adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consiglio per alimentatore da banco

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consiglio per alimentatore da banco

    Ciao a tutti, ultimamente, per vari motivi, sto ragionando sul comperarmi un piccolo alimentatore da banco. Sin ora me la sono sempre cavata con normali ali da PC modificati o, nel caso necessitassi di tensioni particolari e piccoli amperaggi, utilizzando semplici circuiti, imbastiti alla veloce su breadboard, con i classici LM317 (qui una piccola guida di riccardo urcioli) o i vari della serie LM78XX.
    Ovviamente viste le risicate finanze a mia disposizione o meglio, a disposizione dei miei passatempi, le caratteristiche fondamentali dovranno essere economico e funzionale.
    Da una veloce cernita su ebay sono saltati fuori questi due apparecchi:
    - ALIMENTATORE DA BANCO LABORATORIO TENSIONE CONTINUA COME UTP3315TFL 0-30V 0-5A | eBay
    - Alimentatore Stabilizzato da banco trasformatore regolabile fino a 30V e 5A | eBay

    Voi che ne pensate? Suggerimenti?
    Domotica: schemi e collegamenti
    e-book Domotica come fare per... guida rapida

  • #2
    Nessuno da indicazioni riguardo i componenti, vedo meglio il PS 305D, non quello da te postato, questo è uguale e costa meno: TRASFORMATORE ALIMENTATORE STABILIZZATO DA BANCO VARIABILE REGOLABILE 0 30V 5A | eBay
    Il problema sta tutto nella onestà di esposizione... mi spiego: i 5A a quanti V li da? se a 30V penso che ti serva a poco.

    Consiglio, prendi una scatola di montaggio e fattelo, si tratta solo di qualche saldatura, forse spendi meno e subito dai componenti capisci se te li da o no questi 5A.
    Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
    Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

    Commenta


    • #3
      Ciao vince, qui ancor meno
      Su youtube ci sono varie recensioni di quest'alimentatore e sembra di capire che i 5A sono su tutto il range 0-30V. A leggere i commenti ve ne è di ogni tipo, negativi e positivi, mah.... alla fine penso che lo prenderò, mal che vada, vista la cifra, piangerò con un occhio solo.
      ...prendi una scatola di montaggio e fattelo...
      Non sai quante volte ci ho pensato, anche senza scatola di montaggio, mi basterebbe un buon schema (tipo questo) e la relativa componentistica... neanche tutta visto che qualcosa ho già; il problema è che a mancarmi è sempre il tempo!!

      P.S.
      Se l'ali cinese dovesse essere un catorcio posso sempre recuperare la scatola, le boccole ed i due display
      Domotica: schemi e collegamenti
      e-book Domotica come fare per... guida rapida

      Commenta


      • #4
        io ho appena comprato quello che dice vince,lo ho usato come carica batterie imposto la tensione la corrente
        gli strumenti di misura sono affidabili,mi pare di averlo pagato meno,se ne compri uno da montare ti costa di più
        ha la ventola quando aumenti la tensione sento degli scatti tipo relè come se andasse a pescare su più uscite
        adesso non ti so dire quante

        Commenta


        • #5
          Ciao a Tutti...

          Ciao Lupino....

          Scusa ma 5 ampere non sono "pochini"?
          Hai già visto questo 30V-10A, che per qualche € in più mi pare più versatile? Poi vedi tu!!

          Saluti
          Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

          Commenta


          • #6
            Ciao Pox, ciao renato, si anche altre recensioni parlavano di scatti al variare della tensione in uscita. Molto probabilmente vi è un relè o più che selezionano di volta in volta i vari secondari del trasformatore.
            Si renato, l'avevo visto, non quello di ALIExpress ma su eBay ve ne è uno simile anche come prezzo. E' che trattandosi di "cineserie", in generale, preferisco spendere/rischiare il meno possibile; in ogni caso ieri sera ho già fatto l'ordine... vedremo.
            Ciao
            Domotica: schemi e collegamenti
            e-book Domotica come fare per... guida rapida

            Commenta


            • #7
              Senza dubbio girando in web si trova di tutto, quello da me consigliato era li davanti...
              Chiedi almeno una certa garanzia su gli ampere... almeno lo potrai eventualmente restituire senza spese di spedizione.
              Poco tempo fa ho potuto restituire senza problemi un alimentatore che doveva darmi 5A - 3/12V, ne dava circa 3A.
              Insomma buttati, in tutti i casi è un cinquantino che balla....
              Se l'uso è "da laboratorio" sono d'accordo sulla scelta di un alimentatore da 0/30V 10A è più completo.
              Per quanto riguarda l' auto costruzione non sono d'accordo che costi di più, certo non tanto di meno da giustificare lo sbattimento, visto il tempo che ci vuole e la voglia.
              Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
              Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
              Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
              Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

              Commenta


              • #8
                di solito costa di più,o prendi un kit e assembli tutti gli elementi,più la rivista,o ti fai tutto circuiti stampati fori
                tagli del mobile e ci perdi un casino di tempo,io ne avevo già uno costruito con caratteristiche simili che era rotto
                dovevo sostituire un transistor di pilotaggio,ho preferito comprarlo se costava il triplo ci pensavo,
                comunque tornando ai kit c'era una nota rivista di elettronica che è fallita pochi anni fa,sfornava progetti particolari
                ma ora dalla cina ti mandano di tutto e a prezzi contenuti,perchè sbattersi,specialmente se hai famiglia

                Commenta


                • #9
                  Eh si Pox, bei tempi quelli di Nuova Elettronica!!!!
                  Io ho ancora tutte le riviste che hanno sfornato e il mio primo alimentatore lo avevo auto-costruito proprio seguendo i loro schemi.
                  Era fantastico, si riusciva a mettere in pratica la teoria scolastica con molta semplicità, cosa che oggigiorno, aimè, è praticamente scomparsa.

                  Saluto
                  Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                  Commenta


                  • #10
                    comunque mi si è riaccesa la passione,sto cercando l'oscilloscopio sulle aste che è sempre stato un mio sogno
                    proibito,poi sto cercando i componenti per la mia isola in fondo io l'ho sempre detto è un giochino

                    Commenta


                    • #11
                      Uhmmm... si potrebbe aprire, nella sezione fai-da-te, un thread di soli schemi elettronici (magari con PCB relativo), tornerebbe utile a molti mi sa
                      Domotica: schemi e collegamenti
                      e-book Domotica come fare per... guida rapida

                      Commenta


                      • #12
                        Confermo che conviene cercarlo su siti cinesi, ci sono ottimi prodotti a prezzi stracciati, unico neo si aspettano almeno due mesi per la consegna. C'è anche roba da poco, ma la maggior parte è roba fatta davvero bene.

                        Commenta


                        • #13
                          Pox1964, sempre d'accordo per lo sbattimento...
                          Quando la rivista ha chiuso, se non sbaglio il Set/Ott 2012 n°250, ho chiuso anch'io, ho venduto tutta la serie di Nuova elettronica, partendo dal mitico n°1 Ago.1969, non sapevo più dove metterli... oltre la rivista avevo acquistato anche i famosi libroni che contenevano sempre le riviste...
                          Era veramente piena di ottimi spunti, ho ancora diversi kit e in qualche angolo devo avere il mitico kit computer Z80 e qualche alimentatore.
                          Tra le più blasonate c'era anche la rivista CQ Elettronica, pure questa ha chiuso.

                          Si ora è tutto made in CE... Livingreen, hai potuto vedere la componentistica di qualche alimentatore cinese?
                          Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                          Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                          Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                          Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                          Commenta


                          • #14
                            Si, l'ho vista. Alta qualità, sia dei componenti che dello stampato. Roba fatta da dio, credimi. Però ripeto, guardala bene sui siti, c'è anche della porcheria che si nota subito dalle immagini.
                            Ultimamente ho preso un paio di ciabatte con quattro prese e wifi, mai visto roba fatta così bene (e che prezzo!!) e un generatore professionale a microprocessore. Non ci compravo nemmeno lo stagno, a quel prezzo.

                            Commenta


                            • #15
                              Ciao a Tutti...

                              Ragazzi, oramai la stragrande maggioranza delle aziende che sforna prodotti elettronici, è Cinese.
                              Questo non significa che sia tutta "robaccia", però.
                              E' una questione di costi di produzione!! Esempio di cui ho notizia certa: assemblare un PC in Italia costa 20€ in Cina 2$, secondo voi dove lo assemblano??...
                              La progettazione può avvenire pure in qualunque parte del globo, ma poi il prodotto finito lo si manda a produrre in Cina dietro supervisione dell'azienda che lo ha ideato e brevettato (che altrimenti li ci mettono un'attimo a copiartelo).
                              Certo occorre prestare attenzione a quello che si compra, ma il discorso vale per tutto e tutti.
                              Anche io quindi concordo con Livingreen che conviene farsi un giro nei siti cinesi (seri), piuttosto che sprecare tempo e denaro a costruirseli da se.

                              Saluti
                              Ultima modifica di renatomeloni; 07-02-2016, 22:14. Motivo: Correzione Ortografica
                              Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                              Commenta


                              • #16
                                Esatto renato, esempio lampante sono proprio i nostri cari cellulari, quelli volgarmente chiamati chinafonini, in Italia sono diversi i brand che non fanno altro che marchiarli e rivenderli .... magari come made in Italy
                                Domotica: schemi e collegamenti
                                e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                Commenta


                                • #17
                                  Aggiornamento

                                  Ciao a tutti,
                                  alimentatore arrivato (devo dire consegna abbastanza rapida...ma in fondo era in Italia) e... testato!
                                  Volt.jpg
                                  Il voltmetro si è rilevato molto preciso .... ovviamente misurato con un tester "economico"
                                  Ampere.jpg
                                  L'amperometro tutto sommato anche... immagino che la discrepanza sia data dal "carico" del tester
                                  Per inciso il tutto era collegato ad una peltier da 45W.
                                  Per chi se lo chiedesse lo strumento è aperto per.... curiosità
                                  Unico neo, per ora, la ventola di raffreddamento; relativamente rumorosa e sempre attiva.... da ragionare su di un eventuale sostituzione con una più performante/silenziosa e sull'inserimento di una capsula termostatica che la attivi solo al bisogno.
                                  Ciao
                                  Domotica: schemi e collegamenti
                                  e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Ciao a Tutti...

                                    Ciao Lupino, hai fatto anche dei test a 30V per verificare se realmente "caccia" i 5A dichiarati??
                                    Hai notato se fa gli "scatti" (che poi sono dei relè), al variare della V ??
                                    Riguardo la ventola: se ci sta come dimensioni, puoi piazzarci una 120 x 120 super silent, magari la tiri fuori da qualche alimentatore di PC dismesso!!

                                    Saluti
                                    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Ciao renato,
                                      no, coi 30V @ 5A non ho ancora provato. L'ali è arrivato ieri ed i test li ho fatti ieri sera tardi utilizzando il primo carico utile che mi è venuto in mente... gli scatti ci sono, all'interno due relè selezionano di volta in volta i secondari necessari (non ricordo bene se 3 o 4 in totale).
                                      La ventola ahimé è una 8x8 e questo spiega anche, in parte, la rumorosità; nulla, comunque, di insopportabile ed, in ogni caso, potrebbe essere facilmente sostituita con una thermaltake o similia da CPU.
                                      Domotica: schemi e collegamenti
                                      e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                      Commenta


                                      • #20
                                        è uguale a quello che ho preso io,adesso sto cercando l'oscilloscopio e sto cercando di racimolare i componenti
                                        per l'isola,il tempo dell'autocostruzione è finito,per la riparazione e il recupero invece ci sono ampi margini
                                        ci vorrebbe una sezione intitolata 4 chiacchere in laboratorio
                                        i

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Ciao a Tutti...

                                          Io ho preso diversi strumenti della UNI-T, realizzano una marea di strumenti e accessori da laboratorio e non, con un'ottimo rapporto prezzo/qualità.
                                          Es. l'alimentatore 30V 5A a 77,58€ free shipping è un'ottimo prezzo.
                                          Questo oscilloscopio/multimetro digitale portatile lo uso da diversi anni senza alcun problema, ha batterie ricaricabili di serie e porta USB per collegarlo al PC

                                          @Pox1964
                                          Dai un'occhiata alla sezione oscilloscopi, mi ha colpito in particolare questo:oscilloscopio 100MHz, memoria digitale lcd frequenza di campionamento 1gs/s 2 canali, a 256€ non è male!!

                                          Saluti
                                          Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                                          Commenta


                                          • #22
                                            grazie per le segnalazioni renato,sto per il momento tenendo d'occhio le aste,e forse si riesce a fare qualche buon affare
                                            ma è come con le donne la concorrenza non dorme mai

                                            Commenta

                                            Attendi un attimo...
                                            X
                                            TOP100-SOLAR