annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Allegriaaa

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    Anch'io te lo avevo scritto che l'Europa sarebbe andata avanti anche se la cosa avrebbe comportato seri danni alle nostre bollette. Ed infatti è così!
    Come hai scritto da qualche parte, tutto sta a capire per quanto tempo si riesce ad andare avanti così. Il primo che finisce l'aria perde.

    Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
    Menomale che biden è intervenuto altrimenti le conseguenze sarebbero state peggiori ...
    I punti si contano a fine partita. Se dovesse andarci particolarmente male, diranno che sarebbe potuta andare peggio. Ormai è un meccanismo già collaudato. Finché c'è un minimo di benessere la gente resta disinteressata, al massimo grida ignorantemente al complotto. Se il benessere dovesse venire a mancare, l'indifferenza svanisce con esso insieme alla classe politica e alla demagogia.
    "Il tempo è ciò che accade quando non accade nient'altro" [ R. Feynman ]

    Commenta


    • Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
      Se dovesse andarci particolarmente male, diranno che sarebbe potuta andare peggio. Ormai è un meccanismo già collaudato.
      E lo so.
      alla fine tocca sempre ringraziarli.

      Commenta


      • Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
        19:13 Biden: caos in Europa se non avessimo fermato Putin
        Sono convinto che se avessimo lasciato andare Putin (in Ucraina, ndr), non si sarebbe fermato.... lo afferma Joe Biden in una intervista ...;Ap di cui sono stati anticipati alcuni passi sui media Usa. Il presidente spiega che se ;Occidente non fosse intervenuto le conseguenze sarebbero state peggiori del prezzo che sta pagando e che Putin avrebbe seminato il ;caos; in Europa.
        Fesserie .... pure fesserie per i boccaloni europei ...per giustificare l'invio di armi ed allontanare la Russia dalla Europa .
        Fatto è che prima della caduta del muro di Berlino 30 anni fa la Russia era isolata , ora invece si stava avvicinando troppo alla Europa e gli USA hanno visto calare il loro prestigio o l'esclusiva che avevano in Europa .
        Anche l'invio di armi era calato in Europa col diniego di comprare i famosi f-35 , questo danneggiava le industrie statunitensi .
        Faccio notare come questi aerei sono oramai sorpassati dalla tecnologia del futuro che si basa sui droni .
        Creare un nemico in Europa è funzionale agli interessi USA . Hanno fatto delle esercitazioni NATO in Ucraina prima della guerra e questa è una chiara provocazione verso la Russia ... poi facciamo gli angioletti che non ci colpano nulla .
        Incoraggiare l'Ucraina ad entrare in Europa e nella NATO è un chiaro atto provocatorio ...

        Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

        Commenta


        • Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
          Incoraggiare l'Ucraina ad entrare in Europa e nella NATO è un chiaro atto provocatorio ...
          Io mi auguro che l'Ucraina possa entrare in UE perché vorrebbe dire ridisegnare quest'ultima completamente, a partire dai vincoli imposti dal trattato di Maastricht fino ad arrivare ad una profonda revisione del funzionamento della BCE. Inoltre, visto che ci sarà un prezzo da pagare per l'ingresso, (dati i gap da colmare), vorrei (come Italia) delle garanzie legate ai vantaggi che posso trarne. In caso contrario metto il veto! Dio per tutti e ognuno per se.
          "Il tempo è ciò che accade quando non accade nient'altro" [ R. Feynman ]

          Commenta


          • Voglio vedere io con quale artificio riusciranno a fare entrare l'Ucraina nella EU , quando è necessario avere un rapporto deficit PIL inferiore al 60 %.

            I valori di riferimento di cui all'articolo 104 C, paragrafo 2, del trattato sono: - il 3 % per il rapporto fra il disavanzo pubblico, previsto o effettivo, e il prodotto interno lordo ai prezzi di mercato: - il 60 % per il rapporto fra il debito pubblico e il prodotto interno lordo ai prezzi di mercato”.

            Inoltre un articolo cita che il paese non deve essere in guerra .

            Stanno facendo i salti mortali violando tutte le regole del trattato , quando hanno imposto all'Italia la famosa austerità di montiana memoria ...
            Se accettano l'Ucraina , allora la Turchia e la Moldavia hanno tutto il diritto di entrare a tiro di palla in EU...facciamo una bella ammucchiata , chi se frega più dello spread ?
            Ultima modifica di experimentator; 19-06-2022, 07:13.
            Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

            Commenta


            • leggendo certo ragionamenti su questa discussione e pensando al comportamento europeo ed itagliano mi viene in mente la storia di quello che si è tagliato l'U. per fare un dispetto alla moglie

              praticamente stiamo facendo guerra alla Russa lasciandole le fonti energetiche serie e rimanendo senza

              quando fu eletto Trump non ero contento
              quando ho visto chi con tutta probabilità gli sarebbe succeduto qualche dubbio mi è venuto
              penso che se ora facessero le elezioni negli Stati Uniti vincerebbe con un buon 80.%, non arrivo a sperare ciò ma di certo non me ne dispererei
              ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
              " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

              Commenta


              • Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                Come hai scritto da qualche parte, tutto sta a capire per quanto tempo si riesce ad andare avanti così. Il primo che finisce l'aria perde.
                Esatto. E' così che si capisce se un paese è in guerra o no. Non dalle dichiarazioni degli ambasciatori!
                Non so se te ne sei convinto, ma non ha grande importanza ormai.
                SIAMO in guerra con la Russia e stiamo attaccando con cosa possiamo (senza ricorrere ai carri armati, ovvio) mentre loro contrataccano con cosa possono!
                E, come in ogni GUERRA che si rispetti... chi cederà per ultimo avrà vinto!
                E noi NON cederemo!
                Come già ti scrivevo NON ha grande importanza il lamento degli expy e dei suoi simpatizzanti! Sottoscrivo ogni sillaba di Letta! FINIAMOLA con questa manfrina del "gas non gas, mi ricatta, lo sanziono" ecc!
                Si metta l'embargo TOTALE su qualsiasi importazione della Russia e punto! Avremo chiusure, disoccupati, mutui in rialzo? ECHISSENEFREGA!
                Si faccia capire alla popolazione votante che gran parte del problema dipende da scelte che pure loro hanno fatto o avallato nel pasasto, che l'idea di importare tutto da chi lo offre a minor costo sacrificando le produzioni nazionali in nome dell'ecologismo nimby era una str..ata di dimensioni sesquipedali... E ci si arrangi con quele che c'è!
                I piani ci sono! Si tratta di RAZIONARE il gas per produrre energia e far funzionare le aziende! Punto!
                Tutto qua!
                Lo so che strabuzzate gli occhi al "tutto qua".... ma QUESTO è esattamente il piano italiano, tedesco, francese, ecc. ecc. se ci troviamo a non avere gli sotccaggi pieni a ottobre!!
                Non c'è altro!
                Le fenomenali alternative speranzose di chi non vede di buon occhio questo panorama e teme l'inflazione e il ridimensionamento del benessere NON hanno alcuna reale valenza possibilistica!
                NON C'E' una "via alternativa"!
                Fatevene una santissima ragione!
                Se la moda è il "piove, govewrno ladro".... ma per carità! Lo sfogo popolare non è certo in discussione!
                Se l'idea è davvero quella che se cambiamo questi "incapaci" allora arriva il mediatore dai capelli turchini che "obbliga" Putin a fare la pace.... resta una STRONZ@TA!
                End of discussion!
                “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                Commenta


                • SIAMO in guerra con la Russia e stiamo attaccando con cosa possiamo (senza ricorrere ai carri armati, ovvio) mentre loro contrataccano con cosa possono!
                  E, come in ogni GUERRA che si rispetti... chi cederà per ultimo avrà vinto!
                  E noi NON cederemo!
                  Come già ti scrivevo NON ha grande importanza il lamento degli expy e dei suoi simpatizzanti! Sottoscrivo ogni sillaba di Letta! FINIAMOLA con questa manfrina del "gas non gas, mi ricatta, lo sanziono" ecc!
                  Si metta l'embargo TOTALE su qualsiasi importazione della Russia e punto! Avremo chiusure, disoccupati, mutui in rialzo? ECHISSENEFREGA!
                  Chi se ne frega lo dici tu , Ma non la gente comune ...
                  Tutti pazzi per questa Ucraina ...?!
                  Mahh , sento ragionamenti fuori luogo e da pazzi . Letta è un guerrafondaio , punto ...
                  Che tutta la NATO e l'Europa e gli USA ora sono diventati pazzi per un pezzo di terra di merxx .
                  L'ordine chi lo ha dato Biden ?
                  Pazzi perché la gente comune la pensa diversamente da quello che pensano i politici guerrafondai , sono una cricca al potere non votata da nessuno .

                  Di Maio sembra gli hanno fatto il lavaggio del cervello , hanno ragione a volerlo estromettere dal M5S .E' un corpo estraneo al MS , due anni fa parlava diversamente. Basta guardarlo in faccia che risponde a pappagallo come fosse rimbecillito .Un quaquaraqua .

                  https://www.ilfattoquotidiano.it/202...onale/6632257/

                  Di Maio dimentica che la NATO è una alleanza difensiva , non offensiva , che protegge gli appartenenti ad essa , ma l'Ucraina non appartiene alla NATO e nemmeno alla Europa , appartiene alla Russia . Inutile cercare scuse sciocche che possono fare quello che vogliono , lo facciano con i loro soldi e i loro mezzi non con i miei .

                  Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
                    io non dico che non lo faremo.
                    io dico che è follia.
                    Lo ripeti da mnesi. e da mesi io chiedo "QUALE ALTERNATIVA PROPONI?"!
                    E la risposta, se non ho capito male, è la solita fregnaccia del "avrebbero dovuto dialogare con Putin prima".!
                    E' FALSO!
                    Riguardati su internet la puntata di ieri sera del TG2 Dossier che fa il riassunto di tutta la storia pre-invasione russa! Comprese le CINQUE ore di colloquio faccia a faccia di Macron con Putin, le visite di Scholtz, i tentativi di dialogo del papa con l'imbecille ortodosso...
                    La Russai ci ha dichiarato GUERRA!
                    Punto!
                    Le conseguenze che temi NON si risolvono con le belle parole o le "previsioni" sul PIL in calo del 60% (non so sinceramente se l'ho scritto, ma nel caso intendevo il calo del 60% di entrate estere da esportazioi energetiche che la Russia ham anzi AVEVA, con l'Europa!
                    Se pure il calo del PIL russo fosse del 20% sarebbe un botta da centinaia di miliardi! Lo capite o no???
                    Tu pensi (o speri?? ) davvero che quei fondi glieli garantiranno la Cina e l'India?? Ma in che universo??
                    L'India ha come maggiore potenziale nemico la Cina e in secono piano la Russia. In secondo piano perchè ormai la Russia non fa pià paura a quasi nessuno (escludiamo le popolazioni euuropee spaventate dai missiloni),.
                    Se la Russia svende gas e petrolio per sopravvivere lo compreranno, certo. Ma se pensi che solo col traffico navale la Russia possa consegnare la stessa quota garantita da oleodotti e gasdotti verso l'Europa.... devi rifarti i calcoli!
                    In una guerra NON ci sono "vie alternative!
                    Vuoi la mia "ricetta alternativa"? Forse l'ho già detta, la ripeto!
                    1) EMBARGO toale ed immediato a ogni importazione di petrolio e gas russi! I problemi interni li gestisci con razionamento, aumenti, RdC a chi perde il lavoro e camminare! Economia DI GUERRA significa questo!
                    2) Approvazione immediata di una legge che riconosca una responsabilità economica in solido a qualsiasi comitato del NO e soprattutto a ogni partecipante, firmatario, simpatizzante ufficilamente delle richieste del comitato. Con possibilità per le aziende danneggiate da questi gaglioffi di rivalersi economicamente sugli stessi dei dannoi derivanti da ritardo se, per un qualche miracolo, si trovasse un TAR che da torto al succitato comitato!
                    3) La NATO impone una no fly zone su tutta l'Ucraina ad ovest della Dniepr con divieto di sorvolo per qualsiasi mezzo aereo a pena di abbattimento.
                    4) La NATO impone un corridoio navale sminato per permettere il funzionamente del porto di Odessa con chiara avvertenza che choiunque si intrometta andrebbe incontro a conseguenze "mai viste prima"!
                    E poi andiamo a vedere chi bluffa, ok?

                    Il panorama fa paura?
                    E allora accontentatevi di Draghi-Macron-Schultz che cercano di dare un colpo al cerchio e una alla botte e provano a convincere da una aprte Zelensly a discutere di cessioni territoriali e dall'altra Putin a rinunciare a proseguire una guerra che gli sta costando carissima!
                    Tanto l'Europa NON si dividerà!
                    Per ora gli unici che si dividono, come era facilmente prevedibile e previsto, sono semmai quelli che ieri ineggiavano proprio alla Russia come "partner privilegiato"! (M5s, i vice di Conte sullo strappo di Di Maio: "Punto di non ritorno. È un corpo estraneo che porta avanti una guerra personale" - Il Fatto Quotidiano).

                    Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                    Chi se ne frega lo dici tu , Ma non la gente comune ...
                    Mai negato! Del resto i sondaggi sono chiari!
                    Ma ti risulta che la gente comune sia mai stata favorevole a una guerra?? Specie se gente comune con un po' di benessere?? Pensi che i francesi nel 1939 non fossero contrari al 99% alla guerra??
                    E' servito ad evitarla?
                    No... chiedo per un amico eh!
                    Siete teneri con questa religione del "popolo sovrano". I popoli europei già decidono poco o nulla. Quello italiano anche meno.
                    Gigetto non "dimentica" proprio nulla. Semplicemente fa aprte di quelli che hanno capito la direzione degli eventi futura!
                    Ultima modifica di BrightingEyes; 19-06-2022, 12:29.
                    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                    Commenta


                    • La NATO impone ...
                      la NATO impone ...
                      Ma cosa impone?
                      Ma la NATO non è uno strumento difensivo che si innesca se un paese NATO è attaccato???
                      ma dove sta il paese NATO???
                      E giusto le parole di letta potevi sottoscrivere ...

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                        Siete teneri con questa religione del "popolo sovrano". I popoli europei già decidono poco o nulla. Quello italiano anche meno.
                        Gigetto non "dimentica" proprio nulla. Semplicemente fa aprte di quelli che hanno capito la direzione degli eventi futura!
                        No , Gigetto non ha capito na cippa . Gigetto tiene alla sua poltrona , punto e basta e avanza . Gigetto non ne capisce na cippa di politica estera , dove avrebbe studiato , dalle suore ...??
                        Gigetto ha subito semplicemente il lavaggio del cervello da parte di qualcuno che lo ha indottrinato su cosa doveva dire e cosa no , non è farina del suo sacco .
                        Gigetto dopo questa esperienza politica o cambia partito o è finito come politico .
                        Gigetto spera solo che questo governo continui sino alle prossime elezioni , dopo di che vai a quel paese Gigio ...

                        Poi ripeto tutto questo amore sviscerato verso questo paese Ucraina lo ritengo fuori luogo , inappropriato e controproducente per noi italiani . Non ne vedo i motivi ne pratici ,ne economici, ne storici .
                        Zelensky è ora solo un comico che non fa ridere , ma fa piangere il suo popolo ...
                        Ultima modifica di experimentator; 19-06-2022, 14:47.
                        Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                        Commenta


                        • SIAMOINGUERRACONLARUSSIA ?!?!?!?!

                          io no

                          ma per assurdo i militaristi "old style" che sono in guerra con la Russia riesco a capirli anche se non concordo con il loro pensiero, mi "piace" pure confrontarmi con loro
                          ivi compresi quelli che nel 2022 non hanno ancora capito che l'Unione Sovietica non esiste più

                          quelli veramente insopportabili sono i sedicenti "pacifisti" che ultimamente son stati presi dalla passione di esportare armi, questi si che mi fanno Schifo !

                          .................................................. .................................................. .........................

                          domanda sincera, l'unica che posso accettare:
                          " B_N_ sei sicuro che nel passato ci si fosse comportati "bene" "
                          anticipo la risposta
                          " no, anzi sono sicuro del contrario, l'esempio delle forniture all'Iran da parte dell'europa durante l'embargo è un fatto storico che TUTTI dovremmo studiare con accuratezza "
                          del resto sono convinto che i nostri nipoti scopriranno che durante l'embargo con la Russia non c'era scambio di grano, di acciaio, di petrolio, di ........... ma probabilmente l'unica cosa che si vende ancora a loro sono le armi
                          differenza buffa, da una parte si regalano mentre all'altra le si fanno pagare
                          ..... ai posteri l'ardua sentenza
                          poi qualcuno risponderà che "sicuramente non è vero", pazienza, saprò farmene una ragione
                          Ultima modifica di B_N_; 19-06-2022, 18:25.
                          ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
                          " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                            1) EMBARGO toale ed immediato a ogni importazione di petrolio e gas russi! I problemi interni li gestisci con razionamento, aumenti, RdC a chi perde il lavoro e camminare! Economia DI GUERRA significa questo!
                            2) Approvazione immediata di una legge che riconosca una responsabilità economica in solido a qualsiasi comitato del NO e soprattutto a ogni partecipante, firmatario, simpatizzante ufficilamente delle richieste del comitato. Con possibilità per le aziende danneggiate da questi gaglioffi di rivalersi economicamente sugli stessi dei dannoi derivanti da ritardo se, per un qualche miracolo, si trovasse un TAR che da torto al succitato comitato!
                            3) La NATO impone una no fly zone su tutta l'Ucraina ad ovest della Dniepr con divieto di sorvolo per qualsiasi mezzo aereo a pena di abbattimento.
                            4) La NATO impone un corridoio navale sminato per permettere il funzionamente del porto di Odessa con chiara avvertenza che choiunque si intrometta andrebbe incontro a conseguenze "mai viste prima"!

                            La prima opzione potrebbe essere percorsa, la seconda non saprei cosa dire, ammetto di non avere compreso la questione dei comitati del no. Anche perche' se il governo fosse forte, potrebbe semplicemente ignorarli i comitati. Ma non mi pronuncio. Le ultime due, mi pare difficilissimo, fatico a credere sia il BE che conosco a pensareuna cosa del genere. Sono davvero molto scettico per non dire altro. D'altra parte non abbiamo dichiarato guerra alla Russia. Poi ok, si puo' discettare di tutto, ma meglio restare con i piedi per terra.
                            [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                            Commenta


                            • ho letto una notizia interessante, c'è stata una grande vittoria dei contro i
                              gli hanno affondato una nave importantissima, veramente focale dice la stumpa itagliana ai gonzi, BEN 9.000 TONNELLATE !
                              suppongo che qualche volta abbiate preso un traghetto medio, andatevi a vedere il tonnellagio
                              evidente che frega nulla della dimensione in sè della nave, è importante invece come si sia distorcendo ogni informazione per creare odio anche laddove non esista, questo è veramente grave
                              ma ancor più grave che questo disseminare odio sia attuato soprattutto dai "pacifisti", se va avanti così tra un po' ci vedremo il papa kattolico che si presenta all'angelus vestito come Rambo
                              ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
                              " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                fatico a credere sia il BE che conosco a pensareuna cosa del genere. S.
                                È troppo evidente che a BE a volte gli hackerano l'account.
                                È troppo intelligente e preparato per scrivere ste baggianate.

                                Commenta


                                • Proviamo ad analizzare con i numeri e non con la pancia la situazione.
                                  NON è la guerra che ha reso insostenibili i prezzi di gas ed energia elettrica.

                                  La manovra speculativa sull’energia e sul gas è partita ben prima della guerra, il PUN medio :
                                  a dicembre 2021 era 281 €/MWh
                                  a maggio 2022 era 230 €/MWh
                                  a giugno (ancora in corso) siamo a 236 €/MWh

                                  Durante il primo mese di guerra siamo arrivati a 308 €/MWh (solo il 10% in più rispetto a dicembre).

                                  Dal 2013 ad inizio dello scorso anno il pun medio annuale ha viaggiato tra i 42 e i 63 €/MWh.
                                  Già prima della guerra il prezzo dell’energia era quintuplicato rispetto alla media degli ultimi 10 anni.

                                  Ammesso che domani mattina tutti si sveglino con la voglia di firmare un trattato di pace, avremmo comunque da gestire il problema energetico.
                                  Ultima modifica di JO GREEN; 20-06-2022, 05:23.
                                  FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                  Commenta


                                  • Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                    SIAMO in guerra con la Russia e stiamo attaccando con cosa possiamo (senza ricorrere ai carri armati, ovvio) mentre loro contrataccano con cosa possono!
                                    Abbiamo due visioni diverse. Tu sei convinto che siamo in guerra contro la Russia io sono convinto che (ancora) non lo siamo.
                                    Non è che questo cambia un granché il succo delle cose...
                                    Noi siamo diventati nemici della Russia ed in quanto tali stiamo facendo di tutto per aiutare un altro loro nemico, usandolo a modi scudo.
                                    Non abbiamo attaccato il nostro nemico in modo diretto e serio, né economicamente né militarmente, per la sola paura di farci male.


                                    Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                    Come già ti scrivevo NON ha grande importanza il lamento degli expy e dei suoi simpatizzanti!
                                    Bisognerebbe spiegargli che il vasto territorio Ucraino può concorrere o ad allargare i confini dell'UE, o ad allargare i confini della Russia. Siccome è chiaro che l'Ucraina è già stata conquistata dall'UE (e dall'occidente), ogni cmq di terreno conquistato dai Russi oggi, é un cmq in meno di potenziale territorio UE disponibile domani. Se vogliamo cedere parte del nostro territorio alla Russia basta non far nulla. Però se non facciamo nulla è anche probabile che altri Paesi seguano la stessa sorte dell'Ucraina. In definitiva bisognerebbe scegliere se permettere alla Russia di ricompattarsi puntando a riprendersi perte dei vecchi confini oppure continuare ad ambire a farceli nostri.







                                    "Il tempo è ciò che accade quando non accade nient'altro" [ R. Feynman ]

                                    Commenta


                                    • Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                                      Perche' se non facciamo nulla e' anche probabile che altri Paesi seguano la stessa sorte dell'Ucraina. In definitiva bisognerebbe scegliere se permettere alla Russia di ricompattarsi puntando a riprendersi perte dei vecchi confini oppure continuare ad ambire a farceli nostri.
                                      Qui casca l'asino.Cosa faremo? Io continuo a pensare che tenteremo di evitare lo scontro diretto. Questo al di la di sanzioni, pance molli, pensieri pacifisti, o pensieri guerrafondai o da quello che e' il mio punto di vista. In sintesi la Nato (o comunque nessun paese occidentale in autonomia) si muovera' di un millimetro a meno che non ci sia una risoluzione ONU. Se non c'e' quella, dubito fortemente ma tanto fortemente che si intervenga direttamente nel conflitto. Neanche per il grano. Le marine occidentali sono in grado di garantire corridoi sicuri via mare per Odessa e rotte varie? Certo, senza il minimo dubbio. Ma questo non vuole dire che lo faremo. Le nostre forze aeree e di terra, sono in grado di contrastare i russi e ricacciarli nei loro confini? Certo, non c'e' dubbio. Ma questo non vuole certo dire che lo faremo. A dispetto di come la si voglia pensare, non siamo in guerra con la Russia. Nessun Paese occidentale ha dichiarato guerra e nessuno della Nato e' stato attaccato. NON c'e' uno stato di guerra. Per poter vedere una nostra performance militare proattiva nel conflitto, o ci si infila ONU con una delle sue risoluzioni o si deve immaginare un attacco Russo a qualche Paese Nato che costringa all'intervento. In caso contrario le patte resteranno ben chiuse, il tutto si limitera' ai soliti discorsi da due soldi e le risibili comparsate tv dei vari Letta, Salvini, e chi volete voi, cambia nulla di nulla. Il tutto replicato nei vari paesi UE. A livello politico,proporranno vertici, "affronteranno" problemi energia, ipotizzeranno possibili scenari per contenere la crisi, ricerca nuovi partner, passando per il grano, e anche qui, quel che volete voi. Il solito inutile circo in attesa di qualche evento che ci eviti casini troppo grossi.
                                      Ultima modifica di fedonis; 20-06-2022, 06:19.
                                      [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                      Commenta


                                      • Forse avrebbe avuto senso approfittare dei termosifoni spenti per compiere 2 operazioni:
                                        “FV diffuso” su ogni tetto
                                        un mese di vero embargo per il gas russo.

                                        Se aspettiamo di fare i mega-impianti non ne usciamo: tempi tecnici per espletare gare d’appalto, ammodernamento della rete (altre gare per scavi e sostituzione cavi).

                                        Piuttosto che puntare su pochi impianti da 20 kWp, avrei fatto un superbonus FV per installare velocemente tanti piccoli impianti.
                                        Senza bisogno di riunioni condominiali e ammodernamenti della rete (entrambi ci fanno perdere tempo prezioso) .

                                        Insomma non una grande lampada per illuminare una stanza, ma tante piccoli led che da soli illuminerebbero poco,’ma tutti insieme illuminano la stanza in ogni angolo.

                                        Ogni condomino può installare sulla propria falda un FV pari alla potenza installata del suo contatore senza far richieste al condominio.
                                        Ovviamente rispettando i millesimi a disposizione.
                                        Il contributo dovrebbe coprire anche i lavori di tinteggiatura delle parti comuni in cui passeranno i cavi. Prezzi già stabiliti.
                                        Come si è fatto per gli impianti sopra i 20 kWp, il RID con cui cedi l’energia al GSE sarà di 6 cents/kWh.
                                        Considerando che hai l’impianto gratis, mi sembra un sacrificio sopportabile.

                                        Così si abbassa il prezzo medio dell’energia elettrica e almeno in primavera ed estate evitiamo di usare il gas per fare energia elettrica.
                                        Avremmo riempito più velocemente gli stoccaggi per affrontare serenamente l’inverno (perché in inverno il “FV diffuso” è solo un aiutino).
                                        FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                        Commenta


                                        • Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                                          Bisognerebbe spiegargli che il vasto territorio Ucraino può concorrere o ad allargare i confini dell'UE, o ad allargare i confini della Russia. Siccome è chiaro che l'Ucraina è già stata conquistata dall'UE (e dall'occidente), ogni cmq di terreno conquistato dai Russi oggi, é un cmq in meno di potenziale territorio UE disponibile domani. Se vogliamo cedere parte del nostro territorio alla Russia basta non far nulla. Però se non facciamo nulla è anche probabile che altri Paesi seguano la stessa sorte dell'Ucraina. In definitiva bisognerebbe scegliere se permettere alla Russia di ricompattarsi puntando a riprendersi perte dei vecchi confini oppure continuare ad ambire a farceli nostri.
                                          Ma che bel ragionamento !?... ma siamo tornati ai tempi delle conquiste napoleoniche o della GB ? ...
                                          Quindi critichiamo la Russia , ma vorremmo fare peggio della Russia ... che bella morale .

                                          In primis l'Ucraina non è mai stata europea è sempre stata della Russia da tempi immemorabili prima degli zar , se poi parliamo della Crimea e del Donbass quelli sono specificatamente abitati da Russi .
                                          La Russia ha tutto il diritto di richiederli ed occuparli , sono suoi .

                                          Se vogliamo cedere parte del nostro territorio alla Russia basta non far nulla.

                                          Quelli non sono tuoi territori , ma sono territori della Russia , con quale diritto vorresti conquistarli e poi cosa ci vorresti fare la casa per le vacanze ?
                                          E poi chi dovrebbe andare ad abitarci noi italiani o i tedeschi ? Chi ?
                                          Ci sono tante terre abbandonate in Sicilia , se vuoi un pezzo di terra vieni qui a poco prezzo lo trovi ed il clima è buono tutto l'anno . In Ucraina l'inverno fa freddo e c'è la neve ...

                                          Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                          Commenta


                                          • Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
                                            Ogni condomino può installare sulla propria falda un FV pari alla potenza installata del suo contatore senza far richieste al condominio.
                                            Ovviamente rispettando i millesimi a disposizione.
                                            Il contributo dovrebbe coprire anche i lavori di tinteggiatura delle parti comuni in cui passeranno i cavi. Prezzi già stabiliti.
                                            Bisogna favorire anche i piccoli impianti di casa propria di 3-kW o più , basterebbe anche solo abbattere l'IVA sul costo complessivo dell'impianto .
                                            Bisognerebbe consentire anche gli impianti condominiali nelle terrazze adibite ad uso esclusivo , in poche parole se qualcuno non vuol contribuire viene escluso , ma comunque l'impianto deve poter essere fatto .
                                            Altro sistema consentire l'uso di tettoie FV per il parcheggio auto nei condomini ed aree private , vedrete come avremmo meno bisogno del gas russo , tutto green ed ecologico contro il riscaldamento climatico . Basta la volontà politica di fare leggi ad hoc .
                                            Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                            Commenta


                                            • Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
                                              La NATO impone ...
                                              la NATO impone ...
                                              Ma cosa impone?
                                              Ma la NATO non è uno strumento difensivo che si innesca se un paese NATO è attaccato???
                                              ma dove sta il paese NATO???
                                              E giusto le parole di letta potevi sottoscrivere ...
                                              Ma infatti ho scritto che quella sarebbe la MIA idea!
                                              Ma hai ragione. La NATO, essendo difensiva e dovendo ottenere l'unanimità di tutti i membri per le sue decisioni non imporrà nulla di quello che propongo!
                                              Che fortunaccia che avete eh?
                                              Ciò comunque non toglie che le stesse decisioni non possano essere assunte da uno o più paesi attaccati (economicamente, si. Non ci hanno bombardato lo so) dalla Russia e che ora sono abbastanza sull'orlo!
                                              Leggiti bene cosa dice questo generale inglese: I due eserciti sono a pezzi. Ma Londra lancia l'allarme. "Pronti alla guerra in Ue" (msn.com) e risparmiami i commenti imbufaliti! Cosa decidessero di fare UK, USA, Polonia e baltici (e ora pure la Svezia si sta allineando alla linea "duretta"...) NON lo decidiamo nè controlliamo noi. Non più! Non è un mio auspicio eh! Mi limito a segnalare un possibile percorso futuro.
                                              Voi consolatevi con le poderose avanzate di Putin nel Donbass (appropprosito... ma non dovevano avere Severodonietsk nelle mani tre settimane fa??), ma auguratevi che una volta preso questo mirabolante pezzo di terra ormai ex-ucraino decida di fingere di avere vinto e accetti di dialogare.
                                              Ma anche se andasse così (e sarebbe lo scenario di gran lunga migliore) tutto questo non cambierà di una virgola il percorso delle sanzioni e quindi dell'azione di distacco totale dalle importazioni russe! Però una pace o meglio un cessate il fuoco in Ucraina potrebbe garantirci un distacco graduale senza necessità di misure draconiane nelle nostre economie illusoriamente "avanzate".

                                              Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                              La prima opzione potrebbe essere percorsa, la seconda non saprei cosa dire, ammetto di non avere compreso la questione dei comitati del no. Anche perche' se il governo fosse forte, potrebbe semplicemente ignorarli i comitati. Ma non mi pronuncio. Le ultime due, mi pare difficilissimo, fatico a credere sia il BE che conosco a pensareuna cosa del genere. Sono davvero molto scettico per non dire altro. D'altra parte non abbiamo dichiarato guerra alla Russia. Poi ok, si puo' discettare di tutto, ma meglio restare con i piedi per terra.
                                              Ripeto che era una mia, personalissima, ipotesi.
                                              So da me che sono TUTTE ipotesi irrealizzabili. Le prime due cozzano con la necessità politica di mantenere il consenso. Ce li vedo gli expy di tutta Italia votare per chi dice "siamo coerenti, via da subito gas e petrolio e razioniamo... fatevene una ragione", oppure a sentenziare "si fa così e chissenefrega del comitato dei locali".

                                              Si ce li vedo proprio!
                                              Le ultime due non sono percorribili dalla NATO, ovvio (ma secondo me NON è affatto detto che in base a come si comportasse la Russia in caso di cedimento del fronte ucraino altri paesi, nella NATO o meno, le adottino da sè).
                                              Era solo per far capire che non tutti in Europa sono ipnotizzati dal pericolo nucleare o angosciati dalle prospettive economiche e che la Russia NON ha ALCUNA possibilità reale di ottenere cedimenti sventolando i missili o tagliando il gas. Otterrà solo reazioni sempre più "abbaianti"! Non illudiamoci!
                                              Perchè "fatichi a capire"? Pensi che voglia mandare i nostri figli a combattere sul Don per vendicare l'onta della WWII??
                                              No, affatto! Solo che IO continuo a pensare che il modo di gran lunga MIGLIORE di difendere noi, i nostri figli e il nostro modo di vivere sia far capire chiaramente a chi dovesse illudersi di poterci far "sparire" (vedi Medvedev) che la cosa potrebbe costargli molto, molto, molto cara!
                                              E ripeto che non sono MAI stato convinto che le tantissime iniziative di disarmo, dialogo, famo i bravi, denuclearizziamo, ecc. ecc. siano garanzia più elevata di pace!
                                              Proprio per nulla!

                                              atomax Non mi lascia quotare, non so perchè. ti rispondo così.
                                              Come vedi non sono solo io a pensare che ci sia di fatto una guerra in corso. La Russia come dici giustamente è ormai considerata di fatto "nemica". Non l'attacchiamo non per "non farci male". Semmai sono LORO che non attaccano perchè si sarebbero fatti MALISSIMO!
                                              Non attacchiamo perchè le democrazie occidentali, checchè ne pensino molti, sono molto riluttanti ormai a fare guerre vere. Ma la guerra economica, chiamiamola pure "operazione economica speciale" se preferisci, è ormai esplosa ed andrà avanti fino alla sconfitta di uno dei due o a un nuovo equilibrio mondiale. Inutile illudersi.
                                              Sul resto concordo. Questa era per la Russia anche una prova per testare la reazione occidentale e europea in primis. Certamente se lo lasciamo fare "alla expy" illudendoci che in fondo è un bravo ragazzo e i russi sono nostri amici ci ritroveremo molto presto a pentircene.
                                              E rispondo indirettamente anche a chi, come B_N_, continua a considerare una posizione di opposizione decisa, seppure non violenta, alla Russia come "guerrafondaia".
                                              NON è così!!
                                              La Storia insegna che sono spesso le posizioni più facilonamente "pacifiste" a portare a vere guerre!
                                              Qui io non ho cambiato idea da febbraio! Per me il vero rischio di un allargamento del conflitto si può avere in due casi:
                                              1) Un cedimento russo con l'Ucraina che riconquista molto territorio e crea forte imbarazzo e timore per i confini russi. Ipotesi per me surreale. Non succederà.
                                              2) Un cedimento ucraino che permetta un dilagare russo fino alla Dniepr o addirittura a Kiev. Molto più realistico (anche se per me difficile) e molto pericoloso per la reazione occidentale.
                                              La situazione migliore e più "pacifista" resta quella, cinica certo e poco me ne importa, di lasciare che siano gli ucraini a macellare più russi possibile, anche se nel farlo avranno forti perdite. E aiutarli per quel che si può con una certo ipocrita, ma ora utile e necessaria, "guerra per procura".
                                              Quindi io accetto e rispetto tutte le idee. Per te non siamo in guerra... ok! Per me si, ma alla fine cambia poco. Entrambi ci auguriamo che la situazione non degeneri in modo peggiore.
                                              Ma i guerrafondai sono da cercare da altre parti, semmai.
                                              Ultima modifica di BrightingEyes; 20-06-2022, 08:42.
                                              “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                              Commenta


                                              • Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                                Ma infatti ho scritto che quella sarebbe la MIA idea!
                                                Ma hai ragione. La NATO, essendo difensiva e dovendo ottenere l'unanimità di tutti i membri per le sue decisioni non imporrà nulla di quello che propongo!
                                                Che fortunaccia che avete eh?
                                                Io credo che la fortunaccia sia un po di tutti.


                                                Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                                Ciò comunque non toglie che le stesse decisioni non possano essere assunte da uno o più paesi attaccati (economicamente, si. Non ci hanno bombardato lo so) dalla Russia e che ora sono abbastanza sull'orlo!
                                                Leggiti bene cosa dice questo generale inglese: I due eserciti sono a pezzi. Ma Londra lancia l'allarme. "Pronti alla guerra in Ue" (msn.com) e risparmiami i commenti imbufaliti! Cosa decidessero di fare UK, USA, Polonia e baltici (e ora pure la Svezia si sta allineando alla linea "duretta"...) NON lo decidiamo nè controlliamo noi
                                                Perdonami ma non scopri l'acqua calda.
                                                Ti sei dimenticato di mettere gli USA in quella lista, ma se fosse per loro sarebbero scesi in campo gia 3 mesi fa.


                                                Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                                Non più! Non è un mio auspicio eh! Mi limito a segnalare un possibile percorso futuro.
                                                Voi consolatevi con le poderose avanzate di Putin nel Donbass (appropprosito... ma non dovevano avere Severodonietsk nelle mani tre settimane fa??),
                                                Ma non credere alla propaganda. Quel terreno gli ucraini lo hanno riconquistato 10gg fa.

                                                Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                                ma auguratevi che una volta preso questo mirabolante pezzo di terra ormai ex-ucraino decida di fingere di avere vinto e accetti di dialogare.
                                                A dialogare bisogna essere in 2.
                                                Putin avrebbe gia dialogato, ma zielenski non vuole farlo ... finche lo ungono lui non lo farà mai.


                                                Commenta


                                                • Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
                                                  Forse avrebbe avuto senso approfittare dei termosifoni spenti per compiere 2 operazioni:
                                                  “FV diffuso” su ogni tetto
                                                  un mese di vero embargo per il gas russo.
                                                  E in quel mese con cosa riempiamo gli stoccaggi?
                                                  In un inverno meteorologicamente normale occorrono quasi 330 mln di mc di gas al giorno all'Italia. In una estate meteorologicamente normale circa 145 mln.
                                                  Le reti di interconnessione hanno un limite fisico alla capacità trasportabile. D'inverno bisogna attingere per forza dagli stoccaggi.
                                                  Per quanto riguarda il FV domestico, pur coprendo i 410 km2 di tetti delle abitazioni disponibili e accumulando il 100% di quell' energia prodotta, si arriverebbe a coprire il 62% del fabbisogno energetico di quel solo settore, pari a circa 65 TWh (senza considerare un eventuale incremento della mobilità elettrica).
                                                  Rimarrebbero da coprire altri 230 TWh del settore industriale e terziario (l'agricolo lo trascuro).
                                                  Con ciò non voglio dire che è inutile fare il FV sui tetti delle case, ma che i tempi per farlo sono estremamente lunghi se comparati a quelli che servirebbero per rispondere a questa emergenza.
                                                  Serve tempo, molto tempo. E serve diversificare anche le fonti rinnovabili il più possibile. Servono dighe, eolici, fotovoltaici, nucleare, accumulatori, ecc... Senza passiamo solo dalla dipendenza di un Paese a quella di un altro...
                                                  "Il tempo è ciò che accade quando non accade nient'altro" [ R. Feynman ]

                                                  Commenta


                                                  • JO GREEN "...Ammesso che domani mattina tutti si sveglino con la voglia di firmare un trattato di pace, avremmo comunque da gestire il problema energetico..." Bravissima! Esatto!
                                                    La crisi dei prezzi NON deriva dalla guerra. Quella certo non aiuta, ma c'era già! Ed era in gran parte dovuta alle oscillazioni e conseguente speculazione che la ripresa post-pandemia sta(va) determinando!
                                                    Ora abbiamo un secondo problema. Certo. La relativa e temporanea penuria di fonte energetica che sarà determinata dal "duro contenzioso" (diciamo così....) fra Russia e Europa che NON si esaurirà con un cessate il fuoco in Ucraina.
                                                    E noi faremmo bene a evitare di coltivare illusioni di ritorno a uno status quo precedente ormai irrealistico e cominciare a pensare al futuro con DUE pilastri ben chiari in testa:
                                                    1) Comunque vada in Ucraina l'aggressione russa dimostra chiaramente che l'Europa intera dovrà dotarsi di adeguati strumenti di deterrenza militare. Abbiamo un NEMICO ai confini e occorrerà investire in difesa. Armi nucleari tattiche (le uniche davvero utilizzabili) montate su vettori non intercettabili (F35 o missili ipersonici) COMPRESE!
                                                    2) Comunque vada in Ucraina occorrerà ripensare profondamente la politica energetica strategica nazionale. Nel breve-medio periodo importando cosa verrà a mancare dalla Russia (e PAGANDOLO quello che ci chiederanno, esatto). Nel lungo investendo stavolta seriamente nella produzione nazionale. Se da FER al 100% meglio. Sperando magari che nel frattempo all'Iter si diano una vera smossa, magari cominciando anche a evitare di garantire lauti stipendi a frotte di ricercatori placidi nelle loro tempistiche "sicure" e iniziando a porre deadline precise e pretendendo risultati in tempi non "pensionistici"!
                                                    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                                    Commenta


                                                    • Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                                                      Ma che bel ragionamento !?...
                                                      Non è un ragionamento, sono i fatti.

                                                      Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                                                      ma siamo tornati ai tempi delle conquiste napoleoniche o della GB ? ...
                                                      Innanzitutto devi chiederlo a Putin, poi vai da Biden e infine vieni a chiederlo ai rappresentati politici dell'UE.

                                                      Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                                                      In primis l'Ucraina non è mai stata europea è sempre stata della Russia da tempi immemorabili prima degli zar...
                                                      Anche la Turchia 2000 anni fa era Romana. Le cose prima o poi cambiano.

                                                      Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                                                      Quelli non sono tuoi territori , ma sono territori della Russia , con quale diritto vorresti conquistarli e poi cosa ci vorresti fare la casa per le vacanze ? ...
                                                      Guarda, forse non hai capito bene, io personalmente non vorrei conquistare proprio nessuno!
                                                      Io critico le modalità di difesa/attacco che abbiamo e stiamo utilizzando.
                                                      Critico il voler adottare misure di emergenza solo dove si vuole e si può, continuando con il BAU dove la politica ha paura di forzare la mano e dove non vuole, per stolta ideologia ed interessi, fare una temporanea marcia indietro.

                                                      "Il tempo è ciò che accade quando non accade nient'altro" [ R. Feynman ]

                                                      Commenta


                                                      • Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
                                                        Io credo che la fortunaccia sia un po di tutti.
                                                        Dici? E' una tua idea. Io preferirei una posizione più all'inglese per avere meno ansie. Ma sono opinioni.

                                                        Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
                                                        Ti sei dimenticato di mettere gli USA in quella lista, ma se fosse per loro sarebbero scesi in campo gia 3 mesi fa.
                                                        Leggi meglio. Li ho messi. Ma dovresti informarti meglio. Gli USA sono fra i meno entusiasti di intervenire. Sperano (e hanno ragione) che siano gli europei stavolta a togliere loro le castagne dal fuoco. Si limitano a rifornire pesantemente gli ucraini così che i russi si dissanguino meglio.

                                                        Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
                                                        A dialogare bisogna essere in 2.
                                                        Putin avrebbe gia dialogato, ma zielenski non vuole farlo ... finche lo ungono lui non lo farà mai.
                                                        Si, ecco. "Putin avrebbe già dialogato".
                                                        Direi che questo spiega tutto...

                                                        Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                                                        Basta la volontà politica di fare leggi ad hoc .
                                                        Sono ricette del tutto inutili. Mettere 3kv sul tetto senza accumulo, senza rete intelligente, senza possibilità di modulare la produzione non serve a un'emerita cippa.
                                                        Intendiamoci... tutte cose utilissime, giuste, benedette!
                                                        Ma se stiamo parlando di come surrogare la perdita delle importazioni energetiche russe sono del tutto inutili.
                                                        Le FER a breve non surrogheranno granchè. Per i prossimi due anni, forse di più serviranno importazioni alternative e con ogni probabilità un inverno di grave criticità, con blackout programmati, razionamento, misure drastiche e certo sofferenza economica pesante.
                                                        Per il resto scrivi le solite sciocchezze. L'Ucraina NON è MAI stata "russa". E comunque ORA è uno stato indipendente e neutrale che NON può essere annesso con la forza da nessuno.
                                                        Le tue sono sciocchezze propagandistiche che si bevono a ettolitri quelli che poi mi parlando di "propaganda" se scrivo che la Russia è in grave difficoltà nel portare avanti quel suicidio di guerra che ha iniziato!
                                                        Ora, da un iniziale panorama previsto di truppe russe che avanzavano senza resistenza da 4 o 5 parti a chiudere l'Ucraina in una morsa ferrea siamo passati e esaltare come "vittoria" la faticosissima conquista di una cittadina di meno di 100.000 abitanti che si trascina da un mese! Con perdite russe che sono ormai altissime. Nonostante una superiorità nettissima di mezzi corazzati (5 a 1 circa), di artiglieria (10 a 1), di superiorità aerea (incontrastata o quasi) l'avanzata (innegabile e ci mancherebbe!) è lentissima e molto costosa.
                                                        Inoltre io NON ho cambiato idea! La penuria di mezzi è evidente, anche con il supporto occidentale, ma il fattore umano gioca tuttora a favore ucraino. Le dimensioni dell'esercito ucraino continuano ad aumentare. E anche se è verissimo che il nucleo duro dei professionisti è schierato da tempo in Donbass e in gravi difficoltà è altrettanto vero che gli ucraini riescono ancora a ruotare le unità con riserve crescenti. Mentre in Russia, nonostante le campagne per l'arruolamento volontario e la coscrizione obbligatoria estesa, la penuria di combattenti addestrati comincia a farsi sentire seriamente.
                                                        Questo NON significa che "l'Ucraina vincerà"! Questa è una sciocchezza!
                                                        Significa però che siamo in una fase critica ANCHE (per me soprattutto) per la Russia! Che sta scommettendo un capitale sulla possibilità che l'Ucraina ceda velocemente. E le dichiarazioni sempre più nervose e minacciose dell'entourage di Putin lo dimostrano!
                                                        Ultima modifica di BrightingEyes; 20-06-2022, 09:53.
                                                        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                                        Commenta


                                                        • Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio

                                                          Bisogna favorire anche i piccoli impianti di casa propria di 3-kW o più
                                                          Era proprio ciò che proponevo che non risolve completamente ma aiuta.
                                                          Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                                                          l'Ucraina non è mai stata europea è sempre stata della Russia da tempi immemorabili prima degli zar
                                                          Se la mettiamo così, la Sicilia è stata per un bel periodo araba.
                                                          Molte parole in dialetto di uso comune (cassata, mischinu, taliare ecc.) derivano proprio dall’arabo.
                                                          Non per questo riterrei giusto che domani possa essere riconquistata dagli arabi…
                                                          Molti territori facevano parte di imperi che oggi non esistono più e sono Stati autonomi e hanno tutto il diritto di rimanere tali.
                                                          FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                                          Commenta


                                                          • Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                                            La Storia insegna che sono spesso le posizioni più facilonamente "pacifiste" a portare a vere guerre!
                                                            Qui io non ho cambiato idea da febbraio! Per me il vero rischio di un allargamento del conflitto si può avere in due casi:
                                                            1) Un cedimento russo con l'Ucraina che riconquista molto territorio e crea forte imbarazzo e timore per i confini russi. Ipotesi per me surreale. Non succederà .
                                                            2) Un cedimento ucraino che permetta un dilagare russo fino alla Dniepr o addirittura a Kiev. Molto più realistico (anche se per me difficile) e molto pericoloso per la reazione occidentale.
                                                            La situazione migliore e più "pacifista" resta quella, cinica certo e poco me ne importa, di lasciare che siano gli ucraini a macellare più russi possibile, anche se nel farlo avranno forti perdite. E aiutarli per quel che si può con una certo ipocrita, ma ora utile e necessaria, "guerra per procura".
                                                            Quindi io accetto e rispetto tutte le idee. Per te non siamo in guerra... ok! Per me si, ma alla fine cambia poco. Entrambi ci auguriamo che la situazione non degeneri in modo peggiore.
                                                            Ma i guerrafondai sono da cercare da altre parti, semmai.
                                                            Diciamo che finche' le cose andranno avanti per qualche tempo cosi' riusciremo a guadagnare tempo per la questione energetica e per prepararci ad un eventuale situazione di vero conflitto. Vero e' che come dici, le posizioni pacifiste hanno sempre portato grandi casini. Basta guardare (in piccolo) la politica interna. La storia si ripete sempre, cambiano epoche e personaggi, ma i meccanismi sono quelli. Non siamo in guerra aperta e dichiarata ovviamente, ma abbiamo a che fare con un Paese ostile. I motivi li tralascrei, perche' poi si sconfina nelle opinioni, mi pare un esercizio inutile. Perche' se e' vero che i fatti sono fatti, e' anche vero che a determinati fatti, si da una interpretazione soggettiva. Personalmente immagino che un intervento occidentale armato in questo stato di cose sia fuori discussione. Tuttavia credo si possa ipotizzare che, a fronte della sempre piu' vicina crisi alimentare, l'Onu possa decidere di intervenire, e quantomeno per facciata, alcuni Paesi che porrebbero il veto potrebbero addivenire a piu miti consigli. A quel punto, in caso di risoluzione ONU, le cose potrebbero prendere tutta altra piega ed un intervento quale una no fly zone e un intervento per il grano non lo vedo poi cosi' remoto. Sempre che nel frattempo non sia marcito tutto, dato che gia' 15 giorni or sono paventavano questa possibilita'. Per farla breve, ti devi sempre approcciare con un certo tatto , ma con la consapevolezza che, alle brutte situazione, hai la possibilita' di tirare un sonoro schiaffone. Certo, c'e' sempre il rischio di un colpo di coda nucleare, ma non e' che ci sia molto da scegliere in alcuni momenti. Sicuramente non e' una situazione semplice, anzi. Non si puo' liquidare con faciloneria un Paese che a torto o ragione(soprassiedo) ha una serie di rimostranze, esplicitate con una operazione militare che di fatto e' un conflitto, nei confronti del vicino di casa. Paese che purtroppo ha un arsenale nucleare di tutto rispetto. E non serve vi dica io che non e' l'esplosione il problema, e' il contorno a posteriori, consistente negli effetti a lungo termine che preoccupano. Non ci coltivi piu' per generazioni..
                                                            Ultima modifica di fedonis; 20-06-2022, 10:12.
                                                            [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                            Commenta


                                                            • Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                                                              E in quel mese con cosa riempiamo gli stoccaggi?
                                                              In un inverno meteorologicamente normale occorrono quasi 330 mln di mc di gas al giorno all'Italia. In una estate meteorologicamente normale circa 145 mln.
                                                              Avremmo fatto come stiamo facendo in questi giorni in cui dalla russia arriva solo il 50% dei volumi previsti: contenere i consumi e arrangiarsi con ciò che arriva da altri fornitori.

                                                              Maggio, con riscaldamenti e condizionatori spenti, sarebbe stato il mese ideale per un embargo totale e saremmo stati in una posizione negoziale di forza.

                                                              Sono consapevole che il FV diffuso su edifici residenziali e aziende private non sia LA soluzione ma potrebbe essere un intervento realizzabile in tempi relativamente brevi che va a recuperare parte delle importazioni perse.
                                                              A questo devi affiancare strategie a breve, medio e lungo termine.

                                                              In seconda lo vedrei bene anche su scuole, ospedali, caserme, alberghi, circoscrizioni ma parlando di pubblico i tempi si allungano…

                                                              La mia ansia è che ci si accontenti di passare da una dipende all’altra, senza metter davvero mano al problema.
                                                              FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X
                                                              TOP100-SOLAR