Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ecobonus, sismabonus, risparmio energetico e FV con accumulo esame Decreto Rilancio

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Estendere la platea e togliere i vincoli significa che lo Stato deve spendere di più. Il DL Rilancio aveva già esaurito il deficit approvato dal Parlamento. Interessante far notare però che la Corte dei Conti ha “ammonito” il Governo dal dar benefit a pioggia senza tener conto delle condizioni economiche dei beneficiari. Ecco, forse facendo così puoi aumentare la tipologia di beneficiari senza spendere l’inverosimile

    Commenta


    • L'ance chiede di estendere la platea dei beneficiari alle imprese ed ai proprietari di interi immobili come se fossero "autocondomini". Le prime versioni del decreto limitavano la platea alle prime case, con discreti sforzi si è riusciti ad estendere le agevolazioni alle seconde case... adesso senza coperture si chiede l'estensione agli autocondomìni ed alle aziende... richiesta legittima ma solo in un mondo con risorse infinite e non è il nostro caso. A questo punto se possiamo agevolare al 110% i lavori su un edificio con 10 unità immobiliari non vedo perché non possiamo farlo su tutte le abitazioni, anche quelle di lusso, ville e castelli... l'unico "compromesso" che si potrà raggiungere in tempi brevi è l'estensione agli immobili con due unità immobiliari di un singolo proprietario o in comproprietà fra più soggetti. Questo è l'unico caso non in contrasto con lo spirito della legge.
      Possiamo chiamarli gli "esodati" dell'ecobonus. Ma a differenza degli esodati della Fornero, se non si tratta di proprietari figli unici, single/vedovi con figli minorenni, si può riuscire ad ottenere facilmente i benefici passando da un notaio.
      36x350w Sunpower Maxeon 2 con ottimizzatori + SE12.5 + Tesla PW2

      Commenta


      • Concordo, ma la gente vuol davvero tutto regalato.
        Caso di oggi, 2 palazzi, 4 e 5 u.i. Uno di intera proprietà della signora X e l'altro di intera proprietà del signor Y, fratelli.
        Do la soluzione, unica per me: scambiare un immobile di simil valore per avere la possibilità di "spararsi" 500 e 700 k€ di lavori cadauno. La signora X + impazzita al solo pensiero di dover andare dal notaio a spender soldi.
        La u.i., non so perché (fatti loro) sono disabitate (a parte la propria in ogni immobile), ed ella sostiene (sarà vero) che non ha redditualità quindi le viene "pesante" andare dal notaio.
        Altra soluzione prospettata: ne venda uno. Per poco non mi mordeva al collo

        Peraltro il suo legale sostiene che si potrebbe dare in comodato d'uso una u.i. alla mamma anziana, pensionata. quindi far lei la richiesta di credito/cessione d'imposta. Secondo me non va bene poiché l'AdE parla di immobile di proprietà, ma l'avvocato sostiene, ancora, che la stessa AdE mette la parola "posseduto" ed in tal caso il possesso sarebbe del comodatario.

        Ho allargato le mani, c'è un avvocato di fiducia, io mi limiterò alle faccende tecniche e di impresa.

        Commenta


        • Gli interventi agevolabili

          Interventi principali o trainanti


          Il Superbonus spetta in caso di:
          • interventi di isolamento termico sugli involucri
          • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni
          • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti
          • interventi antisismici: la detrazione già prevista dal Sismabonus è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

          Per i limiti di spesa consultare la tabella n. 4 contenuta nella guida - pdf.
          Interventi aggiuntivi


          Oltre agli interventi trainanti sopra elencati, rientrano nel Superbonus anche le spese per interventi eseguiti insieme ad almeno uno degli interventi principali di isolamento termico, di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale o di riduzione del rischio sismico. Si tratta di
          • interventi di efficientamento energetico
          • installazione di impianti solari fotovoltaici
          • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici

          Per conoscere i dettagli su tutti gli interventi agevolabili consultare la guida - pdf.

          Ho copiato e incollato quanto sul sito dell'AdE, che secondo me è un pò fuorviante in quanto sembrerebbe che considerino gli interventi antisismici come trainanti per (ad esempio) efficientamento energetico sempre e comunque, anche quindi in assenza di impianto termico.

          Commenta


          • Se a qualcuno può servire oggi ho parlato con edison che tramite un azienda di cui non ho capito il nome (mi pare energy) fa sconto in fattira 100%.
            Praticamente loro propongono una cosa carina ovvero:
            Ti chiedono 488 euro per fare analisi preventiva.
            Se l'analisi preventiva dice che non puoi usare il 110% ti ridanno i soldi.
            Se l'analisi preventiva dice che ci può fare e ti ritiri (nel senso che cambi idea) li perdi.
            Se l'analisi prevebtica dice che si può fare e fai i lavori te li scalano dalla fattura.
            Loro fanno solo pdc fotovoltaico e solare termico.
            Giovedì prossimo viene il commerciale.
            Non penso di aderire perché so già che si presenteranno xon un preventivo fatto con i massimali e di roba che non puoi scegliere ma sicuramente li ascolterò...

            Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk

            Commenta


            • Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
              Continuo a non capire.
              Hai fatto la caldaia a febbraio e pratica enea a settembre (e ci sta ... basta mettere fini lavori e collaudo a luglio).
              Ma tu la caldaia quando l'hai pagata?quando hai fatto il bonifico parlante? Immagino a febbraio. Come hai fatto (o come ha fatto l'installatore) a farlo se non avevi la fattura?
              Non vorrei dire cavolate ma per fare il bonifico per detraziome devi mettere dentro il numero di fattura. Se la fattura non esisteva come hai fatto?
              Magari ho capito male e cancella tutto quello che ho detto

              Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
              Io ho pagato l'installatore a Marzo tramite un finanziamento.
              Ha gestito tutto lui.
              Mi ha fatto comparire la fattura in data 02-09-2020 dove comunica (nella fattura) che ho saldato l'importo in data 02-09-2020.
              La pratica Enea risulta chiusa in data 04-09-2020.

              Io mi chiedevo quindi se:
              1) questo intervento di sostituzione caldaia (ristrutturazione edilizia) mi permette di poter portare in detrazione al 50% fino a 10.000€ di mobili. (ma penso di sì, qualcuno mi aveva già risposto).
              1a) se l'intestatario della fattura di acquisto dei mobili deve essere lo stesso della sostituzione caldaia (ma penso di si).
              1b) basta che la data di acquisto dei mobili sia posteriore al 02-09-2020 (data sostituzione caldaia).

              2) poiché il condominio sta eseguendo dei lavori di ristrutturazione (facciata), questi lavori sono di intralcio con quanto descritto al punto 1)?
              3) la detrazione per le persone con età superiore a 75 anni avviene in automatico in 5 anni oppure può essere portata a 10?

              Commenta


              • Originariamente inviato da dolam Visualizza il messaggio
                per qualcuno che mi ha accusato di essere di parte ecco cosa chiede Ance al governo:
                come vedete è una sana battaglia quella che conduco, del resto è sotto gli occhi di tutti la palese ingiustizia , tranne per coloro che hanno occhi ed orecchi foderati.

                [ATTACH=CONFIG]77996[/ATTACH]
                Ma non ho capito cioè se uno è propietario di un condominio di 100 appartamenti può usufruire del 110%?Sarebbe possibile avere una lista della casistica di chi può usufruirne= propietari/compropietari e numero unità/appartamenti intestati alla singola persona fisica?
                diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                Commenta


                • “cioè se uno è propietario di un condominio di 100 appartamenti può usufruire del 110%?”

                  non credo proprio che sia quello lo spirito della richiesta , anche se è palesamemente ingiusto escludere anche i possessori di 100 appartamenti che pagano tasse salatissime ogni anno e se gente che ha la piscina e casa in A2 può accedere anche alla casa al mare , non vedo perché debbano essere esclusi coloro che forniscono abitazioni a chi non ne ha anche se dietro compenso è sulle quali paga una patrimoniale annualmente (IMU) che non pagano quelli della prima casa.
                  Comunque la richiesta è riferita in particolare ai casi di bi-trifamiliari con un solo proprietario o in comproprietà tra più soggetti.
                  5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

                  Commenta


                  • anche banca sella offre il 102 %

                    Superbonus 110%: Banca Sella lancia pacchetto di iniziative per accedere alla agevolazioni - Newsbiella.it

                    Inviato dal mio CLT-L29 utilizzando Tapatalk

                    Commenta


                    • Ormai la linea di mercato è 102%...mi aspetto qualcosa di meglio da Poste IT (anche se 102 è già un gran risultato).

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da ENERPLANET Visualizza il messaggio
                        Ormai la linea di mercato è 102%...mi aspetto qualcosa di meglio da Poste IT (anche se 102 è già un gran risultato).
                        Concordo,credo che la differenza più che l1/2% in più o in meno la farà la capacità della banca o chi per essa di erogare i soldi e gestire la pratica in maniera il più semplice possibile.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Dr.Gix Visualizza il messaggio
                          L'ance chiede di estendere la platea dei beneficiari alle imprese ed ai proprietari di interi immobili come se fossero "autocondomini". Le prime versioni del decreto limitavano la platea alle prime case, con discreti sforzi si è riusciti ad estendere le agevolazioni alle seconde case... adesso senza coperture si chiede l'estensione agli autocondomìni ed alle aziende... richiesta legittima ma solo in un mondo con risorse infinite e non è il nostro caso. A questo punto se possiamo agevolare al 110% i lavori su un edificio con 10 unità immobiliari non vedo perché non possiamo farlo su tutte le abitazioni, anche quelle di lusso, ville e castelli... l'unico "compromesso" che si potrà raggiungere in tempi brevi è l'estensione agli immobili con due unità immobiliari di un singolo proprietario o in comproprietà fra più soggetti. Questo è l'unico caso non in contrasto con lo spirito della legge.
                          Possiamo chiamarli gli "esodati" dell'ecobonus. Ma a differenza degli esodati della Fornero, se non si tratta di proprietari figli unici, single/vedovi con figli minorenni, si può riuscire ad ottenere facilmente i benefici passando da un notaio.
                          L'ance esagera con le richieste ma perchè un proprietario di una bifamiliare deve essere escluso mentre il proprietario di due immobili separati no? mi pare che ci sia un manifesto errore\ingiustizia da correggere e sinceramente suggerire di eludere la legge non mi pare la soluzione il governo deve mettere una pezza

                          Commenta


                          • Una domanda, non banale, alla quale non riesco a trovare risposta se non tramite l'esperienza diretta di qualcuno che abbia già usufruito in passato di crediti fiscali:

                            in che tempi mediamente, dalla presentazione della domanda corredata di ogni documentazione richiesta, sono necessari per vedersi riconosciuto il famigerato credito nel proprio cassetto fiscale?

                            Vorrei avere un'idea per cercare di gestire la cosa nel migliore equilibrio possibile tra l'uso di una parte di contanti di cui dispongo ed il prestito ponte offerto dalle banche in cambio della cessione, cercando di rendere quest'ultimo il più breve possibile.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da brianza7 Visualizza il messaggio
                              L'ance esagera con le richieste ma perchè un proprietario di una bifamiliare deve essere escluso mentre il proprietario di due immobili separati no? mi pare che ci sia un manifesto errore\ingiustizia da correggere e sinceramente suggerire di eludere la legge non mi pare la soluzione il governo deve mettere una pezza

                              secondo il principio per il quale dovremmo efficientare il patrimonio immobiliare sia dal punto di vista sismico sia dal punto di vista ecologico nessuno dovrebbe essere escluso, nemmeno i castelli. Il tema è solamente finanziario, qualcuno doveva rimanere fuori dal 110% e si sono fatte delle scelte giuste o sbagliate che siano.
                              Personalmente credo che nel caso di unico proprietario di stabile con 100 appartamenti affittati può benissimo permettersi di fare i lavori con le detrazioni a percentuale più bassa e cederli a chi crede; se si devono rivedere le attribuzioni comunque io sarei per dare le % in funzione del reddito (considerando “ricchi” però chi ha un reddito maggiore almeno di 100k/anno)

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da ArinZ Visualizza il messaggio
                                Una domanda, non banale, alla quale non riesco a trovare risposta se non tramite l'esperienza diretta di qualcuno che abbia già usufruito in passato di crediti fiscali:

                                in che tempi mediamente, dalla presentazione della domanda corredata di ogni documentazione richiesta, sono necessari per vedersi riconosciuto il famigerato credito nel proprio cassetto fiscale?

                                Vorrei avere un'idea per cercare di gestire la cosa nel migliore equilibrio possibile tra l'uso di una parte di contanti di cui dispongo ed il prestito ponte offerto dalle banche in cambio della cessione, cercando di rendere quest'ultimo il più breve possibile.
                                Penso che sia prima volta che si possano vendere i crediti fiscali (per un breve periodo l'anno scorso c'è stato lo sconto in fattura ma il xredito lo prendeva direttamente l'azienda). Quindi credo esperienza nulla sulle tempistiche ... ma aspettiamo persone più esperte

                                Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X
                                TOP100-SOLAR