annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Coibentazione tetto/sottotetto/mansarda: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Salve, la mia abitazione di due piani ha inoltre una soffitta che non è altro che un sottotetto non riscaldato e non abitabile (altezza max a malapena 2 metri) raggiungibile da botola con scala a scomparsa.
    In ottica di installazione pannelli FV, e data l'estensione del superbonus anche all'isolamento dei sottotetti non riscaldati, sto prendendo in considerazione la possibilità di coibentare il tetto, quarantennale, che non è nè isolato nè ventilato, ha solo tegole / listelli (non so se si chiamano così?) / traverse in legno senza neanche la membrana impermeabile.

    I miei dubbi sono:
    .) Intanto ha senso (sebbene in regime di superbonus) isolare se cmq il sottotetto resta non abitato e non sfruttato se non come mero ripostiglio?
    .) Quanti cm può portare via un isolamento nel mio caso?
    .) E' necessario rifare tutta la copertura da 0 o si può intervenire semplicemente da sotto, dato che aldilà di qualche listello rotto che si può velocemente sostituire è tutto ok?
    .) La realizzazione della struttura per i pannelli può essere d'ostacolo?

    Voi cosa fareste al mio posto?

    Commenta


    • Ciao a tutti, vorrei isolare il solaio del mio sottotetto (non abitabile e non riscaldato), essendo però a paretine e con tubi sul pavimento(fra cui quelli della VMC) avevo pensato alla schiuma poliuretanica a spruzzo(o similare). Ho però 2 dubbi:

      1) la schiuma poliuretanica esiste certificata CAM per il bonus 110%?
      2) avendo la soffitta le paretine(che reggono il tetto), non è che 1 volta isolato il solaio, quelle paretine faranno da ponte termico e mi creeranno problemi sul soffitto del mio appartamento?

      Grazie

      Commenta


      • Ciao a tutti,
        ho un sottotetto grezzo di circa 95 mq e vorrei renderlo utilizzabile per fare una mansarda. Verrebbe utilizzata solo qualche fine settimana. La mia domanda è se isolare la soletta con dei materiali ( e qui vi chiedo consiglio) oppure isolare il tetto e poi finire con cartongesso.
        l’altezza massima è 250.
        7AA3000B-D9D0-4679-B385-B8BB131EC2E1.jpeg
        File allegati

        Commenta


        • tutto dipende da cosa desideri: se vuoi che i locali al piano di sotto disperdano meno calore devi gioco forza isolare il pavimento, se invece desideri avere un ambiente in minimo vivibile nel sottotetto devi isolare il. tetto tenendo presente che avrai sempre dispersioni dal piano di sotto a questo che però, se sarà ben isolato, contribuiranno a riscaldarlo.
          Sta a te la scelta, se nei locali sotto hai un confort buono io isolerei il tetto per avere altro spazio "abitabile" tutto l'anno.
          E visto che di massa mi pare tu ne abbia, provvederei solo alla protezione contro il.freddo con pannelli in eps e cartongesso.

          Commenta


          • Grazie per l’idea. Diciamo che vorrei creare un ambiente per stare con gli amici ogni tanto. Nulla di più. Come hai visto devo comunque sistemare il pavimento e renderlo piano. Infatti pensavo ad uno strato di eps o lana di roccia e poi con dei travetti di legno creare una struttura per mettere un pavimento tipo laminato. Il problema ce L ho in estate che al piano inferiore è abbastanza caldo. Zona climatica e.

            Commenta


            • Originariamente inviato da litodanie Visualizza il messaggio
              Salve, la mia abitazione di due piani ha inoltre una soffitta che non è altro che un sottotetto non riscaldato e non abitabile (altezza max a malapena 2 metri) raggiungibile da botola con scala a scomparsa.
              In ottica di installazione pannelli FV, e data l'estensione del superbonus anche all'isolamento dei sottotetti non riscaldati, sto prendendo in considerazione la possibilità di coibentare il tetto, quarantennale, che non è nè isolato nè ventilato, ha solo tegole / listelli (non so se si chiamano così?) / traverse in legno senza neanche la membrana impermeabile.

              I miei dubbi sono:
              .) Intanto ha senso (sebbene in regime di superbonus) isolare se cmq il sottotetto resta non abitato e non sfruttato se non come mero ripostiglio?
              .) Quanti cm può portare via un isolamento nel mio caso?
              .) E' necessario rifare tutta la copertura da 0 o si può intervenire semplicemente da sotto, dato che aldilà di qualche listello rotto che si può velocemente sostituire è tutto ok?
              .) La realizzazione della struttura per i pannelli può essere d'ostacolo?

              Voi cosa fareste al mio posto?
              Io invece come detto precedentemente ho a malapena 2 metri, non pretendo una mansarda abitabile ma perlomeno adibita a ripostiglio e al massimo per metterci un divano-letto, quindi comunque calpestabile.
              Se isolo il pavimento poi posso camminarci sopra? E quanti cm perderei?

              Commenta


              • Buon giorno ,
                mi servirebbero dei consigli per l’isolamento di una soletta ( voltine di mattoni riempite di cemento e argilla espansa e piccola gettata di livellamento con rete elettrosaldata ) di un sottotetto freddo ( tegole listelli e tavole di legno ) .
                la soletta e’ in gran parte in piano , tranne che per due tubi che passano da lato a lato ( tubi da 34 in acciaio coibentati per mandata e ritorno della idro pellet ) e per gli scarichi della caldaia a condensazione , che corrono filo muro .
                Il lavoro lo farei questa primavera e pensavo di stendere sulla soletta del materiale ( XPS o altro che mi consiglierete ) ricoperto con assi di legno , per il passaggio .
                Le domande sono ;
                1. Devo prevedere barriera al vapore \ telo traspirante o altro ? ( tra la soletta e l’isolante ) .
                2. Che tipo di isolante utilizzare , tenuto conto che ci potrebbero essere leggere infiltrazioni di acqua estive in caso di pioggia di stravento , dato che si infiltrerebbe sotto le tegole e colerebbe un po’ tra le assi .
                3. In aderenza di un muro perimetrale , confinante con un’altra porzione di casa adiacente , ho la caldaia . Dalla soletta escono i vari tubi di mandata e altro , li ho fatto ricavare una specie di “ vasca “ sotto la caldaia , circa 1x1 mt , fatta in mattoni , con fondo in piastrelle ( in caso di perdite di acqua ) e con il suo scarico . ( mai utilizzata , mai servita ) Il dubbio e’ che non potendo isolare quel punto ( resterebbe l’unico non isolato ) Cosa puo’ succedere di sotto ( dove ho la camera da letto …) muffa ?
                Grazie per le Vostre risposte in anticipo .

                Commenta

                Sto operando...
                X
                TOP100-SOLAR