annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

SONOFF: FAQ, informazioni, l'ABC per chi comincia!

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • SONOFF: FAQ, informazioni, l'ABC per chi comincia!

    Ciao a tutti, in particolare a Lupino ma non solo

    Mi sembra non esista un 3d generico di base per chiarire i dubbi di chi il SONOFF non sa manco cosa sia ma vorrebbe valutarne l'uso.

    Esiste qualche articolo/link particolarmente semplice e completo?

    Faccio qualche domanda per chiarire che 3d ho iniziato...

    Credo che in futuro prima o poi mi cimenterò con Arduino o altri micro per i miei hobbies, ma mi sembra di capire che SONOFF è molto semplice e permette semplici automazioni di elettrodomestici via Smartphone.

    Mi fate un elenco delle principali funzioni possibili? E' un semplice interruttore, ma per esempio esistono versioni per comandare due o più utilizzatori da una sola scheda?

    La versione con power meter..permette di impostare attacca/stacca automatici ? Es se la P assorbita va sopra o sotto determinati valori)

    E così via...

  • #2
    Ciao Riccardo e grazie...
    Io direi di iniziare da: cos'è, anzi, cosa sono le schede domotiche Sonoff?
    Sintetizzando e senza scendere nei dettagli direi che sono degli interruttori in grado di, attraverso la rete WiFi della propria casa, collegarsi a computer remoti (server) inviando "stati" e ricevendo "comandi" impartiti o direttamente attraverso i nostri ormai omnipresenti smartphone, o in base ad automatismi prestabiliti... secondo la logica binaria quest comandi sono principalmente 2 ovvero: acceso, spento.
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Sonoff.jpg 
Visite: 2 
Dimensione: 47.4 KB 
ID: 1969423
    La creazione di questa "infrastruttura" ci permette quindi di poter accedere al nostro interruttore da praticamente ovunque (a patto che vi sia una connessione alla rete) dandoci quindi modo, nella sua essenzialità, di... accendere una lampadina o, meglio, attivare un utenza a Torino mentre si passeggia a New York.
    Perché uso il termine "utenza"? Qualsiasi apparecchiatura elettrica presente nelle nostre abitazioni viene definita utenza, non solo lampadine quindi ma lavatrici, boiler, televisori, climatizzatori, tapparelle elettriche etc. etc.
    Parlavo prima di automatismi, indico con questa parola la correlazione automatica, non dettata quindi dall'utente finale, che è possibile creare attraverso il programma del Itead, l'app, tra "stati" e "comandi" ... esemplificando con una semplice lampadina... posso accendere la luce quando sono le 8 di sera e spegnerla alle 6 del mattino, accenderla per un ora, per il superamento di una soglia di consumo, in base ad un valore di temperatura o umidità rilevato.
    A queste possibilità di base si aggiunge inoltre il poter creare quelle che vengono definite "scene", ovvero il poter stabilire delle semplici relazioni If... Then (Se ... Allora) tra le varie schede presenti all'interno della propria abitazione ... ad esempio... SE la scheda collegata al pannello solare rileva una temperatura di 60° ALLORA la scheda in cantina attiverà il circolatore.
    Tornando alle tue domande...

    Mi fate un elenco delle principali funzioni possibili?
    Provo a risponderti con una semplice tabella, sicuramente non esaustiva, delle principali schede Itead in circolazione

    Scheda Canali/contatti Funzioni e caratteristiche
    Sonoff Basic 1 contatto 230v Semplice On/Off
    Sonoff Touch T1 1, 2, 3(T1 US) contatti 230v Semplice On/Off, può sostituire le normali placche a muro
    Sonoff Dual 2 contatti 230v Semplice On/Off
    Sonoff 4CH 4 contatti 230v Semplice On/Off
    Sonoff 4CHPro 4 contatti puliti Semplice On/Off
    Sonoff TH (10/16) 1 contatto 230v Semplice On/Off, Sensore temperatura e umidità relativa, Trigger T e Ur
    Sonoff Pow 1 contatto 230v Semplice On/Off, Sensore corrente, Trigger consumi, Data log
    La versione con power meter..permette di impostare attacca/stacca automatici ?
    Si, la versione Sonoff Pow r2 ha la funzione denominata "overload protection" che permette di spegnere l'utenza al superamento di una determina soglia.

    A proposito delle Sonoff vanno inoltre riportate le seguenti ulteriori caratteristiche
    • la possibilità di essere controllate attraverso Google Home e Alexa
    • la possibilità per alcune di avere un controllo in RF (semplici telecomandi stile apri-cancello)
    • il supporto di svariati servizi web, IFTTT e Stringify in primis
    • basarsi sulla filosofia open-source già propria del mondo Arduino, sia lato hardware (in rete si trovano gli schemi di tutte le schede Itead), sia lato software col supporto di svariati firmware alternativi come Tasmota
    Ultima modifica di Lupino; 25-02-2019, 10:38. Motivo: Integrazione tabella
    Domotica: schemi e collegamenti
    e-book Domotica come fare per... guida rapida

    Commenta


    • #3
      Oh grazi eLupino non avevo dubbi che avei ricevuto le prime info utili!

      Forse le mie erano domande banali evitabili con un po' di ricerca, ma avere un esperto a disposizione fa diventare pigri
      :-)

      Cosa si intende per contatti puliti, sono filtrati per impieghi più esigenti?

      Comunque credo di aver già deciso che passerò a Sonoff per la gestione da remoto della ricarica dell'auto in box, attualmente a volte scendo per staccare il cavo perchè l'auto anche a carica finita assorbe 40W, e la mia "richicentralina" si era guastata tempo fa. Devo solo verificare se il segnale wifi arriva nel box o almeno nel locale contatore.

      In futuro potrei gestirci la pompa di calore, se come credo cambierò "combustibile" domestico

      Commenta


      • #4
        Cosa si intende per contatti puliti, sono filtrati per impieghi più esigenti?
        Hai ragione, non ho specificato. Per contatti puliti si intende uscite senza alcun tipo di tensione.
        L'unica scheda su cui li trovi è la CH4 Pro, per ogni canale sono presenti infatti 3 contatti: un COM (comune), un NC (normalmente chiuso) e un NO (normalmente aperto.. in inglese Normaly Open ). La presenza di questa tipologia di contatti permette l'inserimento della 4CH Pro in linee deviatore/invertitori/deviatore oltre, ovviamente, a poter essere utilizzata come normale interruttore.

        Devo solo verificare se il segnale wifi arriva nel box o almeno nel locale contatore.
        Se l'impianto elettrico del box fosse una derivazione di quello di casa, praticamente unico contatore, e non eccessivamente lontano, puoi provare ad utilizzare moduli powerline (leggasi onde convogliate). Kit come QUESTO prevedono una trasmittente con ingresso ethernet ed una ricevente con uscita ethernet + WiFi. A casa di un mio amico, grazie a questi modulini (quelli semplici ethernet - ethernet) sono riuscito ad installare varie IP camere sie esterne che al piano superiore
        Se l'assorbimento del caricatore dell'auto rientra nelle specifiche della Pow (3500W) puoi utilizzare quella, monitori da remoto lo stato di carica e spegni quando l'assorbimento scende ai valori base o, più semplicemente, imposti un timer e lasci che faccia tutto in automatico
        Domotica: schemi e collegamenti
        e-book Domotica come fare per... guida rapida

        Commenta


        • #5
          Alla lista su stilata c'è da aggiungere due ulteriori apparecchi prodotti dalla Itead che possono tornare molto utili nella creazione di "strutture" domotiche casalinghe. La Sonoff Bridge e la neonata Sonoff SC
          A differenza dalle altre, queste due, non sono vere e proprie schede "interruttori" ma possiamo considerarle alla stregua di centraline domotiche
          La prima, la Sonoff Bridge, serve fondamentalmente per clonare i telecomandi RF a 433MHz (praticamente la stragrande maggioranza dei telecomandi RF utilizzati) rendendoli disponibili in app e permettendo quindi il controllo in remoto anche di tutte quelle apparecchiature non integrabili/collegabili alle schede riportate sopra. La stessa inoltre, attraverso moduli aggiuntivi (sensori PIR, interruttori magnetici, sensori gas e fumo), permette di espandere le possibilità di controllo della propria abitazione.
          La Sonoff SC è da intendersi invece come espansione delle capacità di controllo dell'ambiente, integra infatti sensori per il controllo dell'aria, della luminosità ambientale, del rumore, della temperatura e dell'umidità. Come su detto tutti questi valori, riportati nel app, possono essere utilizzati come trigger per innescare determinati eventi... esempio... luminosità alta -> spengo le lampade oppure, aria viziata -> accendo la VMC.
          Praticamente l'unico limite rimane la fantasia, il portafoglio e alcune pecche che, in qualche modo, QUI con dolam e altri, cerchiamo di sanare
          .
          .
          .
          P.S.
          Ricky, belli questi post a mo' di intervista, spero proprio che tornino utili ad eventuali utenti interessati
          P.P.S.
          Certo che con tutta la pubblicità che facciamo a 'ste schede almeno un paio la Itead potrebbe regalarcele o almeno presentarsi come sponsor per EA
          Domotica: schemi e collegamenti
          e-book Domotica come fare per... guida rapida

          Commenta


          • #6
            Salve a tutti
            mi ritrovo con questo vecchio modello di sonoff comprato qualche annetto fa modello NLWF04-RF 4 Channel
            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   TB2US4sfB8lpuFjy0FnXXcZyXXa_!!833335992.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 133.2 KB 
ID: 1969555
            Dopo averlo inserito nell'app ewlink ho notato che la modalità inching si attiva su tutti e 4 i canali; la mia necessità era utilizzare la predetta modalità solo per un canale ma sia impostando la modalità sul dispositivo tramite il tasto mode, sia sull'app, viene attivata per tutti e 4 i canali. Poichè non sono più in possesso del manuale c'è qualche procedura specifica da seguire? o forse essendo una vecchia versione non permette l'attivazione per un singolo canale?
            Grazie per l'aiuto

            Commenta


            • #7
              Ciao aspide, si trova poco in giro per quella scheda ma mi sembra di capire che la modalità è unica per tutti e quattro i canali e, allo stesso modo, il timing di questa non è variabile (c.ca 700ms). La modalità viene definita "jog mode".
              QUI puoi trovare qualche indicazione.
              P.S.
              Anche l'inching via app, per ora, è unico per tutti i canali, questo a prescindere dalla scheda, ma confido nel fatto che l'Itead, in uno dei prossimi aggiornamenti di eWelink, inserisca la possibilità di settare un timing per canale.
              Domotica: schemi e collegamenti
              e-book Domotica come fare per... guida rapida

              Commenta


              • #8
                Ok grazie come immaginavo.... Allora attendiamo un aggiornamento dell'app.

                Inviato dal mio JMM-L22 utilizzando Tapatalk

                Commenta


                • #9
                  SonOff 4ch R2 vs Pro R2

                  Ogni tanto torna l'argomento in oggetto.
                  Ho trovate visto questo link Product Comparison: 4CH R2 Vs 4CH Pro R2 : ITEAD Customer Care Center

                  Leggendo sembra che R2 non abbia RF e non abbia inching, Il Pro si.
                  Vi risulta?
                  Quante versioni di sonOff 4ch ci sono???

                  Commenta


                  • #10
                    Si, d'altra parte il tuo link punta ad una pagina ufficiale dell'Itead, non v'è motivo per cui la cosa non dovrebbe essere così.
                    La Sonoff 4CH V1 o V2 è da intendersi come una Basic x4 con relative caratteristiche e limitazioni anzi, alla tabella presente nel link, manca il fatto che la 4CH non ha canali con contatti puliti, la 4CH PRO, si
                    Quante versioni di sonOff 4ch ci sono???
                    Se guardi ad inizio 3D hai un elenco, sicuramente non esaustivo, ma comunque abbastanza completo delle varie schede e delle loro caratteristiche peculiari.


                    Note di Moderazione:
                    Ho unito le due discussioni sia per rispondere alla tua domanda, sia perché l'argomento, utile anche ad altri utenti, è perfettamente attinente alla discussione. Lupino

                    Ultima modifica di Lupino; 23-03-2019, 09:40.
                    Domotica: schemi e collegamenti
                    e-book Domotica come fare per... guida rapida

                    Commenta


                    • #11
                      Ok, non capivo se stavo leggendo bene visto che in qualche post relativo all'automazione di tapparelle con sonOff 4ch si suggeriva di comprare la versione non Pro "perche' le sue caratteristiche non servivano" per l'uso automazione tapparelle e costava di piu'. In effetti in base a come si configura il proprio "impianto" l'inching puo' servire o no.

                      Il sonoff 4ch R2 non pro presenta 5 connessioni N (neutral), 5 connessioni L (line) e 5 connessioni E. Cosa sono le E?
                      Perche' 5 triplette ma 4canali?
                      Sono un po' di coccio ma non capisco la cosa dei contatti puliti. Un esempio di dove non si puo' fare a meno di usare contatti puliti e dove invece si usano "gli altri"?
                      Se ho capito bene ogni circuito ha un cavo Linea e un Neutro (o + e - se continua). Un contatto pulito e' un'interruzione del solo cavo Linea e quindi ai sui estremi non c'e' differenza di potenziale.
                      Se invece metto un "ponte" tra L e N ho differenza di potenziale tra i capi del mio contattato e quando chiudo metto in corto il circuito (dolore)>
                      Giusto?

                      Commenta


                      • #12
                        E = Earth, la terra
                        ... 5 triplette..
                        In realtà sarebbero 3 cinquine
                        Il primo "aggancio" a sinistra di ognuno dei 3 blocchi è l'INPUT, gli altri 4 gli OUTPUT
                        Questo è lo schema generico di collegamento...
                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Sonoff 4CH.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 102.3 KB 
ID: 1969745

                        Un contatto pulito è un contatto in cui, a prescindere dallo stato del relè (aperto o chiuso), non è presente alcuna tensione, in pratica sei tu a dover dare una tensione in ingresso; avrai quindi, in tal caso, sempre, un ingresso ed un uscita.
                        In un contatto "sporco" è presente invece solo l'uscita, non ti permette quindi di decidere la tipologia di tensione da utilizzare.
                        Se guardi le due sonoff CH4 nella non-PRO hai come uscita solamente la 230V, la PRO invece, volendo, può lavorare anche su tensioni differenti (ad esempio 12V)... ovviamente nel limite delle specifiche dei relè
                        P.S.
                        La particolarità della CH4 PRO non è solo quella di avere contatti puliti ma anche quella di avere relè deviatori, disponendo quindi di contatti NC e NO (normalmente chiuso, normalmente aperto)
                        Domotica: schemi e collegamenti
                        e-book Domotica come fare per... guida rapida

                        Commenta


                        • #13
                          Ops, forse ho capito.
                          Nella 4CH non PRO l'alimentazione 220V che fornisci alla scheda e' la stessa che fornisci ai 4 canali di uscita.
                          Nella 4CH Pro invece la scheda si alimenta "a se stante" mentre invece cio' che viene dato ai 4 canali (NC o NO) dipende solo da cosa metti nel COM che puo' esser qualsiasi cosa (nei limiti delle specifiche hardware del rele').
                          giusto?

                          A questo punto quando usare puliti o sporchi?

                          Commenta


                          • #14
                            Perfetto, proprio così ... aggiungici il fatto che la PRO è alimentabile con un ampio range di tensioni (5 - 24V DC o 90 - 240V AC) e capirai che le possibilità di questa scheda diventano ampissime
                            ...quando usare puliti o sporchi?..
                            In generale, nelle applicazioni domotiche, eccezion fatta per impianti in bassa tensione (fotocellule o sensori vari), i contatti sporchi vanno anche bene, come dicevo su è la mancanza di contatti deviatori ad essere più "limitante"
                            Domotica: schemi e collegamenti
                            e-book Domotica come fare per... guida rapida

                            Commenta


                            • #15
                              Continuo con le domande: invece tra 4ch pro e 4ch pro R2?
                              Quale differenze ci sono?
                              Su AliExpress li trovo a 0,40€ di differenza...

                              Commenta


                              • #16
                                Praticamente nessuna, l'unica è che la rev 2 ha un timing hardware (inching) leggermente maggiore, 1 - 16s contro i 0.25 - 4 della rev 1
                                Domotica: schemi e collegamenti
                                e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                Commenta


                                • #17
                                  perfetto, visto che il tempo di inching si gestisce da app sono identici.
                                  Grazie

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Update

                                    Nelle ultime versioni del App iTead (eWelink) è stata implementata la funzione CAM.
                                    Praticamente è possibile riutilizzare un vecchio smartphone inutilizzato trasformandolo in una IP-CAM. Per attivare tale funzione è necessario installare su detto apparecchio l'app eWelink Camera e inserire le credenziali già utilizzate per le normali schede
                                    P.S.
                                    L'app è ancora in fase di sviluppo, da quel che si legge in giro, sembrerebbe appena uscita dalla fase "beta" per cui potrebbe non funzionare ancora a pieno (o del tutto) su ogni device. Presenta inoltre, per ora, un paio di limitazioni: 1) l'apparecchio utilizzato non deve andare in modalità stand-by (si consiglia per tanto di tenerlo collegato al alimentatore). 2) le due app non possono "convivere" sullo stesso apparecchio.
                                    Sembrerebbe poi (dritta di dolam) che vi sia ancora qualche problema nella connessione tra apparecchi di diversa natura, iphone vs android
                                    Domotica: schemi e collegamenti
                                    e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Non so se e' il posto giusto ma sto usando l'app descritta su un vecchio Nexus 4 sempre connesso alla corrente in garage (cosi' rimane fresco ) e a parte il fatto di dover lasciare l'app "in esecuzione" (quindi non premere il tasto home) funziona decentemente.
                                      Non ho valutato l'impatto energetico

                                      Commenta


                                      • #20
                                        l'impatto energetico
                                        Più o meno quello di una normale IP-CAM
                                        Domotica: schemi e collegamenti
                                        e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Buonasera ragazzi, non so se sono nella sezione corretta; ho un dubbio da togliermi.
                                          Ho acquistato e utilizzo da poco il mio primo sonoff e sono molto soddisfatto; volevo solo capire: nel caso cambio telefono dove è installata l'applicazione
                                          ewelink e dove sono memorizzate le impostazioni del dispositivo... devo per forza tornare al dispositivo fisicamente e rifare la procedura di attivazione o è solo necessario entrare con le mie credenziali sulla nuova app del telefono nuovo e mi ritrovo tutto come prima?
                                          Sarebbe scomodo rifare tutto se il dispositivo fosse montato in una zona poco raggiungibile!!
                                          Grazie mille!!

                                          Commenta


                                          • #22
                                            ... dove è installata l'applicazione ewelink ...
                                            ...sullo smartphone
                                            ...e dove sono memorizzate le impostazioni del dispositivo...
                                            ... sui server del iTead
                                            ... devo per forza tornare al dispositivo fisicamente e rifare la procedura di attivazione...
                                            ... no, il tuo dispositivo è già attivato (= registrato sui server iTead sotto il tuo account). Se cambi cellulare o, più semplicemente, se decidi di usare lo stesso account su più dispositivi (io lo uso su cellulare e tablet) ti basta scaricare l'app e loggarti con i tuoi dati.
                                            P.S.
                                            Stessa cosa se decidessi di accoppiare il dispositivo anche con altri servizi di IoT ad esempio Google Home.... magie del cloud
                                            Domotica: schemi e collegamenti
                                            e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Perfetto,buona notizia!! Ti ringrazio molto!!

                                              Commenta


                                              • #24
                                                son off aiuto

                                                Ciao a tutti, ho un grosso problema che non riesco a risolvere, utilizzo un sonoff per spegnere e accendere un router a distanza, il problema che non lo fa sempre e' mi rimane il sonoff spento. Ho messo due orari uno di spegnimento alle 4.00 e uno di accensione alle 4.01 dove e' presente il router wifi, ma molte volte non si riaccende, pensavo che fosse il sonoff e ne ho acquistato un altro ma stessa cosa e come quando non e' presente la wifi (la corrente di entrata non viene mai spenta) non fa la funzione di orario accensione, ma il brutto che neanche il giorno successivo mi riparte il comando on. mi potete aiutarmi.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Ciao Vittorio, se ho capito bene vuoi effettuare un riavvio del router utilizzando una sonoff collegata, in wifi, al router stesso. Giusto? Se così è, allora ben difficilmente riuscirai nella tua impresa.
                                                  Le impostazioni di timing, fatta salva la funzione di inching della CH4 PRO, non vengono memorizzate sulla scheda ma rimangono sui server iTead per cui, se non vi è un collegamento scheda - server, non vengono attivate.
                                                  Viste le tempistiche di intervento potrebbe... forse ... funzionare la funzione di inching software, quella che in app viene chiamata variazione graduale... rimane da provare.
                                                  Alternative possono essere: o l'utilizzo della succitata CH4 PRO, o quello di un semplicissimo timer meccanico o elettronico
                                                  Domotica: schemi e collegamenti
                                                  e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Grazie della risposta, ma come mai alcune volte me lo fa? io ho impostato il riavvio giornaliero dopo un minuto.
                                                    Grazie dinuovo



                                                    Originariamente inviato da Lupino Visualizza il messaggio
                                                    Ciao Vittorio, se ho capito bene vuoi effettuare un riavvio del router utilizzando una sonoff collegata, in wifi, al router stesso. Giusto? Se così è, allora ben difficilmente riuscirai nella tua impresa.
                                                    Le impostazioni di timing, fatta salva la funzione di inching della CH4 PRO, non vengono memorizzate sulla scheda ma rimangono sui server iTead per cui, se non vi è un collegamento scheda - server, non vengono attivate.
                                                    Viste le tempistiche di intervento potrebbe... forse ... funzionare la funzione di inching software, quella che in app viene chiamata variazione graduale... rimane da provare.
                                                    Alternative possono essere: o l'utilizzo della succitata CH4 PRO, o quello di un semplicissimo timer meccanico o elettronico

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Da quanto ne ho capito fino ad ora, il singolo minuto è calcolato allo scattare dello 00.
                                                      Questo significa che se dai un timing di 1 minuto possono passare da 0 secondi a 59 secondi.
                                                      Ora, nel caso di pochi secondi 0-1-2, ha il tempo per rintracciare la risposta dal server e riaccendersi ) come fosse un click.
                                                      Se supera una soglia di xx secondi ( non so quanti) non riconosce più la rete è scollegato e non si può riavviare perchè non c'è più il server
                                                      Regolamento: http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Perfetta risposta Elisabetta, aggiungo una cosa dettata dalle mie conoscenze rispetto a queste ed altre schede e, in generale, al mondo dei micro.
                                                        In nessuna, almeno quelle che ho avuto modo di analizzare sin ora, è presente un clock .... leggasi orologio .... "settabile" dal utente. Generalizzando quindi si può dire che tutte le funzioni di timing possono essere gestite solo dai server.
                                                        Potrebbe far eccezione, come accennavo su, quella di inching automatico normalmente usata per simulare con le sonoff il funzionamento di un pulsante; questo in quanto verrebbe comunque impartito, lato server, un unico comando .... per chi conosce il mondo arduino mi riferisco al famoso "millis".... associando lo stato (ON/OFF) ad il tempo di permanenza in esso; ON1000 corrisponderebbe ad esempio a stato ON per 1000ms
                                                        Ripeto, è una mia teoria, comunque facilmente controllabile; come procedere:
                                                        Considerando che tale inching (ricordo che in app viene chiamata variazione graduale) funziona solo con lo stato ON, è necessario innanzitutto associare alla scheda un relè SPDT con bobina a 230VAC.
                                                        I collegamenti saranno i seguenti:
                                                        - Uscita sonoff ai contatti della bobina del relè
                                                        - Neutro direttamente al router
                                                        - Fase al contatto COM del relè
                                                        - Contatto NC (normalmente chiuso) del relè al router
                                                        - Impostare in app l'orario a cui si vuole effettuare il re-start del router
                                                        - Attivare, sempre in app, la variazione graduale inserendo un valore di 120 secondi

                                                        Provare....

                                                        P.S.
                                                        Essendo una prova, se si vuole inizialmente risparmiare i soldi del relè, basta far finta che vi sia e scollegare manualmente dal alimentazione il router allo scatto in ON della scheda. Se questa dopo 2 minuti (120s) tornerà comunque in OFF allora la teoria è confermata.... buon esperimento
                                                        Domotica: schemi e collegamenti
                                                        e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Che voi sappiate, c'è la possibilità di avere un tasto "toggle" o "switch" sul 4CH pro?
                                                          Anche tramite altre app o firmware...

                                                          Mi interessa dia il comando "spegni se acceso" o "accendi se spento" al sonoff.
                                                          Il mio bisogno nasce dal fatto che uso i sonoff con alexa e coi comandi vocali oltre che col deviatore a muro, per cui lo stato della luce (accesa/spenta) vista dall'app non sempre corrisponde allo stato reale.

                                                          Tempo fa usavo stringify, ma aveva grossi problemi di latenza. Ora, ad ogni modo, non è più disponibile.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Ciao a tutti.
                                                            Piacere, Vincenzo e sono nuovo del forum. Ultimamente mi è presa la bella mania di domotizzare qualcosa in casa.
                                                            In questi giorni ho comprato qualche presa Smart, un cronotermostato Wi-Fi e sono riuscito a collegarlo con successo.
                                                            Ora vorrei domotizzare le tapparelle: ho delle cassette 503 con 2 pulsanti sali/scendi che comandano 2 tapparelle separate ed un deviatore luce balcone inseriti tutti in una placca.
                                                            Si può montare il sonoff 4ch? So che molti magari hanno già posto le stesse domande e mi scuso, ma vorrei essere indirizzato direttamente a schema, foto, indicazioni ed istruzioni.

                                                            Grazie


                                                            Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR