annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cappotto (rivestimento) - INTERNO - : QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cappotto (rivestimento) - INTERNO - : QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Ciao a tutti.<br><br>In questi giorni l&#39;azienda edile ha completato i muri esterni della palazzina dove ho comprato un appartamento piano terra.<br>L&#39;isolamento è sufficiente (per le leggi attuali) ma volevo inserire un ulteriore strato di isolamento per ridurre il fabbisogno energetico annuale.<br>L&#39;idea che mi è subito venuta in mente è quella di realizzare un cappotto interno. Non conosco i materiali e ne spessori possibili (tenete conto che vorrei ridurre almeno del 50%)... avete suggerimenti?<br><br>Una volta realizzato posso certificare il mio singolo appartamento?<br><br>Vi ringrazio<br><br>Mauro<br>

  • #2
    non puoi fare all&#39;esterno?

    Commenta


    • #3
      muri completati e palazzina in cui lui ha comperato un&#39;appartamento...<br>intuitivamente no

      Commenta


      • #4
        ciao,<br>non lo posso fare esternamente perchè la finitura esterna della palazzina avrebbe spessori diversi...cioè vedresti solo il cappotto nella mia parte.<br><br>si muri completati ma da intonacare e con gli impianti ancora da realizzare.

        Commenta


        • #5
          non avessero gia&#39; completato i muri esterni avresti potuto montare blocchi tipo poroton in sostituzione del laterizio tradizionale (se hanno utilizzato quello).<br><br>Un &quot;cappotto&quot; interno potrebbe essere dannoso, stai molto attento&#33; Nello studio della stratigrafia viene considerato il &quot;potere isolante&quot; e il &quot;potere traspirante&quot; della parete. Aggiungendo uno strato isolante all&#39;interno cambieresti l meccanismo di trasmissione del vapore da dentro a fuori con la possibile condensa interstiziale. Detto in parole povere: avresti un uro che sulla carta isolerebbe meglio ma di fatto potrebbe risultae peggiorativo perche&#39; si creerebbe condensa all&#39;interno dello strato isolante, lo inzupperebbe riducendone in maniera drastica il &quot;potere isolante&quot;.<br><br>Queste sono considerazioni qualitative. La realta&#39; dipende dainumeri effettivi. Pero&#39; analizza bene il sistema prima di intervenire <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ee938e4ae30916de8b66a3248ada73e0.gif" alt=""><br><br>Un ponto su cui invece potresti intervenire e&#39; sui serramenti. Guarda quali sono previsti da capitolato e valuta l&#39;eventuale conveninza nella loro sostituzione.

          Commenta


          • #6
            Palazzina, isolamento sufficiente, vediamo.<br>Sicuramente è una struttura in cemento armato con travi e pilastri e murature di tamponamento.<br>La parete esterna delle travi orizzontali e dei pilastri verticali è stata coibentata con materiali isolanti? Se l&#39;hai vista costruire l&#39;avrai notato senz&#39;altro, spesso si usa un polistirene celeste.
            Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

            Commenta


            • #7
              grazie dei consigli&#33;&#33;<br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c921cc6302d14c4463e2a1775f7f6b95.gif" alt="^_^"><br><br>x dotting:<br><br>si c&#39;è uno strato di 5 cm di styrodur.<br>il discorso è che volevo aumentarlo per ridurre il fabbisogno energetico.

              Commenta


              • #8
                Be almeno i ponti termici ce li siamo evitati.<br>Non conosco la stratigrafia della parete però se proprio insisti nel voler mettere un isolamento interno, che comunque non potr&agrave; ridurre del 50% il fabbisogno energetico se è quello che intendi, hai due strade possibili, che anche a seguito di una verifica di Glaser con l&#39;intero strato non dovrebbe portare a condensa:<br>1.- pannelli in Celenit N, spessore 20-50 mm, si attaccano con la pistola spara tasselli ad azoto, intonaco premiscelato normale con primo rinzaffo e seconda mano a finire dopo almeno una settimana di asciugatura.<br>Ci puoi appendere quadri, non ci puoi appendere pensili.<br>2.- soluzione decisamente più semplice e più economica, ma meno redditizia, intonaco termoisolante da 2 cm. alla perlite/calce, normalmente la composizione dell&#39;intonaco lo trovi nel sacco, di solito da 100 litri, di perlite.
                Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                Commenta


                • #9
                  <span style="color:blue">Tappezzare semplicemente tutta la stanza (anche il soffitto) con dei semplici parati sarebbe una cattiva idea?Vorrei sperimentare una cosa del genere, avete esperienza a riguardo?<br><br>PS: Le mura principali sono in pietra gialla (ignoro che materiale è) penso senza alcun isolamento interno.</span>

                  Commenta


                  • #10
                    a meno di non scegliere parati spessi due dita.... immagino che l&#39;effetto sia praticamente nullo

                    Commenta


                    • #11
                      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (RedEnergy @ 14/11/2007, 16:48)</div><div id="quote" align="left">non avessero gia&#39; completato i muri esterni avresti potuto montare blocchi tipo poroton in sostituzione del laterizio tradizionale (se hanno utilizzato quello).<br><br>Un &quot;cappotto&quot; interno potrebbe essere dannoso, stai molto attento&#33; Nello studio della stratigrafia viene considerato il &quot;potere isolante&quot; e il &quot;potere traspirante&quot; della parete. Aggiungendo uno strato isolante all&#39;interno cambieresti l meccanismo di trasmissione del vapore da dentro a fuori con la possibile condensa interstiziale. Detto in parole povere: avresti un uro che sulla carta isolerebbe meglio ma di fatto potrebbe risultae peggiorativo perche&#39; si creerebbe condensa all&#39;interno dello strato isolante, lo inzupperebbe riducendone in maniera drastica il &quot;potere isolante&quot;.<br><br>Queste sono considerazioni qualitative. La realta&#39; dipende dainumeri effettivi. Pero&#39; analizza bene il sistema prima di intervenire <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8dcaff0699b5a174972fc19fb7e5bad8.gif" alt=""><br><br>Un ponto su cui invece potresti intervenire e&#39; sui serramenti. Guarda quali sono previsti da capitolato e valuta l&#39;eventuale conveninza nella loro sostituzione.</div></div><br>Devo smantellare il mio cappotto interno?
                      Il mio impianto FV on line: (2,6 Kwp)
                      http://claudiodimas.hobby-site.com
                      nome utente: guest
                      password: ecoenergia

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao&#33;<br><br>Il mio consiglio è quello di realizzare un impianto A PARETE su tutto il perimetro della casa, niente ulteriori cappotti &#33;&#33;&#33;<br><br>Tale impianto, realizzato con certi procedimenti, ti consente di avere un notevole risparmio energetico, nonchè un comfort abitativo estremo(sia in riscaldamento che in raffrescamento).<br>Lo spessore necessario per tale impianto è circa 3-4cm finito. Essendo poi la casa così servita, sar&agrave; possibile riscaldarla con sistemi a bassissima temperatura 23-32°C rendendo particolarmente indicati tutti quei sistemi (solare, geotermico, caldaia condensaz.) che hanno un elevato rendimento alle basse temperature...........<br><br>ciao ciao
                        Nel nuovo millennio l'uomo tornando alla natura distruggerà quei mostri e l'energia dell'atomo pulito costruirà ancora infinite meraviglie e le ferite dell'umanità, come le guerre non saranno che purtroppo molto tristi incidenti dì percorso. (Omero Speri -VR- Pioniere della FF )

                        Commenta


                        • #13
                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (brunovr @ 16/12/2007, 20:34)</div><div id="quote" align="left">Ciao&#33;<br><br>Il mio consiglio è quello di realizzare un impianto A PARETE su tutto il perimetro della casa, niente ulteriori cappotti &#33;&#33;&#33;<br><br>Tale impianto, realizzato con certi procedimenti, ti consente di avere un notevole risparmio energetico, nonchè un comfort abitativo estremo(sia in riscaldamento che in raffrescamento).<br>Lo spessore necessario per tale impianto è circa 3-4cm finito. Essendo poi la casa così servita, sar&agrave; possibile riscaldarla con sistemi a bassissima temperatura 23-32°C rendendo particolarmente indicati tutti quei sistemi (solare, geotermico, caldaia condensaz.) che hanno un elevato rendimento alle basse temperature...........<br><br>ciao ciao</div></div><br>Ho gi&agrave; un impianto a pavimento a b.t. con integrazione solare e caldaia modulare a condensazione, serramenti con vetri b.e. e argon. Mi mancherebbe solo il cappotto esterno ma proprio non posso.<br>Ciao Claudio
                          Il mio impianto FV on line: (2,6 Kwp)
                          http://claudiodimas.hobby-site.com
                          nome utente: guest
                          password: ecoenergia

                          Commenta


                          • #14
                            Potreti sempre far integrare le zone particolarmente &quot;svantaggiate&quot; con un pezzo di parete specie nei bagni e le pareti a nord...........<br><br>Ti ricordo che a volte solamente con il sistema regolazione si possono abbassare ulteriormente il fabbisogno energetico e aumentare il comfort............<br><br>Come isolante traspirante potresti utilizzare 5cm di ERACLIT, gi&agrave; testato in molte abitazioni ha abbattimenti molto alti (provati con Termocamera........)<br><br>ciao ciao<br><br><span class="edit">Edited by brunovr - 16/12/2007, 20:43</span>
                            Nel nuovo millennio l'uomo tornando alla natura distruggerà quei mostri e l'energia dell'atomo pulito costruirà ancora infinite meraviglie e le ferite dell'umanità, come le guerre non saranno che purtroppo molto tristi incidenti dì percorso. (Omero Speri -VR- Pioniere della FF )

                            Commenta


                            • #15
                              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (brunovr @ 16/12/2007, 20:39)</div><div id="quote" align="left">Hai termoarredi ?</div></div><br>Si ma anch&#39;essi vanno a b.t. ( nel bagno grande li tengo addirittura spenti). Il mese prossimo avrò anche il FV.<br>Saluti<br>
                              Il mio impianto FV on line: (2,6 Kwp)
                              http://claudiodimas.hobby-site.com
                              nome utente: guest
                              password: ecoenergia

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              TOP100-SOLAR