annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

LED per illuminazione: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ho una domanda che esula,ho una bici con fari a led ,quello anteriore dopo 4,5anni e 16000 km(pochi/tanti,per una luce led???)ha smesso di funzionare e ne ho preso uno nuovo...ora la presa per i cavettti di alimentazione dalla dinamo sul mozzo ((marca shimano))sono eccessivamente """spartani""",guardate io adoro le cose semplici ma questi hanno,secondo me, esagerato cioè i due cavetti si infilano vicini vicini in una mini presa ad innesto per compressione io ho perso la pazienza perchè non riuscivo a farli stare separati e non sò forse ho invertito le polarità.Allora son qui a chiedere i diodi led non funzionerebbero se avessi invertito il + e - oppure si???...Il dubbio mi viene perchè la luce posteriore contiene un condensatore che mantiene la luce accesa (per +/- 3/4 minuti)anche quando ci si ferma e perciò la dinamo non produce però ora non và più ... se invece per tagliar la testa al chiodo provo ad invertire i due cavetti sul mozzo che per puro caso forse ora ho messo giusti cosa rischio?Di fulminare anche il nuovo LED faretto?Spero di essere riuscito a spiegarmi.Cioè anche qui mi pare non specificano ,pag 148/149 ... https://si.shimano.com/api/publish/s...001-24-ITA.pdf
    Ultima modifica di diezedi; 25-02-2021, 20:22.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

    Commenta


    • hai fatto un casino ma alle luci a Led, se inverti i fili, non succede nulla, la corrente passa solo da un verso , perciò tranquillo, ma ti consiglio di prendere una luce Led con batteria litio che ti dura un estate intera senza caricarla e costa sui 7/10 euro e illumina come un faro di automobile.
      Sulla mia ne ho messi due sotto il cestino anteriore che mi ha provocato uno Alt dai carabinieri che mi hanno intimato di dirigerli verso il suolo tanto che sono potenti ( ne ho preso due a 6 euro in offerta da Banggood) .
      5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

      Commenta


      • ok,grazie domani torno a litigare con la mini presa su mozzo...dotato di un pennarello...grazie.
        diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

        Commenta


        • Originariamente inviato da dolam Visualizza il messaggio
          hai fatto un casino ma alle luci a Led, se inverti i fili, non succede nulla, la corrente passa solo da un verso , perciò tranquillo,) .
          Ehm,un attimo se è cosi se avessi invertito non si accenderebbe neppure?Perchè allora il condensatore non si carica pìù,forse qualcuno sà la risposta,il vecchio aveva anche la scritta steady anche se non ha mai funzionato sul anteriore,ma forse siccome sempre da quello anteriore partono i fili per quello dietro la cosa è collegata,invece secondo me la funzione steady(con condensatore) dovrebbe funzionare anche autonomamente perciò davanti l ho preso solo switch non steady.Però mi sorge il dubbio ...
          https://www.axasecurity.com/bike-sec...ne-steady-50mm
          diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

          Commenta


          • diezedi non conosco il funzionamento di quella luce ma ai Led se inverti la corrente non succede nulla, questo è garantito, su quella in particolare bisognerebbe conoscere il circuito .
            5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

            Commenta


            • Originariamente inviato da dolam Visualizza il messaggio
              diezedi non conosco il funzionamento di quella luce ma ai Led se inverti la corrente non succede nulla, questo è garantito,...
              Sinceramente credo il contrario. I LED hanno una tensione di breakdown (rottura) inversa molto bassa, tipicamente sui 5V. Se un LED viene connesso invertito non conduce e non si guasta finché gli sono applicati meno di 5V. Oltrepassato questo valore la giunzione del diodo si rompe. A sostegno trovo Wikipedia inglese, che è sempre più affidabile e approfondito della versione italiana Led circuit (polarity) - Wikipedia.
              Il verificarsi o no di quest'evento dipende dall'alimentazione che c'è a monte. Per un generatore (volgarmente detto dinamo) montato su una bicicletta non sono convinto che ci siano sofisticati sistemi di controllo di tensione e corrente. Anzi, probabile che non ce ne siano affatto. M'aspetterei solo una resistenza in serie al LED, e un diodo "vero" (o un ponte raddrizzatore a 4 diodi) piazzato sul generatore per far scorrere la corrente dal verso giusto. Se si inverte la polarità tra LED e generatore, quest'ultimo dapprima non "vede" nessun carico. La tensione che genera a vuoto (senza passaggio di corrente) supera i 5V e a quel punto distrugge il LED.
              Si potrebbe anche supporre che il generatore esca in corrente alternata, e che il diodo sia dentro al fanale in serie al LED, ma NON è così.
              Sul manuale Shimano che hai postato leggo:
              - pag. 148 "Fare attenzione a non invertire il filo del telaio e il filo del fanale. Se i fili vengono collegati in modo scorretto, il fanale non si accenderà."
              - pag. 144 "Questa dinamo (3,0 W) non ha una protezione di sovravoltaggio al suo interno", e inoltre "Se la lampadina del fanale anteriore o posteriore si fulmina, alla lampadina restante sarà inviato un voltaggio eccessivo". Visto che è indicata una tensione nominale di 6V, m'aspetto che quella a vuoto possa arrivare a 8-9V.
              Conclusione probabile: polarità invertita e LED bruciato. E forse anche quello posteriore.

              Commenta



              • I Led funzionano generalmente a 3,3V tollerano fino a 3,7 V e per qualche secondo poco di più , ma se inverti la giusta alimentazione non accade assolutamente nulla
                per il resto non posso aiutarlo
                5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ?https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

                Commenta


                • La polarità inversa non crea problemi al diodo LED, ma al condensatore elettrolitico!
                  Il diavolo si annida nei dettagli.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da dolam Visualizza il messaggio
                    I Led funzionano generalmente a 3,3V tollerano fino a 3,7 V e per qualche secondo poco di più , ma se inverti la giusta alimentazione non accade assolutamente nulla...
                    Le nostre affermazioni non si contraddicono l'un l'altra.
                    Tu dici che invertire la polarità dell'alimentazione non danneggia il LED. Ed è vero per quella che chiami "giusta alimentazione", entro i 5V, che è al di sotto del limite di perforazione del LED.
                    Io affermavo che molti produttori indicano una tensione di breakdown inversa di 5V. Se la si oltrepassa c'è rischio di danneggiare o bruciare il LED. Vero anche questo.
                    Ci sono fonti informative attendibili che lo dicono, come Electrical Over Stress - How to Prevent an LED Failing... (leggo: "Another possible source of failure is the reverse polarity connection...")
                    O anche Cree® XLamp® CX Family LED Design Guide, pag 21: "CX family LEDs must not be energized with reverse voltage or catastrophic damage will occur".
                    O ancora Practical Characteristics of LEDs, sezione Reverse Breakdown: "When they [riferito ai LED] conduct current in the reverse direction, they normally have the opportunity of being broken."
                    Se e quando succede che un LED resista a maggiori sollecitazioni di polarità invertita, è perché gli è già stata aggiunta una protezione interna che limita tensione o corrente inversa. Ma non m'aspetterei di ritrovarla in un LED da bicicletta.
                    Che la dinamo (che nella fattispecie sembra essere un alternatore raddrizzato) sia da considerare una "giusta alimentazione" è tutto da vedere. Lo sarà se è collegata dal verso corretto. Quei 6V RMS nominali già sono 8,4 V di picco. Se si inverte l'alimentazione la dinamo lavora a vuoto e la tensione fornita sarà ancora più alta, con rischio concreto di bruciatura.
                    Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                    La polarità inversa non crea problemi al diodo LED, ma al condensatore elettrolitico!
                    Giusto, ma ci vuole un po' di tempo per depolarizzare un elettrolitico. In ogni caso va presa in considerazione anche questa.

                    Commenta


                    • Mah,non sò,ho invertito i cavetti e il led avanti/dietro si illuminano,ma il condensatore non tiene acceso quello dietro.Stasera provo se la luce che produce quello anteriore è uguale a prima.Pare strano eppure ho segnato il cavetto e la posizione e li ho invertiti.Ho solo letto su alcuni manuali (ebike e del produttore di luci)che la legge tedesca/svizzera prevede che luci per le bici di quei paesi devono avere una protezione contro inversione di polarità,le mie sottostanno a quella normativa però non so cosa intendano per protezione contro l inversione che solo non vanno o che in qualche maniera invertono le polarità...Io credo la prima opzione ma frà un 2 ore saprò la verità.Condensatore luce posteriore non và,uella davanti un pochino di più mi pare di si ma non grandi cose,però ora produce di più alla velocita di camminta ,nel senso cheora anche quando accompagno la bici a piedi il fascio è costante mentre prima "sobbalzava",penso terro questà polarità di collegamento.Per quando sostituiro il fanale dietro però vorrei venire a capo della cosa onde evitare di bruciare un altro condensatore,,molto comodo quando ci si ferma agli stop. PS ruotando la ruota al contrario il fanale si accende ugualmente.
                      Ultima modifica di diezedi; 27-02-2021, 19:39.
                      diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da diezedi Visualizza il messaggio
                        ....... PS ruotando la ruota al contrario il fanale si accende ugualmente.
                        Adesso abbiamo la conferma che quello che chiamiamo normalmente "dinamo", in realtà è un alternatore.....
                        - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

                        Commenta


                        • Dici?Allora raccontano b...,O meglio non raccntano tutta la verità?Con il tester posso capirlo?In quel caso però per il condensatore è sempre fondamentale la polarità?O anche di più che in CC?
                          diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                          Commenta


                          • No, è una dinamo. Il condensatore serve solo per livellare la tensione.
                            In quel caso però per il condensatore è sempre fondamentale la polarità?
                            A meno che non sia un condensatore elettrolitico, non vi è polarità e non brucia invertendo la polarità ... con un condensatore e un diodo si può attaccare un LED alla 220v (alternata)
                            la legge tedesca/svizzera prevede che luci per le bici di quei paesi devono avere una protezione contro inversione di polarità, le mie sottostanno a quella normativa però non so cosa intendano per protezione
                            Basta integrare un piccolo ponte a diodi, questo spiegherebbe il perché funzionano a prescindere dalla posizione dei fili
                            Con il tester posso capirlo?
                            Dipende dal tester, nel mio con selettore in CC, se misuro tensioni in continua, invertendo la polarità, il valore viene segnato col "-". Con l'alternata non compare
                            Ultima modifica di Lupino; 01-03-2021, 00:50.
                            Domotica: schemi e collegamenti
                            e-book Domotica come fare per... guida rapida

                            Commenta


                            • Bene,mille grazie.Però il condensatore che interessa a me è quello di "steady",credo si possa tradurre in standby,installato nella luce posteriore con la funzione di mantenere l illuminazione anche quando ci si ferma,per es agli stop degli incroci stradali.Sono sicuro che funzionasse fino alla mattina prima della sostituzione del faretto anteriore....
                              Codice PHP:
                              Basta integrare un piccolo ponte a diodiquesto spiegherebbe il perché funzionano a prescindere dalla posizione dei fili 
                              .. OK per la prova con multimetro devo solo vedere se recupero in qualche cassetto due mini faston.Grazie.
                              diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                              Commenta


                              • ... è quello di "steady", credo si possa tradurre in standby...
                                No, steady, letteralmente "costante", è la contrazione di "steady state" che, per i condensatori indica, in soldoni, quando sono completamente carichi. Devi pensare al condensatore come una piccola (in capacità) batteria in tampone in grado di erogare corrente anche quando non la riceve dalla dinamo.
                                Con il multimetro è possibile anche controllare (in maniera un po' grezza) la bontà del condensatore, QUI trovi la spiegazione di come fare.
                                Domotica: schemi e collegamenti
                                e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                Commenta


                                • Credo sia un alternatore perchè in AC misurati fin oltre 9V mentre in CC,pur se appare il segno - ,ma lampeggiante, il multimetro misura molti meno V,max +/- 3.Anche provato ad invertire poli in AC ,sempre uguale voltaggio. Perciò non dovrei averlo bruciato io il condensatore,ma perchè ora non và?Mi pare piuttosto improbabile che centri qualcosa il faretto nuovo...Ormai quello vecchio l ho aperto e non posso nemmeno riprovare a montarlo.Mah
                                  diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                                  Commenta


                                  • Fidati che è una dinamo (o al limite un piccolo alternatore raddrizzato come diceva tguido56 ma comunque l'uscita è polarizzata). Se guardi le istruzioni che hai linkato tu stesso è specificato chiaramente che, in caso di inversione dei fili il fanale non si accende (ovviamente la cosa non tiene conto di eventuali normative come da te riportate) e non solo, a pagina 150, sul connettore, è chiaramente riportato il simbolo della massa.
                                    Come dicevo su, se il condensatore è un elettrolitico, l'inversione dei poli e il sovravoltaggio dato da una lampadina rotta non gli ha fatto sicuramente bene ... se posti una foto del componente ci togliamo tutti i dubbi.
                                    Domotica: schemi e collegamenti
                                    e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                    Commenta


                                    • Limortac.. cè un tutorial per qualsiasi cosa ma non per questo ..ma vaf.....
                                      Ultima modifica di diezedi; 03-03-2021, 22:48.
                                      diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

                                      Commenta

                                      Sto operando...
                                      X
                                      TOP100-SOLAR