annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Isolare il solaio

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Isolare il solaio

    Salve a tutti, sono nuovo del forum - che trovo interessantissimo - e ho bisogno di alcuni consigli in merito a lavori di isolamenento. La mia situazione è questa: abito all'ultimo piano di una palazzina a due piani. Sotto di me c'è un appartamento abitato e riscaldato, sopra di me c'è una soffitta in parte praticabile e in parte no sempre di mia proprietà. Per isolare l'ambiente riscaldato del mio appartamento da quello freddo della soffitta sto pensando a stendere sul pavimento (grezzo) della soffitta un isolante.

    Vi chiedo: è giusta questa soluzione? E se sì quali materiali, quali spessori, quali accorgimenti?

    O altrimenti sarebbe preferibile isolare dall'interno, cioè da 'sotto'?
    Per spiegarmi meglio allego disegno.

    Ulteriori dati: ubicazione casa Prato, muri perimetrali 30 cm mattoni pieni, con isolamento a cappotto.

    Grazie per l'aiuto.
    File allegati

  • #2
    Soluzione giustissima e anche molto più emplice. Consiglierei pannelli non rigidi, tipo lana di roccia o lana di vetro, che si adattano al pavimento e combaciano tra loro senza dover essere troppo precisi.
    Se vai a spendere tanto valuta le detrazioni...

    Commenta


    • #3
      "Pannelli non rigidi, tipo lana di roccia o lana di vetro", dunque. Ma di quali spessori? E alternative comunque accettabili ce ne sono (tipo polistirene, poliuretano, cellulosa...)? Non penso tanto al minor costo, quanto al fatto che nella parte praticabile della soffitta all'occorrenza ci devo camminare sopra.

      Grazie.

      Commenta


      • #4
        Il polistirene espanso (EPS) credo sia la soluzione più economica; forse però comunque andrebbe rivestito per camminarci sopra! Magari 10 cm EPS+ EPS 3cm preaccoppiato a cartongesso, da poggiare sopra gli altri facendo in modo che le fessure siano ben chiuse e non sovrapposte a quelle dei pannelli inferiori.
        Per chiudere bene sui bordi e tra i pannelli dovrai lavorare di taglierino...

        Comunque la lana di roccia c'è anche a doppia densità e calpestabile, ma immagino costi molto di più

        Commenta


        • #5
          se devi camminarci sopra o ci fai un getto di cemento con una rete o assi di legno sempre che riesci portarli sopra

          Commenta


          • #6
            Dovrei isolare 145 mq di sottotetto praticabile e calpestabile locale di sgombero, esiste un matariale isolante in lastre o altro che una volta posato sia calpestabile e non fare un massetto, pavimento attualmente grezzo, non ci sono cavidotti o altro,grazie

            Commenta


            • #7
              vi consiglio di creare una superficie con travetti di legno e mettere isolante tra le travi, e poi ricoprire il tutto con assi di legno avvitate sui travetti, in modo da creare una superficie calpestabile ed utilizzabile. ciao!
              ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

              Commenta


              • #8
                Per materiali tipo XPS/EPS danno valori per la compressione al 10% di 300 kPA/mq... forse sbagliano a scrivere le tabelle, perchè sarebbero valori enormi, 30 tonnellate/mq!

                Ovviamente non si vuole arrivare a comprimere i pannelli del 10%, ma così 'a sensazione' a mio avviso se proprio uno ci cammina spesso o vuole depositarci oggetti pesanti dovrebbe bastare poggiare sui pannelli delle perline o dei listoni in legno, così solo con incastri e senza orditura di travetti; ci sarebbe anche il vantaggio di poter togliere e rimettere l'isolamento in caso di necessità.

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR