adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[illuminazione] Luci LED per illuminazione stradale: risparmio reale?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • [illuminazione] Luci LED per illuminazione stradale: risparmio reale?

    Ultimamente si decantano molto le qualità e i risparmi che si ottengono con l'utilizzo dei LED al posto delle più vecchie soluzioni illuminotecniche.
    Ma non è tutto oro quello che luccica.

    Riporto questo documento estremamente interessante redatto dall'associazione Cielo Buio che mette in evidenza i veri limiti e le proprietà tecniche/tecnologiche che i LED devono rispettare per rientrare nei parametri di legge e di vero risparmio energetico.

    Commenti graditi.

    Roy
    File allegati
    Essere realisti e fare l'impossibile

  • #2
    Più che un commento una chiarezza (che per un attento ed edotto lettore del pdf non serve..).
    Parliamo qua (cioè "la".. nel "pdf") di un confronto con sistemi di illuminazione NON AD INCANDESCENZA... ovvero vapori di sodio, mercurio, ecc.... tipici dell'illuminazione stradale.
    Diverso è il discorso applicato.. ad esempio ai SEMAFORI, dove si fa uso escusivamente di troglodite lampade ....del signor "Edison"! È ovvio che qua il risparmio elettrico c'è e notevole, nonchè quello manutentivo ...altrettanto notevole.
    Semplicemente (come evidenziabile dal pdf) i LED possono essere accessi all'istante, molto più velocemente anche di una normalissima lampadina ad incandescenza.. che già non ha paragoni con sistemi fluorescenti o vapori di qualcosa..insomma "da innescare"... notoriamente lentissimi (si arriva a casi di svariati minuti!).

    Quindi bisogna vedere l'applicazione. Nei settori della segnaletica stradale dove vuoi per velocità d'accensione (vedi semafori...).. vuoi per problemi di spazio (ndr- pensate ai catadiottri luminosi..) non è possibile ricorrere a lampade più evolute di quelle ad incandescenza.. allora il risparmio c'è ed eccome.
    Il tutti gli altri casi come visto siamo li.. e vantaggi rispetto svantaggi sono da valutare caso per caso.

    Circa i discorsi cromatici.. anche qui .. rimangono relegati a "quelle" applicazioni. Sanno (ormai) tutti ad esempio che in campo d'illuminazione ...non stradale.. ma.. della strada da parte dei veicoli, luci più biancastre possono permettere maggior risalto a particolari oggetti (vedi presenza di ghiaccio, ecc.) sul fondo carrabile...tipicamente relegati ad un aumento di contrasto bianco/nero (es anche la segnaletica orizzontale...traduco: leggi "strisce bianche" varie pitturate per terra...)..
    Non mi riferisco ai casi di "nebbia", dove rimando al pdf.

    Una cosa però mi sento di affermare ad esclusivo vantaggio dei LED.. e che mi sembra di non aver letto nel pdf: la ridondanza
    ..ovvero tipicamente le lampade a led sono costituite da matrici. È quindi possibile (dipende dalla configurazione costruttiva) ottenere delle lampade dove la rottura può essere parziale.. cosa che NON mi sembra possibile in tutti gli altri sistemi d'illuminazione (quantomeno quelli basati su un solo dispositivo ...fonte di luce).
    Questa cosa in certi casi può far pendere pesantemente la bilancia a favore dei LED.. anche in presenza di altre caratteristiche che non vincono ai confronti per quella particolare applicazione!

    Inoltre una correzione la farei pure io... ma al pdf! Dove si parla di lenti per i LED che perdono decine di punti percentuali. Le ottiche odierne (forse nel 1700...) possono (diverso da "sono") essere fatte con materiali e tecniche costruttive che arrivano perfino (non è comunque questo il caso) a perdere solo pochi punti percentuali...Quindi il discorso riguarda più una scelta aziendale/costruttiva/qualitativa che tecnica....
    ..altrimenti sistemi ottici a più lenti quali microscopi.. o anche telescopi... non potrebbero praticamente funzionare!
    Ultima modifica di gattmes; 02-12-2008, 14:55.
    Fare si puo'!... Volerlo dipende da te.

    Consultate e rispettate il REGOLAMENTO

    Rispetto il gas, un piano cottura a induzione consuma il 65...70% in meno d'energia: se l'elettrica costasse il doppio, rimarebbe un risparmio del 30...40%! Gas 100% fossile, elettrica 30...100% rinnovabile (secondo fornitore). Con contratti 3 kW, contrariamente a quanto si dice, si possono usare pure piani sprovvisti di autolimitazione.

    Commenta


    • #3
      Penso che conoscete ormai tutti il mio parere, visto che ho detto la mia in praticamente ogni discussione che contiene la parola LED.

      Vorrei aggiungere un altro fatto, non bisogna confrontare la durata dei LED con le altre lampade, ma Lampada con Lampada.

      Chi ha il coraggio di garantire anche 30000 ore di funzionamento di una lampada a LED completo di alimentazioni che funziona in un ambiente da -15 a 40°C ?
      Poi se proprio qualcuno cerca alternative, ci sono lampade fluoriscente che la OSRAM dichiara a 60000 ore.

      Commenta


      • #4
        Grazie mille Gatt per le preziose precisazioni.
        In effetti forse non ho messo ben in luce che l'argomento trattato riguarda esclusivamente l'illuminazione pubblica, sia stradale che cittadina.

        Roy
        Essere realisti e fare l'impossibile

        Commenta


        • #5
          se puo servire ecco un doc che ha da dire la sua

          saluti

          Roberto
          File allegati
          "MAKE YOUR ENERGY!!"

          on SKYPE econtek-italy

          "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

          Commenta


          • #6
            Prima che qualcuno scaricando il pdf dica:... ma come mai il LED24W fa più lux (25 a 24) e meno lumen (2400 a 6100) della SOX-E-36?? Insomma chi fa più LUCE?

            ..allora ho scritto due veloci righe (mi sembra che non era ancora trattato) nella sez. manualistica... unità di misura:
            http://www.energeticambiente.it/unit...anta-luce.html
            Ultima modifica di gattmes; 02-12-2008, 15:03.
            Fare si puo'!... Volerlo dipende da te.

            Consultate e rispettate il REGOLAMENTO

            Rispetto il gas, un piano cottura a induzione consuma il 65...70% in meno d'energia: se l'elettrica costasse il doppio, rimarebbe un risparmio del 30...40%! Gas 100% fossile, elettrica 30...100% rinnovabile (secondo fornitore). Con contratti 3 kW, contrariamente a quanto si dice, si possono usare pure piani sprovvisti di autolimitazione.

            Commenta


            • #7
              Personalmente lavoro da qualche tempo proprio nel settore dell'applicazione della tecnologia a LED anche per l'illuminazione funzionale, riconosco i limiti oggettivi che ancora ha l'utilizzo di componenti discreti come i LED nel progettare un'apparato illuminante che così come viene definito nel suo complesso ha diversi elementi e problematiche che concorrono al suo effettivo successo nel raggiungere obiettivi prestazionali e conformità alle normative.
              Tuttavia noto come sempre l'atteggiamento "estremista" di tutte le parti che all'interno di questo dibattito (non parlo di voi ma mi riferisco a livelli istituzionali o scientifici) invece di promuovere la chiarezza promuovono le loro personali doti e capacità o la loro competenza. In sostanza...per la mia esperienza è davvero difficile progettare sistemi per l'illuminazione stradale, che siano a SAP o LED, questo è dovuto anche alle normative che molto spesso vengono considerate come dogmi e alla stregua di versetti della Bibbia invece di adattarsi allo sviluppo tecnologico; ci si dimentica quasi sempre infatti che le norme non nascono per rimanere assolute e tanto meno noi dovremmo assoggettarci passivamente ad esse, bensì questo vengono formulate per "regolare" ciò che è comunemente noto in quell'epoca come meglio per il bene comune.
              In merito alle disquisizioni tecniche non sto ad entrare nel dibattito, mi auguro invece che invece di procedere a colpi di annunci e smentite (similmente a quello che fa la politica e non la vera ricerca) si torni al concetto vero di dialogo e collaborazione tra gli addetti al settore, dove le fazioni lasciano il posto all'amore per la scoperta, il cambiamento e il progresso autenticamente sostenibile e condivisibile.

              Space

              Commenta


              • #8
                ad integrazione del fatto che "incerdibilmente!!!" anche lo stato crede in questa tecnologia scaricate la proposta di legge.....

                saluti


                Roberto
                File allegati
                "MAKE YOUR ENERGY!!"

                on SKYPE econtek-italy

                "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da econtek Visualizza il messaggio
                  ad integrazione del fatto che "incerdibilmente!!!" anche lo stato crede in questa tecnologia scaricate la proposta di legge.....

                  saluti


                  Roberto
                  A me sembra un analisi un po' ingenuo, non è che Io riesca a fare molto meglio, ma ci si aspetterebbe qualcosa di più serio dai parlamentari.

                  Ma seriamente qualcuno pensa di installare pannelli FV per pilotare 1.8GW di lampade a LED ?,
                  seriamente hanno una soluzione che risparmia il 70% di energia ? !!!!

                  Ma si rendono conto che le solo lampade costeranno circa 25 miliardi di Euro, quanto costerebbe l'impiantini FV anche facendo €10/W compreso l'installazione, sono la bellezza di altri 18 miliardi di Euro.
                  Il risparmio che dichiarano di 4TWh annuo e quindi di 0,68 miliardi di Euro, praticamente ci vogliono oltre 60 anni per andare alla pari, se invece si sostituiscono solo le Lampade e non fanno l'impiantini FV, ci vogliono comunque 35 anni per andare alla pari.
                  Ma in 35 anni abbiamo già superato di 20 anni la durata dichiarata dei LED non delle lampade !!!, quindi quanti saranno stati sostituiti, e chiaro che nel frattempo le lampade normale avranno subito qualche sostituzione maggiore, ma un po' di dati serie riescono a tirare fuori questi politici ?

                  Comune di Torraca con 1200 abitante ha avuto una riduzione di 115.000kWh,
                  corrispondenti a un risparmio di oltre 20.000 euro (che per un comune di 1.200 abitanti è una somma enorme)
                  Siamo parlando di €16 a testa in un anno !!!! veramente una cifra enorme!!!

                  Veramente ci sarebbe un aumento di posti di lavoro anche in considerazione di quelli persi per la mancata produzione dei sistemi tradizionale oltre alla riduzione dei costi di manutenzione ?

                  Commenta


                  • #10
                    In riferimento all'articolo citato da eroyka, faccio le seguenti considerazioni:
                    premetto che non sono un fan di cielobuio in quanto anche utilizzando armature cut-off, si avrebbe sempre una certa quantità di luce irradiata verso l'alto a causa delle riflessioni sul manto stradale, sugli edifici e su quant'altro. Posto che ovviamente non ha senso sparare luce verso l'alto (perché è uno spreco energetico prima ancora che un inquinamento luminoso), sono però contrario all'obbligo vigente in alcune regioni di utilizzare apparecchi cut-off in quanto, tendono a concentrare la luce in un fascio ristretto e, per rispettare gli indici di uniformità, obbligano a ridurre l'interdistanza tra gli apparecchi, con conseguente impiego di più lampade e quindi maggiori consumi.
                    Passo ora a commentare le varie affermazioni:
                    In riferimento alle varie affermazioni, lasciando perdere le considerazioni sulla sensibilità dell'occhio umano e limitandoci a quello che dice la Norma UNI 11248, con un indice di resa cromatica inferiore a 30, devo incrementare di 1 la categoria di riferimento, con un indice superiore a 60, la posso ridurre di 1.
                    Le lampade al sodio hanno generalmente un indice inferiore a 30 e ciò comporta l'incremento di categoria illuminotecnica. Effettivamente ne esistono anche alcune tipologie con indice superiore, ma a scapito del rapporto lumen\watt e quindi, tanto per parlar chiaro, a parità di potenza, fanno meno luce. E' vero che l'incremento e la riduzione di categoria illuminotecnica, non sono prescrittive, come sostiene Cielobuio, ma la prima volta che succede un incidente con conseguenze serie alle persone, vallo a spiegare al giudice perché in presenza di lampade con resa cromatica inferiore a 30, non hai incrementato la categoria iluminotecnica. Io, in questi casi preferisco incrementarla, che rischiare un'imputazione di omicidio colposo e poi dovere andare a spiegare che si, la norma dice di farlo, ma è opinabile.
                    Comunque, per dovere di cronaca, esistono delle armature, le cosmopolis della philips (e probabilmente analoghe di altre case), che montano lampade a luce bianca, con resa cromatica superiore a 60 e rapporto lumen\watt, migliore di quelle al sodio (ad alta pressione). Hanno il piccolo inconveniente che costano parecchio di più ed hanno una vita media inferiore.
                    Per quanto riguarda l'illuminazione stradale a led, sicuramente sarà il futuro, ma, stando a quanto dicono le maggiori case produttrici, al giorno d'oggi ancora non è matura. Può andare bene per giardini, vialetti pedonali e piste ciclabili, ma per le strade, non si riesce ad ottenere i livelli di uniformità prescritti dalle Norme.
                    Onestamente, non ho mai verificato di persona, però atualmente, non mi fiderei a spendere diverse decine di migliaia di Euro per illuminare una strada a led e poi accorgermi al collaudo che non rispetta i parametri di progetto. Certo, se trovo un produttore che mi garantisce il rispetto dei parametri e magari di fa una fidejussione pari al valore dell'impianto, per garantirmi in caso al collaudo non siano soddisfatti i valori di progetto, se ne può anche parlare.
                    Sulla durata dei led ritengo possibile che sia nell'ordine di 50-60.000 ore. Sull'elettronica di comando ho dei dubbi. Dei colleghi che hanno montato impianti semaforici a led (risparmio di circa il 90% dell'energia consumata rispetto alle tradizionali lampade ad incandescenza), si sono trovati con brutte sorprese riguardo ai guasti (non dei led, ma delle schede elettroniche di comando.

                    Per quanto riguarda la proposta di legge, la giudico semplicemente idiota. A parte che come ho detto la tecnologia a led non è matura per l'illuminazione stradale, fare gli impianti alimentati da pannelli fotovoltaici avrebbe costi enormi, tra pannelli e sistemi di accumulo. L'illuminazione stradale tra l'altro ha il brutto difetto di servire maggiormente in inverno (anche 15 ore al giorno) quando guardacaso, c'è meno sole e i pannelli funzionano meno. E poi le batterie hanno una durata di vita abbastanza limitata (pochi anni).
                    Attualmente, l'illuminazione con i pannelli fotovoltaici viene utilizzata in rarissimi casi quando ci si trovi in luoghi isolati e difficilmente raggiungibili da linee elettriche.

                    Saluti.

                    Federico

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Fede1975 Visualizza il messaggio
                      .....
                      Interessante, pero un cosa la devo dire:
                      Penso sia un pò esagerata la tua paura di responsabilità penale, penso ognuno di noi può trovare nel proprio paesino o città, strade illuminato da cane da sempre, e non mi risulta chè qualcuno che si preoccupa più di tanto.

                      Diverso è rispettare un contratto.

                      Per quanto riguarda la durata, alcuni produttori stanno già fornendo dati più cauti.
                      e sembra la norma fermarsi a 20000 ore.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da pinetree Visualizza il messaggio
                        Interessante, pero un cosa la devo dire:
                        Penso sia un pò esagerata la tua paura di responsabilità penale, penso ognuno di noi può trovare nel proprio paesino o città, strade illuminato da cane da sempre, e non mi risulta chè qualcuno che si preoccupa più di tanto.
                        La legge dice che gli impianti devono essere realizzati a regola d'arte e che la rispondenza alla norma è presunzione di rispetto della regola dell'arte.
                        Anche negli impianti elettrici, specialmente negli edifici pubblici, si vedono cose da cani, ma ti assicuro che quando qualcuno ci muore fulminato, qualcun altro finisce nel registro degli indagati.
                        C'è da dire che la maggior parte degli impianti di pubblica illuminazione è abbastanza datata e non è da molto che esistono normative stringenti in materia. La norma attuale ha poco più di un anno di vita, prima c'era la UNI 10439 e prima ancora credo niente. Ovviamente un impianto deve rispondere alla norma vigente al momento della realizzazione e quindi la maggior parte degli impianti esistenti non devono sottostare ad alcuna normativa. La 10439 era molto più rigida dell'attuale nel senso che non lasciava molto margine di manovra al progettista: in base alla classificazione della strada (compito dell'ente proprietario), il progettista doveva garantire determinati parametri illuminotecnici. E quindi c'erano poche discussioni: o rispettavi i parametri, o non li rispettavi. Con quella attuale, partendo dalle categorie illuminotecniche di riferimento è poi compito del progettista, in base a certi parametri, definire quelle di esercizio. E, benché vi siano delle indicazioni, le scelte sono soggettive e quindi opinabili. E a me la cosa spaventa e non poco.
                        Tempo fa è capitato il caso di un imbecille che andava contromano in bicicletta e si è schiantato contro un'autovettura. Si è troncato un braccio ed ha avuto il coraggio di far causa al comune perché a suo dire l'illuminazione era scarsa. L'impianto era di 5 anni fa, vigeva la 10439, sono andati a fare le verifiche dell'illuminamento ed è stato visto che era
                        superiore a quanto prescritto e fine della cosa.
                        Con la normativa attuale ed un buon avvocato alle spalle, sarebbero andati a fare le pulci al progetto e di sicuro il progettista avrebbe dovuto spiegare il perché delle sue scelte e come mai ad esempio, non avesse scelto una categoria illuminotecnica superiore.
                        Morale della favola? La norma consiglia (ma non impone) di aumentare la categoria illuminotecnica in presenza di lampade con resa cromatica inferiore a 30 e io l'aumento, senza pensarci due volte.

                        Saluti.

                        Federico

                        Commenta


                        • #13
                          Ovvio che da un poco esperto esca una curiosità, domando:
                          le città, specialmente orientali, ne conosco anche una in Italia, che stanno spendendo centinaia di milioni per la sostituzione delle lampade stradali nonche semaforiche con la tecnologia Led, avranno pur pensato a tutti i pro e contro, se non è solo far girare soldi, si mi piacerebbe sapere su che basi hanno deciso per il si, e perchè molti sono comunque contrari.
                          Da quel che riesco a capire, come per tutte le cose ci sono i pro e contro, ma i dati sono dati, o no?
                          Grazie.
                          Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                          Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                          Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                          Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                            le città, specialmente orientali, che stanno spendendo centinaia di milioni per la sostituzione delle lampade stradali nonche semaforiche con la tecnologia Led, avranno pur pensato a tutti i pro e contro?
                            ***moderazione: non citate un messaggio per intero. Complica la leggibilità ed appesantisce inutilmente il server.***
                            Per il momento non sono poi cosi in tanti.

                            Quante volte ti sei incapatto in decisioni sbagliati ?, ma il capo è lui ed i lavori si fanno lo stesso.

                            Trovato il prezzo giusto grazie al volume di produzione, non è escluso che la cosa diventa concorrenziale.

                            Il problema riguarda reperire i soldi da investire tutto oggi, con un ritorno economico tra oltre 20 anni, serve l'intervento di un banca, per un qualunque amministrazione che dura pochi anni, non è una scelta molto facile.
                            Ultima modifica di gymania; 09-03-2009, 16:44.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da pinetree Visualizza il messaggio
                              Per il momento non sono poi cosi in tanti.
                              ***moderazione: non citate un messaggio per intero. Complica la leggibilità ed appesantisce inutilmente il server.***
                              In parte sono d'accordo, però a quanto pare non ci vogliono tutti quegli anni per il ritorno economico, proprio oggi in tv hanno fatto vedere quel paese in It che ho citato, .: Comune di Torraca :. tra una cosa e l'altra sembra riusciranno molto a breve ad essere indipendenti almeno per il consumo "pubblico", va bè sono quattro gatti, però in italia di paesi con quattro gatti ce nè a iosa, voglio dire se dobbiamo spilucchiare sul led della tv, lo possiamo fare anche cosi, o no? hanno pure una piscina olimpionica funzionante.
                              Non ho le capacita tecniche per approfondire il discorso, ma resta sempre il fatto che quando una cosa ti rende autonomo, non la si può abbandonare costi quel che costi.
                              Sarà anche una decisione difficile però quando una cosa non c'è più, non c'è più, quando saremo li non ci saranno soldi che possano far riapparire il consumato, indi pensarci prima non è poi male.
                              Ultima modifica di gymania; 09-03-2009, 16:45.
                              Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                              Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                              Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                              Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                              Commenta


                              • #16
                                Boh.. nella mia citta' hanno illuminato un viale PEDONALE con lampioni a LED...
                                Dopo 2-3 mesi , sono stati pero' sostituiti con lampade normalissimi a Ioduri metallici.

                                Onestamente devo ancora vedere questi Led in funzione !
                                Ciao,


                                -Illo41100-

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                                  In parte sono d'accordo, però a quanto pare non ci vogliono tutti quegli anni per il ritorno economico, ***moderazione: non citate un messaggio per intero. Complica la leggibilità ed appesantisce inutilmente il server.***
                                  Sarà anche una decisione difficile però quando una cosa non c'è più, non c'è più, quando saremo li non ci saranno soldi che possano far riapparire il consumato, indi pensarci prima non è poi male.
                                  Diciamo le cose come stanno, essere autonomo grazie al FV che noi tutti paghiamo 4 volte il costo del'energia.

                                  Faccio una piccolo analisi mio.
                                  Torraca e stato realizzato quando i LED migliore erano arrivati a 50 - 70lm/W, hanno dovuto fare realizzare su misura tutto lampade e portalampade, il costo non potrebbe essere inferiore ad almeno 15 volte una soluzione tradizionale, il consumo è alla pari o peggiore di altre soluzioni, è inutile fare confronti con le lampade ad incandescenza, non li usa nessuno da 20 anni per l'illuminazione stradale, hanno optato per un illuminazione ridotta, se vede nelle foto.
                                  Se si fa una sana contradittoria alle loro dichiarazione, e facile scoprire che alla fine c'erano altre soluzioni più convenienti.
                                  Ultima modifica di gymania; 09-03-2009, 16:45.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                                    In parte sono d'accordo, però a quanto pare non ci vogliono tutti quegli anni per il ritorno economico, ***moderazione: non citate un messaggio per intero. Complica la leggibilità ed appesantisce inutilmente il server.***
                                    Sarà anche una decisione difficile però quando una cosa non c'è più, non c'è più, quando saremo li non ci saranno soldi che possano far riapparire il consumato, indi pensarci prima non è poi male.
                                    Premetto che non conosco, oltre a quello che ho letto sul sito web e su articoli vari. come stanno veramente le cose.
                                    Quindi discuto sui pochi dati che ho a disposizione.
                                    Andando a guardare l'efficienza luminosa dei led e paragonandola a quella delle lampade al sodio il alta pressione, non riesco proprio a capire come si faccia ad ottenere il 70% di risparmio energetico. Supponendo anche che il dato non sia campato in aria (e ne ho visti tanti in giro di dati campati in aria), 70% rispetto a cosa? Rispetto ad un impianto che fornisce gli stessi livelli di illuminamento realizzato con lampade al sodio? Non credo proprio. Rispetto agli impianti che avevano in precedenza? Questo può darsi, ma occorre vedere che impianti avevano in precedenza (magari con lampade a mercurio o a luce miscelata, o peggio ancora ad incandescenza, che sparacchiavano in tutte le direzioni). Comunque come ho detto in precedenza, non lo so e quindi mi aspetterei che sul loro sito internet spiegassero rispetto a cosa risparmiano il 70%.
                                    Se poi guardo la foto della strada illuminata che c'è nel loro sito, mi vengono in mente alcune cose:
                                    1) A vedere dalle zone illuminate e da quelle in ombra, non mi sembra che siano molto rispettati i coefficienti di uniformità (ma è solo una sensazione, andrebbe verificato con lo strumento)
                                    2) Così ad occhio mi pare di vedere molta luce sulle facciate delle case e questo non mi pare un sintomo di uso efficiente dell'illuminazione. Tra l'altro, è vero che formalmente se non sparo luce verso l'alto, rispetto le norme sull'inquinamento luminoso, ma nella sostanza, se illumino delle superfici chiare, come quelle delle case, per riflessione verso l'alto di luce ce ne va, e non poca
                                    3) La strada mostrata in fotografia non è molto larga e ciò favorisce il rispetto dei parametri di uniformità dell'illuminamento. Quindi, il caso specifico non può essere generalizzato a tutti casi (molto spesso si è in presenza di strade più larghe e, come ho detto in altri interventi, attualmente con l'illuminazione a led, non si ottengono buoni risultati in termini di uniformità)

                                    Per quanto riguarda l'utilizzo dei led per i semafori, è vero che si può arrivare a risparmiare fino al 90% di energia elettrica (rispetto alle attuali lampade ad incandescenza). E' anche vero, che in una applicazione pratica che conosco, si sono verificati parecchi guasti all'elettronica di comando. Ovviamente parlo solo della mia esperienza, non voglio generalizzare, molto probabilmente ci saranno dei produttori che cureranno anche la parte dell'elettronica di comando per prevenire il più possibile i guasti.

                                    Saluti.

                                    Federico
                                    Ultima modifica di gymania; 09-03-2009, 16:46.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Penso che come al solito la virtù stia nel mezzo ! La proposta di legge si basa su dogmi assurdi (In quanto le lampade utilizzate attualmente sono più efficienti dei led). Ma è anche vero che come per il fotovoltaico è importante creare una nicchia di mercato anche per i led. Poi se riusciranno a "diventare grandi" e camminare con le proprie gambe vorrà dire che i soldi spesi per gli eventuali incentivi non saranno stati buttati via. E' quello che si sta cercando di fare col fotovoltaico dopotutto ! Perchè se aspettiamo che dal laboratorio esca il prodotto "magico" o paura che i tempi si allunghino a dismisura. Solo il mercato potrà secondo me rivelare le vere potenzialità del prodotto. Bisogna solo decidere in che misura "sostenerlo" . Ma fare una legge del genere !!!!!!!!!!

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Alla luce dei discorsi fatti, sembra che le decisioni prese "dagli altri" siano errate, almeno per noi, però curioso ignorante quale sono, ed ovviamente nel rispetto di tutte le idee, ritorno alla domanda d'origine, ma sono proprio scemi "gli altri"?
                                        Ho rilanciato la curiosità perchè ultimamente sono stato in olanda e non vi dico l'imperversare delle lampade a led, in particolar modo quelle casalinghe, per ovviare al famoso cono d'illuminazione ristretto ho visto lampade con led che spuntano da ogni parte, indi luce sulle pareti laterali attenuata e tavola seggiole illuminati perfettamente, sarà moda?
                                        Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                                        Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                                        Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                                        Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                                          Alla luce dei discorsi fatti, sembra che le decisioni prese "dagli altri" siano errate, almeno per noi, però curioso ignorante quale sono, ed ovviamente nel rispetto di tutte le idee, ritorno alla domanda d'origine, ma sono proprio scemi "gli altri"?
                                          Ho rilanciato la curiosità perchè ultimamente sono stato in olanda e non vi dico l'imperversare delle lampade a led, in particolar modo quelle casalinghe, per ovviare al famoso cono d'illuminazione ristretto ho visto lampade con led che spuntano da ogni parte, indi luce sulle pareti laterali attenuata e tavola seggiole illuminati perfettamente, sarà moda?

                                          All'estero i prezzi sono mooooooolto minori in base al reddito pro-capite ! Chissà perchè in Italia il "nuovo" articolo deve sempre avere prezzi superiori all'effettivo valore.

                                          Mi trovo ormai a dover comprare all'estero varie "novità" malgrado le spese di spedizione con soddisfazione !

                                          In ogni caso io led con un rapporto Lumen/Watt migliori delle fluorescenti T5 o Circoline ancora in commercio non ne ho visti.

                                          Certo che i LED ti permettono di fare quello che vuoi ! Soluzioni con le fluorescenti impensabili con i led diventano possibili.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Scemi ?

                                            Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                                            Alla luce dei discorsi fatti, sembra che le decisioni prese "dagli altri" siano errate, almeno per noi, però curioso ignorante quale sono, ed ovviamente nel rispetto di tutte le idee, ritorno alla domanda d'origine, ma sono proprio scemi "gli altri"?
                                            ....
                                            C'è gente che invece di comprare la panda per spostarsi compra la mercedes, pensa a te che scemi, con la Panda si risparmia un bel pò!!!

                                            Le scelte non sono tutti per il risparmio, ma chiaramente anche che fa la scelta per risparmiare potrebbe anche sbagliare, lasciarsi trascinare dalle mode ecc.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da pinetree Visualizza il messaggio
                                              C'è gente che invece di comprare la panda per spostarsi compra la mercedes, pensa a te che scemi, con la Panda si risparmia un bel pò!!!

                                              Le scelte non sono tutti per il risparmio, ma chiaramente anche che fa la scelta per risparmiare potrebbe anche sbagliare, lasciarsi trascinare dalle mode ecc.
                                              Può essere come affermi tu, però il dubbio rimane, ma cosi tanti???
                                              Va bè poniamo siano abbagliati, politicamente parlando in It ce ne sono cosi tanti che si può azzardare ce ne siano pure la.
                                              Però, non tenendo conto della spesa pro capite, alla fin fine il risparmio enrgetico ci dovrebbe essere.
                                              Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                                              Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                                              Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                                              Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                                                Può essere come affermi tu, però il dubbio rimane, ma cosi tanti???
                                                Va bè poniamo siano abbagliati, politicamente parlando in It ce ne sono cosi tanti che si può azzardare ce ne siano pure la.
                                                Però, non tenendo conto della spesa pro capite, alla fin fine il risparmio enrgetico ci dovrebbe essere.
                                                Quello che non capisco è che non dovrebbe essere difficile a fare un confronto serio, alla fine dei conti siamo tutti d'accordo quale parametri ci può interessare.
                                                Invece troppo spesso in rete si trovano dati tecnici che non confermano i loro stessi slogan pubblicitari.

                                                1. Risparmio fino al 80%.
                                                80% rispetto a cosa ?, le lampade incandescente, ma non li cacca più nessuno da una vita.
                                                risparmio di cosa ? energia elettrica ?, ma questo da solo non considera il maggior costo iniziale o l'eventuale costo di sostituzione del impianto elettrico o meccanico.

                                                2. Risparmio del 50% rispetto a prima.
                                                Prima cosa avevano ?

                                                3. Durata oltre 100.000 ore!!!
                                                Durata della lampada oppure del singolo LED ?
                                                La durata del LED non è la lampada, e se non si riesce a fornire un ambiente apposito costoso che ha un propria limitazione di durata, è scorretto abusare della reputazione dei LED.
                                                Infatti moltissimi marche famose usano dati più serio, ho visto valori di 20.000 ore.

                                                4.La durata è importante ?
                                                In casa sostituire una lampada fluorescente ogni 4 a 6 anni non è un impresa impossibile, è più facile che si cambia prima l'intero lampadario per motivi estetici, avere quindi una lampada che dura 10 anni non ha molto senso, ma chiaramente in un tunnel la cosa cambia, un intervento di isolamento della corsia, diverse uomini per sostituire un paio di lampade vuole dire che il costo di sostituzione incide molto sulle spese.
                                                Non ho mai capito perché non hanno inventato un attacco a scatto per fare in modo che la sostituzione avviene con un meccanismo rapido.

                                                Ritengo che già oggi le lampade a LED potrebbe dare un buon contributo negli uffici, si possono avere le plafoniere con luminosità ridotto del 80%, e fornendo ciascun postazione di lavoro con un sistema a LED che varia la luminosità in funzione della luce che proviene dall'esterno oppure da altri fonti.
                                                In questo caso si illumina solo la zona di lavoro utilizzata in modo adeguata.
                                                Per le officine e o grosse magazzini, basterebbe avere un sistema a batteria montato sul carrello.
                                                Oppure un sistema spot automatizzata. Ho visto grossi magazzini gestiti da robot illuminato a giorno!!!!, non c'era uomo in vista.
                                                Si arriva facilmente a consumare 20kWh di illuminazione in un magazzino disponibile 24h su 24h, e non sempre sono luoghi con grossi muovimenti.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Senza dubbio il confronto aiuterebbe molto a capire, forse non lo si vuole fare intenzionalmente, cosi per spingere un oggetto al posto di un altro documentando solo la parte "abbagliante" dello stesso.
                                                  E' anche vero, e qui viene dimostrato spesso, che i conti bisogna farli con la matita, cioè globalmente, della serie è inutile che mi si venda una lampada che consuma poco ma che poi per costruirla ci vuole il triplo di energia che risparmierebbe in 10 anni.
                                                  Ma allora che fare???

                                                  C'è anche da dire che con tutti gli accorgimenti fatti in casa mia ho dato un bel taglio al consumo, poi non sò se globalmente sto risparmiando, ma non sò neppure se, egoisticamente parlando, devo guardare cosi in grande, il consumo è di molto diminuito e la bolletta non la stò dividendo con nessuno.
                                                  Insomma come sempre, poche certezze e molta confusione, almeno per quanto mi riguarda.

                                                  Lo spreco poi è li da vedere tutti i giorni, ma d'altronde bisognerebbe rivedere revisionare certi cervelli, oppure obbligare certi atteggiamenti, non è la prima volta che invito ad abbassare le luci in certi ambienti pubblici che frequento, dove sembra d'essere sotto i riflettori di un set cinematografico, bè mi guardano come se fossi un marziano, ma io non mollo, cosi si è venuta a creare una situazione veramente bizzarra, come arrivo prima che rompa le b@lle abbassano le luci, poi mi viene riportato che quando non ci sono non ci pensano neppure, sembra una sfida a tagliarsi i m@roni,
                                                  è da mò che li ho inquadrati---> italioti.
                                                  Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                                                  Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                                                  Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                                                  Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Appunto come dicevo prima: Lasciamo uno spiraglio ad ogni nuova tecnologia ! Sara poi il tempo ed il mercato a decidere.

                                                    Fluorescenti compatte: 60Lumen/watt
                                                    Led: 60Lumen/watt
                                                    Fluorescenti tradizionali: 90Lumen/watt
                                                    Lampade sodio (Quelle dei lampioni) 130Lumen/watt

                                                    (Indicazioni di massima naturalmente su materiali reperibili normalmente sul mercato).

                                                    Poi c'è anche qualche laboratorio che ha led da 130Lumen/watt o gli OLED, ma chi li trova ??

                                                    Se lo sapete ditemelo anche a me ! Se c'è da imparare sono il primo !!

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      La tecnologia LED o meglio HPLED (high power LED) è in continua evoluzione e sta facendo passi da gigante.
                                                      Entro fine anno penso usciranno in commercio prodotti per illumnazione stradale che riusciranno a rispettare tutti i parametri normativi che non sto ad elencare.

                                                      Vorrei però sottolineare alcuni punti.

                                                      Vita utile: 100.000 ore o 80.000 o 50.000 che sia. Se si intende la vita utile di un HPLED questo è sicuramente vero. Il problema è tramutare questa vita utile alla lampada a LED. Un led scalda tantissimo, le temperature di giunzione lievitano e abbattono le prestazioni. La chiave è quindi il sistema di dissipazione termica. Se tutta la lampada è progettata come si deve allora una vita utile di 50.000 ore è realizzabile.

                                                      Efficenza: Siamo ormai comodamente a 80-100 lm/W.

                                                      Color rendering 85 - 90 % (vogliamo parlare di questo valore per le lampade SOX???)

                                                      Risparmi: Bisogna indicare rispetto a cosa! e su questo siamo tutti daccordo. Il confronto va sempre fatto a pari illuminamento. Bisogna considerare tutti i costi, da quello di acquisto della lampada, ai consumi, alla manutenzione, etc. Non vi è dubbio che il risparmio c'è ed anche notevole.

                                                      Ma soprattutto il confronto tra tecnologie va fatto sull'interezza delle caratteristiche e non spot per singoli punti, tipo "...i led hanno un'efficenza di 80 lm/W mentre le SOX arrivano anche a 200 lm/W". può essere vero ma andiamo a vedere la resa colore delle due tecnologie.

                                                      Bisogna allora andare a fare una tabella pro-contro per tutti i parametri illuminotecnici/elettrici/inquinamento luminoso/costi/etc... e alla fine tirare le somme.

                                                      Torraca è stata pioniera, ma a voler ben vedere non rispetta le norme cogenti. A breve però avremo a disposizione prodotti che lo saranno.

                                                      Non ci resta che aspettare e giocare con ciò che al momento è in commercio.

                                                      PS esistono già lampade a LED realizzate in forma di lampadine incandescenti (il classico bulbo) per uso domestico prodotte dai soliti OSRAM, PHILIPS, ma che prezzi!!!

                                                      Se anche sapessi che domani finisse il mondo, io, oggi, pianterei comunque il mio albero di mele.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Non ho dubbi che il futuro sarà nei LED, aspettiamo con ansia (a volte anche da solo).
                                                        Per la maggior parte delle strade a scorrimento veloce, il colore della luce non ha una grande importanza.

                                                        Per quanto riguarda la dissipazione del calore, il problema è molto sentito nei lampioni sopratutto per il problema del riscaldamento durante la giornata sotto il sole, chiaramente la lampade in strada sono spenti spenta in questi momenti ma non lo sono quelli nei tunnel ed avere aria a 50°C che stagna nel tetto del tunnel non è un ambiente ideale per le lampade.
                                                        Per i lampioni penso la soluzione migliore potrebbe essere un sistema di regolazione di luminosità in funzione della temperatura, con l'entrata in servizio di un banco di LED per compensare compensare la riduzione.
                                                        In questo caso si abbassa la luminosità dei LED magari a 90%, introducendo un nuovo banco quindi temporaneamente peggiorando il valore di lm/W, probabilmente questo servizio serve principalmente d'estate, le nottate sono più corte, alla fine su scala annuo si potrebbe ottenere da una Lampade da 150lm/W una risultato su base annue di 120lm/W.
                                                        Non penso sia il caso di puntare oggi su soluzione simili da lampade da 100lm/W, attenderei modelli più preformanti, se proprio i costi di manutenzione sono cosi elevate, perché non inventare un sistema di sgancio rapido della lampade (magari l'intera lampade non solo della lampadine) per permettere una sostituzione da un sistema automatica dal tetto di un furgoncino senza bisogno del uomo su un trabattello, non ci sono grande problemi tecnologici da risolvere. Per fare una soluzione simile non serve grande investimenti.
                                                        Avere la sostituzione rapida dell'intera lampada si può fare una manutenzione più completa a terra oltre alla migliore pulizie del vetro.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          cercasi azienda per gestione illuminazione pubblica

                                                          lancio a voi questo messaggio, sperando possiate inoltrarlo a chi si occupa di queste cose.
                                                          e complimenti per il vostro lavoro.

                                                          cercasi urgentemente azienda per gestione illuminazione pubblica per partecipazione a bando di gara comunale.
                                                          il mio comune ha emesso un bando per la gestione dell'illuminazione pubblica e nuove opere di illuminazione.
                                                          il progetto è in project financing, evidentemente emesso da un'azienda proponente. leggendo il bando:
                                                          6. Corrispettivo per il concessionario
                                                          II contributo annuale presunto a carico dell'Amministrazione Comunale è comparato all'attuale spesa per gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione e anche dei canoni di consumo pari complessivamente ad €.777.452,61 (settecen-tosettantasettemilaquattocentocinquantadue/61), oltre i.v.a., come indicato nella Proposta del Promotore. Il corrispettivo annuale della concessione a carico dell'A.C. costituisce elemento di valutazione dell’offerta.
                                                          7. Importo complessivo della Concessione
                                                          L'importo complessivo della Concessione, al netto dell’IVA, ascende a €.19.436.315,30 (diciannovemilioniquattrocentorentaseimilatrecento quindici/30) così come determinato nella proposta del Promotore.

                                                          http://www.comune.altamura.ba.it/dbf...PF23112008.doc

                                                          spero che partecipino aziende votate al risparmio energetico.
                                                          la bolletta che paga il comune di altamura sapevo essere qualche anno fa di un milione di euro /anno.
                                                          non ho letto interamente il bando ma è prevista un punteggio nella valutazione delle offerte in base alla qualità dell'offerta.
                                                          spero che possa essere di stimolo per aziende serie.
                                                          se posso essere d'aiuto contattatemi.
                                                          rafdif

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Illuminazione aLED

                                                            Salve.Sono un neofita in campo illuminazione e sto cercando di progettare una strada con lampioni a LED e pannello solare incorportato.
                                                            Per fare il progetto a norma, utilizzo DIALux, che e' de facto il software maggiormente usato.
                                                            Il palo da me scelto non e' previsto in DIALux. E' un palo della ISTAR SOLAR.
                                                            Ebbene, ho generato a mano i dati di luminosita' che si trovano nel Test report del componente e, se non erro, il flusso luminoso totale e' di circa 300 lumen!
                                                            Ora, DIALux, ovviamente, mi dice che il progetto non e' a norma, anche mettendo pali a una interdistanza di 1m.
                                                            C'e' qualcuno pratico con queste problematiche?
                                                            Cioe', vi sembra ragionevole un flusso luminoso di quella portata? Nel loro sito, dicono che il palo e' ad alta luminosita' (7 lux a centro palo).
                                                            Allego il test report per comodita'.
                                                            Saluti
                                                            File allegati

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR