annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Allegriaaa

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
    Ma in ogni caso qualcosa deve essere fatta altrimenti spenderemo molti piu soldi per "aggiustare" quello che la natura distruggerà ...
    Si, su questo credo siamo tutti d'accordo. E' sul "cosa" deve essere fatto che le opinioni divergono!
    Io ho una mia, non felicissima ammetto, teoria. Che si rifà alle evidenze medico-scientifiche. Ogni coltura batterica può essere tenuta sotto controllo da una serie di fattori inibenti la crescita. La colonia aumenta e decresce "per lisi" gradualmente e in modo periodico. Un po' sale e un po' scende.
    Se però i batteri si ingegnano (paragone forzato per far capire, ovvio) e trovano soluzioni che pian piano riducono i fattori inibenti... il "benessere" della colonia aumenta esponenzialmente... fino al punto in cui si arriva all'esaurimento delle risorse (che è velocissimo alla fine) e si ha la caduta "per crisi".
    Trasferendo al molto più complesso campo umano... la sopravvivenza naturale umana era sempre soggetta a periodi di crescita/decrescita "per lisi". Dovuta a fattori di abbondanza o carenza di cibo, malattie, clima, ecc.
    La tecnologia ha permesso a UNA PARTE della popolazione umana di affrancarsi da molte di queste problematiche, con alcune contropartite che bilanciano approssimativamente le cose.
    In parole povere i paesi ricchi hanno molti di questi benefici, ma ne pagano un prezzo in salute e potenzialità riproduttive. Insomma non ci moltiplichiamo più molto, ma invecchiamo, siamo più deboli immunitariamente e meno "aggressivi" socialmente.
    I paesi in via di sviluppo hanno bruciato impetuosamente le tappe e in pochi decenni hanno raggiunto la POSSIBILITA' di un benessere discreto, ma che ha un costo energetico molto elevato.
    I paesi davvero poveri sono più in ritardo, ma si stanno accodando al treno.
    I paesi ricchi non rinunciano nè rinunceranno all'enorme consumo energetico necessario al benessere.
    I paesi in sviluppo rinunceranno ancor meno, in quanto oltre a partire da un livello di benessere più basso hanno anche la giustificazione morale del "voi lavete fatto prima ora non potete impedirlo a noi".
    Ma i paesi in sviluppo NON sono già in una fase di sviluppo sociale e riproduttivo stagnante! Lo so (me lo hanno ripetuto in decine in questi anni anche solo sul forum!!) che il migliore antidoto alla sovrappopolazione è lo sviluppo economico e che gli umani si assestano da sè... ecc. ecc.
    Ma qui il problema è dovuto alla DERIVA di "assestamento" di questi problemi.
    Cina e India si saranno pure assestate, ma i miliardi di esseri umani che ospitano, anche se sono quasi (quasi...) stabili nella crescita demografica in realtà hanno enormi differenze di accesso ai servizi e benessere in genere! E solo in quei paesi lo sforzo per portare benessere a tutti richiede e richiederà quantità di energia sempre maggiori!
    Non parliamo dei paesi in forte crescita dove la spinta demografica è ancora fortissima! La Nigeria presto sarà un gigante demografico seppure non economico.
    In questo panorama a me sembrava evidente già 15 anni fa e il prosieguo non fa che confermarmi la convinzione, che l'umanità non può che avviarsi a una decrescita "per crisi". E vista la disponibilità di armamenti e la sempre minore ritrosia ad utilizzarli... ho anche qualche idea sulle possibili vie per "aggiustare"!
    Questo trascurando la possibilità di una VERA pandemia (non lo scherzetto Covid che uccideva di fatto solo anziani e malati) che imponga tassi di letalità superiori al 10% o anche 20% e su cui la medicina moderna, come si è ampiamente capito credo, può tanto, ma non tantissimo eh!!

    Insomma io non mi preoccuperei più di tanto di inventare "soluzioni". Ci penserà la stupidità umana o Gaia!
    Mi preoccuperei di tentare di tenere il più possibile i guai fuori dalla porta di casa. NON di risolverli!
    Parlando del solo settore energetico la mia proposta di 15 anni fa è quella che poi hanno seguito gli USA. AUTOPRODUZIONE di tutto il possibile.
    Produzione agricola compresa, ovvio! Non possiamo permetterci di avere una percentuale di terreno che resta incolto perchè "non è più remunerativo" coltivarlo! Servono politiche (la prima è quella dell'AGRIENERGIA che offre una sinergia economica fra produzione da FV e agricoltura tradizionale!) e che sono la declinazione un pelo meno naif delle proposte di Expy sugli orti e gli alberi da frutto.
    Insomma capire che stiamo ormai rischiando il collo e prepararci, invece di fantasticare improbabili ricette per "salvare" un mondo su cui ormai non abbiamo più alcuna influenza! E che dopo la crisi ucraina ci considererà pure meno...


    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

    Commenta


    • Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
      Servono politiche (la prima è quella dell'AGRIENERGIA che offre una sinergia economica fra produzione da FV e agricoltura tradizionale!) e che sono la declinazione un pelo meno naif delle proposte di Expy sugli orti e gli alberi da frutto.
      https://www.reteagevolazioni.it/parc...rco-agrisolare qualcosa si sta muovendo ma mi sembra in versione “light”
      FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

      Commenta


      • Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
        Produzione agricola compresa, ovvio! Non possiamo permetterci di avere una percentuale di terreno che resta incolto perchè "non è più remunerativo" coltivarlo! Servono politiche (la prima è quella dell'AGRIENERGIA che offre una sinergia economica fra produzione da FV e agricoltura tradizionale!) e che sono la declinazione un pelo meno naif delle proposte di Expy sugli orti e gli alberi da frutto.
        Insomma capire che stiamo ormai rischiando il collo e prepararci, invece di fantasticare improbabili ricette per "salvare" un mondo su cui ormai non abbiamo più alcuna influenza! E che dopo la crisi ucraina ci considererà pure meno...
        sono d'accordissimo con tutto quello che hai scritto. Tutto!!!
        una nota di elogio in particolare su questo punto che ho quotato.
        In tempi non sospetti ante guerra(forse era ottobre dell'anno scorso), avevo visto un servizio che parlava della produzione del grano.
        C'èra un imprenditore pugliese che diceva che il prezzo del grano stava aumentando e cosi riuscivano a stare in piedi, ma fino a qualche mese i costi di produzione del grano erano il doppio rispetto al valore del grano stesso.
        E mi domandavo: ma il costo del grano quanto impatta sulla trasformazione del grano in farina, o in pasta, o in pane,etc?
        ma se domani un kg di pasta o di farina costasse 20c in piu al kg ... facciamo 60euro l'anno qualche cittadino andrebbe fallito?
        Perche noi che abbiamo una fortuna pazzesca ad avere un bel clima (speriamo che duri ... anche se la situazione sta scricchiolando) dobbiamo importare il grano dal canada/russia/ucraina? e far fare al gran sto giro del mondo creando inquinamento?
        Non sarebbe meglio spendere questi 60 euro per prendere il nostro grano?(e a limite aiutare le persone che non ce la possono fare a comprarlo con aiuti di stato)
        Io credo che tanti di questi problemi dipendano da scelte scellerate dell'europa.
        Come le quote di produzione (che avrebbero un senso se fosse un europa vera e nazione) o con il fatto di poter dire "fatto nella comunita europea" ma che poi di europeo potrebbe non avere nulla (avevo visto un servizio sull'olio che arrivava dall'africa in portogallo e rimarchiato europeo).
        e ho parlato di grano ma potrei parlare di pomodori o altro.
        Perche io italiano devo trovare al mercato il pomodoro fatto in tunisia?
        E passando all'energia a noi ci è sempre mancato un piano trentennale sull'energia.
        Ricordo Beppe grillo, che stimavo molto prima dell'ingresso in politica e che seguivo nei suoi spettacoli diceva, "il giappone ha un piano quarantennale sull'energia e noi non sappiamo cosa faremo tra 3 settimane".
        Tutto vero, purtroppo.
        oppure per l'acqua.
        Sentivo un imprenditore piemontese che diceva che passando ad irrigazione a goccia e moderne tecnologie (algoritimi con umidità, pioggie, previsioni meteo, etc etc) era riuscito a dimezzare (o forse piu) i consumi dell'acqua.
        Capisco che non tutti possono essere in grado di fare tali investimenti, ma lo stato deve farlo.
        Oppure sulla costruzione di invasi per raccogliere l'acqua ed evitare che finisca in mare.
        Si potrebbero fare centinaia di cose ...ma sono cose purtroppo di cui non puoi fare oggi e raccogliere domani.
        Sono tutte cose che semini oggi (ed investi) e raccogli tra 5 anni o 10 anni ... e quindi nessun politico vuole far si che fa lui ... ma i risultati li raccoglie qualcun' altro.
        Purtroppo, come la gestione covid ci ha insegnato, ogni persona guarda i propri interessi fregandosene degli altri.
        Lo abbiamo visto con i nostri anzianotti che per pararsi il sedere hanno fregato i giovani.
        Stesso discorso per tutto quello che doveva essere fatto:
        Abbiamo il gas, sfruttiamolo! e sti ***** che il ravennate non vuole avere la piattaforma in mare.
        Abbiamo vallate ventose, sfruttiamole! e sti ***** che l'ambientalista dice che i piccioni del nord potrebbero risentirne.
        Abbiamo tante fabbriche disabitate con dei tetti, sfruttiamoli! e sti ***** se qualcuno non vuole i pannelli!
        e si potrebbe continuare per ore ...

        Commenta


        • Sono assolutamente d’accordo e lo stato dovrebbe incentivare pesantemente l’agricoltura italiana perché molte realtà rischiano di chiudere perché non è abbastanza remunerativo coltivare.

          Qui il mea culpa lo dobbiamo fare un po’ tutti: ogni volta che mettiamo qualcosa nel carrello facciamo una scelta.
          Chi può permetterselo, deve pensare che ogni volta che acquista un prodotto che fa il giro del mondo:
          • sta togliendo lavoro ad un lavoratore italiano (che, se licenziato, dovremo mantenere)
          • sta contribuendo all’inquinamento
          • indirettamente contribuisce a mantenere alti i prezzi della benzina (lo abbiamo visto durante i LD: poca richiesta, prezzi bassi).
          Comincerei con far scrivere in GRANDE :
          coltivato in
          confezionato in.
          Deve essere semplice individuare le zone di coltivazione/allevamento: quante volte acquistiamo pesce con un generico zona FAO e numerino accanto?
          Quante volte acquistiamo olio con olive UE e extra-UE?
          FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

          Commenta


          • Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
            Sono assolutamente d’accordo e lo stato dovrebbe incentivare pesantemente l’agricoltura italiana perché molte realtà rischiano di chiudere perché non è abbastanza remunerativo coltivare.

            Qui il mea culpa lo dobbiamo fare un po’ tutti: ogni volta che mettiamo qualcosa nel carrello facciamo una scelta.
            Chi può permetterselo, deve pensare che ogni volta che acquista un prodotto che fa il giro del mondo:
            • sta togliendo lavoro ad un lavoratore italiano (che, se licenziato, dovremo mantenere)
            • sta contribuendo all’inquinamento
            • indirettamente contribuisce a mantenere alti i prezzi della benzina (lo abbiamo visto durante i LD: poca richiesta, prezzi bassi).
            Comincerei con far scrivere in GRANDE :
            coltivato in
            confezionato in.
            Deve essere semplice individuare le zone di coltivazione/allevamento: quante volte acquistiamo pesce con un generico zona FAO e numerino accanto?
            Quante volte acquistiamo olio con olive UE e extra-UE?
            tutto perfetto,
            aggiungo solo un punto su cui BE probabilmente non sarà d'accordo ma è un altro punto su cui proprio non riesco a capire (anche se mi sforzo).
            il salario minimo!
            Per alcuni lavori, tipo l'agricoltura ma perche ne parliamo, ma anche per esempio la logistica, se si pagasse decentemente chi raccoglie i pomodori (ma giusto per esempio) io sono sicuro che il prezzo del pomodoro salirebbe di pochi centesimi.
            Intendo dire, un cristiano in un ora puo raccogliere 10kg di pomodori (mi tengo bassissimo ma solo per estremizzare il concetto)? pagarlo 4 euro l'ora incide 40c al kg, pagarlo 8 euro l'ora incide 80c.
            Ora se io i pomodori invece di pagarli 4 euro al kg, li pago 4,40 euro cambia qualcosa?
            Stesso discorso nella logistica.

            Io sono convinto di quello che dici sul "Quante volte acquistiamo olio con olive UE e extra-UE?" ma io lo estremizzerei con quante volte compriamo olio italiano con olive italiane!!
            Però qui c'è anche un po di sfiducia da parte del cittadino di queste targhette mette alla c@@@o di cane!
            io mi domando come fa a costare 5 euro al litro olio fatto in italia di olive italiane?
            E' impossibile!!
            Oppure ho lavorato tanti anni in emilia romagna, e non puoi capire quanti camion di maiali con targhe dell'est venivano in zona per fare i famosi prosciutti di parma.
            MA che prosciutto di parma è se il maiale è rumeno?

            Io dal punto di vista alimentare oramai compro tutto a km 0.
            C'è un azienda agricola vicino casa, vedo le bestie e i campi dove coltivano. Mi inculeranno perche mi daranno altra roba?
            puo essere ma mi fido.
            A me comprare in piemonte la carne fatta in puglia , ed in puglia la carne fatta in piemonte mi sembra un po una ******! Pensa a comprare la carne cilena e il riso ucraino.
            L'olio lo compro da anni da un azienda toscana.Pensa se mi compro l'olio fatto in tunisia, che fanno una fase di produzione in portogallo e diventa magicamente europeo e poi arriva al carrefour a torino
            Spenderò qualche euro in piu? probabile ma almeno sto a posto con la coscienza.

            Aggiungo e concludo, che l'europa da questo punto di vista con lacci e lacciuoli ha distrutto l'agricoltura ed il cibo italiano.
            Perde giorni per dire che la lenticchia si puo chiamare lenticchia se è grossa 6 mm, o la cioccolata è cioccolata anche se non ci metti il cacao ... e ha distrutto il nostro fiore all'occhiello!

            Commenta


            • Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
              [/LIST]Comincerei con far scrivere in GRANDE :
              coltivato in
              confezionato in.
              Deve essere semplice individuare le zone di coltivazione/allevamento: quante volte acquistiamo pesce con un generico zona FAO e numerino accanto?
              Quante volte acquistiamo olio con olive UE e extra-UE?

              Ci sta scritto da dove proviene, e nel Mio carrello non troverai prodotti agricoli e carni non dichiaratamente PRODOTTO IN ITALIA
              Credo sia il minimo da fare............................ invece una grande parte di consumatori guarda il "colore della mela e della carne" invece della etichetta
              Io semplicemente se non trovo carne ITALIANA E DEL TAGLIO CHE VOGLIO, cambio negozio oppure non la mangio proprio

              @Matador75 Io da dieci anni mi faccio il pane da solo, mi faccio 40+40 Km per andare a prendere farina ITALIANA dichiarata e garantita senza conservanti ed additivi, la pago 1 Euro Kg anche adesso, dicono che sia aumentata ma non sembra, il prezzo è lo stesso di 12 mesi fa, DIRETTAMENTE NEL MULINO
              Con 700 grammi di farina faccio 1 Kg di pane che al dettaglio costa oltre 4 Euro, consumo 1 Kg di farina alla settimana pari al costo di 250 Grammi di pane commerciale
              Di sicuro cosi si riduce la filiera, e il "contadino" di sicuro non vende quel grano a 10 euro quintale ma forse 50+ ........................ scommetti che alla fine costa meno di quello Canadese??? ed è pure meglio ?

              Il fornaio paga quella che lui chiama "farina" circa 30/40 centesimi al Kg, aggiunge mezzo litro di acqua, quello che chiama "lievito", un pizzico di sale e rivende il tutto in media 4/5 euro Kg
              ECCO COSA IMPATTA IL GRANO SUL PANE, escluso il congelato pronto da quocere che arriva chissa da dove, mica vero che arriva da mezza europa dell'est, che impatta pure meno

              Ultima modifica di rrrmori53; 08-07-2022, 12:07.
              Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
              Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
              Utente EA dal 2009

              Commenta


              • Originariamente inviato da rrrmori53 Visualizza il messaggio

                @Matador75 Io da dieci anni mi faccio il pane da solo, mi faccio 40+40 Km per andare a prendere farina ITALIANA dichiarata e garantita senza conservanti ed additivi, la pago 1 Euro Kg anche adesso, dicono che sia aumentata ma non sembra, il prezzo è lo stesso di 12 mesi fa, DIRETTAMENTE NEL MULINO
                Con 700 grammi di farina faccio 1 Kg di pane che al dettaglio costa oltre 4 Euro, consumo 1 Kg di farina alla settimana pari al costo di 250 Grammi di pane commerciale
                Ti invidio.
                Io che sono un amante del carboidrato, dove toglietemi la carne ma non toccatemi pasta pane e pizza, ho solo da invidiarti.
                Mi piacerebbe molto ma non avrei il tempo di farlo ... me lo lascio come desiderio tra una ventina d'anni.

                Originariamente inviato da rrrmori53 Visualizza il messaggio
                Il fornaio paga quella che lui chiama "farina" circa 30/40 centesimi al Kg, aggiunge mezzo litro di acqua, quello che chiama "lievito", un pizzico di sale e rivende il tutto in media 4/5 euro Kg
                ECCO COSA IMPATTA IL GRANO SUL PANE, escluso il congelato pronto da quocere che arriva chissa da dove, mica vero che arriva da mezza europa dell'est, che impatta pure meno
                Credo che sia quello che ho detto. se invece di usare una farina di m@@@a usassero una farina vera pagheremo il pane 4.6 euro invece che 4 ma probabilmente faremo felici tutti

                Commenta


                • Io ho rallentato perché 1 kg di pane (in 4) finiva prima di finire la cena e saremmo diventati obesi.
                  Quando ci prendi la mano con la macchina del pane ci vogliono 3 minuti a dosare gli ingredienti e, con la partenza ritardata, lo trovi pronto da sfornare per la cena.
                  Il mio preferito è quello con la semola rimacinata Senatore Cappelli (ma siamo sui 3€/kg).
                  Anche con farine meno costose viene benissimo.
                  La macchina del pane è comoda anche per impastare la pizza e fare le marmellate.
                  FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                  Commenta


                  • Nada............... tutto fatto a mano con lievitazione di 24/36 ore............................. ed in inverno cotto nel forno a legna
                    La semola rimacinata la uso pure io............. quella locale Toscana, ottima per la pizza
                    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                    Utente EA dal 2009

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da rrrmori53 Visualizza il messaggio


                      Ci

                      @Matador75 Io da dieci anni mi faccio il pane da solo, mi faccio 40+40 Km per andare a prendere farina ITALIANA dichiarata e garantita senza conservanti ed additivi, la pago 1 Euro Kg anche adesso, dicono che sia aumentata ma non sembra, il prezzo è lo stesso di 12 mesi fa, DIRETTAMENTE NEL MULINO

                      La prendo anche io al mulino a sacchi da 5. Ma ci posso andare a piedi, e' nel paesino dove sto. Tutta altra cosa la farina del mulino.
                      [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
                        Io che sono un amante del carboidrato, dove toglietemi la carne ma non toccatemi pasta pane e pizza, ho solo da invidiarti.
                        Mi piacerebbe molto ma non avrei il tempo di farlo ... me lo lascio come desiderio tra una ventina d'anni.
                        Vado un attimo OT (anche se è difficile capire il tema corretto di questa discussione...).
                        Se vuoi un non sollecitato e magari non gradito consiglio medico... ok i maiali rumeni e il riso cileno da evitare... ma il RISCHIO maggiore per la tua salute futura te lo danno proprio i CARBOIDRATI!
                        E intendiamoci... ci sono carboidrati e carboidrati. LA pasta, meglio se integrale, cmq è accettabile (in quantità non esagerate, ovvio). Il PANE invece... meno ne mangi meglio è!
                        Lo so che sembra una bestemmia contro la tradizione italiana... ma il pane bianco, raffinato e industriale che oggi mangiamo è la prima fonte di sodio, carboidrati semplici e grassi deidrogenati che assumiamo. E' il maggiore colpevole, insieme allo zucchero che l'industria nasconde in praticamente ogni cibo confezionato, dell'epidemia di diabete di tipo II che l'intero occidente sta affrontando e che viene ampiamente presa sottogamba anche dai medici.
                        Si dà quasi per scontato e accettabile che a una certa età (ma i primi segni li hai già nella fascia 60-70 spesso) il pancreas si "stanchi". E che serva cominciare a riempirsi di antidiabetici orali, fare diete improbabili, prendere antipertensivi, antifinfiammatori, ecc. ecc.
                        NON è così!
                        Siamo NOI che ci avveleniamo lentamente.
                        Certo, fai super bene a scegliere cibi a km zero. Ma anche adottare un'alimentazione minimamente sana in età relativamente giovane cambia enormemente le prospettive!
                        LA cosa migliore è consumare POCO pane, ma integrale. Se poi è fatto artigianalmente con lievito naturale è quasi perfetto.

                        Tornando al tema. Anche secondo me in Europa si sono fatti molti errori sulle politiche agricole. Ma il problema di fondo resta che siamo costretti a subire la concorrenza di prodotti extraUE che costano troppo poco!
                        Hai ragione! Nessuno va in malora se paghiamo 40 centesimi in più. E, ti sorprenderò, ma non sono affatto contrario al salario minimo ovunque.
                        Sono altri i costi su cui occorre intervenire. E il primo settore di intervento è il GARANTIRE a chi produce in Italia di poter commercializzare il proprio prodotto!
                        L'agrienergia è una soluzione per permettere alle aziende agricole di tenersi in piedi anche puntando su produzioni di nicchia e relativamente poco fruttuose. Invece che essere costretto a coltivare 10 ettari a qualcosa che poi devi irrorare di schifezze per guadagnarci il minimo per vivere... produci energia elettrica, adeguatamente pagata, e poi investi tempo e risorse nelle produzioni a chilometro zero, bio, ecc.
                        Questo dovrebbe essere l'obbiettivo del ministero dell'agricoltura. Invece ormai da 70 anni è diventato una stazione di smistamento di fondi UE o di erogazione di sanzioni per i folli che sbagliano a produrre!
                        Intendiamoci... c'è anche del giusto nella volontà di gestire a livello europeo l'agricoltura. Ma non certo al costo di mandare fuori mercato i produttori!

                        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                        Commenta


                        • La prima da evitare la "doppio ZERO".......................... QUELLA INTEGRALE ???????????????????? DIPENDE
                          Anche prendo la integrale e "tipo2", la differenza da quelle "commerciali" e quelle macinate davvero a pietra È ABISSALE
                          Quella commerciale è troppo secca per essere "vera".................... se è vero che è integrale deve essere un po unta che sembri umida, come lo zucchero integrale di canna
                          Se è vero che contiene tutto il chicco di grano deve essere cosi........................ non farina bianca con la crusca dentro.. che sembra segatura da pavimento
                          Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                          Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                          Utente EA dal 2009

                          Commenta


                          • BrightingEyes
                            Grazie per i consigli che apprezzo sempre.
                            sopratutto quelli medici fatti da un medico.
                            lo so che i carboidrati (sopratutto quelli fatti con le farine industriali) fanno male.
                            Ma i carboidrati sono troppo buoni. :-)

                            Aggiungo che sono al momento abbastanza fortunato.

                            Ho sempre fatto una vita sregolata, soprattutto dal punto di vista alimentare.
                            ho lavorato sempre molto, e spesso per lunghi periodi la mia cena era una pizza alle 11 di sera.
                            ho fatto le prime analisi del sangue a 40 anni (quando sentivo i primi colleghi che avevano diabete e colesterolo) e non so il motivo ma erano perfette.
                            le ho rifatte a 45 e ancora erano buone.
                            Ora ne ho 47 e dovrei rifarle ... ma preferisco campare 10 anni in meno ma non togliermi i piaceri della vita.

                            Ps Compro km 0 non tanto per la qualità che spero sia più alta (ma non ci metto mano sul fuoco). Compro perché mi disturba che il cibo faccia il giro d'italia (o del mondfo) quando ce l'ho a 10 min.
                            :-)

                            Commenta


                            • matador0975 senza carboidrati non riuscirei a campare neanche io. Non abbiamo passione per i dolci ma di pane, pasta e pizza non riuscirei a fare a meno.
                              ​​​​​
                              Sono a favore dell’integrale anche io: spesso aggiungo alla semola di grano duro rimacinata anche farina di tipo 2.
                              Visto che mangi anche l’esterno devi esser sicuro che non sia piena di pesticidi quindi ben venga il mulino conosciuto o quella BIO.
                              La durata è più breve e irrancidisce dopo qualche mese ma l’organismo ringrazia ma la uso perché secondo me l’integrale è pure più saporito.
                              Originariamente inviato da rrrmori53 Visualizza il messaggio
                              Se è vero che contiene tutto il chicco di grano deve essere cosi........................ non farina bianca con la crusca dentro.. che sembra segatura da pavimento
                              Probabilmente mescolano farina raffinata alla crusca. https://www.ilfattoquotidiano.it/201...crusca/188892/

                              Sull’agrienergia sono assolutamente a favore: in Sicilia (ma anche altrove) si potrebbero fare tettoie fotovoltaiche su ogni serra.
                              Invece di tirare fuori soldi per sussidi si potrebbero assegnare gratuitamente tot kWp per km quadro coltivato.
                              Idem per gli allevamenti (che tra mungitrici e refrigerazione hanno consumi pazzeschi).
                              Un modo indiretto di rendere più competitiva la produzione locale è azzerare (o quasi) i costi.
                              Ultima modifica di JO GREEN; 09-07-2022, 14:20.
                              FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                              Commenta


                              • Beh... anche io non disdegno pasta e pizza eh! "medico cura te stesso"... ma a volte è difficile.
                                Proprio per questo ho provato e poi abbandonato diversi "stili" dietetici (non tanto per diminuire di peso visto che ho solo un leggero sovrappeso) ma proprio per evitare la malattia dismetabolica che ha colpito gli altri in famiglia (genitori e nonni). O perlomeno ritardarla il più possibile.
                                Ora mi trovo discretamente bene a evitare i carboidrati solo la sera. Ma senza talebanismi, visto che se devo uscire a mangiare la pizza non mi faccio problemi. Per il resto l'unica vera rinuncia è stata il pane bianco. Per un po' me lo sono anche fatto con lievito madre (ma du palle...) ora mi accontento dell'integrale. Anche qua però non è che se mi trovo a pranzo fuori mi faccio prendere dall'angoscia.
                                Alla fine penso che basti un po' di buon senso e attenzione. Senza esagerare in ogni senso.
                                “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                Commenta


                                • https://news.google.com/articles/CBM...T&ceid=IT%3Ait
                                  Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                                  Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                                  Utente EA dal 2009

                                  Commenta


                                  • Originariamente inviato da ]=JO GREEN Visualizza il messaggio
                                    ... integrale è pure più saporito...
                                    .. finalmente qualcuno ...E grazie per l idea della marmellata con la macchina del pane.Non conoscevo assolutamente.Quando la mia mi lascierà,temo a breve,(ha 20 anni,una Severin)credo ne prenderò una con anche tale funzione.Anche se in verità faccio quasi tutto in sciroppato.
                                    Ultima modifica di Peace and Love; 09-07-2022, 16:25.
                                    ..

                                    Commenta


                                    • sperando la fine dei fuori tema propongo la lettura di un testo estremamente interessante
                                      https://lnx.societalibera.org/wp/202...tie-infantili/
                                      ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
                                      " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

                                      Commenta


                                      • Si inizia ad ingranare la marcia indietro?
                                        https://www.ilfattoquotidiano.it/202...mania/6656368/
                                        "Il tempo è ciò che accade quando non accade nient'altro" [ R. Feynman ]

                                        Commenta


                                        • Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                                          Si inizia ad ingranare la marcia indietro?
                                          https://www.ilfattoquotidiano.it/202...mania/6656368/
                                          anche in ucraina stanno notando questa ...ehm ... stanchezza ...
                                          Ministro delle Finanze ucraino: ora la Ue tentenna sugli aiuti


                                          «Se penso a marzo o aprile, ora l'atteggiamento e il desiderio di sostenerci sono molto diversi. Ma la situazione in Ucraina è sempre la stessa. Non ci sono carri armati intorno alla capitale, ma resta una guerra a tutto campo con la Russia, con tutti i missili e l'artiglieria possibili. È una guerra di logoramento e in questo la Russia è più preparata. Certo riceviamo armi e aiuti militari, ma non bastano a vincere e nemmeno a conquistare una posizione di forza sulla Russia in alcune aree. È un chiaro segno che l'Unione europea e il mondo intorno all'Ucraina sono un po' stanchi di questa guerra. Posso capire che soffrano per i prezzi del petrolio e del gas». A dirlo, in un’intervista al Corriere della Sera, è il ministro delle Finanze ucraino, Serhiy Marchenko. Che spiega: «L'Unione europea ha concordato un'assistenza finanziaria per l'Ucraina da 9 miliardi di euro, ma cosa vediamo al momento? Forse un miliardo questo mese. Poi potrebbe esserci una pausa: non c'è accordo tra i governi dell'Unione. Alcuni governi non sono pronti a sostenere l'Ucraina con una somma del genere. Durante i primi mesi di guerra l'Europa era unita. Ora vediamo opinioni diverse su come sostenere l'Ucraina».


                                          Chiaramente l'ucraina fa bene a chiedere, anzi esigere aiuti.
                                          Qualcuno probabilmente ha fatto tante promesse ... e giustamente loro esigono che vengano rispettate ...
                                          ora i nodi vengono al pettine ... e non ci serviva un pettine molto intelligente per accorgersi dei problemi un po in anticipo

                                          Commenta


                                          • Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                                            Si inizia ad ingranare la marcia indietro?
                                            https://www.ilfattoquotidiano.it/202...mania/6656368/
                                            Come per tutto il resto… le sanzioni rimangono più negli intenti che nella realtà.
                                            Per quanto ogni giorno i vari governi europei proclamino che si stanno preparando alla chiusura totale dei rubinetti del gas da parte della Russia, non abbiamo ancora una valida alternativa (a meno di importanti sacrifici).

                                            Avremmo dovuto reagire velocemente e spingere col turbo per installare FV ovunque ma nel prendere decisioni ed applicarle abbiamo l’agilità di un pachiderma…

                                            So che non si risolve il problema invernale, ma, con un importante parco FV installato,
                                            si sarebbe potuto coprire una buona fetta dei consumi e sfruttare la bella stagione per riempire gli stoccaggi con altri fornitori.
                                            FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                            Commenta


                                            • Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
                                              Per quanto ogni giorno i vari governi europei proclamino che si stanno preparando alla chiusura totale dei rubinetti del gas da parte della Russia, non abbiamo ancora una valida alternativa (a meno di importanti sacrifici).
                                              Il nostro è un continente di parolai...
                                              Se volevamo colpire la Russia bisognava chiudere tutti i rubinetti già 4 mesi fa.
                                              Poi io sono sempre dell'idea che se non vuoi fare sacrifici per poterti permette un qualcosa è meglio non proclamare che la vuoi, altrimenti rischi di fare solo la figura del fesso.

                                              Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
                                              So che non si risolve il problema invernale, ma, con un importante parco FV installato,
                                              si sarebbe potuto coprire una buona fetta dei consumi e sfruttare la bella stagione per riempire gli stoccaggi con altri fornitori.
                                              Con i se e con i ma la storia non si fa.

                                              "Il tempo è ciò che accade quando non accade nient'altro" [ R. Feynman ]

                                              Commenta


                                              • Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio

                                                Il nostro è un continente di parolai...
                                                Se volevamo colpire la Russia bisognava chiudere tutti i rubinetti già 4 mesi fa.
                                                Poi io sono sempre dell'idea che se non vuoi fare sacrifici per poterti permette un qualcosa è meglio non proclamare che la vuoi, altrimenti rischi di fare solo la figura del fesso.
                                                E sei stato pure gentile....
                                                [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                Commenta


                                                • Facciamo 2 risate.
                                                  allegria!!!

                                                  Questo sarebbe capace di lanciare un missile nucleare pensando di stare a tirare lo sciacquone del bagno.
                                                  guarda a chi stiamo in mano

                                                  Commenta


                                                  • Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
                                                    ... guarda a chi stiamo in mano
                                                    E' stato messo lì per non bruciarsi una carta migliore. Pensavano che rivincesse Trump, non sapendo dell'arrivo del Covid.
                                                    "Il tempo è ciò che accade quando non accade nient'altro" [ R. Feynman ]

                                                    Commenta


                                                    • Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
                                                      Facciamo 2 risate.
                                                      allegria!!!

                                                      Questo sarebbe capace di lanciare un missile nucleare pensando di stare a tirare lo sciacquone del bagno.
                                                      guarda a chi stiamo in mano
                                                      E' un incapace e per giunta guerrafondaio contro la Russia , se ci fosse stato un altro al posto suo avrebbe mediato la pace in Ucraina ed avrebbe trovato un accordo .
                                                      Ma questo è da sempre come quegli asini col testale , non vede oltre il suo naso , accordo per lui significa solo accettare le sue condizioni .
                                                      Il primo danno lo ha fatto in Afganistan non sapendo gestire manco una ritirata vergognosa per gli USA .
                                                      Il resto lo stiamo vedendo oggi nelle crisi ucraina , dove si mette a parlare a sproposito . Che finisca presto il suo mandato senza danni per gli alleati , speriamo...
                                                      Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                                      Commenta


                                                      • Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                                                        Si inizia ad ingranare la marcia indietro?
                                                        https://www.ilfattoquotidiano.it/202...mania/6656368/
                                                        Non penso.
                                                        Tuttalpiù ci si comincia a infilare l'elmetto e a preparare la popolazione.
                                                        Per ora sono voci, portate su refoli di caldo vento estivo sulle assolate spiagge... e tali rimarranno fino a settembre!
                                                        POI si comincerà a fare sul serio.

                                                        Ah... e si inizia a vedere l'effetto di quello che da mesi segnalo essere il problema maggiore per la Russia. E cioè la carenza di uomini davvero impiegabili al fronte. ​Putin, esercito ridotto all'osso: lo zar cerca soldati nelle carceri. Gli Usa: Iran fornisce droni a Mosca. E l'Ue prepara nuove sanzioni (msn.com)
                                                        Cosa che non significa che stia "perdendo", capiamoci prima di far scattare nuove battute sarcastiche!
                                                        Ma semplicemente che il protrarsi della guerra NON è per forza un problema di semplice soluzione nemmeno per i russi.
                                                        E' verissimo che hanno riserve e mezzi 20 volte superiori a quelli dell'Ucraina, anche supportata dall'occidente. Ma è anche verissimo che non siamo più nella WWI e non basta vestire 1000 ragazzi e dar loro un fucile per farne un corpo combattente efficace!
                                                        Come ho segnalato fin da marzo l'Ucraina, grazie alla mobilitazione generale, ha teoricamente a disposizione molti più uomini. Riservisti, certo. Spesso con addestramento lontano nel tempo e poco preparati. Ma era ovvio che la preparazione, addestramento e equipaggiamento di nuove unità si poteva fare anche in zone protette dagli attacchi russi ed addirittura all'estero. E così pare (pare ovvio... nessuno conferma) sia stato e sia tuttora. (Ucraina: un esercito di un milione di uomini per riconquistare i territori meridionali occupati dai russi (globalist.it))
                                                        Si sa abbastanza per certo che molti riservisti sono stati addestrati all'uso delle artiglierie occidentali in Polonia. E anche se non credo che l'Ucraina abbia davvero a breve possibilità di una vera controffensiva, per quanto limitata, al sud... di certo non sarebbe così semplice prevedere un'avanzata russa efficace supportata da continui bombardamenti di artiglieria con un rapporto di forze pari o addirittura negativo.
                                                        Sarebbe alla fine un bagno di sangue tipo battaglia della Somme e non credo che nemmeno Putin riuscirebbe a mascherarla come "qualche perdita nell'operazione speciale!"
                                                        Questo per tornare un attimo alla realtà del conflitto russo-ucraino.
                                                        Sul conflitto russo-occidentale e sull'effetto "insoddisfacente" delle sanzioni non mi pronuncio ancora.
                                                        Avremo molto tempo per analizzare i risultati, tanto non ci sarà alcuna "retromarcia"...
                                                        Ultima modifica di BrightingEyes; 12-07-2022, 15:34.
                                                        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                                        Commenta


                                                        • Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                                          Non penso.
                                                          Tuttalpiù ci si comincia a infilare l'elmetto e a preparare la popolazione.
                                                          Speriamo di no, ma le cose non si stanno mettendo proprio bene. Se continua così, c'è il serio rischio di entrare davvero in guerra.

                                                          Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                                          ...tanto non ci sarà alcuna "retromarcia"...
                                                          Allora non capisco perché l'Ucraina grida all'aggiro delle sanzioni...
                                                          https://www.adnkronos.com/ucraina-de...G9wHMy4MskVakl
                                                          "Il tempo è ciò che accade quando non accade nient'altro" [ R. Feynman ]

                                                          Commenta


                                                          • Mi sa che agnelli si è venduto huffington post ai russi

                                                            https://www.huffingtonpost.it/blog/2...tunno-9814823/

                                                            Commenta


                                                            • Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                                                              Speriamo di no, ma le cose non si stanno mettendo proprio bene. Se continua così, c'è il serio rischio di entrare davvero in guerra.
                                                              E dove lo vedresti questo rischio? La situazione era molto più pericolosa due settimane fa, quando sembrava che i russi potessero davvero dilagare a sudest. Oggi, con il fatto che i bombardamenti di 4 (proprio QUATTRO di numero eh!) Himars hanno subito forti perdite soprattutto in ufficiali (atro generale ucciso) e in munizionamento il ritmo sembra molto ridotto e le prospettive meno luminose.
                                                              Infatti la biondona Zacharova ha subito alzato il tiro tornando a prefigurare scenari di apocalisse atomica accusando gli USA di cercare lo scontro.
                                                              La verità è che se gli ucraini dimostreranno nelle prossime settimane di riuscire a frenare (anche se non certo bloccare o addirittura far ritirare) l'avanzata russa e a minacciare Kherson i russi avranno anch meno possibilità di scatenare nuove guerre (a meno di dichiarare davvero guerra all'Europa e ordinare la mobilitazione generale, ma è uno scenario davvero fantascientifico.
                                                              Anche nell'altro scenario potenzialmente pericoloso, e cioè il trasporto di grano da Odessa, i russi si stanno (perlomeno apparentemente) adeguando a far buon viso a cattivo gioco, abbandonando l'ormai indifendibile Isola dei Serpenti e spacciandolo per gesto di buona volontà. Ora vedremo se questo sarà sufficiente a garantire il commercio del grano ucraino.
                                                              Non vedo grandi rischi al momento. Le minacce russe sono sempre le solite, più o meno elevate in base alla convenienza.
                                                              La Russia potrebbe fermarsi una volta preso tutto il Donbass e rivendicando la "vittoria". Ovviamente sperando poi che, passato qualche mese o anno e riorganizzato l'esercito, si possa poi ricominciare.
                                                              Anche perchè, pur con tutto il filoputinismo di cui sono capace, mi risulta davvero difficile capire DOVE la Russia avrebbe "vinto"! Ha sacrificato decine di migliaia di vite russe per regalare un po' di territorio ai filorussi delle due repubbliche del Donbass? Ah no.. le vuole annettere! E ne ha distrutto diverse città, creando danni per miliardi di euro, allo scopo poi di ricostruirle?? E con quali risorse?? Con quelle che farà vendendo il suo gas naturale al terzo produttore mondiale di gas naturale (la Cina)? Immagino lo scoop economico! Come fare i soldi vendendo petrolio al Qatar più o meno!
                                                              E' OVVIO che il vero obbiettivo, la trasformazione dell'Ucraina in una Bielorussia bis, è tragicamente fallito una settimana dopo l'invasione.
                                                              Che a tutto questo la Russia ora miri a una guerra con la NATO che sarebbe per lei il colpo di grazia per Marina, Aviazione e esercito di terra in Ucraina mi pare davvero una boutade che può essere ispirata solo da paura immotivata o da fiancheggiamento del nemico!
                                                              Non parliamo poi di una possibile guerra nucleare che sarebbe probabilmente la fine dell'intera Europa, a partire dalla stessa Russia e scatenerebbe un disastro climatico tale da decimare l'intera popolazione. E da cui solo gli USA e paesi molto tecnologicamente e militarmente avanzati come Australia e pochi altri potrebbero sperare di uscirne con ancora una struttura sociale minimamente funzionante (hanno presentato un bella ipotesi virtuale di guerra atomica.... interessante dai!).
                                                              Poi, che l'Ucraina speri che l'intera Europa decida di mettersi volontariamente in una pesante crisi energetica lo posso capire. Ma la cosa non ha davvero alcun significato. Che lo facciamo noi gradualmente o lo faccia la Russia tagliandosi gli attributi economici principali sperando che questo "costringa" l'occidente a cedere... prima o poi le importazioni energetiche dalla Russia in occidente crolleranno a zero.
                                                              E che questo sia peggio per l'Europa che per la Russia è tutta da vedere... diciamo così per essere sportivi...
                                                              Intanto si allunga la lista delle aziende private che decidono di abbandonare la Russia. Ora anche la Lego.
                                                              Prima che questo suggerisca battute sarcastiche garantisco che sono conscio che i russi possono usare altre soluzioni se proprio sentissero questo bisogno insopprimibile di "giocare alle costruzioni" come facevamo noi da bambini (però coi Plastic City che i Lego erano "per ricchi"!) e che difficilmente questo farà indignare la popolazione fino al punto da fare la rivolta coi forconi contro Putin!
                                                              Ma a me, da scarsamente acculturato nella gestione aziendale, sembra un pelo strano che una multinazionale venga presa così tanto dal raptus di solidarietà con gli ucraini da autoinfliggersi un danno notevole (oltre 80 negozi chiusi in una notte) solo per "punire" i russi!
                                                              Molto più credibile che qualcuno che ha la responsabilità di prendere decisioni strategiche a livello di management aziendale abbia ritenuto, come tanti altri, che il futuro NON garantisca affatto un veloce ritorno al BAU pre-guerra.
                                                              Evidentemente non credono nemmeno loro alle speranze di "ripensamento" che agitano alcuni qui.
                                                              Ripeto... non ci sarà alcun "ripensamento". Non escludo qualche escamotage per trascinare il più possibile in avanti la data fatidica della chiusura del rubinetto da parte europea (sempre che non lo chiuda del tutto la Russia prima, ovvio). Ma alla fine la strada è tracciata. Sia l'occidente che la Russia sanno che la vera "bomba termonucleare economica" è in mano all'occidente. E che verrà certamente usata!
                                                              Se poi qualcuno in Russia è così disperato dal tentare il "o la va o la spacca" recidendosi totalmente di botto il 60% di entrate affidandosi totalmente agli "amiconi" cinesi... lo facciano! Io, a puro titolo personale, non vedo l'ora.
                                                              Sarebbe un attacco devastante e certamente non aggirabile all'economia russa e una salutare lezione per molti dei nostri entusiasti dei raduni con le mamme d i palloncini!
                                                              Mi spiacerebbe solo che, come han già detto e ripetuto, il grosso del danno verrebbe scaricato sulle solite aziende, con i soliti "ristori" che ridurranno del 25% il danno scaricandone il costo sui soliti scemi contribuenti!
                                                              Ma vabbè... vediamo il lato positivo! La corsa alle rinnovabili non è mai stata così frenetica!!



                                                              “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X
                                                              TOP100-SOLAR