              Non dimentichiamo il costo macchine da ammortizzare, deperimento, manutenzione filtri, disagio, ghiaccio invernale ecc...
                                              Il prezzo del gas e della luce sono la media dei prezzi in bolletta, dei mesi che si riferiscono.

                                              Ultima modifica di vince1948; 05-04-2017, 15:51. Motivo: Aggiunta precisazione
                                              Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                                              Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                                              Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                                              Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                                                0,24 non è il costo del kwh IN PIU che prelevi avendo gia un contatore in casa...serve costo MARGINALE..che oggi è circa 0,15 - 0,16 euro kwh
                                                giusto, ma lui li produce tutti quei 2080 che gli servono? se sì il tuo conto è giusto, se no va corretto parzialmente
                                                FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da Another Visualizza il messaggio
                                                  giusto, ma lui li produce tutti quei 2080 che gli servono? se sì il tuo conto è giusto, se no va corretto parzialmente
                                                  Ma guarda che 0,16 è il costo di prelievo.... quindi è il costo in più che ha avuto per diminuire uso gas.
                                                  poi , se li scambiasse tutti, avrebbe un contributo gse addizionale...ma siccome al contrario consumando di più , immette meno, il suoi SSP cala di 30 euro...ergo levo dal risparmio questi 30.
                                                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    boh, forse stasera sono lento..

                                                    lui ha consumato in più rispetto all'anno scorso, in quel periodo, 2080 kwh per pdc.. non ho ben capito quanto gli sono costati netti..
                                                    questo non dipende anche dalla sua produzione/consumo FV annuale?

                                                    se dovesse comprarli tutti spenderebbe 499 E.
                                                    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      No, se li compra oggi , calcolando che il contatore lo aveva già, spende 2080*0,16
                                                      ora dovrebbe esserti chiaro.
                                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Riporto la mia esperienza eseguita a gennaio, primi 15 gg con riscaldamento, secondi 15 solo con PDC (il resto del'inverno ho usato solo le PDC)
                                                        media SMC/gg=18.5 (escluso ACS e piano cottura di 2,5/gg media della seconda 15ina) e ponendo 0,7€/SMC = € 12,95/gg
                                                        media kw/gg PDC=60 (escluso 20 kw media/gg dei primi 15 gg, considerati come consumi domestici) e ponendo 0,16€/kw (tariffa 2018 )= €9,6
                                                        Quindi risparmio gg di € 3,35 tutto questo senza considerare autoconsumo FV e SSP.
                                                        Ho impianto in firma ed i miei consumi pre-FV erano di 3.200 kw (media 2011-2015),
                                                        ora con riscaldamento invernale con PDC presumo che non mi bastino neache gli 8.000-8.500 che produrrò.
                                                        Ovvio che se si ha un impianto molto sottodimensionato il contributo del SSP è praticamente nullo
                                                        6,54 kwp sunpower e327 - 20 pannelli, azimut 36SW tilt 14, inverter solaredge SE-6000 con scheda wi-fi ed ottimizzatori p600, monitoraggio consumi casa solaredge; 5 Pdc aria-aria Mitsubishi Heavy Industries

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                                                          Grazie a tutti per le utili rispostmi
                                                          Certo il tecnico citato sarà un po' di parte, ma nelle note riferenti al ghiaccio non lo trovo fuori luogo, visto che l'ho provato personalmente.
                                                          L'idea ultima sarebbe stata quella di dotare, ad esempio la camera da letto, di un suo singolo split, ma alla fin fine lo sgarro è durato una decina di giorni anche alterni, indi attacco la caldaia, che per inciso non mi crea nessun disagio agli arti, pur modulando cioè accende e spegne in base alla temperatura termostato ambiente, cosa che invece trovo con la PDC, perché quando arriva in temperatura impostata questa non si spegne, fa girare l'aria della stanza che porca miseria mi pare che esca più fredda, in pratica a volte la devo spegnare.
                                                          Metti panasonic serie vz e il freddo te lo dimentichi. Siamo sempre lì.. Dipende da cosa si installa
                                                          [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            @stotr10
                                                            non voglio fare il guastafeste, ma pensavo che PdC abbattesse di più il consumo.. dal 2018 quei numeri potrebbero anche andarti bene, ma oggi? penso che l'energia quest'anno la pagherai più di 0,16..
                                                            FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X