annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

UVC e muffe

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • UVC e muffe

    Buongiorno a tutti,
    questa mattina mi è venuta un idea forse un po' folle per contrastare la formazione delle ben note muffe casalinghe invernali. Compagne inseparabili di parecchie abitazioni, vuoi per un errata costruzione (ponti termici, insufficiente coibentazione etc. etc.), vuoi per malsane, ma a volte inevitabili, abitudini (scarsa aerazione dei locali, panni stesi ad asciugare, cottura cibi etc. etc.) sono un fenomeno che ogni inverno torna a presentarsi.
    Normalmente si eliminano (temporaneamente) sfruttando la qualità di battericida dell'ipoclorito di sodio (conegrina, candeggina, varichina ... o come dir si voglia), ha il pregio di essere molto economica ma lo svantaggio di essere irritante, anche per le mani se non maneggiata con cautela, e, a causa dello sviluppo di cloro, parzialmente pericolosa anche per inalazione..... oltre che sgradevole all'olfatto; e se invece si utilizzassero luci UVC?
    Utilizzando emettitori a LED si potrebbe pensare sia ad un uso temporaneo/portatile (una semplice pila), sia ad un uso stabile (spot diretti sui punti interessati), temporizzato, da attivare nelle ore notturne o, comunque, quando il locale è vuoto.
    Voi che ne pensate?
    Domotica: schemi e collegamenti
    e-book Domotica come fare per... guida rapida

  • #2
    Ciao Lupino...

    Bella domanda!!!! Direi che la cosa migliore è fare dei test!!
    Si potrebbe identificare un'area di casa colpita dalla muffa e per valutarne gli effetti colpire con gli UV solo una parte della zona contaminata .
    Si potrebbe anche fare un test con i mini puntatori laser per verificare quale radiazione è più efficace.

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

    Commenta


    • #3
      Ciao renato!!!
      Già, già, ci stavo proprio pensando. Il problema è che i LED UVC (250nm o poco più) sono un po' introvabili, li vedo su alibaba ma non su ebay. Qui si trovano solo quelli UVA, efficaci per l'abbronzatura ma non come battericidi.... nulla vieta di provare ugualmente.
      Avevo anche pensato al laser ma se funzionasse, in applicazioni stand-alone, bisognerebbe pensare ad un meccanismo di "spennellamento" della superficie.
      Si potrebbe ragionare su un test ad ampio spettro (in tutti i sensi): UVC, UVB, UVA e IR
      Domotica: schemi e collegamenti
      e-book Domotica come fare per... guida rapida

      Commenta


      • #4
        la miglior medicina è la prevenzione,preferisco il deumidificatore

        Commenta


        • #5
          Pox, per la prevenzione, la cosa migliore sarebbe una VMC ma non tutti possono permettersela o installarla. Il deumidificatore è un ottimo palliativo ma ha consumi sicuramente maggiori rispetto a dei semplici LED UVC (ovviamente se il sistema funzionasse).
          In casa mia, causa un leggero ponte termico e abitudini della mia consorte (non vuole stendere in mansarda perché fumo), ho una zona a rischio sopra il top della cucina. Se il sistema funzionasse mi basterebbero 2m di led (una ventina) posizionati opportunamente per risolvere il problema. Consumo complessivo 5/10 W.
          Il problema principale è un altro:
          - a che distanza dev'essere dalle spore per funzionare?
          - vista la potenza dissipata (circa 0,5-1mW per led) dal sistema a che distanza può essere considerato sicuro per gli esseri umani?
          Domotica: schemi e collegamenti
          e-book Domotica come fare per... guida rapida

          Commenta


          • #6
            ma hai qualche info sul fatto che gli UVC eliminano la muffa? Mica sono batteri....

            o,5 mW è niente, forse intendevi 0,5 W? E la distanza dipenderebbe da quanti W/cmq ci vogliono avvinchè si aefficace...
            Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
            Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

            Commenta


            • #7
              studio sulla reale efficacia degli UVC nella prevenzione/controllo microbiologico trattamento aria

              interessante questo pdf ...da leggere bene

              http://www.aiisa.it/cms/uploadfile/anam/e34d4b53f4342b19bd45d9bb31ced98507548cc2.pdf

              c
              ordialmente

              estrapolo qualche risultato


              ma hai qualche info sul fatto che gli UVC eliminano la muffa? Mica sono batteri...
              Riccardo , ciao caro ,...... parlano di spore

              I dati dimostrano un’efficace inattivazione biologica da parte dell’emettitore UV-C sulle spore saggiate che è funzione dei diversi tempi di esposizione.


              Conclusioni (prima parte dello studio)In assenza di specifiche norme tecniche, è stato messo a punto un protocollo sperimentale per valutare l’efficacia di inattivazione biologica di emettitori UV-C.(Dipartimento Igiene del Lavoro)
              L’uso sempre più diffuso di tali dispositivi sia in ambienti a contaminazione microbiologica controllata (industrie, ospedali,cleanroom, etc.) che all’interno dei sistemi impiantistici richiede la disponibilità di procedure standardizzate che consentano di valutare e confrontare l’efficacia di inattivazione biologica dei diversi modelli di emettitori disponibili in commercio. ISO TC 142 WG 2 “UVC Devices”Le informazioni ottenute da questo studio saranno utilizzate per svolgere altri tests su microrganismi di particolare interesse in ambito indoor

              Francy
              Ultima modifica di innominato; 17-01-2016, 02:05.

              Commenta


              • #8
                Ciao Francy, ciao Riccardo...
                ...UVC eliminano la muffa?....
                I raggi ultravioletti sono dannosi per qualsiasi organismo non solo batteri e virus infatti sono utilizzati normalmente per la disinfezione delle acque. Quale effetto abbiano sulle muffe "casalinghe" proprio non lo so ma se non erro mi pare di aver visto dei kit adatti al trattamento delle acque delle piscine, quindi non solo batteri ma anche alghe.
                ...o,5 mW è niente, forse intendevi 0,5 W?...
                Si, anche a me pare poco ma, ad esempio qui, vengono riportati tali valori.... anche nel pdf di innominato (lo sto leggendo in real-time) viene riportato infatti un valore di 1W/m2... e tra parentesi non è neanche alla lunghezza d'onda più "incisiva" 420nm VS 250/265nm ...... perfetto ci sono tempi e distanze: 80 cm per (minimo) 10'
                Che dire... sono decisamente tentato di provare; oltretutto vedendo l'esperimento nel pdf non dovrebbe neppure essere necessario "sbattersi" per trovare i LED a 265nm bastando i più comuni a 400nm (tipo questi)
                Domotica: schemi e collegamenti
                e-book Domotica come fare per... guida rapida

                Commenta


                • #9
                  lupino il deumidificatore consumerà di più ma almeno asciuga l'aria,l'alternativa è aprire le finestre
                  se preferisci tenere l'umidità in casa,io stendo in casa ma considero il limite del 70-75% il max
                  tollerabile

                  Commenta


                  • #10
                    Si e no pox, l'U.R. è solo uno dei valori di cui tener conto, anche 70-75% di umidità possono dar luogo a condensa superficiale e quindi muffe.
                    Guarda, ti allego una semplice tabella chiarificatrice....
                    Termografia-isolamento-termico-e-muffa_01.jpg
                    In ordinate la T° dell'aria in ascisse l'U.R.; i valori nella tabella sono le T° a cui inizia a condensare il vapor d'acqua.
                    Come vedi per valori UR di 70-75% e una T° ambientale di 20°C (+/- la temperatura delle case in inverno) inizi ad avere condensa su pareti con T° comprese tra i 14,4 e 15,4°C ......
                    In ogni caso, per non andare OT, il sistema a UV, se funzionante, e a questo punto sembrerebbe proprio di si, potrebbe essere inteso come un plus all'uso del deumidificatore; permetterebbe di abbassare i consumi di questo attuando un azione mirata


                    ...oh, oh, guardate cos'ho trovato "sgattando" tra la mia componentistica...
                    IMG_20160117_131934.jpg
                    LED UV! Uno solo e non so neppure su che lunghezza d'onda lavori ma tanto per provare
                    Ultima modifica di Lupino; 17-01-2016, 13:24.
                    Domotica: schemi e collegamenti
                    e-book Domotica come fare per... guida rapida

                    Commenta


                    • #11
                      IMG_20160117_134454.jpg
                      Ok, montato su un power pack da cellulari. Ora metto il tutto in carica e poi provo a piazzarlo nel punto di cui parlavo più su.
                      Non che ci speri molto vista la potenza in gioco e l'incognita della ? su cui lavora ma.... vedremo
                      Domotica: schemi e collegamenti
                      e-book Domotica come fare per... guida rapida

                      Commenta


                      • #12
                        io non ho problemi di muffa avendo utilizzato pittura a calce su intonaco grezzo,dicevo solo che
                        oltre la muffa l'umidità può creare altri problemi,comunque procedi pure e facci sapere l'argomento
                        è ancora un pianeta inesplorato

                        Commenta


                        • #13
                          ...pittura a calce su intonaco grezzo..
                          Ecco, questa è una cosa interessante. Una volta le pitture nei bagni erano principalmente fatte così; sanificavano l'ambiente e lo rendevano più resistente alla formazione di muffe.... ma non diventa "polverosa" con il tempo?
                          Domotica: schemi e collegamenti
                          e-book Domotica come fare per... guida rapida

                          Commenta


                          • #14
                            essendo una pittura è sicuramente addittivata da resine,ci sono pitture migliori tipo i silicati ma
                            costano,come ho già avuto modo di dire in passato le pitture economiche sono cibo per muffe
                            ma alla fine quando il risultato estetico è circa simile si cerca di risparmiare

                            Commenta


                            • #15
                              Ah, ok, io pensavo al semplice grassello di calce o all'acqua di calce...... uhmmm questa primavera mi tocca pittare .... quasi quasi provo a dare una mano di acqua di calce prima della pittura
                              Domotica: schemi e collegamenti
                              e-book Domotica come fare per... guida rapida

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              TOP100-SOLAR