annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Riscaldamento a pavimento e pavimento freddo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da mettia69 Visualizza il messaggio

    ho visto il manuale ed effettivamente c'è scritto che la t di mandata può essere regolata solamente tra 45 gradi e 82.

    che razza di caldaia a condensazione è?

    però se anche scritto che si possono impostare le curve climatiche tramite accessorio AF. basta quindi installare sonda esterna e poi impostare la curva
    Ma se di fabbrica il termostato è impostato per andare da 45 ad 82 possibile che la sonda esterna possa "forzare" questo range?
    Chi è che potrebbe fare questa installazione della sonda esterna?

    Commenta


    • #32
      Originariamente inviato da gnogno1985 Visualizza il messaggio

      Ma se di fabbrica il termostato è impostato per andare da 45 ad 82 possibile che la sonda esterna possa "forzare" questo range?
      Chi è che potrebbe fare questa installazione della sonda esterna?
      per la prima domanda non ho idea.

      per la seconda un normale elettricista

      Commenta


      • #33
        gnogno1985 non confondere la massima di mandata con la mandata richiesta, che con la sonda esterna varierà in base ai valori che inserisci nei due punti (piede curva si intende temperatura esterna 20°C e imposti la tua mandata poi hai il FINE Curva a -15°C esterni e decidi la tua mandata)
        Ora non mi sembra il periodo di chiamare il tecnico ma il mio consiglio è chiama (passate le feste) chi ti ha fatto il collaudo la prima accensione e ti fai spiegare/impostare la mandata se si può senza sonda esterna altrimenti chiedi se la può installare lui.
        Hai una caldaia da 24Kw su un impianto a pavimento di 100mq non puoi pretendere che la caldaia rimanga sempre accesa questo te la scritto già sergio&teresa qualche post precedente (perchè quando sarai a regime il fabbisogno termico sarà inferiore al minimo di caldaia )
        ciao

        Commenta


        • #34
          Originariamente inviato da Nicht Visualizza il messaggio
          gnogno1985 non confondere la massima di mandata con la mandata richiesta, che con la sonda esterna varierà in base ai valori che inserisci nei due punti (piede curva si intende temperatura esterna 20°C e imposti la tua mandata poi hai il FINE Curva a -15°C esterni e decidi la tua mandata)
          Ora non mi sembra il periodo di chiamare il tecnico ma il mio consiglio è chiama (passate le feste) chi ti ha fatto il collaudo la prima accensione e ti fai spiegare/impostare la mandata se si può senza sonda esterna altrimenti chiedi se la può installare lui.
          Hai una caldaia da 24Kw su un impianto a pavimento di 100mq non puoi pretendere che la caldaia rimanga sempre accesa questo te la scritto già sergio&teresa qualche post precedente (perchè quando sarai a regime il fabbisogno termico sarà inferiore al minimo di caldaia )
          ciao
          Se ho capito bene mi stai dicendo che una caldaia da 24kw è troppo potente per rimanere sempre accesa? Per questo mi servirebbe abbassarla a 35 gradi?
          Senza sonda esterna come si regola la temperatura di mandata della caldaia se non si può fare dal termostato tf25? Direttamente nella caldaia con qualche strumento particolare?

          Commenta


          • #35
            Da quel che dice il manuale, imposti la T in casa con il termostato in una stanza “pilota” e poi fa tutto lei. La T MAX di mandata lasciala al minimo di 45 e sul termostato programma tre-quattro fasce orarie tra 21 gradi e 19 durante il giorno, dovrebbe fare accensioni lunghe per tirare a 21 e poi spegnere, usando l’inerzia per mantenere la T in casa.

            Se metti la sonda esterna puoi impostare la curva che vuoi, a partire da 25 gradi di mandata.
            PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

            Commenta


            • #36
              Originariamente inviato da gnogno1985 Visualizza il messaggio

              Grazie della tua testimonianza innanzitutto.
              Quindi secondo te potrei impostare un'unica temperatura alla casa e la caldaia farebbe dei cicli di on/off cioè quando arriva alla temperatura voluta per esempio si spegne e si riaccenderà quando scende sotto un tot e questo sarebbe cmq efficiente come sistema?
              Il fatto che entrambi non sentiamo il pavimento caldo secondo me dipende proprio da questi cicli di on/off che non permettono di scaldare tutta tutta l'acqua fino in fondo. Invece chi riesce a far rimanere la caldaia attiva regolando le varie temperature di mandata riesce a far lavorare sempre l'impianto sull'acqua ed il pavimento si scalda.
              Forse non sono stato chiaro : che il pavimento non sia “caldo” per me è un fatto normale ! Se imposti 22/23 gradi una volta a regime termico il pavimento sarà circa a 30 gradi cioè meno della temperatura corporea normale e quindi non hai alcuna sensazione di “caldo” sotto i piedi ma sufficiente a darti comunque una sensazione di confort generale senza il classico difetto piedi freddi/testa calda dei riscaldamenti a radiatori o fancoil. La massa termica del massetto si comporta come un enorme condensatore che spiana i cicli on/off dei termostati. Ovviamente conta tantissimo la qualità dell’isolamento ambientale più è alta e meno saranno i cicli on rispetto a quelli off. Un consiglio : non essere impaziente, il sistema è molto lento ad andare a regime. Alla prima accensione mi ci sono volute quasi 24 h per raggiungere la temperatura impostata e da allora non l’ho mai spento.

              Viva la tecnologia che semplifica la vita.
              Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

              Commenta


              • #37
                Alla fine ho chiamato il tecnico idraulico che ha installato l'impianto che ha deciso di fare pulizia dei circuiti e bilanciamento. Lui sostiene che i valori scritti nel progetto però non sono raggiungibili con una normale pompa di una caldaia e infatti, anche dopo il bilanciamento fatto da lui, i valori sui flussometri,mentre il riscaldamento è in funzione, sono molto più bassi di quelli scritti sul progetto. Però non mi fido molto...c'è qualcosa di vero? Vanno impostati esattamente con quelle cifre? lo potrei fare io manualmente mentre il riscaldamento è in funziona semplicemente avvitando i flussometri?
                Ultima modifica di gnogno1985; 12-01-2022, 20:26.

                Commenta


                • #38
                  Non so perchè tu abbia fatto questo.... ti abbiamo dato un sacco di consigli..... ne hai messo in pratica almeno qualcino nel frattempo? Per carità non sarà il tuo caso, ma se chiami un idraulico (con tutto il rispetto, non concorre per il nobel) per risolverti un problema termico ti risponde per quel che sa, ovvero pochino.... speriamo che il tuo sia bravissimo ma....
                  PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                  Commenta


                  • #39
                    Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
                    Non so perchè tu abbia fatto questo.... ti abbiamo dato un sacco di consigli..... ne hai messo in pratica almeno qualcino nel frattempo? Per carità non sarà il tuo caso, ma se chiami un idraulico (con tutto il rispetto, non concorre per il nobel) per risolverti un problema termico ti risponde per quel che sa, ovvero pochino.... speriamo che il tuo sia bravissimo ma....
                    Beh dato che la temperatura di mandata da solo non potevo cambiarla perchè nel termostato la temperatura max minima impostabile è 45, ho chiamato il tecnico idraulico che mi ha montato ed impostato l'impianto e ho parlato a lui del problema e della possibilità di sonda esterna.
                    Lui ha detto che prima di comprarla potevamo vedere se il problema di pavimento freddo (specialmente in un alcune stanze ) poteva dipendere da bolle d'aria o da un bilanciamento non corretto.
                    Non credo di aver fatto nulla di male no?
                    Dopo il suo bilanciamento però la situazione non varia quindi c'è un delta di 10-11 gradi tra mandata e ritorno e soprattutto in alcune stanze il pavimento è proprio freddo mentre in altre si scalda un po.
                    Io ho il foglio in cui ci sono scritti i valori della portata minima circuito per circuito ma questo tecnico sosteneva che quei valori non sono sostenibili perchè per arrivare a quei valori di portata servirebbe una pompa molto piu potente. Secondo voi è vero? Secondo voi posso fare un bilanciamento manuale cercando di aprire di piu i flussometri dei tubi di ritorno piu freddi?
                    Al momento il mio problema principale è questa differenza di temperatura tra i pavimenti di diverse stanze.

                    Commenta


                    • #40
                      il modus operandi come da altri già descritto è:
                      -trovare il modo di abbassare la temperatura minima della caldaia (tecnico caldaia, NO idraulico) con sonda esterna
                      -mettere termostati al max (mai fermare chiamata di caldo dalla caldaia)
                      -aprire tutti i flussometri al max
                      -diminuire, una volta trovato il modo, pian piano la temperatura di mandata fino ad arrivare al minimo confort voluto per la stanza + fredda
                      e allo stesso tempo regolare curva climatica
                      -parzializzare i flussometri nelle stanze troppo calde fino a confort voluto

                      é un percorso un po lungo e ci vuole del tempo ma una volta trovato sei a posto.

                      Rispondendo alle tue domande: le pompe delle caldaie di oggi non hanno problema per un appartamento/casa di 100 mq a meno che sia su più piani.
                      Se hai ritorni freddi è chiaro che puoi aprire i flussometri delle stanze fredde.
                      Ma il tuo problema è che con mandata così alta il termostato rileva la temperatura impostata come raggiunta e spegne la caldaia. di conseguenza non riesci mai ad avere il giusto volano termico del massetto e quindi quando accesa hai caldo, una volta che la caldaia si spegne hai freddo.
                      comunque on/off lo troverai sempre perchè la tua caldaia è troppo potente per il bisogno

                      spero di esserti stato di aiuto

                      Commenta


                      • #41
                        come detto da altri dovresti sentire il tecnico di caldaia, perchè in molte caldaie ora con i circolatori (pompe) elettronici la portata della pompa viene gestita dall'elettronica per garantire il massimo del rendimento andando ad abbassare la portata, questa operazione alza il delta tra andata e ritorno mandando in crisi il tuo impianto
                        Chiedi al tecnico se la tua caldaia monta una pompa elettronica e se è possibile settare il minimo di portata al 100%
                        e fai una prova

                        Commenta


                        • #42
                          Originariamente inviato da ridgeback Visualizza il messaggio
                          il modus operandi come da altri già descritto è:
                          -trovare il modo di abbassare la temperatura minima della caldaia (tecnico caldaia, NO idraulico) con sonda esterna
                          -mettere termostati al max (mai fermare chiamata di caldo dalla caldaia)
                          -aprire tutti i flussometri al max
                          -diminuire, una volta trovato il modo, pian piano la temperatura di mandata fino ad arrivare al minimo confort voluto per la stanza + fredda
                          e allo stesso tempo regolare curva climatica
                          -parzializzare i flussometri nelle stanze troppo calde fino a confort voluto

                          é un percorso un po lungo e ci vuole del tempo ma una volta trovato sei a posto.

                          Rispondendo alle tue domande: le pompe delle caldaie di oggi non hanno problema per un appartamento/casa di 100 mq a meno che sia su più piani.
                          Se hai ritorni freddi è chiaro che puoi aprire i flussometri delle stanze fredde.
                          Ma il tuo problema è che con mandata così alta il termostato rileva la temperatura impostata come raggiunta e spegne la caldaia. di conseguenza non riesci mai ad avere il giusto volano termico del massetto e quindi quando accesa hai caldo, una volta che la caldaia si spegne hai freddo.
                          comunque on/off lo troverai sempre perchè la tua caldaia è troppo potente per il bisogno

                          spero di esserti stato di aiuto
                          Quindi con questo modus operandi le stanze che adesso ho piu fredde rimarebbero con i flussometri aperti a 5 magari e quelle che al momento si scaldano di piu avrebbero un livello di portata minore perchè andrei man mano a chiuderli un po? è corretto?
                          Avendo io trovato i valori del progetto originale posso impostare direttamente quelli per capire se sono corretti?
                          Devo semplicemente, con caldaia magari a regime da 2 ore, andare a modificare manualmente 1 flussometro per volta?
                          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_20220102_171759_1920x1080.jpg 
Visite: 69 
Dimensione: 122.1 KB 
ID: 2180304

                          Commenta


                          • #43
                            Originariamente inviato da gnogno1985 Visualizza il messaggio
                            Quindi con questo modus operandi le stanze che adesso ho piu fredde rimarebbero con i flussometri aperti a 5 magari e quelle che al momento si scaldano di piu avrebbero un livello di portata minore perchè andrei man mano a chiuderli un po? è corretto?
                            corretto, è come si faceva una volta con il caloriferi che chiudevi un po se avevi caldo

                            Originariamente inviato da gnogno1985 Visualizza il messaggio
                            Avendo io trovato i valori del progetto originale posso impostare direttamente quelli per capire se sono corretti?
                            lascia perdere il progetto, aprili tutti al max

                            Originariamente inviato da gnogno1985 Visualizza il messaggio
                            Devo semplicemente, con caldaia magari a regime da 2 ore, andare a modificare manualmente 1 flussometro per volta?
                            se non trovi il modo di abbassare la T di mandata vanifichi un po tutto perchè la caldaia continua con gli on/off, ma chiaro che dove hai freddo apri e dove hai caldo chiudi.

                            Commenta

                            Attendi un attimo...
                            X
                            TOP100-SOLAR